jump to navigation

Gimmie sposa il marchio più riconoscibile: Linux (e anche noi!)

felipe in: News e altre Sciccherie, Vita Reale il 27/02/07 @ 0:00 , trackback
0 votes, average: 0 out of 50 votes, average: 0 out of 50 votes, average: 0 out of 50 votes, average: 0 out of 50 votes, average: 0 out of 5 (media: 0, registrati per votare)
Loading ... Loading ...

A volte mi capita di ritrovare per caso qualcosa che ho sempre ritenuto ovvio, ma che ho per un motivo o per un altro accantonato o dimenticato. Come il semplice fatto che “Linux” è il marchio più conosciuto al mondo estraneo alla nostra comunità:

gimmie-linux.png

Sembra che Alex Graveley, l’autore di Gimmie, sia invece perfettamente lucido e cosciente di ciò, a tal punto che ha “sposato il marchio” e lo ha posto come punto d’accesso alle funzioni di sistema di quello che lui ha concepito come “Panel revisited”, la rivisitazione del pannello di GNOME.

In precedenza quel controllo era denominato “Computer”, cosa che effettivamente non suona così viscerale e non crea nessun tipo di emozione particolare. Adesso invece - come potete vedere - ammicca il nome del nostro OS preferito¹.

In questo post non entro nel merito di quanto sia interessante Gimmie. Vorrei proprio vederlo miscelarsi alle idee che si ritrovano nelle varie implementazioni di uno GNOME Dock… insomma seguo Gimmie da tanto e - seppure per ora non ne consigli l’uso - lo ritengo un progetto molto promettente.

Quello che mi ha colpito è, dicevo, la lucidità e la semplicità con cui Alex ha afferrato il concetto di “marchio”, nel duplice punto di vista: legato o estraneo alla nostra comunità. Noi siamo sempre pronti a rimarcare le differenze tra Debian, Fedora, Gentoo, Ubuntu, GNOME, KDE, GNU, FSF, Free software, Open Source, acronimi vari… e forse dietro a questo essere un po’ pignoli ci perdiamo il disegno più grande.

tux.png

Non so se vi è mai capitato di parlare di free software con gente esterna alla nostra comunità. L’unico e solo nome che risveglia l’attenzione, l’unico conosciuto e riconoscibile, è Linux. Ok, qualcuno confonde Linux con Linus e c’è chi crede che sia un “programma per uindous“… ma non è raro trovare gente che associa correttamente Linux al pinguino Tux. Nessun “non-geek” invece ha la più pallida idea di cosa sia Ubuntu. Tranne Bill Clinton, s’intende:D

Non so come, ma c’è qualcosa di profondamente contagioso nel sorriso compiaciuto di Tux. Una mia amica laureata in qualcosa tipo Marketing a Palermo, mi raccontava che in uno dei loro libri c’era addirittura uno studio sul successo planetario del marchio Linux

…e sulla mascotte di questa strana comunità :)

[¹] La cosa interessante è che la parola “Linux” non è hardcoded: se Gimmie viene usato su Solaris o FreeBSD, la scritta cambia correttamente :)

Commenti »

1. loopback - 27/02/07 @ 0:25

Puo’ essere una buona idea o meno (GNU/Linux, magari?), dipende da cosa compare premendo quel pulsante. Non uso Gimmie :)

2. felipe - 27/02/07 @ 0:31

@loopback:
Beh, spero che il post regga in piedi anche senza considerare Gimmie, che è un po’ (tanto) acerbo anche se pieno di potenzialità.

Mi riferivo più al fatto che le primissime volte che ho installato qualche distro Linux nella mia carriera di pinguino, sono stato sorpreso di come il marchio “Linux” non venisse valorizzato… Poi man mano a certe cose non si fa più caso, purtroppo.

Notato che nell’artwork di Ubuntu, da GRUB ad Uspash a GDM fino a GNOME, non c’è menzione dell’OS?

3. loopback - 27/02/07 @ 0:42

Felipe, beh, io mi riferivo proprio a Gimmie, non alle considerazioni generali che fai nel post. Tra l’altro ho trovato uno screenshot del contenuto che appare premendo “Linux”… Sono mica convinto che sia una buona scelta. Comunque tornando alle considerazioni sul branding, Ubuntu fa come le altre distro (soprattutto quelle commerciali), cioe’ rimarca col suo logo tutto quello che puo’ o riesce a rimarchiare. Ubuntu e’ un’azienda e come tale spinge affiche’ il suo nome sia associato al prodotto. Se installi il loro cd tu, utente, devi convincerti che stai usando Ubuntu Desktop, non GNU/Linux/Gnome/… Puo’ dare un po’ fastidio, e’ vero, ma almeno per quanto riguarda Gnome la cosa e’ risaputa e accettata… Penso valga lo stesso per gli altri progetti.

4. dav2dev - 27/02/07 @ 0:53

in effetti all’utente normale cosa gli dovrebbe interessare del nome del kernel? avete mai visto un utente windows chiamare per nome il kernel del suo sistema, o chiamare il suo sistema con il nome del kernel?(a proposito, come si chiama il kernel di windows?non fate quella faccia, sono sicuro che tra noi utenti linux c’è qualcuno che lo sa benissimo!!!:-P)
linux come nome si è diffuso perchè è il comune denominatore di tutti i sistemi gnu/linux, e poi è più immediato parlare del “pinguino” che del piedone o della circonferenza-divisa-in-tre-con-tre-palline- che-simboleggia-tre-persone-che-si-tengono-per-mano, o come diavolo si chiama il simbolo di ubuntu…..:-D
e poi se linux verrà sostituito da hurd ad esempio, come spiegheremo a tutti quelli che a fatica hanno imparato “linux” che non lo devono più chiamare linux?

5. Raideiin - 27/02/07 @ 1:20

In effetti c’è un problema di comunicazione e di “vendibilità” del marchio Linux. Ad esempio è molto difficile far capire ad un neofita o uno che semplicemente sente parlare di Linux per la prima volta il concetto di distribuzione. Tante persone non sanno nemmeno cosa è un kernel e perchè il sistema operativo finale non viene chiamato semplicemente linux, invece di ubuntu, SuSE, Debian ecc.
D’altra parte la spiegazione dei distributori è corretta. Quello che stiamo usando non è linux, ma un corredo di applicazioni abbinate al kernel linux selezionate e legate da un distributore.
La definizione più allargata di Linux come sistema operativo “completo” è finora “GNU/Linux” Forse sarebbe questo il marchio da diffondere maggiormente.
(o liGNUx) :P

6. Luigi - 27/02/07 @ 1:47

Da utilizzatore Ubuntu/Linux/GNU/Xorg/Gtk/Gnome credo che “Linux” sia il marchio più conosciuto e piu’ comunicabile.
Sebbene non ci sia UNA grafica “Linux” e un installer.exe “Linux”, i driver hardware sono per Linux, indipendentemente dalla distribuzione utilizzata.

Detto questo, non vedo nessuna necessità di mettere LINUX su un menu’ se ci sono solo delle applicazioni os-indipendent

7. phoenixbf - 27/02/07 @ 5:05

hai ragione felipe… anche io ogni tanto metto su un bel desktop col pinguino, invece che il solito desk verdino per la mia SuSE :-)

8. Lopo - 27/02/07 @ 10:00

Va anche detto che su Windows, nel famoso pulsante, c’è scritto Start (e in tutto il menù non si trova quasi traccia della parola “Windows”), mentre su MacOSX i volumi ecc o si accedono dalla scrivania o si raggiungono dal Finder…

Insomma, non mi pare che “Computer” sia una dicitura così aliena, anzi. Poi d’accordo, si può mettere in discussione, però rinominarla come il kernel… mah…

Soprattutto con questi chiari di luna: e se Linus non accetta la GPLv3, e il grosso delle distro migra su kernel Sun, chi ha voglia di perdere tempo a spiegare all’utente di turno che in realtà non cambia nulla (di ciò che è visibile per lui), e che quel pulsante è sì diventato “Solaris”, ma in realtà non c’è da preoccuparsi?

9. Freeman - 27/02/07 @ 10:07

Secondo me essendo linux il nome del kernel è bene che almeno noi che ne capiamo qulacosa in materia non facciamo confusione… è vero che i sistemi operativi GNU/linux si sono diffusi come “Linux” e questo accomuna tutte le distribuzioni… ma questo a mio avviso non giustifica il fatto che per indicare un SO dobbiamo chiamarlo tale…bensì il SO è la distribuzione.
E a dir la verità sono contento di chiamarlo Ubuntu (nel mio caso).. e ammetto sinceramente che Tux non mi sia alquanto congeniale…anzi mi da di vecchio.
Chiaramente questo è ciò che penso io.
Comunque tutti nottambuli eh?! :D

10. Bigshot - 27/02/07 @ 10:08

“Soprattutto con questi chiari di luna: e se Linus non accetta la GPLv3, e il grosso delle distro migra su kernel Sun, chi ha voglia di perdere tempo a spiegare all’utente di turno che in realtà non cambia nulla (di ciò che è visibile per lui), e che quel pulsante è sì diventato “Solaris”, ma in realtà non c’è da preoccuparsi?”

ahahah, davvero ne sei convinto?

11. Lopo - 27/02/07 @ 10:26

@Bigshot: Era una postilla semiseria…

Rimane il fatto però che ha poco senso mettere il nome del kernel così in evidenza, vista la relativa intercambiabilità del sistema operativo esposto all’utente, almeno da un punto di vista teorico.
Mettere “Linux” può sì avere un certo appeal (molto meno per FreeBSD e Solaris), ma a mio parere rimane poco corretto, sia politicamente che da un punto di vista dell’usabilità… e tutto sommato il potenziale pubblicitario è limitato a chi ha installato Gimmie (una frazione minima dei già pochi che usano un sistema *nix)

12. Bigshot - 27/02/07 @ 10:52

penso che il concetto principale che volesse intendere felipe sia quello di identificarci tutti in una grande comunity che attualmente dopo una grande esplozione sta andando via via perdendosi a favori di stupidi campanilismi… che si possa meglio interfacciare con chi non ne fa parte….

dopo se ci sarà gimmie con sta scritta
con GNU/Linux o altre scritte
sono dettagli

13. Maramax - 27/02/07 @ 11:17

d’accordo con felipe
Se dico al vicino di casa :”Ho messo compiz su ubuntu” la risposta sarà :”Eeeeeeeeeeh?è qualcosa che si mangia, vero?” mentre se parlo di Linux almeno avrò un :”Ho capito!Quello che fa concorrenza a uindos!”

Linux o più correttamente GNU/Linux è il nome che identifica e riunisce tutte le distribuzioni perciò è giusto usarlo visto che è vincente dal punto di vista mediatico (ricordate la pubblicità dell’IBM? Si parlava di Linux, nessun altro nome).

Anche se scorretto ormai è nell’uso comune.
(Ricordo ad esempio che anche scannerizzare è scorretto oltre che essere orrendo eppure è entrato in qualche vocabolario)

14. vabhe - 27/02/07 @ 11:33

molti miei amici non geek (ma io lo sono? mmm… so mica) conoscono ubuntu…

capitandomi di nominarlo, loro ripetono con tono scimmiesco, sperimentando le varie gutturalità ottenibili: e io mi sento nella scena iniziale di 2001 ;)

15. orter - 27/02/07 @ 11:51

Andrei piano a parlare di ‘marchio’. Non mi risulta nessun marchio Linux (ne’ GNULinux).
Il nome dell’OS è GNU-Linux (anche se adesso persino Stallman si è stufato di farlo notare).
Sicuramente il nome Linux è evocativo, ma tutti noi sappiamo che da solo il kernel è inutile per i più e quel che vale è il corredo software la cui collezione passa sotto il nome di ‘Distribuzione’

Persino M$ non adotta il nome dell’OS nel pulsante ‘Start’….ci sarà qualche ragione (visto che Redmond è piuttosto brava a fare interfacce).

Un bel “Start” no?

16. Xander - 27/02/07 @ 12:00

no.

17. felipe - 27/02/07 @ 12:09

vedo che alcuni stanno ricadendo nell’errore di parlare di “kernel”, “OS”, “Stallman”, “GNU”… Io parlo di un “marchio” conosciuto e non di differenziazioni “nostre”. Sono il primo ad usare la dicitura “GNU/Linux” ma in questo post il contesto è differente.

Che mi frega se Linux è un kernel? Se mi allontano un po’ dal PC e mi avvicino alla vita reale dimentico sti tecnicismi e mi accorgo che Linux è anche (soprattutto?) una comunità, uno stile di vita, un marchio, un nome riconosciuto anche da chi non ha idea di cosa significhi la parola “kernel”.

18. Bigshot - 27/02/07 @ 12:20

ta daaaaaa

19. asdrubale - 27/02/07 @ 12:47

come installare gimmie ??

20. Freeman - 27/02/07 @ 12:58

felipe se vuoi dire che “impropriamente” il termine linux è diventato una comunità e che sia buon modo per farsi capire da ki men conosce è un conto… se dici se scrivere Linux in gimmie per indicare Sistema sia cosa buona… mah non sono proprio d’accordo… ed io non lo sposerei mica…lo modificherei all’istante!

21. NoWhereMan - 27/02/07 @ 13:03

Così a freddo non mi sembra una grande idea… o.o

22. Anonymous - 27/02/07 @ 13:13

Be’… ma Gnome gira anche su FreeBSD, NetBSD, SunOS e via dicendo… può andarmi bene il concetto di “marchio” e usare Linux al posto di Gnu/Linux ma usare Linux al posto di FreeBSD (che con questo condivide nulla) è veramente una forzatura!

23. felipe - 27/02/07 @ 13:28

@dav2dev:
@Anonimo #22:
Ma li leggete i miei post prima di commentarli?

[¹] La cosa interessante è che la parola “Linux” non è hardcoded: se Gimmie viene usato su Solaris o FreeBSD, la scritta cambia correttamente :)

@Freeman:
Hai usato “impropriamente” impropriamente, te ne sei accorto? 8)

24. mOLOk - 27/02/07 @ 13:30

e se io facessi girare gimmie con hurd? (lol)

25. gnommer - 27/02/07 @ 14:54

Io proporrei di metterci Felipe :)

26. orter - 27/02/07 @ 15:12

Io
“felipe(tm) for president(r)”
:->.
Cmq Gimmie è proprio carino, spero che presto funzioni a dovere . Bravo il gestore!!!!

27. dav2dev - 27/02/07 @ 16:46

@felipe
già, l’ho letto, e continuo a pensare che linux non dovrebbe essere usato come IL marchio, e la comunità continuo a pensarla come la comunità del free software, includendo anche software per windows…faccio male io?

28. Aristopicchio - 27/02/07 @ 17:39

Ma “Linux” è anche un marchio registrato…
Lo sapevate?
Quindi in teoria l’autore di Gimmie deve pagare Linus per l’uso del termine Linux.

(vd. http://www.doxaliber.it/linux-e-un-marchio-registrato-giusto-cosi/477 )

29. Andrea - 27/02/07 @ 19:14

Secondo me “Linux” scritto lì confonde un po’. Cioè, non capisco che cosa ci sarà dentro quando pigio il bottone. “Sistema” o alla peggio “Computer” mi sembrano più chiari. Ma del resto mi confonde un po’ anche “People”, quindi credo di avere io dei problemi con l’interfaccia di Gimmie (fra l’altro finché non cambia quei colori non mi azzardo a provarlo nemmeno per scherzo)

30. Andrea Paiola - 28/02/07 @ 0:05

http://www.isc.tamu.edu/%7Elewing/linux/
disegnato da Lerry Ewing usando GIMP

ecco il brief che aveva dato Torwalds:
“il disegno non deve rappresentare semplicemente un pinguino… deve avere un’aria felice, come se si fosse appena scolato una pinta di birra e avesse fatto la migliore scopata della sua vita”

31. jimmi - 15/03/07 @ 18:57

e’ un po’ ridicolo che tutti i link rimandino a pagine interne del blog. forse aumenta il ranking su google? non lo so, non sono esperto di SEO. comunque almeno dove e’ scritto “Gimmie” uno si aspetta di trovare un link a gimmie.

http://beatnik.infogami.com/Gimmie

(commentando accetti implicitamente le Regole di pollycoke, leggile!)