jump to navigation

Ubuntu Feisty avrà un kernel a bassa latenza!

felipe in: News e altre Sciccherie il 25/01/07 @ 9:48 , trackback
0 votes, average: 0 out of 50 votes, average: 0 out of 50 votes, average: 0 out of 50 votes, average: 0 out of 50 votes, average: 0 out of 5 (media: 0, identificati e vota!)
Loading ... Loading ...

Questa è una notizia molto importante per me e per tuti i musicisti “in ascolto”. Ubuntu Feisty avrà finalmente un kernel a bassa latenza e “preemptible”, in base alle specifiche lette sulla pagina di UbuntuStudio.

ustudio.png
La prima versione di Ubuntu Studio verrà rilasciata ad aprile, in concomitanza con Ubuntu Feisty Fawn

Cosa significa kernel a bassa latenza e “preemptible”? Se volete qualche tecnicismo leggete la spec o qualche mio vecchio post, tipo “Linux come simulatore di Ampli Valvolare“, sappiate solo che se intendete fare un minimo di produzione audio col vostro pinguino avrete assoluto bisogno delle possibilità offerte da un kernel appositamente confezionato.

Parlo soprattutto dell’eliminazione dei fastidiosi “xrun” ossia i salti che si avvertono quando il sistema non riesce a rispondere alle vostre richieste e sacrifica qualche piccola frazione di secondo per rimettersi in sincrono. Questo aspetto non esiste nei sistemi analogici, è il problema principale per quelli digitali. Più definizione -> più dati -> più carico I/O -> più latenza -> più salti.

Finora per fare un qualsiasi esperimento con Ardour era indispensabile compilarsi un kernel vanilla modificato con patch apposite, quindi perdendo Usplash e ovviamente molte migliorie presenti da sempre nel kernel Ubuntu, penso all’eccellente supporto hardware.

Adesso sarà possibile fare tutto con estrema comodità, e usando un kernel che beneficia di tutte le patch ufficiali di Ubuntu! Il kernel-lowlatency sarà per il momento ospitato nel repository “universe”, quindi non ancora ufficialmente supportato, ma per installarlo basterà un semplice:

$: sudo apt-get install linux-lowlatency

Complimenti al team di UbuntuStudio, e grzie a Ben Collins per il kernel!

Commenti »

1. netG - 25/01/07 @ 10:52

Era ora!!!
Credo sia un requisito fondamentale per un sistema desktop multimediale!!!

2. AAAle - 25/01/07 @ 12:11

Chissà che sia la volta buona e si riesca ad evitare di invocare il nome di dio invano più volte per avere un sistema di recording audio *Serio* e che ardour 2 faccia il suo sporco lavoro.

3. felipe - 25/01/07 @ 12:28

@AAAle:
Già! Purtroppo allo stato attuale Ardour2 non è ancora in Feisty.

Beh ardour2 non è ancora da nessuna parte, ma le beta sono già abbastanza usabili… spero che, nonostante l’abbandono dello sponsor, riescano a rilasciare in tempo per l’inclusione ;)

A quel punto vedremo di capire se usare GNOME e Ardour è ancora un suicidio

4. the-smoker - 25/01/07 @ 12:53

Ho aggiornato da da dapper a edgy e edgy da feisty
su un pentiumD 830

IMHO

dapper è più reattiva di edgy …..
anche feisty è più reattiva di edgy ….

ergo il kernel di edgy fa schifo ….

la prova del 9 l’avrò su un povero pentiumIII 650Mhz
che arranca con edgy anche usando Xfce

appena feisty sarà in beta faccio l’aggiornamento

5. Rolls - 25/01/07 @ 13:05

Questo è il problema di tutti i “linuxari desktop” … che debbono aspettare che gli preconfezionino il kernel per averlo in una maniera piuttosto che in un’altra…

Ma che ci voleva, se proprio ” volete far andare ardour” come si deve a prendere il proprio kernel e ricompilarlo con bassa latenza e preempt?

Mistero della fede …. :D

6. RollsAppleTree - 25/01/07 @ 13:05

Questo è il problema di tutti i “linuxari desktop” … che debbono aspettare che gli preconfezionino il kernel per averlo in una maniera piuttosto che in un’altra…

Ma che ci voleva, se proprio ” volete far andare ardour” come si deve a prendere il proprio kernel e ricompilarlo con bassa latenza e preempt?

Mistero della fede …. :D

7. vabhe - 25/01/07 @ 13:13

ho edgy (non upgradato) su un PII233 con 256 di ram, la macchina ha visto tutte le versioni dalla 4.10 e questa è nel suo complesso la più efficiente.
è certamente più reattiva di dapper, mi pare anche delle altre ma solo “a memoria”.

8. felipe - 25/01/07 @ 13:15

@RollsAppleTree:
Problema? Mistero? Non capisco che ci sia di male a rendere disponibile a tutti un kernel già ottimizzato per l’audio, come quello che potremo avere, dopo una noiosa caccia alla patch giusta, io e probabilmente te.

In secondo luogo: la procedura per ottenere un kernel preemptible è cambiata mille volte, specie col passaggio dalla serie 2.4 alla 2.6, e non tutti hanno la mia stessa pazienza di rifare ogni volta operazioni differenti.

È il senso di commenti come il tuo ad essere un vero mistero… :D

9. khelidan - 25/01/07 @ 13:38

E aggiungo la gente lavora anche quindi gradirebbe avere un sistema produttivo in poco tempo,senza passare ore in cerca di patch e modi di ricompilazione….

10. Vime - 25/01/07 @ 14:04

Il kernel 2.6 ha già il supporto alla preemption in kernel space (il kernel può esser interrotto da anche un processo utente), il supporto a 3 diverse frequenze di scheduling (100Hz (come per il 2.4), 250Hz e 1KHz), e ottimizzazioni varie per eliminare grosse latenze nel kernel.
Mi chiedo come sia compilato il kernel di una edgy standard…effettivamente non è così reattivo come dovrebbe essere…
Forse in ubuntustudio verranno applicate altre patch, non ancora inserite nel kernel vanilla.

11. RostaTux - 25/01/07 @ 14:08

Comunque è falso che dopo la ricompilazione del kernel si perda usplash e la rilevazione dell’hardware, bisogna solo far attenzione a non sbagliare con le opzioni, compilare un kernel non è certo cosa da tutti i giorni.

12. Ghost - 25/01/07 @ 14:16

Il kernel di default di Edgy ha Voluntary Preemption e 250 Hz.
IMHO per avere un sistema desktop abbastanza responsivo (anche se necessità di audio realtime) soprattutto con sistemi non proprio all’ultimo grido i 1000Hz sono necessari, non capisco perchè il kernel di default (ricordiamo che Ubuntu è un sistema prettamente desktop-oriented) non viene compilato in questo modo……..

13. Giorgio Caligni - 25/01/07 @ 14:22

E Cinelerra e tutti gli altri software per il video?

Si sa niente di cosa bolle in pentola per UbuntuStudio?

In generale: anche il realtime per il video beneficera’ del kernel lowlatency?

14. Giorgio Caligni - 25/01/07 @ 14:26

@ RollsAppleTree

Discorso un po’ futile, mi pare.

Allora seguedo il tuo ragionamento, qualsiasi distro che distribuisce binary e’ inutile, “tanto ci si puo’ compilare da soli i sorgenti”, che li diamo a fare i binary?

Direi non sarebbe male cominciare ad essere un po’ piu’ realisti, come quelli di Ubuntu stanno facendo egregiamente.

15. the-smoker - 25/01/07 @ 14:52

bha ….
compilare un kernel vanilla su ubuntu è un INFERNO ……
uso linux da 10 anni …..
10 anni fa compilare un kernel,e farlo pulito, era una stupidaggine …..

adesso ripulirlo è un casino …

Oss Alsa …
2000 Filesystem ..
moduli esoterici di tutti i tipi .

dipendenze assurde tra gruppi di driver apparentemente agli antipodi

Linus dice che il kernel 2.6 è ottimo …..
imho è vero in parte

io non credo di essere un noob ,
per me
c’è da fare moltissimo …..
per renderlo veramente modulare

di buono c’e’ …..
che l’hardware supportato è moltissimo ,
e anche recente .

16. Vime - 25/01/07 @ 15:06

L’ideale sarebbe sviluppare un tool per permettere di ricompilare il kernel di un ubuntu all’ultima versione. Replicare la configurazione corrente del kernel dovrebbe esser facile (attraverso /proc/config si recupera la configurazione in uso. Il problema sono le patch che ubuntu applica..
W i kernel vanilla

17. frafra - 25/01/07 @ 15:31

La notizia è interessante… Piccolo appunto su “avrà (un kernel a bassa latenza) -> c’è nei repo di festy da parecchio tempo. Lo sto usando ora e funziona perfettamente :)

18. zakk - 25/01/07 @ 17:22

@the-smoker: compilare il 2.6 su slackware è semplicissimo (nè più ne meno di quanto non lo era col 2.2 o col 2.4)

non ho mai ricompilato il kernel su ubuntu, ma da quello che dici devono essersi troppi casini che non dipendono dal kernel (linus fa benissimo a dire che è ottimo) ma dipendono dalla configurazione di ubuntu…

19. emix - 25/01/07 @ 18:11

Voglio assolutamente l’artwork di Ubuntu Studio!!! Non esiste una versione disponibile, anche preliminare?

20. Ghost - 25/01/07 @ 18:16

Mah personalmente io mi ricompilo il kernel vanilla su ubuntu da un bel po’ ad ogni nuova major release senza alcun problema… certo bisogna perderci un po’ di tempo la prima volta ad imparare a conoscere il proprio hardware e capire quali moduli servono, ma poi una volta che si ha il .config minimale con SOLO i moduli che servono per il proprio sistema si riutilizza tranquillamente ad ogni nuova versione senza alcun problema e ci vogliono 5 minuti a compilare il tutto….

e cmq quoto in pieno
W i kernel vanilla

21. floriano - 25/01/07 @ 19:57

mai kernel vanilla che perde rispetto a quello standard? sono solo vantaggi?

22. felipe - 25/01/07 @ 20:07

@floriano:
Un kernel vanilla è semplicemente un kernel senza le aggiunte che fanno i distributori (ma non nel senso di benzinai!).

Ovviamente: “differente distributore = differenti set di modifiche”

Fino a qualche tempo fa usavo anche io solo ed esclusivamente kernel vanilla, che conteneva solo il supporto al mio hardware, poi il tempo a disposizione diminuisce… e si comincia a preferire una distro che abbia un buon compromesso tra migliorato riconoscimento hardware ma modifiche non eccessive al kernel vanilla.

Dire “W i kernel vanilla” è un po’ un discorso senza senso, così come dire il contrario. Vale la regola del “a ciascuno il suo” :)

23. dalloliogm - 25/01/07 @ 20:16

non vedo cosa ci sia di difficile nel ricompilare il kernel e aggiungere le opzioni per la bassa latenza.
I tool per aiutare ci sono… ma se nessuno legge i readme..

24. Vime - 25/01/07 @ 21:15

W il kernel vanilla perché è molto più facile da gestire, non per talebanismo.
Non deve essere semplice neanche per mr.ubuntu tenere traccia delle varie patch senza far cazzate.. E tra queste patch secondo me non c’è molto per quanto riguarda il riconoscimento dell’hardware, quindi una buona configurazione di ubuntu su un vanilla dovrebbe funzionare abbastanza bene.
Insomma, mi piacerebbe avere un kernel aggiornato anche su edgy! :)

25. Ghost - 26/01/07 @ 9:07

@Vime:
Esatto intendevo proprio questo…
Ad oggi sto infatti usando un kernel 2.6.19 su edgy.

@Felipe:
Non la vedo tanto una questione di tempo ma di supporto hardware, se il kernel vanilla è sufficiente a supportare tutto l’hardware del proprio sistema ci vogliono veramente 10 minuti a scaricare+compilare+installare, se invece bisogna poi ogni volta installare 50mila patch per far funzionare questo e quell’altro sono d’accordo che la voglia passi in fretta

26. Daniele Medri - 26/01/07 @ 10:09

compilo |——O——| non compilo

credo che la scelta sulla scala sia in gran parte legata alla disponibilità di tempo e il desiderio di essere immediatamente produttivi sul proprio computer. Avere i sorgenti di un kernel è senza dubbio un grandioso vantaggio rispetto ad altri sistemi operativi, ma delegare all’utente la compilazione è assurdo. Ho vissuto direttamente i kernel dalla versione 2.0 in avanti e ora l’approccio finale è decisamente migliorato con i moduli e gli altri aspetti aggiuntivi che ne sono conseguiti. Allo stato attuale è possibile configurare parecchi aspetti al boot o via /proc.

Sul fatto che vi siano “n” kernel è inevitabile nel momento in cui ci sono “n” obiettivi finali da perseguire. Sono contento che quelli di ubuntu, oltre alle varie configurazioni (server, desktop) abbiano aggiunto questa low-latency così si può provare “su strada” le potenzialità che offre senza imporre una sorta di rischio aggiuntivo su tutta l’utenza.

Dico sempre ad un ragazzo che conosco che usa come me Linux, “noi siamo quelli che aspettano…” ma alla fine della nostra attesa abbiamo sempre delle soluzioni superiori. La qualità richiede pazienza :)

27. monnezzaio - 26/01/07 @ 17:01

vorrei riportarvi la mia esperienza

effetti in tempo reale per la chitarra elettrica con scheda audio usb edirol ua-25 (perchè portabile e con ingresso Hi-z)

jack-rack con caps
catena tipica :

compressore
amp V
cabinet emulator II
stereo chorus II
amplifier
reverb
spazializer

non ho mai posseduto un vero ampli valvolare ma il suono che esce fuori e’ il migliore che sia mai riuscito a produrre

corposo tenuto ben distorto !!!
e si mischia bene con i brani di vasco su cui improvviso

uso ancora edgy con il kernel 2.6.20.5-low-latency di festy preso direttamente in pacchetto dal sito packages.ubuntu.com

Uso un portatile compaq r4100 AMD sempron 3.2 GHz su cui pero devo

usare blackbox
spegnere tuttiiiiiiii i servizi
alzare la frequenza interna di clock da 1GHz di default a 1,8GHz con cpufreq-set
SPEGNERE da bios la scheda WIFI
rimuovere tutti i moduli inutili
killare tutti gli altri processi residui al punto che la macchina non si spegne piu’ neanche con halt -p se non riavvio acpi prima di spegnerlo

28. RollsAppleTree - 26/01/07 @ 17:56

@ tutti coloro che mi hanno risposto
intendevo solo dire che sarebbe bene comunque “invogliare” gli utenti a far da soli queste cose…
Se no ci ritroveremmo in un mondo di utonti linux!!!
E poi non è così difficile compilare un kernel… certo, se si va a smanettare in tutte le voci c’è il rischio di incasinare qualcosa … Ma seper esempio vogliamo rendere il kernel a bassa latenza e preemptible, basta leggere l’help delle voci associate …
E non ci vuole poi così tanto tempo … in 20 min (max) cerchi le opzioni che ti servono e ricompili, copi l’immagine del kernel e riavii!!!
Quando parlavo di mistero (mistero per me :D ) mi riferivo al fatto che si accoglie questa notizia con parole come “finalmente” “era ora” “adesso tutto sarà più veloce” come se avere un kernel preemtible a bassa latenza sia una cosa nuova, e non, invece, qualcosa che c’è sempre stata ma mai *SAPUTA* attivare.
E’ come se si dicesse (per esempio) : “Finalmente linux ha il supporto per fat32 !!!” solo perchè hanno rilasciato precompilato un kernel con il modulo compilato, mentre prima non lo era.

29. RollsAppleTree - 26/01/07 @ 17:57

@giogio caligni:

Infatti uso Gentoo !!! hehheehheheheheh!!!
:D :D :D :D :P !!!

30. the-smoker - 26/01/07 @ 19:37

@RollsAppleTree

se gli utenti devono essere Geek …
Linux non ha grandi speranze sul Desktop IMHO
tranne su quello degli hobbysti

tu probabilmente hai UN Computer …..

io ne ho 3 miei , Desktop Laptop e Server
e 4 server linux dai clienti .
2 Firewall (MonowaLL)
2 Nas Linksys NSLU2 (Cisco dei poveri e linux :D )

per adesso l’idea di convertire 25 client etereogenei da windows a Linux
non mi passa per la capa .
gli ne ho dato in pasto uno (client) e la reazione è fastidiosa

i miei utenti non sono geni ,
e non lo diventeranno mai purtroppo
;-)

31. dav2dev - 8/03/07 @ 17:40

ho installato questo kernel a bassa latenza e lo avvio correttamente (verificato con uname -r) , però il server audio jack mi dà ancora una marea di xruns quando lo avvio con l’opzione -R. Il procio è un xp 1600+, dite che non c’è niente da fare?

32. Anticipazioni su UbuntuStudio, la distribuzione per artisti! « pollycoke :) - 18/04/07 @ 18:18

[...] e altre Sciccherie, UbuntuStudio, Ubuntu. trackback Ne ho già parlato in passato nel post “Ubuntu Feisty avrà un kernel a bassa latenza!“: con Ubuntu 7.04 Feisty Fawn avremo finalmente un kernel a bassa latenza (lo sto usando in [...]

33. Alessandro - 12/05/07 @ 21:35

Domanda per chi ha la Edirol UA 25: anche io ne ho una e ho installato sul mio vecchio pentium III la Ubuntu Studio. Se guardo nel device manager vedo la scheda edirol, se apro QAMix vedo USB Audio ma se mando in esecuzione un file audio non lo sento. Come faccio a configurare con Ubuntustudio la scheda edirol?

34. Linux e la musica « Non solo musica - 21/05/07 @ 0:02

[...] suggerito da Massimiliano, fate un salto a questo [...]

35. Anticipazioni su UbuntuStudio, la distribuzione per artisti! at pollycoke :) - 16/12/07 @ 15:11

[...] ho già parlato in passato nel post “Ubuntu Feisty avrà un kernel a bassa latenza!“: con Ubuntu 7.04 Feisty Fawn avremo finalmente un kernel a bassa latenza (lo sto usando in [...]

(commentando accetti implicitamente le Regole di pollycoke, leggile!)