jump to navigation

Enlightenment 17? …facile!

In Avanzate, per Guru!, Guide il 31/05/06 @ 18:40 12 commenti

by imu

Vorrei fare notare che questa guida, pensata per Ubuntu, si applica alla perfezione a qualsiasi distro... fatte le dovute modifiche :) N.d.R

eclair2.jpg

Prima di tutto devo avvisare che E17 non è ancora entrato nei repository ufficiali Ubuntu, per l’esattezza non è ancora uscito dal CVS ne si sa quando uscirà, una versione pre annunciata di una nuovo fork di ubuntu è “Ebuntu”, basato appunto su E17, ma credo apparirà con l’avvento di “Edgy”, quindi parliamo della prossima release. Per maggiori info qui: “https://wiki.ubuntu.com/Ebuntu”. Altro avviso che devo fare a chi leggerà questa mini guida è che stiamo trattando software da CVS e quindi come dice il mio amico felipe “un giorno non funziona l’altro nemmeno”. Ed infine per correttezza dobbiamo ringraziare e obbligatoriamente chiarire che lo script che andremo a scaricare ed usare per la nostra installazione è di “Brian Miculcy” e che future modifiche ed aggiornamenti le trovate sul suo sito “http://omicron.homeip.net/“.

Leggi il resto…

 

GNOME Bling Manager

In Troiate del giorno il 28/05/06 @ 13:30 1 commento

gnome-bling-manager.pngEcco un’app che non userei mai ma che mancava assolutamente nell’elenco delle “configlets” di GNOME, ossia quelle piccole utilità che servono a configurare un determinato aspetto del desktop.

GNOME Bling Manager in particolare si occupa di gestire il comportamento di compiz o xcompmgr, ed è quindi rivolta a chi possiede una macchina capace di far andare Xgl/compiz o simili.

L’interfaccia è molto intuitiva e vergognosamente semplice, in puro stile GNOME. Probabilmente in futuro verranno aggiunte le opzioni per ogni effetto configurabile, nel frattempo io continuerò ad usare gconf-editor o direttamente gconf-tool…

Interessante notare che lo sviluppo di questa app viene dalla comunità di Ubuntu, che poco a poco e grazie anche a utenti/sviluppatori Gentoo, sta praticamente creando una realtà alternativa e più aperta di quella di Novell, per quanto riguarda lo sviluppo di compiz: con nuovi plugin aggiuntivi rispetto alla versione vanilla e con dei forum attivissimi, nei quali si svolge lo sviluppo e si prendono le decisioni coralmente, sviluppatori e utenti.

Un’altra considerazione che questa piccola app mi suggerisce è che stiamo quasi per entrare nell’era di Edgy Eft, ossia la prossima versione di Ubuntu. Edgy dovrebbe, secondo quanto detto da Mr Ubuntu in persona, inglobare un bel po’ di nuove tecnologie che adesso sono considerate sperimentali, affinarle e renderle parte ufficiale della distro. Il primo pensiero va appunto a Xgl, ma penso anche a Xen, SMART e chissà cos’altro… :)

 

Picasa? Ottimo! Anzi una schifezza

In *Flame*, News il 28/05/06 @ 12:57 5 commenti

La mia prima reazione all’annuncio dell’uscita di Picasa per linux è stata di esultanza: Wow finalmente gugle che rilascia qualcuna delle sue app per linux! L’esultanza è scemata miseramente in delusione abbastanza presto: quando, una volta installato il pacchetto e cliccato sull’icona di Picasa nel menu di GNOME, mi si è presentata una orrenda schermata col caratteristico aspetto bastardo che hanno le app lanciate con WINE! dios mio!

Non voglio ripetermi, ma mi sembra opportuno sottolineare Picasa2 non è un’app nativa per linux! Se lanciate picasa su linux e *non* vi funziona (a me con ubuntu breezy non parte nemmeno), oppure va una schifezza rispetto alla versione per winzoz, oppure non ha tutte le funzionalità della versione per winzoz, oppure ha un’aspetto che non c’entra na mazza col resto del desktop, oppure non è per niente integrato con niente di niente ecc ecc…

Sappiate che la colpa non è di linux! E’ di gugle che rilascia dei finti “port” di applicazioni per winzoz: Picasa per linux è soltanto picasa per winzoz ri-impacchettato con una versione *intera* e modificata di wine, una versione *intera* di libgphoto, una versione *intera* di gecko, e infine l’eseguibile per winzoz -.-

A chi mi diceva che nel mio precedente post non si capiva se ero favorevole o contrario a Picasa su linux, ripeto: sono contrario a questo genere di trovate del reparto marketing di gugle, se avessero rilasciato una versione nativa anche se bruttina e mutilata - tipo NeroLinux - non ci sarebbero state queste reazioni negative.
A chi mi dice che cmq questo è un passo in avanti verso linux e che gugle detterà tendenza anche in questo, io rispondo semplicemente: ne riparliamo quando e se avremo na decina di finti “port” di applicazioni importanti, tipo Dreamweaver, Flash, Photoshop, *CAD ecc ecc e vedremo quanto saremo contenti vedendo che ognuna di queste finte app native installerà la propria versione di wine e le proprie librerie modificate arbitrariamente.

Io non sono contento di avere nella mia linuxbox una schifezza del genere:

/opt/picasa/wine/drive_c/Program Files/Picasa2/Picasa2.exe

 

Picasa per linux? Liberatela!

In *Flame*, Troiate del giorno il 26/05/06 @ 15:51 6 commenti

collar.jpgAAAle oggi mi faceva notare che c’è sta novità di Picasa2, l’app tuttofare di google per le immagini, adesso disponibile anche per Linux.

La mia risposta è stata più o meno: “gugle è il male! in qualità di veri linuxari vi invito a snobbare picasa“.

Perché questa reazione? - direte voi. Semplicissimo, avevo provato stamattina, spinto dai toni entusiastici di alcuni post che avevo letto su /. o siti simili. Quel genere di post che ricorda cose tipo: “Oh guarda, il bambino ha imparato a fare la cacca *dentro* il vasino!“.

Purtroppo però, stavolta gugle la ehm, cacca, scusate il paragone, l’ha fatta fuori, dal momento che l’orrore è stato sommo quando ho visto che picasa usa WINE! Argh! Ora, wine è un gran progetto, e pure ambizioso ed è una fortuna che esista, ma spacciare Picasa come applicazione per Linux è scorretto sbagliato fuorviante eccetera eccetera.

picasa.jpgGiusto per la cronaca, e per non essere il solito talebano… a parte l’orrenda interfaccia con le icone di windows!!! (grrr) Picasa2 funziona molto bene e sembra un’app già abbastanza matura, pur essendo una versione di test. Ah a proposito, ecco il link per scaricarla: http://picasa.google.com.nyud.net:8080/linux/, qui ci sono le faq: http://picasa.google.com.nyud.net:8080/linux/faq.h tml e qui una schermata di come appare sul mio Desktop:

 

AllTray, viva l’area di notifica!

In Troiate del giorno il 26/05/06 @ 12:10 1 commento

Alltray in GNOMEUbuntu Blog ha una segnalazione di questa simpatica utilità che permette di schiaffare *qualsiasi app* nell’area di notifica.

Carino no?

 

Dapper, Xgl, VMware, WinXP

In News il 26/05/06 @ 12:02 2 commenti

dapperxglvmwarexp.png Spettacolare, no?

Questo shot è apparso oggi sui forum semi-ufficiali di compiz: compiz.net

Ennesima dimostrazione che Xgl offre davvero tante possibilità …se vi tappate il naso per la faccenda di XP su un lato del cubo :D

 

Perle: La situazione Gacoment

In IRC Logs e Perle Varie il 25/05/06 @ 1:46 5 commenti

Ovvero: come prendersela con IRC quando si torna a casa sfatti

[01:11] * ChanServ gives channel operator status to felipe
[01:11] ruls
[01:13] * left_via is now known as left
[01:13] re
[01:13] *_*
[01:13] iaoc elft
[01:13] non mi pare il caso
[01:13] oecm av?
[01:14] onso un coop urbacoi
[01:14] ah ok
[01:14] io sono solo distrutto
[01:14] ma quasi alcol free
[01:15] :>
[01:16] cmq ies nooois
[01:16] noise?
[01:16] noioso?
[01:16] sion?
[01:16] ptro
[01:16] aaah chiaro
[01:17] felipe dai rm -rf /
[01:17] gh
[01:17] ahem
[01:17] dai, serietà, cribbio
[01:18] :I
[01:18] mapoprca eva Leggi il resto…

 

Linux Audio Conference 21/05/06

In News il 24/05/06 @ 13:49 commenta

lad_logoSono sempre più interessanti gli sviluppi di linux come piattaforma Audio professionale: la recente LAC, come da oggetto, ha portato a diverse conclusioni degne di nota.

Tra queste, quelle che mi hanno interessato di più, e che probabilmente sono letture che vale la pena di fare perché danno un’idea di come evolverà il nostro OS preferito in materia di audio sono: “Realtime Audio vs. Linux 2.6” di Lee Revel: Slides e Paper, e “Linux and music out of the box” di Hartmut Noack: Slides e Paper.

 

Gimmie: some lovin’

In Ergonomia, Troiate del giorno il 22/05/06 @ 22:12 commenta

Avevo in mente di recensire questo interessante progetto da qualche tempo, e colgo l’occasione di uno screencast recentemente bloggato dal suo autore per descriverlo velocemente.

Gimmie si propone come sostituto dell’ormai vecchio vetusto gnome-panel: ossia di quelle due strisce in basso e in alto del vostro desktop GNOME che contengono menu, applet e area di notifica.

Come lo fa? Beh da quello che abbiamo visto le intenzioni sono davvero nobili, anche se ovviamente è presto per parlare di tutto ciò che non sia puro “proof of concept”. Gimmie è un pannello che consta di tre parti, al momento denominate: Applications, Documents, People. Le diverse funzioni di questi “moduli” mi sembrano abbastanza lineari: Applications si occupa appunto delle app, Documents tiene traccia dei documenti aperti, e infine People per tutto quello che riguarda i nostri contatti col mondo esterno.

Il concetto per la verità non è esattamente innovativissimo, in questo famoso mockup per KDE4 c’è una divisione ancora più razionale: Create Communicate Configure, che di fatto salta del tutto la distinzione tra Applicazione e Documento.

Tornando a Gimmie, quello che è interessante è che il codice è già esistente! L’autore ha dichiarato di usarlo correntemente su suo Desktop. Questo, oltre al fatto che è stato riposto grande impegno nell’integrazione con Leaftag, e quindi Deskbar… danno la misura di quanto interessante questo progetto possa diventare! Sul sito del progetto è possibile consultare la Roadmap e soprattutto dare una sbirciata ai vari video introduttivi… buona visione!

Certo, come dicevo per adesso l’aspetto grafico è veramente deprimente, e ci sono due o tre cose che andranno appianate, ma è interessantissimo vedere un primo candidato alla sostituzione del vecchio vetusto pannello, che mostra già adesso qualche ruga di troppo:)

 

scegliamo la grafica del nuovo sito?

In News, pollycoke :) il 22/05/06 @ 12:53 commenti

wordpress.com non offre troppo per personalizzare l’aspetto del sito, ma usando i miei superpoteri sono riuscito ad ottenere l’ottenibile usando semplicemente il pannello di controllo, ecco i due design tra cui scegliere:

design numero uno - il tema originale di wordpress

design numero due - il tema modificato da me

Io propendo per il secondo, voi?

- - -

I commenti sono disabilitati, questo veeechio post è qui solo per ragioni “storico-nostalgiche” :-)