jump to navigation

Cose che posso fare con Linux e non con Windows

In Guide, Produttività, Vita Reale il 9/05/07 @ 15:21 trackback

Mi è appena arrivata la segnalazione (grazie Max!) di una interessante lista di vantaggi del pinguino rispetto al sistema operativo che in genere viene preso come punto di riferimento, perché più diffuso. È divertente vedere intertiti per una vola i ruoli e a parte questo reputo l’iniziativa interessante e ottimo spunto per molte riflessioni.

linux_vs_microsoft.jpg


Ovviamente ci riferiamo ad un uso di tipo desktop (ma non solo) e i vantaggi qui segnalati sono una minima parte di quelli offerti dall’usare un sistema libero, stabile, aperto e con dietro una comunità come la nostra!


Ok, faccio una breve traduzione dei punti espressi nella lista… Ecco le cose che posso fare con Linux e non con Windows:

Bene, ottima lista, valeva la pena leggerla e tradurla, anche in maniera molto libera; se volete l’originale lo trovate a questa pagina. Devo essere sincero, mi interessa anche lanciare una piccola provocazione: quanti di questi aspetti sono dei valori universali, e quanti sono valori solo per noi?

Sono sicuro che l’ultimo punto non è un grande argomento per conquistare l’entusiasmo del 90% degli utenti Windows, ma posso assicurarvi che circa 10 anni fa è stato proprio quell’aspetto, accennatomi da un mio amico pinguino, a fare scattare la molla in me.

La libertà prima di tutto, quindi. Il resto viene dopo :)

Pagine forse correlate:

Etichette: ,

Commenti »

1. Nicola - 9/05/07 @ 15:27

IMHO ce ne sono tanti altri!!

2. bigshot - 9/05/07 @ 15:33

io ne ho altri.. tipo?
tipo che ormai su feisty funziona tutto al primo colpo mentre su windows bisogna cercare “migliaia” di driver diversi e spesso irreperibili….
a, spesso questi driver non vanno su vista…

MA CHE I DRIVER NON CI SONO O NON VANNO, NON ERANO DELLE CRITICHE CHE I WINDWOSIANI CI MUOVEVANO CONTRO?

3. Supernova - 9/05/07 @ 15:36

e poi da quando uso linux, mi e’ anche piu’ facile uscire con le ragazze. Ditelo ingiro…gli utenti windows concludono poco :-)

4. Nick - 9/05/07 @ 15:41

Spezzo una lancia in favore di Windows…
Cosa si può fare con Windows che in linux ce lo sognamo?
Apprezzare la magnificenza di una BSOD che ci restituisce un codice esadecimale che nemmeno in Microsoft conoscono :D
Ah, e per i più fortunati possessori di Vista mi dicono che le BSOD relative al boot sono diventate RSOD…
Beh, almeno adesso in base al colore si riesce quantomeno a distinguere una macrocategoria d’errore!

5. anon - 9/05/07 @ 15:42

la voce n°6 non e’ piu’ vera.

Ad esempio http://tredosoft.com/Multiple_IE avevo anche un link ad un pacchetto che funzionava con vista ma non lo trovo.

6. trez - 9/05/07 @ 15:44

sicuramente il non dover riavviare dopo ogni installazione di qualsiasi software e il fatto che con linux si possono cestinare antivirus e compagnia bella sono dei valori universali che però dovrebbe essere “pubblicizzati” di più.

7. felipe - 9/05/07 @ 15:44

@Supernova:
Hehe, io in genere quando sto troppo al PC sto troppo poco in giro e quindi le possibilità di scambi di fluidi corporei diminuiscono :D Quindi suggerirei meno elettrodomestici in genere!

Nel mio caso ho ormai da un anno una relazione stabile e quindi c’è la naturale tendenza a stare più calmino… ma in periodi di magra ci sono più feste e meno PC, windows o linux che siano ;)

Poi, per inciso, chi usa Linux è generalmente qualcuno che pensa con la propria testa, attirato dalle cose che contano e con un cervello schifosamente sexy

8. Andrea - 9/05/07 @ 15:45

Quello che scrivi è vero … però all’utente finale non importa nulla! Mi spiego meglio … quanti “utOnti” vedi che fanno regolarmente gli aggiornamenti anche solo dell’antivirus? Ammesso sempre che lo abbiamo installato … a volte trovi definizioni aggiornate a 6 anni prima …

Quello che purtroppo non và in questo mondo è che l’utente finale ti risponde:”ed allora? Io voglio i miei giochini super-fighi e basta” … lo sò … ti girano … ma è così purtroppo … :(

Io ci provo spesso a far veder linux agli amici … mettono il loro cd dentro…doppio click su setup.exe … nn và … via…piallata :(

9. ubuntubox - 9/05/07 @ 15:56

appena il mio amico ha visto beryl + awn mi ha supplicato di installargli ubuntu

10. Mefisto - 9/05/07 @ 15:57

Oggi un mio amico è venuto da me sboroneggiando col suo nuovo portatile dotato di “Winzoz Vista” e c’è rimasto male quando mi ha visto giocare a Need For Speed Carbon dato che a lui non gli parte neanche :D

11. Anonimo - 9/05/07 @ 16:04

il penultimo punto e’ in realta’ un punto a favore di windows (le killer application ci sono su win, non su linux (vedi Photoshop ma non solo), il secondo e’ IMO OT

12. trez - 9/05/07 @ 16:09

13. Anonimo – 9 Maggio 2007 @ 16:04

il penultimo punto e’ in realta’ un punto a favore di windows (le killer application ci sono su win, non su linux (vedi Photoshop ma non solo)

ecco questo è uno dei primi luoghi comuni da sfatare.invece di photoshop usa gimp (anche su win)! a parte i giochi non ricordo nessun altro software non rimpiazzabile con linux…

13. Anonimo - 9/05/07 @ 16:10

@bigshot (sono l’anonimo del punto 13), non concordo, i driver sono un punto a favore di windows, per quelli di Vista… tempo al tempo. Per il resto: vallo a dire alla mia stampante, web cam e scheda grafica i cui driver non sono assolutamente paragonabili agli equivalenti di windows. E nel caso di webcam e stampante me li sono dovuti cercare per la rete….

14. Anonimo - 9/05/07 @ 16:12

@trez come fai a paragonare gimp a photoshop? come? io non uso nessuno dei due, non ne capisco una mazza, ma leggo commenti di chi usa photoshop x lavoro e non puo’ sostituirlo con gimp. Per l’utente normale gimp va benissimo, ma questo e’ un altro discorso.
Altre killer application? i cad per esempio.

15. trez - 9/05/07 @ 16:18

@17. Anonimo

beh se non lo usi dico che è difficile giudicare…comunque neanche io lo uso a livello professionale ma qua parliamo di utenti medi che potrebbero vedere dei vantaggi nel passare a linux da windows(si spera…) e sicuramente per un uso medio gimp lo rimpiazza alla grande a sto photoshop..forse certe cose con gimp sono un po meno intuitive ma tutto può essere risolto con un po di pratica ;)

16. Dzamir - 9/05/07 @ 16:19

@shainer: Per quanto riguarda il discorso sull’utente comune, purtroppo windows è installato di default sui pc, quindi l’utente medio si perde lo “shock” di installarlo. La difficoltà di installare Linux o Windows su un pc con dati o su un pc vergine è praticamente sempre a vantaggio di Linux. Per rimediare al fatto che l’utente medio non riesce comunque a superare questo piccolo passo c’è una cosa semplice da fare: aiutarli! :)
Io ho installato Ubuntu nel portatile di mio cognato che era un niubbo totale di computer e da allora non mi rompe più le scatole… prima ogni due secondi mi chiamava per qualche virus o per qualche problema di Windows. Adesso invece non fa altro che dirmi che Linux è troppo bello (quando gli ho fatto vedere installa/rimuovi di ubuntu, e la semplicità con cui si installano i programmi è rimasto shockato… per non parlare del fatto che non c’è bisogno di antivirus).

17. name - 9/05/07 @ 16:23

@trez L’utente medio che se ne fa allora di avere tutti gli IE installati? qui parliamo di vantaggi in termini assoluti mi pare. Scusa il tono ma vado di fretta, non vorrei risultare antipatico. Ho dimenticato anche di firmare gli altri messaggi, lo faccio ora

18. trez - 9/05/07 @ 16:26

perchè un professionista che minchia se ne fa?

19. psychomantum - 9/05/07 @ 16:27

@trez.. purtroppo le application tipo autocad :)

20. neXus ™ - 9/05/07 @ 16:29

@ Approposito delle ragazze da rimorchiare, io mi concentro sull’ OS che usano.. Se è Winzoz provo a vedere se hanno un lato positivo nascosto (non lo trovo mai) se è MacOS consiglio un viaggio a Lourdes , se è Un qualsiasi BSD provo a rimorchiarla…

21. trez - 9/05/07 @ 16:31

per autocad ce ne sono una marea di progetti che ci hanno provato o che ci stanno provando e che io sinceramente non ho mai seguito in quanto cad non l’ho mai usato e so a malapena a che serve!! :D
se non ce ne sono di soddisfacenti…arriverà anche quello non temete!

22. Cimmo - 9/05/07 @ 16:33

Manca il migliore: staccare l’hard disk da un pc, montarlo su un altro con hardware totalmente differente e vedere che parte e riconosce tutto senza dover cambiare una virgola e senza annoiarti…

Dite questo ad un utente Windows….

23. \ - 9/05/07 @ 16:35

@trez manco io lo uso.. ma sai quante persone non passano al pinguino per colpa di questi software “autocad, photoshop, macromedia” :)

24. psychomantum - 9/05/07 @ 16:36

scusate il doppio messaggio, mi ha scritto \ al posto di psychomantum O_o

25. Xander - 9/05/07 @ 16:39

@ anonimo: non usi PS né Gimp e dici che non posson esser paragonati.. vabbè..

Mettiamola così: il 65~70% della diffusione di Ps è: versione crack su pc per utenti -> funzioni usate = togliere gli occhi rossi.
Direi che per questo non serve Gimp, forse ce la caviamo anche con Paint.Net.

I professionisti, anzi, solo quelli che lavorano per la stampa, dato che per la grafica per il Web Gimp va benissimo, continueranno ad usare Ps.

Tuttavia dubito profondamente che ci siano Grafici-Stampa che usino Linux come S.O. per lavoro.

Quindi le lamentele che trovi in giro son di gente abituata ad usare PS, senza che ce ne sia un effettivo vantaggio (abitudine a parte).

26. Daniele - 9/05/07 @ 16:57

quanto fanatismo… e quante falsità, ad esempio il punto 6, risolvibile con multiple IE.
Un po’ di spirito critico ogni tanto non guasterebbe.

27. Anonimo - 9/05/07 @ 16:58

@Nick.. guarda che il Vista con l’introduzione dei RSOD ha ridotto enormemente il numero di BSOD.. =P

28. BogoMips - 9/05/07 @ 17:02

@smerldo
Quindi gli utenti Windows hanno a disposizione moltissime risorse gratuite

il problema non è avere software gratuito, il software libero è tutto un altro concetto che non deve essere confuso!per quanto gli utenti windows possano avere software gratuito qui si sta parlando di tutt’altra realtà.

29. abbozzo - 9/05/07 @ 17:06

@ Xander: mai stato su Deviantart?
non esistono solo utenti e professionisti, ma anche tanti dilettanti (=gente che si diletta) e vuole usare prodotti di qualità sul suo OS preferito, anche senza essere per forza un fotografo professionista.

La mancanza di Photoshop è l’unica cosa che mi trattiene dal passare a Ubuntu su tutti i miei pc abbandonando definitivamente Winzoz (beh, c’è anche Dawn of War…)

30. musikele - 9/05/07 @ 17:17

In effetti, mi unisco a SMERALDO nella sua storiaccia.
Qualcuno mi ha detto che la micrsoft ed altre case software fanno apposta i loro programmi craccabili per fare in modo che gli utenti li provino. Così, quando sono sul posto di lavoro (e lì devi avere PER FORZA una copia ORIGINALE…!) ti diranno “so usare solo questo” e finisce per costringere l’azienda a restare fedele a un software, a un sistema, a un modus pensandi.

Ma il santo benedetto (il papa!) DRIVER DELLA MIA STAMPANTE… quando uscirà per linux? o meglio… dato che la stampante ha ormai 10 anni (canon lbp-800) ed è diffusissima ovunque, perchè ancora nessuno ha scritto il driver… :( mi costringe a tenere windows sul pc di casa. Ecco, dimostrato il teorema.

31. Darko82 - 9/05/07 @ 17:19

@BogoMips

Matlab esiste per linux, e segue lo stesso sviluppo di quello per Win

http://www.mathworks.com/products/matlab/requirements.html

32. LorenzoC - 9/05/07 @ 17:22

Io non so, capisco la fede ma esiste una differenza sostanziale tra Windows e Linux, con Windows chiunque ( CHIUNQUE ) pigiando “setup – avanti – avanti” puo’ (piu’ o meno) usare il computer. Poi magari avra’ mille casini ma il computer su ogni scrivania ce l’ha portato Windows. Non venitemi a raccontare che Linux, compreso Ubuntu, e’ immediato come Windows per l’utente “chiunque” perche’ e’ una balla.

33. Xander - 9/05/07 @ 17:24

‘A voglia se ci sono stato!

Dilettanti != Professionisti.

Un sunto (quel che mi vien in mente ora..) di cosa manca a Gimp rispetto PS:
-Funzioni sui livelli.
-Pieno supporto CMYK.
-Scala Pantone (copyright).
-Flussi di lavoro.
-…(?)

Mi spieghi in cosa un dilettante è ostacolato rispetto a PS? Voglia di imparare? Ovviamente i dilettanti han speso ciascuno 1600 e rotti euro per la licenza di PS, no?

Ad un paragone serio, Gimp perde su PS solo in ambito Stampa Professionale.
Lì, le lacune si sentono davvero.
In altri ambiti il prezzo della licenza non giustifica le “lacune”.

34. blood - 9/05/07 @ 17:33

@29. Smeraldo
piccola nota: WinRar e mIRC non sono gratuiti…

35. Xander - 9/05/07 @ 17:33

@ LorenzoC:

“con Windows chiunque ( CHIUNQUE ) pigiando “setup – avanti – avanti” puo’ (piu’ o meno) usare il computer. Poi magari avra’ mille casini ma il computer su ogni scrivania ce l’ha portato Windows. Non venitemi a raccontare che Linux, compreso Ubuntu, e’ immediato come Windows per l’utente “chiunque” perche’ e’ una balla.”

Certo, peccato che per amministrarlo non basti cliccare a cazzo in giro per il desktop.
Poi, se proprio vogliamo dirla tutta, Win si è diffuso per 2 motivi: 1° pirateria, 2° capacità commerciale di Gates e soci.
Non vedo meriti in ambiti prettamente informatici.

Se non sai amministrare Ubuntu mi devi spiegare come sai amministrare Xp.

“Immediatezza=Abitudine=Inciampo in uno dei mille link ridondanti che mi portano a far qualcosa senza nemmeno sapere cosa fare”?

In questo ti do ragione, l’interfaccia Windows è fatta per scimmie con poco cervello, non per esseri umani. Che poi i più riescano a trovarsi bene a quel livello e non ragionando, beh, questo è tutto un’ altro paio di maniche.

C’è una sostanziale differenza tra un’ interfaccia semplice ed una stupida, anche se i più non la vedono.

36. BogoMips - 9/05/07 @ 17:40

@daroko82

lo so che esiste mathlab per linux ma prova ad installarlo… crea un casino
con delle librerie perchè è linkato a librerie che sono state rimpiazzate da tempo dal naturale e veloce evolversi di linux…
i software proprietare restano inevitabilmente indietro…se lo gestisse una comunità certe cose non accadrebbero.

37. Vincenzo - 9/05/07 @ 17:42

@Bogomips

Guarda che esiste Matlab per Win, Mac, Linux e Solaris!! E ci sono anche le versioni a 64 bit quindi non c’è da lamentarsi Ecco un link dal sito della mathworks x avere maggiori informazioni:

http://www.mathworks.com/products/matlab/requirements.html

38. LorenzoC - 9/05/07 @ 17:42

Guarda, io sono un “power user” non un sistemista. Ho installato mille volte windows e un certo numero di volte Linux, nelle distro piu’ diffuse degli ultimi 10 anni. OGNI volta dopo un po’ mi viene da dire “mavaff…, non ho tempo da perdere con queste minchiate” e butto nel cesso Linux per rimettere Windows. Il punto e’ che c’e’ chi si diverte a passare le giornate sui newgroup e sui forum per cercare i magheggi per “customizzare” il SO e chi invece dopo un po’ si annoia. A me non e’ mai successo che un Windows Update mi bloccasse il sistema, con Ubuntu mi e’ successo due volte con due versioni successive. Vogliamo parlare di tutte le piccole “annoyances” tipo la scheda video che non ha la risoluzione giusta, i font che fanno schifo, ecc? Certo, con Linux, applicando un certo quantitativo di energie probabilmente puoi risolvere (quasi) qualsiasi inconveniente ma all’ennesima volta uno pensa che non ne vale la pena e torna dalla mamma.

39. Xander - 9/05/07 @ 17:57

E torna dalla mamma, che problema c’è?

Lei è felice di riaccoglierti, ancor più se la paghi.

Mica tutti devono per forza esser adatti a Linux, così come tutti non son adatti a Windows.

Ah, non sapevo che con Windows Update potessi passare da Xp a Vista, ma funziona? Senza impallare il pc? Felice per MS.

Su Ubuntu non credo ti abbia bloccato il sistema, credo sia successo qualcosa per cui tu hai preferito abbandonare che non sistemare.

D’altronde è la diretta conseguenza di un’ interfaccia stupida: rincoglionisci gli utenti al punto che è meglio formattare che sistemare.

Io su Xp non ho mai avuto tutto bell’ e pronto, anzi. Non c’era nulla. E vai in giro per la Rete (non uso p2p..) a cercare i programmi adatti, scaricali, installali, vedi se funzionano, per quanto, come, e dopo diventa scemo ad aggiornarli uno per uno, poi vai a capire perchè quel c#zzo di sistema in 10 gg ha le stesse prestazioni di Vista su un Celeron 333mhz..

Boh, fai tu. Io continuo a vedere gente con Win e mille programmi a c#zzo crackati, copiati, installati male, e che spendo un botto di tempo online per fare le cose, altrimenti non le fanno, si adattano agli errori del sistema.

L’ idillio di cui parli credo esista, nei sogni.

40. Smeraldo - 9/05/07 @ 17:58

@41. blood
“piccola nota: WinRar e mIRC non sono gratuiti…”

Per mIRC non ricordo, cmq Winrar lo uso attualmente gratis, con l’unico limite di avere la popup che mi ricorda di registrarlo.

@34. BogoMips
“il problema non è avere software gratuito, il software libero è tutto un altro concetto che non deve essere confuso!per quanto gli utenti windows possano avere software gratuito qui si sta parlando di tutt’altra realtà.”

Io comprendo la differenza, ma all’atto pratico un software “open source” e uno “freeware” per un utente medio sono identici.
Mica si mette a scaricare il sorgente e a modificarlo per aggiungere funzionalità che gli servono. Spesso non sa neanche cosa sia un sorgente…

41. davidonzo - 9/05/07 @ 18:01

Ehm, ma dopo l’installazione di windows, se non installi i driver della scheda video (proprietari), mica la puoi sfruttare al massimo…
Lo stesso vale per Linux, solo che ora puoi scegliere fra driver proprietari e soluzioni proposte dalle comunità open sources.

Se c’è gente che passa ore nei newsgroup per customizzare il proprio OS, vuol dire che si può fare.

Cosa si può personalizzare in windows a parte la disposizione dei menu e lo sfondo del desktop?

Fare un upgrade? Beh, basterebbe leggere le due righe che tutti gli sviluppatori scrivono dopo il rilascio per sapere come farlo senza problemi.

La questione è sempre quella: abitudine. Pensi che sia normale win perchè lo usi da sempre e non si arriva a capire che un copia incolla costa 6 singole operazioni, mentre su linux puoi scegliere se farlo in point & click o scrivendo una riga di comando da shell.

Windows è rigido. Linux è flessibile.
Assurdamente è il suo limite, perchè sembra confondere l’utenza media.

42. Smeraldo - 9/05/07 @ 18:05

@44. koc
“ola! sono un gnubbo del linux, ho un ubuntu
e sn passato da winzoz per una unica ragione: la velocità….
winzoz prima di aprirsi ho cronometrato 5 minuti, con linux 30 secondi!”
apertura programma, firefox: winzoz=1 minuto linux=20 sec!!”

Il tuo pc è messo davvero male… 5 min. per avviarsi?
20 secondi per aprire firefox con Linux? Che hai, un 386?

PS: Non vorrei essere pedante, ma scrivere con tutte quelle “k” è terribile…

43. fbeshox - 9/05/07 @ 18:14

Non saprei come adoperare questo punto:
Capire cosa sta succedendo sul computer – l’utente che vuole accesso ad ogni minima informazione, con Linux può averlo in ogni momento: può controllare ogni singolo dettaglio del funzionamento dell’intero sistema operativo. Ma può anche sbattersene allegramente e usare il PC per lavorarci ;)

44. trez - 9/05/07 @ 18:16

@46. LorenzoC

…A me non e’ mai successo che un Windows Update mi bloccasse il sistema…

infatti il problema di windows non è l’update ma è proprio windows stesso!!durante l’update non ti si è mai bloccato e ci potrebbe anche stare ma quante volte hai bestemmiato e preso a calci il tuo povero pc perchè sul più bello la tua cara mamma ha deciso di abbandonarti?? e con linux invece quante volte ti è successo? e senza passare le giornate sui forum o sbattimenti ulteriori.
per il resto secondo me ci vuole molta più pazienza con winzozz che ti s’impalla ogni due minuti che per configurare linux

45. LorenzoC - 9/05/07 @ 18:18

La flessibilita’ va bene ma non deve essere una scusa per addossare all’utente la soluzione di problemi che andavano risolti a monte.
Certo Windows e’ rigido, e’ limitato, quando non funziona si pianta di brutto e non ne esci. Tutto vero.
Ma allo stesso tempo e’ fatto in modo che CHIUNQUE senza sapere nulla di computer riesca a muoversi e a compiere le operazioni base.
Dice ma devi installare i driver di questo e quello. Esatto, a parte che li trovi belli e pronti la maggior parte delle volte, la differenza e’ che i software per Windows di solito li installi e vanno, senza problemi di versione e cavoli. I driver lo stesso.
Con Linux soltanto passare da Firefox 1.5 a Firefox 2 e’ una spina nel culo come dicono gli americani.
Torno a dire, sono convinto che il 99% dei problemi che un utente incontra siano risolvibili applicando l’apposita procedura. Il fatto e’ che questi problemi NON devono capitare. Io ho una certa soglia di tolleranza, dopodiche’ penso automaticamente che esiste una alternativa, forse meno tecnicamente “fica” ma piu’ comoda.

46. BogoMips - 9/05/07 @ 18:22

@smeraldo
Io comprendo la differenza, ma all’atto pratico un software “open source” e uno “freeware” per un utente medio sono identici.
Mica si mette a scaricare il sorgente e a modificarlo per aggiungere funzionalità che gli servono. Spesso non sa neanche cosa sia un sorgente…

non confondiamo freesoftware con software opensource… ci sono soluzioni open che non sono free.il freesoftware prima di tutto è un ideale di libertà e condivisione.il freesoftware non è e non deve per forza essere gratuito,importante che sia libero.credo che qui si stia perdendo di vista il vero significato di certe scelte e si stia scadendo sul giuudicare il giochino,l’applicativo, o le altre cazzatelle, SVEGLIATEVI la libertà è un altra cosa!
per rispondere a smeraldo un utente beneficerebbe molto da un software free rispetto ad uno freeware almeno per i seguenti motivi:
1) il software free viene visionato,ampliato,migliorato debuggato etc etc da tutta una comunità, non da poche persone.quindi avrebbe rilasci più veloci e migliorie che si capiscono facilmente..
2) se un giorno chi rilascia il programma decidesse di abbandonare il progetto, se questo fosse free potrebbe essere raccolta da altri sviluppatori e portato avanti.altrimenti morirebbe e stop.

non so voi cosa ne pensate…ma la differenza tra free e freeware esiste ed è pure bella grossa.(senza contare l’aspetto etico che credo abbia un ruolo fondamentale in persone come me sensibili a certi temi)

47. trez - 9/05/07 @ 18:23

@53. LorenzoC
…Il fatto e’ che questi problemi NON devono capitare…

non stai considerando la mole di problemi che non devono capitare con win però.il fatto è che a quei problemi ci sei abituato e ogni sei mesi formatti.io da quando ho installato dapper non ho più toccato il disco….ah e ora ci gira feisty1

48. LorenzoC - 9/05/07 @ 18:24

@trez:
Mi tocca la parte dell’avvocato di MS e giuro che li odio con tutto me stesso.
Tuttavia e’ una favola che Windows sia cosi instabile. A partire da Win2K io ho visto veramente MOLTO di rado un sistema desktop riavviarsi a causa di un crash.
Allo stesso tempo, d’accordo saro’ scemo io ma a me e’ capitato di avere crash multipli con Ubuntu. Penso che esistano software fatti coi piedi da entrambe le parti. Io non voglio sminuire Linux e derivate, solo che mi pare che la percezione di come funzionano le cose sia falsata. La maggior parte delle persone con cui ho lavorato non sanno cos’e’ una “partizione”. Quindi il fatto che Linux sia “flessibile” e’ una cosa utile per una esigua minoranza, mentre invece il fatto che sia meno “fool proof” di Windows e’ un tallone di Achille. IMHO.

49. Nemo - 9/05/07 @ 18:32

Usare un sistema che fa esattamente quello che gli ho detto di fare.

50. BogoMips - 9/05/07 @ 18:34

#lorenzoC
Con Linux soltanto passare da Firefox 1.5 a Firefox 2 e’ una spina nel culo

bhe vedi mi dai conferma che probabilmente sei (a proposito di linux) molto ignorante e hai poca esperienza , io uso gentoo e un quotidiano emerge -Du world mi aggiorno cose molto è sensibili che firefox senza batter ciglio, stessa identica cosa avviene a chi usa ubuntu… tu che esperienze hai con linux ??
avrai installato la prima slack uscita una vita fa ??
per quanto riguarda i driver invece vorrei farti(vi) riflettere su una cosa.

Facciamo un bel esempio, compriamo uno scanner o una periferica X, mettiamo il cd e ci ritroviamo installato il driver e un applicativo.
ora.. avete notato che gli applicativi chiaramente sono sempre diversi in funzione della marca o addirittura del modello di ciò che compri?

le procedure di (esempio) scansione su windows sono un miliardo quante sono le case che producono scanner. su linux avendo il driver uso i software che io decido di usare. Morale se mi piace il software X userò sempre quello a prescindere dal driver e quindi marca/modello dispositivo.
in oltre quel applicatovo che uso io verrò sviluppato probabilmente ancora per anni e non morirà quanndo il produttore immetterà sul mercato il nuovo modello dalle “prestazioni incredibili.” se non è un vantaggio questo….
il driver vero e proprio…. bhe i produttori non rilasciano le specifiche e molti driver (vedi bcm43xx) sono frutto di reverse. ormai quasi tutto funziona cmq e per hw nuovo si attende al max qualche mese.certo ci sarà qualcosa che non va basta un po di accortezza nel fare gli acquisti.
un punto sul quale bisogna riflettere è: i driver per win si possono impacchettare su cd perchè il kernel di win resta identico per anni… per linux data la velocità dei rilasci non è fattibile.
vi immaginate il kernel di xp quanti anni ha ? nel frattempo sono usciti hw cpu e un casino di cose nuovo non sfuttate da xp una su tutte i dual core…
non mi fate continuare rischio di essere eccessivamente prolisso .. ma spero di aver reso l’idea

51. LorenzoC - 9/05/07 @ 18:50

Si perche’ non penso che esista un Web designer sulla terra che si preoccupi di come funziona un sito su Konqueror. E’ una soddisfazione anche questa? Vedi quando dico che c’e’ una percezione falsata delle cose.

52. Madrefoca - 9/05/07 @ 18:50

Ok ho trovato l’utilità di IE… ma non è immediata… alcuni casi rarissimi richiedono controlli activeX… ma quanti ne hanno sentito il vero bisogno?

53. [email protected] - 9/05/07 @ 18:50

@tutti-quelli-che-in-qualche-modo-difendono-MS-o-non-concordano-con-la-lista: scusate se mi intrometto, ma uso Linux da quasi un anno e mi trovo miliardi di volte meglio di quando avevo windoze; il mio PC è rinato a nuova vita (600 mhz) e tutti gli amici che ho si stanno convincendo uno per uno a provare Linux, poichè non vedono tanto Compiz, ma la straordinaria facilità d’uso.

P.S.: secondo me è più difficile l’installazione di win che di ubuntu, parola di uno che le ha provate tutte e due.

54. Thunder - 9/05/07 @ 18:50

Manca che se stacchi l’hard disk con Linux e lo monti su un altro pc ti parte tutto perfettamente, e con winzozz ti ritrovi con la bellissima BLUE SCREEN OF DEATH!!!

55. Madrefoca - 9/05/07 @ 18:53

@LorenzoC
Io lo conosco, lavora davanti a casa di mia nonna…

56. marcello - 9/05/07 @ 19:03

i motivi per tenere una partizioncina di windows:

un software di editing video -vero- (che per linux non esiste ancora) tipo sony vegas o adobe premiere

la sicronizzazione del pda (grazie, non è facile usando windows mobile potrebbe osservare qualcuno….)

per i videogiocatori incalliti…
ma avete mai visto una xbox360? è l’unica cosa buona che ha fatto bill gates dopo windows 98

57. LorenzoC - 9/05/07 @ 19:04

:)
Ragazzi cerchiamo di essere obbiettivi. Se Linux e’ uno strumento complesso per utenti esperti oppure estremamente motivati allora e’ inutile compararlo con Windows.
Se invece Linux vuole scendere sul terreno dell’utente ignaro di informatica e che vuole sbattersi il meno possibile per usare il PC, allora bisogna ragionare in altri termini.
La comprazione di feature tipo “se stacchi l’hard disk” e’ irrilevante, anzi e’ proprio sbagliata. Non bisogna ragionare da “tecnici” ma in base a principi di marketing e se vogliamo di “usability”. L’atteggiamento elitario non aiuta Linux.
Basta vedere il percorso seguito da Firefox, che pure fatica a scalzare IE. Firefox non solo e’ migliore tecnicamente ma e’ anche molto piu’ facile da usare. Esistono mille possibilita’ di customizzazione ma allo stesso tempo la versione “base” e’ a prova di stupido.

58. Anonimo - 9/05/07 @ 19:11

per l’utilizzo desktop ( a prova d’utonto ) ora come ora li metterei sullo stesso piano … per i power user il vantaggio di linux è ovvio … e cmq gli “inconvenienti” che si riscontrano con linux sono anche un problema di gioventù : basta dare un’occhiata alla numerazione del kernel ( win xp -> NT 5.1 – Linux -> 2.6.21 )

secondo me il vantaggio di linux rispetto a windows è ancora largamente “residente” nel settore enterprise : Server, Virtual server , clusters e workstation per RT-applications con linux non sono minimamente paragonabili al loro equivalente windows ( ammesso che esista ) … c’è un campo dove entrambi fanno schifo alla pari : i ROBOT ; esperienza terrificante :(

59. Federico, A. Moretti - 9/05/07 @ 19:26

Ci sono solo due aspetti su cui lo sviluppo di Linux dovrebbe fare dei passi avanti: il primo riguarda l’IrDA e il secondo – più complesso a causa dei “brevetti” vari – i codecs proprietari… per il resto, lunga vita al pinguino! :P

60. Xander - 9/05/07 @ 19:27

@LorenzoC: perchè ho il vago sentore di troll?

Usabilità è una parola troppo grossa per esser usata a vanvera. Specialmente per esser usata riguardo Windows, che non è usabile, ha un’interfaccia a prova di scemo (ovvero anche il mio gatto sa aprire Internet Explorer, inciampando su un tasto).

Ubuntu ha raggiunto, ed in parte sorpassato, la facilità di Windows. Certo che se vuoi le cose alla Windows c’è un solo modo: installarlo ed usarlo. Questo è altro.

L’utente di cui parli avrebbe problemi a collegare una USB. Non esistono interfacce tanto stupide (fortunatamente..) e spero non esisteranno mai.

Firefox non fatica assolutamente a scalzare IE. Anzi, sta facendo ottimi risultati. Immagina cosa significa competere con un monopolista..

61. mlg82 - 9/05/07 @ 19:30

OT:
felipe oggi ti ho fatto pubblicità con il professore di Controlli Automatici, che usa ubuntu, ma che non ti aveva neanche mai sentito nominare…fino ad adesso

62. IlTremendo - 9/05/07 @ 19:36

@tuttiquanti: i professionisti che usano photoshop per lavoro lo usano su mac. Provatevi a chiedere perché. E tra mac e linux non ci sono confronti. cmq quanti utonti usano il pc per i giochi? ormai vanno avanti le consolle…

Vantaggio linux: creare una rete domestica. Provate a condividere una cartella sotto windows…

E poi raga… oltre ad essere migliori i programmi su linux, si installano MOOOLTO più facilmente. e chi dice il contrario mi spieghi cosa installa… o forse non ha *ubuntu…

63. Diska - 9/05/07 @ 19:38

Il punto non è solo cosa posso fare e cosa non posso, ma anche COME.

vedi nautilus , al posto dell’albero delle cartelle il menu RISORSE con le 4 cartelle che si usano spesso… se verse l’alber un click e via.

64. 2dvisio - 9/05/07 @ 19:40

@bigshot
Appena mi dici come fare funzionare per bene la mia HDAintel in modo tale che il microfono integrato finalmente mi funzioni anche sotto linux allora saro’ pienamente d’accordo con te.

65. encelo - 9/05/07 @ 19:40

http://www.whylinuxisbetter.net/index_it.php

66. Xander - 9/05/07 @ 19:46

@ IlTremendo: i vantaggi ad usar PS su Mac si son persi col passaggio ad Intel, a quel che so. Il problema è che come paragone si ha Windows, non esattamente un S.O. adatto a certe applicazioni mangiarisorse (basta lui..).

Tra Mac e Linux non ci sono confronti? La penso esattamente come te. Solo che son a favore del pinguino. Troppo facile usare le cose migliori fatte da altri, e poi costruirci sopra qualcosa di più sviluppato. Riuscirebbe anche a Linux, se non avesse una posizione diversa rispetto al Closed, e se fosse stato pensato prettamente per un uso desktop.

67. 2dvisio - 9/05/07 @ 19:46

@Vincenzo
@Bogomips

Io sul mio vecchio openSuse 10.1 avevo installato Matlab 7.0 (su win ancora avevo la 6.0 ^^ ) e quando sono passato a Kubuntu tutto rifunzionava alla perfezione.
Ah! Tra l’altro la versione mia di Maltab7.0 e’ per Mac ma tanto va bene uguale anche per Linux :).

Se provo a fare un aggiornamento di sistema con Windows poco ma sicuro che Matlab lo devo reinstallare… :(

68. Madrefoca - 9/05/07 @ 19:51

@ IlTremendo: ” i professionisti che usano photoshop per lavoro lo usano su mac.”

vecchi e superati stereotipi…

69. psychomantum - 9/05/07 @ 19:53

io ho la partizioncina per dw e ps, però sinceramente l’accendo solo a scuola (faccio una scuola professionale per webmaster), e per programmare in php uso la mia debian, vogliamo confrontare i rendimenti?XDD

70. Xander - 9/05/07 @ 20:25

@ InQuieto: premesso che adoro le scimmie, e che il riferimento a loro non è per denigrare gli utenti Windows, bensì per l’interfaccia Win, che, ribadisco, è stupida (ed, ahinoi, uno standard..), non usabile; io non parlo di elité et similia.

Linux è per tutti, ma bisogna anche aver la curiosità di provare qualcosa di nuovo, altrimenti ci son le sottane di Mamma MS a cui star appesi.

Saluti.

71. Anonimo - 9/05/07 @ 20:27

sarà.. ma a me gli switcher stanno sulle palle.
Che vantaggio ne trae il software libero da milioni di deficenti che
1) non sanno USARE un pc
2) intasano forum di “non mi funziona questo, come faccio?” senza uno straccio di report.
3) (collegata alla 2) nn sanno fare un bug report decente
4) non sanno programmare una cippa, quindi niente apporto
5) chiedono costantemente photoshop per linux invece di usare GIMP, non sanno usare nemmeno photoshop, per applicare l’anti occhi rossi GIMP basta e avanza.
6) Se usano il PC per giocare, lo switch dovrebbero farlo al cervello. Per giocare che si comprino la playstation, che costa pure meno di un pc e fa quello che serve a loro
7) gli switcher usano tutti MSN, il più insulso e inutile protocollo messenger della storia, che NON E LIBERO, e contamina il software libero. A Cosa servono le campagne anti NVIDIA se ci teniamo msn? bah
8) gli switcher NON SANNO USARE GOOGLE, è una cosa più che provata, l’utente medio windows NON SA COME ESEGUIRE UNA RICERCA SU GOOGLE, ma soprattutto, NON LA FA, prima rompe le palle al mondo intero.

Il vantaggio di Linux ERA che aveva una comunità di nerd che lavoravano e che SI APPASSIONAVANO. BERYL è la prova che GLI SWITCHER possono starsene a casa propria.

Nonostante ora ci siano milioni di driver per ogni cosa, ci sarà sempre qualcuno che romperà le palle perchè il dispositivo usb comprato dieci anni fa non va. Che usi windows 98.

Spiegatemi cosa ci cambia un utente in più o in meno.

72. Xander - 9/05/07 @ 20:27

P.S.: io ho virus su un vecchio win ‘98 che l’antivirus non mi elimina. Giusto per risponderti.

;D

73. left - 9/05/07 @ 20:29

mi sento in dovere di dire: windows…PWNED.

74. LorenzoC - 9/05/07 @ 20:30

Io torno a dire che a Linux per diventare davvero “universale” mancano due cose:
1. Una leadership che focalizzi le energie. Ubuntu e’ un esempio lampate di come questo faccia la differenza. Il mondo OpenSource e’ fatto di lotte intestine e di ruote re-inventate piu’ volte? Direi che e’ ora di darsi una regolata, ove possibile.
2. Meno fanatismo settario e piu’ umilta’ di tutto l’ambiente a partire dagli utilizzatori per finire ovviamente a chi sviluppa. Per battere la concorrenza bisogna studiarne, copiare e possibilmente superare i punti di forza. Ripetere una cosa all’infinito come un mantra non la fa diventare vera.

75. Enrico - 9/05/07 @ 20:34

Un altro punto da non sottovalutare sia:

Posso usare un sistema che ha un futuro sicuro.
Se domani la Ms fallisse, windows sparirebbe.
Sembra impossibile, ma sono forse l’unico a percepire l’accelerazione che il *nix ha in questi anni?
Non solo linux supera windows su ogni livello di utenza dotata di pollice opponibile, ma inizia ad erodere anche il mercato degli utOnti…e lo fà più rapidamente di mese in mese.
Linux non può fallire.
la microsoft sì.

Perchè mettere a rischio le innumerevoli ore uomo che spendo per imparare ad usare uno strumento senza la sicurezza che questa spesa sia valida anche in un futuro?
E non diciamoci idiozie affermando che windows è a prova di scemo e che chiunque lo potrebbe usare al primo colpo.
Non è vero.
Conosco molte persone che vanno un crisi dovendo fare un copia incolla, nonostante lavorino tutti i giorni con il pc.
Evidentemente tutta questa amichevolezza non esiste.
E’ solo l’abitudine che la fà vedere.

Un saluto
Enrico

76. IlTremendo - 9/05/07 @ 20:38

@xander: io intendevo dire che tra linux e mac non c’è proprio paragone… è come paragonare maradona a bartali… due mondi imparagonabili…

@madrefoca: un conto sono le immagini rgb, un conto quelle cmyk…

77. Name - 9/05/07 @ 20:53

@antonde: il copincolla semplificato c’e’ anche su win, tramite apposito programma, notizia by punto-informatico

@trez: come vedi c’e’ chi ha interesse a far girare IE nelle varie versioni

@xander: praticamente mi dai ragione, il punto della lista diceva che Linux è meglio perchè ci girano applicazioni migliori. Tu confermi che PS è migliore di Gimp. PS non c’e’ per linux. E anche se fosse migliore Gimp, beh, Gimp c’e’ per Windows. Insomma, per me il punto sul sw della lista è a favore di Windows, e non capisco come si faccia a dire il contrario

@smeraldo: probabilmente stai usando WinRar illegalmente, il tuo periodo di prova e’ scaduto e a quel punto dovresti o rimuoverlo o acquistarlo. La mia e’ solo una supposizione, ma girando in rete ho visto WinRar catalogato come “shareware”, quindi non gratuito.

@tutti: io adoro il pinguino ;-)

78. Xander - 9/05/07 @ 20:58

@ Name: Certo, praticamente basta leggere le cose al contrario, e dico quello che dici tu!

Io ho detto: SOLO i GRAFICI che STAMPANO hanno bisogno di PS, e per questo è giustificata la SPESA di 1600 e più EURO.

Per TUTTI gli altri, che DEVONO pagarlo, la SPESA non è giustificata, chiaro?!

E non dirmi PS è gratis, perchè io sto facendo un confronto serio.
Ovvio che una Ferrari se la rubo me la godo di più.

Ma qui si parla di PAGARE, o comunque raffrontare 2 sw sotto TUTTI gli aspetti.

79. davide - 9/05/07 @ 20:59

IO apprezzo molto il software libero, lavoro nel campo dell’informatica e non mi definirei proprio un utonto anzi! diciamo che mi piace smanettare, ma dovete ammettere che installare del softwrae su linux è (per chi comincia) un impresa! vi porto un esempio: jikibloom, quattro giorni e ancora non sono riuscito a fare nulla! ragazzi ma quando mai??? ho il mio portatile (evon800v) e con ubuntu era sicuramente più lento che con XP, vogliamo parlare di gnome e l’interfaccia di XP? sicuramente i dettagli e la coerenza dell’aspetto delle applicazioni vanno a gnome….ma la bellezza? siete sicuri che ci sia qualcosa di bello come il tema royale di XP ?(poi i gusti sono gusti). Virus e spyware sono una vera piaga ma con un pò di attenzione si evitano spiacevoli incontri….Morale della storia? si al software libero e all’open source ma non puntate il dito contro xp solo perchè micrsoft, siate più ragionevoli e sappiate apprezzare ciò che c’è di buono anche nel “sistema operativo dei perdenti”.

80. Xander - 9/05/07 @ 21:03

Te lo mostro qualcosa di più Bello, Coerente, semplice, Drag & Drop, con Trasparenze, Cubi, Libero, A prova di Pirla, e tutto quello che vuoi ?

Mi si deve spiegare in cosa Windows (S.O., non le applicazioni di altri..) è meglio di Linux.

“Ah, Win ha Photoshop!” Come no..

81. psychomantum - 9/05/07 @ 21:03

@davide : murrine + after blue(stile di finestre metacity)
@name: gimp è nativo di linux sisi , infatti richiede le gtk su winzoz

82. psychomantum - 9/05/07 @ 21:08

scusa il doppio feli, davide http://img441.imageshack.us/img441/2159/schermata1jp3.png quello è il mio desktop, lavoro su windows, li ho provati tutti i temi ed ho persino modificato la shell, nessun confronto ;)

83. Anonimo - 9/05/07 @ 21:08

@Xander: ma il discorso non verte sul prezzo ma sulle qualità dei due sw. Non ci sono utenti che passano a linux perche’ c’e’ Gimp. Ci sono utenti che restano a windows perche’ c’e’ PS. Il prezzo? magari lo pagano, magari sono ricchi, magari sono stupidi, magari lo craccano. Ma lo usano. Su Windows.

84. Enrico - 9/05/07 @ 21:10

un piccolo appunto su chi USA e NON USA google per un’altro software (bongo ex hula) ho un problema con dragonfly (non mi ritrovo i file json per gli utenti) e ho cercato nell’intero universo (google, yahoo, copernic ecc… tentar non nuoce) alla fine ho chiesto hai vari punti di ritrovo linuxiani e l’unico che mi ha risposto (dopo due settimane) è stato un tizio su debianizzati (il chan su irc) con un link alla guida debian……beh ragazzi devo fare i complimenti, questo si che si chiama spirito di comunità e far propaganda al sistema operativo del cuore…..io sono un sistemista, mi occupo di reti e infrastrutture IT…..se io andassi da un cliente a proporre un software full open (ossia interamente e unicamente supportato dalla comunità) a che santo mi rivolgo se ho problemi? voi direte trovati un software che ti da supporto a pagamento oppure studia gli argomenti che va a toccare il software! bene rispondo io ai due punti: al primo rispondo con “se devo comprare il supporto vuol dire che sono comunque limitato a quei progetti che offrono questo servizio, quindi addio al concetto di libertà, quello che dovrebbe fare la comunità è a quanto pare un buon proposito e basta! E al secondo rispondo: io sistemista di rete per installare un groupware devo essere un esperto di DB e un programmatore java, python e C ??? beh i tuttologi sono bestie stupende più uniche che rare e io non rientro in quelli che hanno quelle capacità intellettive pur studiando la media di 4 ore al giorno!

85. Xander - 9/05/07 @ 21:17

@ #91 : mi spiace, ma non puoi confrontarli se lasci fuori il prezzo. Fa parte di quel sw. Altrimenti di che parliamo? Troppo bello avere la botta piena e la moglie ubriaca, ma, solitamente, le cose stanno in maniera diversa (tra l’altro i crack non funzionano mai al 100%).

86. Nexso - 9/05/07 @ 21:18

@ Tutti
Sono uno studente universitario di Informatica e uso da circa 7 mesi Linux (Ubuntu) FELICEMENTE!
I miei prof. ritardati sono completamente bloccati con Winzoz, quindi pretendono l’utilizzo di software per quest’ultimo: Delphi (sì purtroppo si programma ancora in Pascal), e P-spise (credo che si scriva così). Ora per Delphi potrei utilizzare Lazarus (ovviamente spasando per tutte le librerie da installare), ma per P-spise (o come cavolo si chiama) come diavolo devo fare? Esiste un’alternativa VALIDA?
Avrei in mente di usare winzoz (naturalmente) sul mio HD esterno per non “danneggiare” il mio PC, ma anche se da esterno la cosa mi fa davvero schifo! Vi prego aiutatemi! ONLY LINUX !!!

87. Davide - 9/05/07 @ 21:19

@Xander: Non apriamo inutili flame su! il mio è solo un commento! la mia esperienza personale (tre mesi con ubuntu in azienda) mi ha portato a queste conclusioni P.S. il post di Enrico….sono sempre io ma non so perchè è uscito sto nome O_O

88. Xander - 9/05/07 @ 21:19

E poi, francamente: “Utenti che non passano a Linux per PS”? Ma di chi parli? Ragazzini?! Scusa, io parlo di professionisti. E quelli li vedo fossilizzati su un S.O., che non ha una bandierina sventolante, nonostante oggi non sia più vantaggioso come un paio d’anni fa.

89. psychomantum - 9/05/07 @ 21:33

Sisi… come i miei compagni di classe o amici, “non c’è nero, non c’è fotosciop, non c’è msn” oddio, nero c’è, amsn c’è, c’è gimp, che cazzo dovete fare? i ritocchi O_o..

90. name - 9/05/07 @ 21:37

Xander: capisco cosa intendi, allora spostiamo il discorso: consideriamo i sw gratuiti, chi ha le applicazioni migliori? secondo me pari sono, in molti casi, specie considerando le richieste degli utenti medi, solitamente non elevate, e il fatto che spesso si hanno gli stessi sw sui due sistemi. Ma magari linux sta messo meglio da questo punto di vista.
Ora pensiamo alle applicazioni a pagamento: chi sta messo meglio? credo proprio windows, il caso PaintShop e’ un esempio.

il punto citava:
“Usare le centinaia di ottimi programmi esistenti per Linux”

Insomma: usate linux per le sue applicazioni. Se voglio un programma come PS o gli altri citati? nisba
Se voglio un programma da usare liberamente (quindi senza doverlo pagare o cracckare), che non sia lo stato dell’arte nel suo campo, ma che mi permetta di fare le quattro scemenze che mi servono? beh, qui secondo me usare win o linux poco cambia. Quali sono le applicazioni Linux che non hanno equivalenti gratuiti su win?

Ergo, usare linux per le sue applicazioni IMO non ha senso. Al limite i due valori si equivalgono. E in questo discorso sto togliendo il fatto che a gran parte degli utenti non frega di usare un sw gratis piuttosto che cracckato.

91. nutellol - 9/05/07 @ 21:47

salve a tutti, volevo solo dire la mia sull update edgy–>feisty.
fino ad ora ero abituato a creare partizioni root da 6G per ogni installazione di ubuntu e m’erano sempre bastati.peccato che con l’upgrade in oggetto serva scaricare una grande quantità di pacchetti e non mi basta lo spazio.
ho provato a fare il backup di /var in una partizione piu grande e montarla nell fstab però reiniziando la procedura alcuni pacchetti rimangono corrotti e l upgrade non va a buon fine.

vorrei chiedervi: è possibile creare una partizione /var bella grande da condividere con piu partizioni root della medesima distribuzione? oppure faccio una cavolata?

p.s. m è venuta in mente una cosuccia ^_^ potrei linkare nella mia spaziosa /home la directory relativa ai pacchetti scaricati nella /var/apt.. mica male come idea ^^ sperando che non si lamenti dei link tra diversi file-system

92. name - 9/05/07 @ 22:25

@l’ano nimo: non vedo flame, al limite il flame lo stai creando tu ora. la discussione fin qui si e’ tenuta su ottimi livelli. Parli di flame Windows Vs Linux ma mi dici di cosa si dovrebbe parlare in un post su cui si parla dei vantaggi di Linux rispetto a Win? Della qualita’ dell’aria in cecoslovacchia? ^_^
Per quanto riguarda il fatto che parlo “per sentito dire” l’ho specificato da me nel mio primo intervento e quanto “ho sentito dire” mi e’ stato confermato da Xander stesso. Reputavo attendibili le mie fonti e cosi’ infatti e’ stato.

Per il resto io focalizzavo il mio discorso su un punto specifico della lista, se vuoi intervenire in merito ti leggo volentieri.
Ultima precisazione, non so se l’hai capito (non sono ironico, ho il dubbio che non ti sia chiaro e voglio specificarlo) ma io uso e adoro linux

93. psychomantum - 9/05/07 @ 23:12

vlc rulez

94. 2dvisio - 9/05/07 @ 23:40

@Nexso

P-spice (e’ cosi’ che si scrive :) ) E’ nato per ambiente Unix, il suo nome era Spice.

Ovviamente la base e’ rimasta sempre la stessa. Il P-spice che usano i tuoi professori non e’ altro che un porting per windows.

Potresti provare con questo ( SPICE+ cerca in GOOGLE [ht tp:// spicep. sourceforge. net/index. php] ) ma non so quanto sia aggiornato e quanto ci voglia a compilarlo.
Tu prova.

(E’ proprio [quasi] la prima cosa che ho trovato su Google, ma ora conosci il nome, quindi puoi cercare anche tu + facilmente)

95. Cutru - 10/05/07 @ 0:15

Ciao a tutti. Grande battaglia eh? Linux Vs Windows.. :-)
Mi sono letto tutti i post. Davvero. Volevo dire la mia ora.

Inanzitutto grazie a dio esistono tanti utOnti: questo mi permette di lavorare e di guadagnare. Ci sono utenti di entrambi i sistemi operativi che si spaventano al primo messaggio di errore.

E se usano Windows al posto di Linux e’ perche’ Bill investe in pubblicita’.

E infatti le motivazioni che raccolgo dagli utOnti sulla scelta tra i 2 Sistemi Operativi sono quelle di uno che compra una Skoda (Linux: affidabilissima ma spartana) o di una Mini (Win: alla Moda e trendy con frasi da figlio di papa’…)

;-) Potere del Marketing….

I motivi sono ben altri. Non il programma che qui c’e’ o non c’e’. (Se ti serve PS compratelo. e comprati pure vista. oppure craccatelo affari tuoi..)

Non mi piace che una azienda possa arrivare a dominare il mondo grazie ai suoi computer! Non esiste che la GdF deve lavorare per difendere la Microsoft! Ma scherziamo??

Che vengano usati pc che ti dicono ‘ah non ti preoccupare che salvaguardiamo la tua privacy’ quando invece il codice sorgente non e’ disponibile, e in mezzo ai pacchetti spediti dal tuo software p2p (l’asino?) ce ne potrebbe essere uno con scritto tutto quello che fai e che dici..

Tanto non si puo’ sapere..

La Microsoft non fallira’.
E’ piu’ probabile che a capo del Grande Fratello (non la trasmissione tv) ci sara’ proprio lui, o suo figlio, monarca dell’universo :-)

Fortuna che qualche amministrazione pubblica, conscia del problema, sta trasportando i suoi database anagrafici su sistemi open-source (e chissenefrega del gratis..) Pero’ almeno sanno cosa succede sui loro sistemi…

P.s: le ragazze vedono veramente di buon okkio chi usa linux… ti danno del rivoluzionario :-) bellissimo.. oh si cucca di brutto eheheh

96. divilinux - 10/05/07 @ 0:38

@shainer
propio perche’ non siamo tutti uguali a questo mondo..si puo’ scegliere tra linux,windows mac..;)

97. felipe - 10/05/07 @ 0:44

@tutti:
Ho letto solo adesso tutti i commenti di ritorno dai miei 80+80km ;)

Devo fare i complimenti a tutti per l’ottimo livello dei commenti anche in un post così a rischio di guerra di religione, se frainteso. Il punto in effetti non era dire cosa è meglio tra i due OS, o di invitare i pagani a convertirsi, non era negare ogni qualità a Windows, non era “trollare” o fare i fanatici, non era sicuramente un confronto “scientifico”…

Eppure sottoscrivo tutto: chi ha un minimo di curiosità e voglia di uscire dal gregge, una volta provato Linux non torna indietro, anzi per come la vedo io non abbiamo nessun bisogno di fare proselitismo: le grosse aziende ci conoscono, una fervente e numerosa comunità con cui condividere il cammino non ci manca, quando abbiamo un problema in genere viene risolto grazie alla natura aperta del sistema…

Insomma Linux c’è, e noi anche. Chi vuole restare nel gregge ha tutto il diritto di farlo ;)

98. Jacko - 10/05/07 @ 0:49

Sono completamente d’accordo con quanto ha scritto Enrico molti post fa..
Windows NON è più usabile di Linux, in particolare anzi, con distribuzioni come openSuSE e Ubuntu, è vero il contrario! Non diciamo fesserie.. Windows è facile perchè è già installato sui pc e la gente impara ad usare quello! Fate cominciare le persone con Ubuntu o Mac OS.. stranamente Windows sembrerà loro assolutamente incomprensibile! In più Linux (ed anche Mac) non richiedono attenzione per quanto riguarda virus, deframmentazione ecc.. così l’utente può concentrarsi su ben altre faccende e imparare a conoscere meglio il proprio sistema.

Io ammetto di non aver abbandonato Windows. Xp avrà probabilmente sempre la sua partizioncina da 6Gb, per Photoshop (purtroppo con Wine mi crasha all’avvio) e per eventualmente qualche gioco. Punto. Questo anche se il 99.9% del tempo uso Ubuntu.. Ma non solo per il maggiore controllo e perchè è smanettabile, ma pure perchè è più veloce ed anche più facile! Lascio fare a lui se non sono in vena di “shell”, ma ho sempre la possibilità di smanettare per bene se ne ho voglia.. provate con Windows.. è come una gabbia! Senza contare che la maggior parte del tempo lo passate a risolvere problemi o a tenere pulito il sistema…

99. InQuieto - 10/05/07 @ 0:51

Mi rivolgo ai due che stanno disquisendo su PS. Secondo me parlate sul nulla… PS è usato tutto sommato da una nicchia di persone non così rilevante. E quando si parla di centinaia di programmi gratuiti, si parla di killer-app del calibro di (parlo di gusti personali, ma sono sicuro che ognuno avrà le sue) aMarok, gtkpod, VLC, Gaim… Ora, chissenefrega di PS o di Gimp, è l’eterna diatriba, come i Beatles o i Rolling Stone. Il punto è che io non rinuncerei ad uno solo dei software sopra menzionati. Tornereste ad iTunes? a Messenger? a Windows Media Player? Personalmente, e scusate la franchezza, manco per il ca**o. Poi stare lì a dibattere su questo o quel programma diventa uno scontro senza fine. E secondo me non è neanche una risposta sensata il fatto che molti di questi software esistono anche in versione windows. Ora venitemi a dire che è più semplice smanettare su internet, scoprire l’esistenza di un’alternativa a Windows Media Player (o chi per lui), scaricarla, installarla, rimuovere l’app predefinita di windows (AMMESSO CHE SIA POSSIBILE), piuttosto che Applicazioni > Aggiungi rimuovi software, tre click e via. Essù. In questo senso sono convinto che da lato software sia anni luce avanti Ubuntu. Poi, se parliamo di giochi, è un altro discorso (la vera piaga di linux, non avere un’alternativa seria e diffusa open-source alle directx).

100. Xander - 10/05/07 @ 1:07

Credo di aver capito: ho un problema di comunicazione. Oppure lo ha chi si confronta con me.

Mi sembra di aver mantenuto sempre la stessa linea, sia disquisendo di interfacce/usabilità, sia di grafica raster, sia del perchè preferisco Linux, senza smerdare Windows.

Francamente è un po’ snervante esser reinterpretati, citati/strumentalizzati per poi ridire quel che ho già espresso, o per mettermi in bocca parole mai pronunciate.

Ergo mi sottraggo alla discussione, che gode di ottima salute anche senza il mio contributo.

Saluti.

101. Top Posts « WordPress.com - 10/05/07 @ 1:58

[...] Cose che posso fare con Linux e non con Windows Mi è appena arrivata la segnalazione (grazie Max!) di una interessante lista di vantaggi del pinguino rispetto al […] [...]

102. L'Ano Nimo - 10/05/07 @ 2:04

@name: ehh, il flame era per intendere che alcuni post sui cento prima di quel che postai potevano aver usato un linguaggio semplicemente più forte per un lettore anonimo che passa per caso sul blog. E non conoscendo gli interlocutori potrebbero far scaturire ire tra questi visitatori anonimi. Se non hai compreso ciò che intendo non importa, del resto del mio post quella era una delle cose meno importanti.

Se vuoi rispondo al tuo ultimo post precedente al mio, ovvero il numero #101.. sembra.
Ho avuto poche esperienze in campo di foto ritocco foto montaggio o come lo vuoi chiamare, tutti usando GIMP, e devo dire che i risultati non mi dispiacciono affatto, e non mi ci sono applicato nemmeno molto tempo. Il punto sul software linux probabilmente è anche da intendere che, gran parte di quel software o lo trovi diretamente nell’installazione o su dei comodi repository o su una ricerca su google, senza comprare nulla e senza andare in giro a cercare dei crack o numeri seriali. Cioè intendo dire che avere a disposizione in maniera così libera e a volte semplice le migliaia di applicazioni linux è un gran vantaggio, per quanto riguarda le killer application ne esistono, puoi sia considerare software come firefox in un contesto totale sia software piu “linuxiano” in un nucleo di solo linux, dove possiamo trovare amarok 2, k3b per KDE.

Se adori e usi linux sono contento ma il mio post era generico e tendeva a rivelare la mia opinone in merito a questo confornto su linux vs win e non a dire: “a te piace linux! a te no! tu forse!” quindi forse lo hai male interpretato.

103. franganghi - 10/05/07 @ 2:57

@ Supernova, è vero. Si ha più tempo che è facilmente traducibile.

@ Mefisto, ho avuto un brivido. Grazie.

@ Felipe e molti: si, sono d’accordo. Chi di natura tende ad uscire dal gregge non potrà rinunciare a Ubuntu una volta provato (si legge “non potrà rinunciare al sw libero”).

Io ho avuto MS iczpì su 2 pc su internet e 2 su intranet da agosto 2003 a (rispettivamente) giugno 2006 e gennaio 2007. 2 erano originali, gli altri no. Non ho MAI avuto virus (raffreddori e varicella esclusi), non ho mai preso le trojan nude ed il mio sistema più lento si avviava in 70 secondi.

Mai BSOD se non per mie scelte coraggiose (driver errati messi a forza o overclk).

Secondo me XP, a patto di averlo studiato su carta per anni come me, non aveva poi tanti problemi. Il vero problema che una comparativa non regge in quanto ho imparato LINUX in 2 mesi! Voglio dire che un utente medio che abbia una vita con MS è fregato mentre con linux può uscire da solo da un eventuale problema (tipo la necessità di ridimensionare una partizione con i dati dentro senza riavviare nemmeno il sistema ed usando un paio di tool integrati).

NON posso lamentarmi di Windows se non che NON MI PIACE il modo in cui vengo trattato usandolo. Io non sono una pecora: voglio capire cosa sto usando e voglio vedere chiaramente i problemi così da poterli risolvere. Le widzard vanno bene ma quando sono ridondate in modo stupido stancano; i suggerimenti vanno bene ma dopo 2 anni so fare un cd; l’integrazione va bene ma non voglio avere subito tutto il software che hai scelto tu a seattle dove fa caldo e c’è smog e traffico… vorrei scegliere quale software avere a disposizione; va bene la semplicità cromatica, ma vorrei poter personalizzare un po il mio desktop.

Ma sopra tutto torniamo al punto chiave: non sono una pecora. Se vedo il recinto scalcio come i musicisti, come le pittrici, come gli scultori, come i poeti tutti, come ogni essere umano che abbia speso due minuti a crearsi una propria identità.

Chiunque curi se stesso e sia abituato a mantenere un certo livello di individualità userà con piacere software libero.

Il pc è lo specchio di quanto teniamo alla nostra identità ed è giusto che chi sta bene nel recinto possa restarci (sapete che vi dico? mi fa anche comodo: sono un re nella mia nicchia). E’ vero che ci deve altresì modo di vivere liberi lontano da i cani che guidano il gregge, no?

Ma, pensieri sparsi, mie opinioni. Sono stanco, ho visto un magnifico concerto di Tuck and Patty e vado a dormire felice dopo una mezz’ora del Quinto Giorno. Salute a voi qualunque sistema abbiate.

104. Nexso - 10/05/07 @ 10:30

@ 2dvisio
Grazie ragazzo, provvederò subito a cercarlo a ritorno dall’università: oggi ho fondamenti d’informatica. Tranquillo è tutta matematica.
Cazzo è tardi, scappo. ;)

105. name - 10/05/07 @ 11:08

uff… amore profano = name. scusate -_-

106. trez - 10/05/07 @ 12:10

56. LorenzoC – 9 Maggio 2007 @ 18:24

@trez:
Mi tocca la parte dell’avvocato di MS e giuro che li odio con tutto me stesso.
Tuttavia e’ una favola che Windows sia cosi instabile. A partire da Win2K io ho visto veramente MOLTO di rado un sistema desktop riavviarsi a causa di un crash.

hahah bella questa…secondo me sei te che vivi in una favola oppure eri ubriaco…l’unico modo per non fare impallare winzozz sai qual è? non accenderlo…
ti passo un paio di video un po datati dove zio bill te lo conferma di persona:
http://www.youtube.com/watch?v=gNwQxnbNBb8
http://www.youtube.com/watch?v=TrAD25V7ll8

questo è il più bello di tutti:
http://www.youtube.com/watch?v=0-Y3B_sCtSg

107. Maci - 10/05/07 @ 12:26

ok, e’ la mia volta! :)
Sentite, non son riuscito a leggere tutto, mi son fermato ai commenti su gimp e sull’utilizzo di linux per i professionisti.
Io ci lavoro con linux, faccio siti web e uso gimp per la grafica… l’unico motivo per cui ogni tanto sono ancora costretto a usare wmware con xp per photoshop e’ il fatto che gimp non supporta le cartelle di livelli. (vi spieghero’ se volete..)
Per quanto riguarda avere piu’ ie sullo stesso computer: beh! per uno che fa’ siti web il minimo e’ avere ie 5, 6, 7, opera e firefox a disposizione, chi non testa il proprio sito per questi browser e’ veramente un idiota. scusate la parolaccia..
Ciao a Tutti!

108. Davide - 10/05/07 @ 14:05

…non sono riuscito a crackare vista e sono passato ad ubuntu.

109. Cos posso fare con Linux ma non con Windows? « il blog di myneit - 10/05/07 @ 14:21

[...] posso fare con Linux ma non con Windows? Quoto e cito il GRANDE pollycoke su quest’argomento e riporto qui la sua traduzione che condivido [...]

110. blood - 10/05/07 @ 14:23

@maci
dipende qual’è il target del sito

se fai un sito per un’azienda di materie prime, per esempio, dovr essere compatibile con qualsiasi browser,specialmente i vecchi explorer: questo perkè nelle aziende ci son molti pc non aggiornati

se fai un sito di una multinazionale: compatibilità con tutto

se fai un sito su linux: rendilo compatibile soprattutto con i browser x linux

se fai un sito per te stesso, rispetta gli standard.

i veri idioti sono cmq quelli che non rispettano gli standard.

111. psychomantum - 10/05/07 @ 16:34

@blood
gli standard bisogna sempre rispettarli ;) , dio salvi w3c :D, comunque la compatibilità è relativa, insomma, se devi fare il sitarello per il macellaio sotto casa fai una cosa in asp, database access e tutto con i table, insomma pochi scrupoli, basta che funge, per un azienda poi fai na bella cosa con div+css+php ovvio XD

112. altidore - 10/05/07 @ 16:48

io sono uno switcher dell’ultima ora…nel senso che uso ubuntu da pochi mesi deluso da vista (ebbene sì credo che questo S.O. stia facendo perdere qualche utente). Mi sono affezionato ad Ubuntu, mi piace, sperimento….se c’è una cosa che mi manca in windows o che cmq apprezzo quando lo riprendo è quella sorta di look and feel che ha…..non picchiatemi se dico che rispetto alla pulizia delle linee di windows ubuntu appare un po’ rozzo (nonostante la procedura per leccare i font! :-D ) il tutto imho ovviamente

113. 2Fiori - 10/05/07 @ 17:00

Salve a tutti,
Uso WinXp da 5 anni almeno e non mi posso certo lamentare della sua stabilità e, a conti fatti, neppure delle performance. Però… però non è divertente! Per me utente medio-scarso di GNU/Linux, gimp va benissimo, octave rimpiazza quasi del tutto matlab, qcad e blender sono sufficienti, i giochi carini non mancano e in più posso imparare e sviluppare agevolmente. Non c’è tutto, ma molto.
E GNU/Linux è orientato alla libertà e alla condivisione. La licenza di Vista queste le offre?

114. Pollycoke: Cose che posso fare con Linux e non con Windows « Pasquale Caterisano Blog - 10/05/07 @ 18:07

[...] Cose che posso fare con Linux e non con Windows 9 Maggio 2007 @ 15:21 [...]

115. blog.vagamente.net » Blog Archive » Yes, I wanna be a Blog Star… - 10/05/07 @ 19:22

[...] ebbro di gioia per le due citazioni in due giorni consecutivi da parte del “Buon Felipe” -roba che nemmeno Babbo Mark [...]

116. sito - 11/05/07 @ 0:31

Windows ha il merito di aver portato la potenza dei pc che ci vendono molto in alto perchè per farlo girare bene serve sempre + potenza.

117. 2dvisio - 11/05/07 @ 3:24

@Nexso
Ma figurati. Su quelle cose ci ho sclerato anche io un poco. :)
Buona matematica. *__*

118. Perchè usare Linux e non Windows... « Next thing to do! - 15/05/07 @ 22:24

[...] http://pollycoke.wordpress.com/2007/05/09/cose-che-posso-fare-con-linux-e-non-con-windows/#more-2064 [...]

119. Anteprima audio in Nautilus « Appunti di Ubuntu - 26/05/07 @ 19:00

[...] audio in Nautilus Archiviato in: Utilities, HowTo — Andrea Colangelo @ 19:00 Di cose che Linux può fare e Windows no ce ne sono tante. Una di queste è l’anteprima audio in Nautilus. Semplicemente lasciando per [...]

120. boindil - 12/06/07 @ 10:23

Salve a tutti.
Sicuramente il mio intervento non aggiunge o toglie nulla alla discussione, ma mi sento di dover aggiungerlo.
Sono un Windowsiano della primissima ora (Usavo ancora DOS e ho acquistato il mio primo Windows alla versione 3.11) e sicuramente da allora a oggi ha fatto passi da gigante, seppur sviluppato da pochissima gente rispetto alla mega comunità OS.
Per quanto mi riguarda sono sempre stato curioso di quello che succede nella mia “macchina” e ho sempre aspirato a poter avere un sistema che cresca intorno a me e con me si plasmi, ma alcuni scogli ci sono sempre stati nel passaggio a Linux.
Premetto che di lavoro sono Architetto, e uso programmi tipo AutoCAD, ArchiCAD e Rinoceros con i quali, in anni di lavoro ho ormai assuntodegli automatismi che, semplicemente cambiando il linguaggio del programma saltano….figuriamoci cambiare programma in toto!!
A questo si aggiunga l’enorme richiesta di risorse che per chi li usa a certi livelli, questi programmi esigono, e il dover avere l’hardware ultra aggiornato e incompatibile con tutte le distro che ho provato (Ubuntu, Fedora, Gentoo e Mandrivia).
Detto ciò, senza voler attirare le ire di nessuno, ho sempre voluto diventare un utente Linux, e, ho approfittato del fatto che il portatile è diventato abbastanza “debole” per i succitati programmi per provare seriamente ad armarlo con Linux (nella fattispecie Ubuntu).
Tutto questo avveniva solo quindici giorni fa.
Giuro che mi si è aperto un mondo completamente nuovo e in soli quindici giorni ho deciso che il Pinguino sarebbe stato il sistema operativo di 4 macchine su 5.
Ora sono felice, lavoro “realmente” in multitasking con tutte le applicazioni possibili, lasciano il computer principale per le CAD application “Che rabbia!!”
Per chi hobbietta che sVista ha la grafica figa (come ho letto in qualche risposta) rimando all’articolo su http://www.piplos.org/?p=65 (scusate ma la programmazione non è il mio forte e non so nemmeno inserire un link) e anche a questa http://telperion.wordpress.com/2007/06/01/desktop-geneticamente-modificato/ (e i puristi che ancora non se n’erano accorti ora svengono) per capire che è una fesseria come affermazione.
Aggiungiamoci anche che a parità di aspetto il Pinguino ti ciuccia circa un terzo delle risorse di sVista…

Tutto questo per dire, confusamente, che i vantaggi del pinguino sono evidenti e quando verrà superato lo scoglio CAD (e il progetto Medusa4, anche se solo in inglese, promette davvero bene) prevedo una migrazione di una gran fetta di professionisti che, oltre al programma per lavorare, hanno evidente necessità di stabilita.

Per il resto credo sia troppo presto per me intervenire, anche se in quindici giorni ho assolutamente annotato solo punti a favore del pinguino.

121. Bollito e Polipo - 22/08/07 @ 12:10

Ho letto con attenzione tutti i post… e mi trovo d’accordo con chi sostine che il vero limite di LINUX sia il fatto di essere più difficile di windows. Un utente medio-scarso come me, ad esempio, riesce ad aggiornare, installare ed in genere a gestire un sistem awindows con assoluta semplicita. Da scimmia che sono posso installare un gioco e poi applicargli il crak, oppure decomprimeire un file zip..ecc. Da anni, e ripeto da anni, cerco di fare le stesse cose con linux. Ho usato da prima una mandrake…poi Kubunto ed ora debian… eppure ho sempre difficoltà.
Credo che i problemi che riguardino il mondo linux siano sostanzialmente tre:
1) le scimmie non sono previste come utenti!!!! Non è vero che Ubunto è più scimmesco delle altre distribuzioni… è difficile da gestire specie per l’aspetto dei driver. In questo Windows ha adottato soluzioni decisamente migliori e più realistiche. All’utente scimmia non importa nulla di come funziona la macchina..vule solo che gli funzioni la stampante… ma mentre su windows la può installare anche da solo..su LINUX deve chiedere aiuto (od alternativamente passare tre ore su manuali di difficilissima comprensione per capire il da farsi…e questo quando li trova in italiano!!!!).
2) Con gli aggiornamenti automatici il sistema si impalla!!!!! Ho un ascheda video Nvidia… ed ogni volta che faccio l’aggiornamento predefinito succede che il pc si impalla… e che quando lo riaccendo per avere la funzione grafica debbo disintallare la scheda grafica…e poi chiedere a qualcuno di sistemarmi il pc.
3) il vero grande problema e limite del mondo linux… è che essendo libero ci sono trobbe distribuzioni. a mio parere, se si vuole diffondere linux, in futuro devrà esserci la convergenza di tutti gli sfuozi su un unica distribuzione…. STANDARD. Ma questo è in realtà proprio in contrasto con l’idea di LIBERTA’ tipica di Linux…insomma è un cane che si mangia la coda.

Io cerco di fare grande proselitismo a LINUX ma devo dire che la stragrande maggiornaza dei miei amici pone la stessa domanda: perchè cambiare? Forse solo quando la pirateria sarà sconfitta si avvertirà il bisogno di passare a LINUX… a meno che non si imcomincerà a fare software libero di livello anche su windows….

alla fin fine, chi vivrà vedrà…ma per ora se non si risolvono questi probleni (ai quali affiancherei anche quello dei giochi), Linux avrà difficoltà a diffondersi..e resterà rilegato ad essere solo il sistema degli smanettoni.

122. Bollito e Polipo - 22/08/07 @ 19:43

….ehehehehehe uomini e non scimmie….:

Il problema che spesso si trascura è quello di considerare l’utilizzo del computer come un fine e non come un mezzo. Facciamo l’esempio di un medico o di un avvocato… per loro il fine e fare rispettivamente attività medica e legale… e l’utilizzo del pc è solo un supporto alla loro attività.

Il fatto che un medico debba diventare uno smanettone del PC per poter configurare una stampante mi sembra una forzatura in termini. Il PC per lui deve essere il più facile possibile… dovendo concentrare le proprie attività mentali sulla disciplina finale.
In termini di risorse celebrali, quindi, concentrarsi su altre cose e non sul PC, potrebbe essere un vantaggio. L’essere scimmie sul PC non vuol dire essere scimmie in assoluto.

Voglio fare l’avvocato del diavolo: fino a quando linux non sarà anche lui “monkey proof” , non avrà possibilità di diffondersi … ed il tutto a vantaggio di Windows che invece tende ad essere più facile per apprendere alcuni concetti o fare alcune cose. Non è un caso che la maggior diffusione di LINUX abbia corrisposto a una maggior semplificazione dell’utilizzo.

123. Emanuele Cipolla - 22/08/07 @ 21:10

@143:

Il fatto che un medico debba diventare uno smanettone del PC per poter configurare una stampante mi sembra una forzatura in termini.

Non deve diventare uno smanettone: deve solo andarsi a leggere la documentazione (ce n’è a iosa) e, se proprio gli sfugge un passaggio logico, cercare (non postare, cercare) sui forum. È la stessa cosa che si dovrebbe fare con un elettrodomestico nuovo: leggere il manuale delle istruzioni. Purtroppo non lo si fa: questo è il problema, un problema di educazione, non di facilità d’uso.

In termini di risorse celebrali, quindi, concentrarsi su altre cose e non sul PC, potrebbe essere un vantaggio. L’essere scimmie sul PC non vuol dire essere scimmie in assoluto.

Pienamente d’accordo. Ma in senso lato, non nel contesto del commento.

Non è un caso che la maggior diffusione di LINUX abbia corrisposto a una maggior semplificazione dell’utilizzo.

Ma questa semplificazione è stata ottenuta a prezzo di scelte tecniche non proprio esaltanti (si prenda l’esempio del Network Manager, a mio giudizio uno dei peggiori errori fatti in questo senso). Non mi pare una gran cosa.

Voglio fare l’avvocato del diavolo: fino a quando linux non sarà anche lui “monkey proof” , non avrà possibilità di diffondersi …

Se il prezzo della diffusione deve essere quello di avere un incremento esponenziale di utenti che vuole la pappa pronta subito, no, non ci sto. Non funziona così la vita, non vedo perchè debba funzionare così l’informatica. Ci si deve sbracciare, come in ogni altro campo, per pervenire al risultato: il risultato dello sforzo ci rende, se non persone migliori, quantomeno più competenti.

124. Bollito e Polipo - 23/08/07 @ 9:33

“Se il prezzo della diffusione deve essere quello di avere un incremento esponenziale di utenti che vuole la pappa pronta subito, no, non ci sto. ”

…e quindi LINUX resterà rilegato ad ambiente specifici. Sul fatto che la tecnologia possa e/o debba essere considerata come “democratica” ne potremmo parlare per ore… ma poi rischierei di prendermi un’altra citazione come “non nel contesto del commento”.

A mio parere tutti gli sforzi fatti in termini scentifici non possono che essere finalizzati al miglioramento delle condizioni di vita e di sviluppo. La ricerca medica, per tornare in tema, ha permesso di allungare la vita o quanto meno di rendere la malattia meno dolorosa. Ma proviamo ad immagginare solo per un secondo se tutte le ricerche ed i traguardi raggiunti rimanessero a disposizione di limitate nicchie di persone. A mio parere sarebbe un fallimento in termini assoluti.

Mi rendo conto che l’esempio calza solo forzandolo, ma credo che anche per l’informatica sia la stessa cosa: un sistema come linux è universalmente riconosciuto più stabile e performanti di windows. Certamente questo risultato è stato raggiunto a duro prezzo da persone che con impegno e dedizione ci dedicano il proprio ingegno. Ecco, mi chiedo se effettivamente il prezzo da pagare per avere un sistema così performante debba essere la sua difficoltà di utilizzo. Sempre esagerando per rendere più evidente, e come se tutto il lavoro andasse in parte perduto se poi l’innovazione tecnoligica non può di fatto essere utilizzata dai più.

Tornano all’esempio del medico… e come se ad un malato di appendicite gli venisse detto:”guarda è una stupidagine, ci sono un sacco di manuali a riguardo… oppure basta che cerchi sui forum e ti potrai operare da solo”. (spero di riuscire a rendere l’idea, anche se mi rendo conto, come già detto, questo èsempio è una forzatura!!!!!).

A mio parere, proprio per aumentare la diffusione di LINUX (e non perchè è bello, ma perchè è migliore e quindi aiuta a vivere meglio) bisogna superare questo scoglio della gestibilità dagli utenti medio-scarsi. Solo quando tutti saranno in grado di utilizzare una tecnoligia allora si potrà dire chi si ha avuto vero sviluppo. Se l’automibile (che a mio parere è un mezzo e non un fine) fosse stata complicatissima da guidare, probabilmente il mondo andrebbe ancora con i cavalli nonostante la stessa fosse stata inventata (poi mi potresti dire che forse alla fine era meglio il cavallo… ma questo è un altro discorso eheheheheheh).

125. Emanuele Cipolla - 24/08/07 @ 21:11

Sul fatto che la tecnologia possa e/o debba essere considerata come “democratica” ne potremmo parlare per ore… ma poi rischierei di prendermi un’altra citazione come “non nel contesto del commento”.

E avresti comunque il mio “quoto”. Il problema è come ci si accosta alla tecnologia, con quale attitudine.

Ecco, mi chiedo se effettivamente il prezzo da pagare per avere un sistema così performante debba essere la sua difficoltà di utilizzo.

Io direi piuttiosto che la maggiore “difficoltà” è tutta una questione di abitudine e, soprattutto, di self control. Se un utente perde la pazienza perchè non riesce a fare qualcosa, e non vuole leggere la documentazione che contiene i passaggi e i ragionamenti cui accostarsi per arrivare al proprio obiettivo, sarà un pessimo utente di computer, indipendentemente dal sistema operativo.

olo quando tutti saranno in grado di utilizzare una tecnoligia allora si potrà dire chi si ha avuto vero sviluppo. Se l’automibile (che a mio parere è un mezzo e non un fine) fosse stata complicatissima da guidare, probabilmente il mondo andrebbe ancora con i cavalli nonostante la stessa fosse stata inventata

Ti ricordo, però, che prima di arrivare a guidare l’automobile si fanno un corso teorico ed uno pratico. :)

Comunque ti/vi ringrazio delle risposte puntuali, è un vero piacere conversare con te/voi :)

126. Sdrainolf - 18/10/07 @ 12:57

C’è la comodità di dover cercare al massimo un paio di driver (scheda video e magari wireless, niente più. Quando vuoi installare Windows su un fisso molto vecchio diventi matto a cercare driver introvabili!) e di installare graficamente il sistema intanto che si fa qualche sudoku o qualche partita a scacchi (vi ricordate quelle odiosissime schermate in 800×600 con l’installazione di windows che non finiva mai e il pc inutilizzabile?!)

127. robegue - 15/01/08 @ 19:31

Mio padre non ha MAI usato un computer in tutta la sua vita. Adesso ha 65 anni ed essendo in pensione si annoia e ha comprato un portatile per “avere internet”. Ovviamente aveva Windows preinstallato (io non ho voluto installargli linux subito perchè avevo poco tempo), dopo qualche lezione di base ha cominciato a camminare con le proprie gambe. Dopo qualche mese mi chiama per chiedere aiuto perchè il suo laptop era “piantato”, 4 MINUTI per avviarsi e una lentezza mostruosa: aveva 32 (TRENTADUE) applicazioni che si autoeseguivano al boot e invisibili agli inesperti. Ovviamente dopo averne rimosso il 90% tutto è tornato a posto.

Un giorno gli ho installato ubuntu, per farglielo provare e per curiosità (mia) di come avrebbe reagito. Sono rimasto impressionato quando, dopo qualche giorno, mi diceva che ubuntu gli piaceva molto e si trovava bene!
Io uso linux (prima SuSE adesso debian) da 5 anni, all’inizio insieme a windows e poi da solo, e devo dire che provando le ultime distribuzioni le trovo dannatamente semplici e immediate come non mai. Forse io sono troppo esperto, ma mio padre?

128. richardms - 17/01/08 @ 0:18

provate con windows a staccare un mouse ps2 dal pc e collegarne un’altro.
con linux è possibile, con win non ce l’ho fatta, troppo pignolo.

129. Diazepam to lorazepam conversion. - 23/07/10 @ 23:40

Lorazepam….

Lorazepam. Effect lorazepam side. Lethal dose of lorazepam….