jump to navigation

“perché odi M$?”

In *Flame*, Estetica, Risponde pollycoke :) il 15/08/07 @ 0:12 trackback

Voglio pubblicare una riflessione¹ abbastanza interessante, ricevuta oggi da parte di Alioth.

ms-keyboard.png
Ok ok… manca il tasto ESC, lo so :D

Ciao Felipe,

Ti scrivo per email e non tramite messagebox perché (come al solito) scrivo molto più del tollerabile, e non vorrei intasarla per porti una questione di cui ora valuterai la rilevanza…

Ieri mi hanno fatto una domanda scema scema alla quale non ho saputo rispondere: “perché odi la Micro$oft?” Nei millesimi di secondo successivi il mio cervello è passato da confusione a panico attraversando tutti gli stati in mezzo. Alla fine ho blaterato qualcosa sui formati chiusi e sulla poca privacy, ma non ho reso per niente l’idea.

Di solito nella mia opera di “conversione” non manca la fase di conoscenza del diavolo, ma è una fase lenta e condita da una sottile tecnica oratoria. Una domanda così diretta, posta da una persona che prima di allora non aveva mai sentito parlare di GNULinux e di software libero e che, anzi, non si era mai posta il problema, mi ha spiazzato.

Ora, e forse mi odierai per questo, ti pongo la stessa domanda: “perché odi la Micro$oft?” Come lo spiegheresti ad una persona del genere (perchè in questo caso il discorso che fai su pollycoke riguardo al “nemico numero 1″, tra l’altro uno dei miei strumenti preferiti nella fase avanzata della “conversione” (grazie per il lavoro che mi risparmi :) ), non funzionerebbe)?

E, soprattutto, come lo spiegheresti in due minuti, in modo da non perdere l’attenzione di una persona per cui l’esistenza del free software potrebbe avere lo stesso grado di interesse dell’esistenza di infradito di gomma per gatti? Tra parentesi qui secondo me può uscire un bell’articolo, io di sicuro per la prossima volta mi preparo un discorso :)

Ciao e complimenti per il blog

Alioth


[¹] Metto le mani avanti: il grassetto, l’immagine (e relativa didascalia) e qualche interpunzione sono stati aggiunti da me (N.d.felipe)


Pagine forse correlate:


Commenti »

1. felipe - 15/08/07 @ 0:13

Ci provo.

Io *non* odio Microsoft. È Microsoft ad avversare la mia comunità, a mescolare affari e collusioni politiche, a finanziare cause legali di terze parti contro la mia comunità, a minacciare cause legali contro me e chi non si asserve al suo monopolio, ad avversare ogni alternativa libera o aperta che potrebbe lontanamente minacciare il suo status, a favorire i suoi formati proprietari o fintamente aperti, a flirtare in maniera dubbia con aziende produttrici di antivirus, antispyware, antimalware… la lista è lunga.

Io mi difendo, e lo faccio sostenendo attivamente soluzioni alternative, che in una società realmente meritocratica e giusta sarei libero di utilizzare senza dover sgomitare per far rispettare i miei diritti.

Non odio MS, ma difendo la mia libertà da chi la minaccia.

2. finferflu - 15/08/07 @ 0:20

yes! concordo in pieno. Odiare MS per partito preso non ha molto senso. Per un utente di Linux il “problema” dell’esistenza di un altro sistema operativo non dovrebbe porsi, ma la MS ce lo fa porre in continuazione. Ed è un *problema*.

3. francesco - 15/08/07 @ 0:26

ciao felipe,
io penso che noi abitiamo in periodo di passaggio. M$ sta arrancando già ora – chi diventa violento normalmente ha paura di soccombere. Linux è tutto sommato un fenomeno nuovo. Di massa solo ultimamente, grazie anche a Ubuntu. Quando lo stesso servizio viene dato da due fornitori, quella che applica i prezzi più alti muore.
Bel blog felipe!

4. Michele - 15/08/07 @ 0:30

Bella domanda. Se mi posso intromettere vorrei dire la mia perchè il quesito è uno di quelli che stimolano le reazioni umane. Mi piacerebbe rispondere alla domanda con più calma, ma così, di primo acchitto, e da come sono stati descritti la situazione e interlocutori penso che non risponderei. Una persona che fa una domanda del genere e vuole una risposta istantanea sta chiaramente provocando e non cerca una risposta. Qualsiasi cosa gli si possa dire, anche la frase più geniale e sintetica del mondo non lo interesserebbe, per cui la cosa più spontanea che mi verrebbe da dire sarebbe: “Il modo in cui poni la domanda è chiaramente provocatorio. Se intendi discutere di questi argomenti con serietà e calma sarò lieto di dibattere con te ma non intendo sottopormi ad un gioco sleale di banale provocazione da stadio” ;)

Non so…è la prima sensazione che ho avuto da quello che leggo. Forse non era quello che cercava la persona che ha scritto la lettera in quanto la forma era più di una matura messa in discussione di se stessi, il che è molto nobile, ma dall’altro lato non ho avuto l’impressione di percepire la stessa maturità da chi ha posto la domanda iniziale.

Saluti

5. Bigshot - 15/08/07 @ 0:37

chi mi toglie libertà non merita nulla, sprattutto supporto o simpatia…

W il software libero

by un talebano che ricorda che di OSS ne fa anche M$

6. Kouta - 15/08/07 @ 0:56

Io risponderei cosi’ anche se condivido che la domanda ha un che di provocatorio.

MS è un monopolio e fa concorrenza sleale, comunque ora ti metto linux ed XP smanettaci in termini di velocità , sicurezza , grafica , parco software ecc ecc e in ultimo rifletti quanto spendi per MS fra OS e programmi .

Fatto questo gli chiederei , caro amico chi ami e chi odi ora??
Chi ti ha fatto perdere i capelli a forza di schermate blu ??

muhahahaha

7. psychomantum - 15/08/07 @ 1:00

beh microsoft, colei che ti ha rinchiuso nella più totale ignoranza del proprio sistema ;)

8. Gionark - 15/08/07 @ 1:11

Il problema è che Microsoft detiene un monopolio e alcune persone (di mia conoscenza) più volte mi hanno fatto notare che alla fin fine Bill se lo è guadagnato!!! Questo può anche essere vero e bisogna riconoscere che la sua intuizione ha veramente rivoluzionato il mondo informatico soprattutto per l’utente medio, ma adesso basta però!!! A me microsoft ha incominciato a starmi sul “gozzo” quando mi sono accorto che si tratta non più di una “potenza” in campo informatico ma bensì una “prepotenza”. Allora concedetemelo, una cosa così non la si può più digerire e io non voglio sforzarmi ulteriormente!
A un certo punto sono passato a Linux (con grande convenienza) ma quando qualcuno vuole toglierti la libertà di poter scegliere beh … la faccenda inizia veramente a stufare!!!

9. Gasolino - 15/08/07 @ 1:22

La risposta ha senso solo se chi ti ascolta è realmente interessato. A 9 persone su 10, se gli parli di formato chiuso, privacy, sicurezza, stabilità, non sa neanche di cosa stai parlando e non vuole saperlo. Figuramoci se gli parli del costo e dell’etica, visto che la metà (ok, sono troppo buono :) ) dei programmi installati su ogni computer con windous è copiato.
Oh, Intendiamoci, io sono contro la pirateria perché essa AVVANTAGGIA i software chiusi, lungi dal danneggiarne i produttori. Non sono certo un “santerellino”…
Se uno ti fa questa domanda sei comunque *costretto* a rispondere, per far almeno capire all’interlocutore che la luna ha un’altra faccia. Mi ricorda quell’aforisma: “puoi indicare ad un uomo la via, ma non lo puoi condurre alla verità”. Sante parole…

10. Yemmi - 15/08/07 @ 1:25

odio microsoft per il suo modo di agire scorretto, per il suo modo di imporre i suoi formati proprietari chiusi, i suoi programmi e le sue utility, e per i suoi continui abusi di posizione predominante.

11. roberto - 15/08/07 @ 1:26

Io odio Microsoft perche’:

1) dopo sei mesi di utilizzo di windows xp il pc rallenta paurosamente…
2) Ogni tanto si perde qualcosa (leggi files scomparsi x reset improvvisi)
3) Farraginoso nel gestire… se devi reinstallare tutti i programmi + files ci perdi ore…
5) perche’ non c’e’ dialogo tra l’utente e la microsoft, fanno quel che vogliono loro; non ci danno quello che vogliamo noi..
6) Perche’ bill gates e’ milanista, e io no.. :-)

12. fabio - 15/08/07 @ 1:35

caro Alioth, se dicevi d’”odiare” qualcosa senza nemmeno sapere bene il perché, forse le riflessioni che ti si offrono, e che non hanno niente da spartire con microsoft, sono molto più profonde di quanto pensi. Purtroppo, aggiungo, il tipo d’utente da te rappresentato – maggioritario peraltro – è stata una delle più gravi calamità sofferte della comunità open dalla sua formazione in poi.

Ad ogni modo credo ci siano diversi suggerimenti su cui discutere e sui quali costruire una migliore consapevolezza:

* ms è un monopolista ed abusa ampiamente della propria posizione dominante, a palese scapito di qualsiasi forma di leale concorrenza
* ms è nelle condizioni, sfruttate da anni, d’imporre UNA linea di sviluppo per tutti i settori sensibili dell’informatica
* lo strapotere di ms spinge per un continuo rinnovamento del parco hardware e software con conseguente sensibile ricaduta sui costi dell’informatica stessa, per le aziende, le PA e le istituzioni pubbliche in senso lato, i consumatori.
* ms impone la propria linea di condotta in un settore che sarebbe stupido non considerare sensibile. l’informatica e le reti informatiche veicolano oramai la maggior parte delle informazioni e delle comunicazioni mondiali
* l’accentramento di un potere economico smisurato come quello realizzato da ms ostacola uno sviluppo sostenibile e locale dell’informatica, instaurando in sua vece un flusso immaginabile di denaro che ogni anno parte da tutto il mondo per finire in un cantuccio degli USA, senza reali ritorni in investimenti.

queste sono solamente alcune delle possibili ragioni per cui ms rappresenta una concreta minaccia democratica ed una inimmaginabile anomalia economica. e mi sono limitato a quelle squisitamente generiche, altrimenti non c’era fine all’elenco.

saluti

13. franganghi - 15/08/07 @ 2:46

E’ come chiedere ad un fan dei Maiden come me il perché odi Tiziano Ferro? Penso di si. Noi abbiamo subito un affronto se guardiamo il trattamento che Bill ci ha riservato nell’ottica generale delle cose: cioè, se consideriamo come veniamo mediamente trattati durante la nostra giornata tipo, MS ci ha pestati, derubati, ci ha riempito le tasche di qualcosa che non volevamo e poi ci ha denunciato per appropriazione indebita.

Io odio MS nella misura in cui ho difficoltà a farne a meno ed odio Tiziano Ferro per lo stesso motivo di fatto: se accendo una radio QUALUNQUE devo sentirlo prima o poi perché siamo in un paese governato da bestie ignoranti… le stesse bestie ignoranti che pensano che XP sia un buon prodotto e non si spiegano il motivo per il quale io non possegga software crakkato.

VIVA il Software libero.
VIVA anche un po il software aperto.
VIVA sempre anche la F. e comunque UP THE IRON!

F.

14. mOLOk - 15/08/07 @ 3:41

Microsoft e` un’azienda. Ha senso *odiare* un’azienda?
Nella Societa` e nell’Informazione odierna si tende ad abusare di parole forti, facendogli nel contempo perdere il loro significato originario. Usiamo talmente spesso alcune parole che ci dimentichiamo cosa vogliono realmente dire.
L’odio impedisce la comprensione; mi piacerebbe che nessuno odiasse e che nessuno avesse *nemici* (avversari si`, ma non *nemici*), probabilmente non e` possibile, ma provare un sentimento cosi` forte per una software house mi pare ridicolmente puerile.
Premesso questo, cerco (con successo fino ad ora) di non usare prodotti MS e mediamente non ne condivido la politica, ne` apprezzo i loro programmi. Trovo deprecabile il loro sistematico infrangere gli standard e credo che i Governi mondiali dovrebbero usare nella pubblica amministrazione esclusivamente software Libero, usando i soldi (o parte di essi) risparmiati in licenze, per sovvenzionare e contribuire ad esso.

15. Bigshot - 15/08/07 @ 3:45

@molok
concordo in pieno a parte il fatto che secondo me a parte l’odiare o il non odiare… un’azienda può essere soggetto di sentimenti come qualsiasi altra entità… (che poi a dirla tutta per uno stato le aziende sono quasi come persone….)
comunque questo è OT…

16. infamous - 15/08/07 @ 6:11

perchè è brutta e puzza

“L’IBM si rifiutò di comperare la licenza di MS-DOS e allora Gates fece un accordo secondo cui avrebbe fornito all’IBM i sistemi operativi per la nuova linea di personal computer.”

a bill gli è solo andata di culo, semmai è tutta colpa dell’ibm.

17. seby - 15/08/07 @ 7:51

M$ è una multinazionale, e per di più in regime di monopolio. E come tale detta legge e abusa della propria posizione, non ci vedo niente di strano nel suo comportamento, tale condotta è usata da centinaia di multinazionali nel mondo che compiono crimini e privazioni di libertà ben più gravi di quella di redmond.
Per restare in tema io farei distinzione tra la valutazione dei suoi prodotti e il sentimento anti-M$.
Se mi dici che non ti piace il win perchè è di qualità scadente, cioè se mi dai un giudizio prettamente tecnico, allora mi può anche stare bene, ma la cosa che non capisco è il discorso della privazione della libertà:

ma perchè quando acquisti un frigorifero ti danno gli schemi di impianto? quando acquisti un’ automobile ti danno il progetto meccanico o elettrico così da modificartela come vuoi tu? Dove sta la tua libertà ( sempre se questa si intende libertà)?

Chi odia la FIAT perchè usa formati chiusi ( i suoi componenti vanno solo su FIAT) e non da la libertà di modificarti le centralina a piacimento ( ti cade la garanzia), e non rilascia il “codice” dei suoi progetti ?

Intendiamoci, io ho scelto di non usare win, ma perchè con linux sviluppo meglio, non devo cercare roba pirata, ho risolto il problema dei virus e dei dialer e lo ritengo tecnologicamente superiore, ma mica perchè odio M$, che ovviamente fa il suo gioco, esattamente come gli altri.
La storia dell’ odiare M$ e del nemico n. 1 mi sa un pò di infantile, mi sembra tutta una demagogia per attirare proseliti …

18. Miles - 15/08/07 @ 8:16

Secondo me Microsoft è un po’ come Mc Donald’s… non tanto per la “multinazionale, americana ecc…” (lascio certi discorsi a chi ne sa più di me), ma inteso proprio come cibo fast-food…
è qualcosa che non è cibo sano* ma ha le sue attrattive. Sarà quel che sarà ma a volte la tentazione di mangiare da Mc Donald’s è forte.

Allora cosa fai per resistere? Devi ripeterti che fa male, che negli hamburger ci macinano anche i topi, e mille altre cose… poi, tra tutte le cose che si inventano alcune saranno anche vere…
Io con Xp, per esempio, non ho mai avuto grossi problemi di schermate blu (sicuramente il 70-80% meno di win98-ME), e poi sono riuscito a piantare anche Ubuntu (prima Edgy e poi Feisty) un paio di volte… smanetto troppo e male, immagino…

C’è però una grossa differenza: mentre tutti sappiamo che possiamo fare a meno di andare da Mc Donald’s, e abbiamo un sacco di alternative (a seconda della capacità di spesa), molti meno tra noi – non tra noi lettori di pollycoke ovvio, ma in generale – molti meno sanno che possono fare a meno di Microsoft.

E’ come se in un mondo dove tutti mangiano da Mc Donald’s io andassi a proporre un piatto di pasta… sì, amico, te la devi “cucinare”, guarda, c’è anche già cucinata se preferisci… puoi metterci il sugo che vuoi… sì amico, te lo devi procurare il “sugo”… guarda è facile, basta dire apt-get questo-sugo…
Naturalmente parlerò anche dei vantaggi di non andare da M$-Mc Donald’s, il più grande dei quali è continuare ad avere scelta e quindi libertà come qualcuno ha già sottolineato…

In definitiva direi così: non odio M$, non odio Mc Donald’s, perché mi basta non andarci se non ne ho voglia, o andarci se voglio. Ma non per questo smetterò di dire che le cose negative sono negative, le faccia chi le faccia… e molti di voi ne hanno messe in evidenza tante combinate da M$
mi dico anche “strafogarsi un pacchetto di rustiche leggendo Pollycoke non è bene” ma non odio né pollycoke né le rustiche, ci mancherebbe!

M$ ha degli aspetti negativi. Linux ha degli aspetti negativi. Entrambi hanno anche aspetti positivi… io ragionando preferisco il bilancio negativo-positivo di Linux, quindi, dal mio punto di vista, M$ è peggio, non è <> in senso assoluto e non odio ma è <>.

l’ho fatta lunga eh? :-)

*ok, anche qui ci sono dei distinguo, ma ripeto è solo una metafora

19. Top Posts « Word of the day - Learning English online - 15/08/07 @ 8:58

[...] “perché odi M$?” Voglio pubblicare una riflessione¹ abbastanza interessante, ricevuta oggi da parte di Alioth. [image] Ok ok… […] [...]

20. Diego - 15/08/07 @ 9:41

“esistenza di infradito di gomma per gatti”…

figo… non ho un gatto, ma se ne avessi uno gli procurerei sicuramente degli infradito! XD

21. giovix - 15/08/07 @ 9:43

Felipe la tua è la risposta giusta, la verità è che tutti non fanno altro che difendersi dalla grande Ameba che, purtroppo, ha un’idea tutta sua della libertà del mercato, e cerca solo di fagocitare tutto e tutti………….quindi è logico che poi molti comincino a odiarla, non fa che minacciare continuamente il mondo open e la libertà di espressione degli altri, pensino a lavorare meglio e magari comincino a trovare qualche nuovo prodotto da lanciare perchè ormai il tempo di windows sta finendo ;)
il futuro sarà sempre di più dei sistemi operativi open, questa linea è ormai tracciata.

Ciao a tutti!!!

22. urturino - 15/08/07 @ 10:05

Odio la micro$oft perché impone le proprie regole (create solo per eliminare la concorrenza) dall’altro della sua fetta di mercato creata con la concorrenza sleale e copiando dagli altri.

E’ una sintesi molto spiccia, ma dovrebbe funzionare.
Potrei fare di meglio, ma cosi su 2 piedi non mi viene null’altro.

23. Egosonio - 15/08/07 @ 11:17

Se mi permettete di rielaborare qualcosa che ho letto non mi ricordo più dove-quando:
Odio microsofto perchè, mentre bush sulla sua scrivania ha solo il tasto per inviare tutte le sue bombe atomiche dove lui vuole, gates fra qualche anno potrebbe avere sulla sua scrivania il tasto per spegnere istantaneamente tutti i computer del mondo. O magari fargli fare cio che lui vuole.

24. luca - 15/08/07 @ 11:26

@seby

vero il discorso delle altre aziende che non rilasciano schemi e dettagli sulle centraline.. però quanti modelli di frigoriferi/automobili ci sono? Un modello è brutto? L’altro consuma troppo? L’altro non è più affidabile? Scegli. E così facendo chi perde fiducia da parte dell’acquirente si smuove e si migliora.
Quello che non va bene di ms è che la sua imposizione di unico os preinstallato su qualunque modello di computer la fa lucrare qualunque scelta tu faccia, persino se poi non utilizzi il suo os.
Tu quando fai un acquisto non stai attento che non contenga cose che non ti interessano, dal momento che le paghi comunque?
E per rientrare nel paragone è come un unico compressore per tutti i frigoriferi o motore per automobili: a molta gente comincia a non piacere il discorso della manutenzione continua o del consumo, e nonostante ci siano altre alternative devi comunque comprare la macchina, andare da un meccanico amico o tu stesso smontare il motore e mettere quello che preferisci. Quello originale? Pagato e ti rimane.

25. seby - 15/08/07 @ 11:53

@luca
il discorso che fai in larga parte è condivisibile, ti faccio solo un appunto:
Se M$ è in posizione dominante non è certo per imposizione di nessuno, è stato il mercato a decidere. Ricordo i tempi dell’ OS2 Warp di IBM e di BEOS, le alternative c’erano, proprio come oggi, ma le persone continuavano a scegliere windows, e i produttori HW si sono adeguati. IBM non ha saputo commercializzare al meglio OS2, anche se era molto più avanzato di windows ( era già a 32 bit ). M$ non impone scelte in questo senso, semmai sono i produttori HW che scelgono M$ come sistema unico , preinstallato e imprescindibile dall’ acquisto. Ovviamente la cosa conviene a M$, e vorrei vedere chi si tirerebbe la zappa sui piedi!, cosa dovrebbe fare? dire ai produttori: “NO, montate anche linux!”.
Sempre per rientrare nel paragone ;-), se vai da un’ autoricambi trovi tutti i singoli pezzi, o magari per una pipetta di candela devi comprare tutto il kit? Sai che per un pezzo di plastica che mi si è rotto nell’ alza vetri elettrico sono stato costretto a comprare tutto il pannello con una spesa di ben 100 € + 50 € di montaggio, perchè il pezzo singolo non lo vendevano?
Questo per dirti che quello che fa M$ lo fanno tutti, e ste cose sono sotto gli occhi di tutti, non capisco questo odio.
M$ non ha imposto il suo sistema, sono gli altri ( utenti compresi ) che l’ hanno adottato e continuano ad usarlo.

26. Detro - 15/08/07 @ 11:54

Odio M$ perche’ non mettono ne passione ne qualita’ ne “amore” nei loro prodotti.
Sanno di vendere per certo perche’ “monopolisti” e se ne fregano del resto.

Adoro l’Open Source e lo sostengo con forza, ma so anche che il Business ha anche bisogno di “segreti” per mangiare.
Vedi Google/Apple/Sun e via discorrendo.

Se M$ offrisse un servizio di qualita’, che non fosse disponibile nell’ambito OS (come, per esempio, accade sul mio ADORATO iBook), sarei ben felice di valutarne l’acquisto e l’utilizzo.

27. Bigshot - 15/08/07 @ 12:08

@seby: se compro una fiat non mi danno gli schemi, ma io me la posso sempre smonare pezzo per pezzo… e comunque essendo che IN INFORMATICA rispettare li libertà è un modello di sviluppo di successo allora permettimi di dirti che non mi piacciono le aziende che puntano all’opposto…

28. Bigshot - 15/08/07 @ 12:09

lol.. smonare… anche se solo chi capisce il veneto ituisce :D
sorry…
volevo dire.. smontare!

29. Antonio - 15/08/07 @ 12:11

Ho un solo,vero motivo! Il sitema operativo Linux funziona molto meglio di quello Microsoft!

30. seby - 15/08/07 @ 12:12

@franganghi:

ci sono molte più bestie ignoranti tra i fan dei MAIDEN che tra quelli di Tiziano Ferro, basta andare a vedere i due tipi di concerti per rendersene conto ( e te lo dice un ex-metallaro).
Poi mi da fastidio che si additino come ignoranti chi ha gusti diversi dai tuoi, faceva bene un tale a fare il discorso della pagliuzza e della trave….

“M$ ci ha pestati..derubati..”

ma chi ti ha imposto di usare windows? il dottore?

31. seby - 15/08/07 @ 12:15

@bigshot

non la puoi smontare la fiat, perchè ti decade la garanzia, se lo fai sei fuorilegge, proprio come sei fuorilegge se hackeri windows. Nessuno impone di usare windows, è una tua scelta, le alternative ci sono sempre state, ma ha fatto più comodo agli utenti installarsi windows e office pirata piuttosto che puntare su altri sistemi.
E’ stato il mercato a scegliere windows, non lo ha imposto nessuno, sarebbe ora di cominciare a prendersi le proprie responsabilità

32. dirty joker - 15/08/07 @ 12:27

Io odio m$ ma non è nulla di personale. Sono affari.

Lei mi vuole costringere a pagare per utilizzare il computer, e per farlo usa ogni mezzo sleale possibile.

Cripta i dati degli utenti usando formati proprietari come Word, XLS, …

E non ditemi che openoffice legge tutto che non è vero.

Impone standard assurdi.

La sua esistenza impedisce la diffusione del software commerciale per linux, costringendomi a pagare molto di piu per usare programmi specialistici.

Lo ripeto: non è una cosa personale. Lei vuole i miei soldi, e io cerco di non darglieli.

Però diventa troppo insistente e a me questo fa girare la minchia.

33. Thor - 15/08/07 @ 12:40

Non odio M$ , sarei un ipocrita se non dicessi che, proprio grazie ai problemi che ha congenitamente, mi da il pane per vivere.
Non dimentichiamoci poi che questo suo monopolio ha avuto il merito di diffondere i PC , si si dico i personal’s computers, non le workstations o i servers.
Sono arrabbiato perchè mi è stato imposto l’acquisto di una licenza vista businness all’ atto dell’acquisto del mio ultimo portatile? Si, lo sono, ma ho comunque la libertà di installarci sopra la mia distro preferita, e l’inteligenza per farlo. D’altra parte smanettare un pò con la riedizione di winzozMillenium accrescerà il mio Know-How , ed è una necessità per il mio lavoro.
Io, nel mio piccolo, faccio di tutto per diffondere tra i miei clienti il software open, e , non è un mistero, che ultimamente anche nel settore “personal” grazie alla nostra distro preferita stiamo assistendo ad una decisa crescita.
Incomincio ad odiare, però, i produttori di Hardware, soprattutto quelli che producono schede video.

Non posso odiare M$ , anche perchè a casa mia non ha mai fatto nessun monopolio….

34. luca - 15/08/07 @ 12:51

@seby

sì sono anch’io in gran parte d’accordo su ciò che hai detto. Però resta il fatto che nessun produttore hardware ha mai lasciato la possibilità di escludere il so dall’acquisto, nemmeno con clausole del tipo “non si offre supporto tecnico se l’os viene installato dall’utente”. Perché?
L’esempio dell’alzacristalli va bene in parte: se per esempio si criticasse la marea di software aggiuntivo preinstallato (che comunque si paga), mentre uno vorrebbe solo l’os pulito.
Il punto è che io voglio un altro fabbricante, perché dalla mia esperienza di utente con piccole conoscenze tecnice, ho scoperto che linux mi dà di più. Non è una guerra aperta per affondare ms, non mi interessa questo, non la odio. Però devo prima acquistare un os ms preinstallato e poi mettere quello che voglio io (che fortuna è gratis, altrimenti doppia spesa).
Nel tuo caso: è come dire che il pezzo singolo dell’alzacristalli c’è, non è la marca originale dell’acquisto ma c’è. Però..devi comprare tutto il kit originale che dopo tieni imballato in cantina perché è abbinato alla tua macchina e non puoi adattarlo a un’altra auto che per esempio ha lo stesso problema

35. 5mhz - 15/08/07 @ 12:59

“odio” è una parola troppo importante a mio avviso. per odiare ci vuole tanta forza e gran parte di essa si potrebbe invece usare per creare, inventare, divertirsi etc.etc.
io direi che tollero poco microsoft per tanti motivi che sono già stati detti e sui quali fiumi di inchiostro sono stati già consumati.
Il vero problema risiede nella forma mentis degli utonti medi di win: dopo che passi ore ore a convincerli della bontà di cambiare ed usare , ad esempio, firefox piuttosto che ie, qualche giorno dopo ti richiedono aiuto perchè hanno preso un virus.
E ti accorgi nel frattempo che:
-hanno continuato ad usare ie perchè erano abituati a quello e secondo loro era più comodo;
-hanno installato due antivirus contemporaneamente(cosa che hanno fatto ovviamente prima di richiede il tuo aiuto)
-sotto sotto erano arrabbiati con te perchè creevano che firefox avesse impallato il sistema.
E tutto questo per averli convinti SOLAMENTE a cambiare browser.Figurarsi sistema operativo…
scusate se sono stato troppo prolisso e forse un po’ fuori tema.
ciao
PS complimenti a felipe per le 5.000.000 di visite; ti ho scoperto da poco e già ti seguo tutti i giorni!!!!

36. franganghi - 15/08/07 @ 13:05

@ seby

Caro seby, invece di vivere di rabbia, apri gli occhi e leggi.

Ho dato delle “bestie ignoranti” ai governanti, non a chi ascolta Ferro.
Se poi vogliamo entrare nello specifico, parlando ESATTAMENTE DI SOFTWARE (libero o meno) e della conoscenza che se ne può avere, un pubblico dei maiden è 10 volte più skillato di una schiera di fan di Ferro… ma sarebbe un giudizio ridicolo ed una ipotesi non dimostrabile, quindi ho evitato di esprimerla.

Riguardo l’imposizione di usare Windows, evidentemente o non lavori (il che spiegherebbe anche perché hai il tempo di alzare i toni per le due cazzate che ho scritto) o sei un libero professionista, altrimenti ti renderesti conto che ormai l’uso e la conoscenza dei prodotti Microsoft nel mondo del lavoro è imprescindibile.

Gli unici campi che fanno eccezione sono quello della musica e quello della grafica: mi auguro che tu possa sviluppare la tua carriera in quella direzione altrimenti sarà inevitabile che un giorno il tuo capo giunga da te con la ferma intenzione di farti partecipare ad un corso per l’uso di un qualche prodotto sviluppato in VStudio.

Infine ti posso dire che un Metallato non mi avrebbe mai risposto con tanta acredine. Ma che t’ho fatto? O dovrei dire, che t’ha fatto Tiziano?

Ciao

37. seby - 15/08/07 @ 13:45

@franganghi
io lavoro da parecchio, sia con prodotti M$ che linux ( ma magari non avessi bisogno di lavorare!!!), sono ogni giorno dentro l’ informatica aziendale e anche casalinga ( ogni tanto arrotondo).
hai detto bene: “l’uso e la conoscenza dei prodotti Microsoft nel mondo del lavoro è imprescindibile” , e questa non è certo una colpa di M$, ma di tutte le persone che hanno adottato il suo sistema operativo.
Se in passato le aziende avessero puntato su altri prodotti, non ci sarebbe il monopolio che c’e adesso.
E’ colpa di M$ se tutti usano windows? e’ colpa di M$ se gli altri sistemi non hanno retto la concorrenza? credo di no, la gente ha scelto il sistema che più gli piaceva, e ovviamente M$ fa i suoi interessi e spinge per distruggere gli avversari, ma è normale, lo fanno tutti, anche il panettiere sotto casa.

Se io vendo un prodotto e tutti acquistano quello, perchè poi devo essere odiato? Se c’è un altro competitor che vuole entrare nel mercato fa la sua proposta, se il mercato l’ accetta avrà la sua fetta (come sta facendo adesso linux), se no c’è poco da prendersela.

** Non avevo capito a cosa ti riferissi riguardo le bestie ignoranti, se intendevi quello mi scuso. **

38. seby - 15/08/07 @ 13:49

@luca
ma in tutto questo m$ che c’entra? sono i produttori di hw che ti obbligano all’ acquisto della licenza. Vedi ora con DELL le cose stanno cambiando, ma è una scelta del produttore, mica di M$.

39. luca - 15/08/07 @ 14:22

@seby

riguardo al commento #36, i competitor sono sempre stati schiacciati in maniera scorretta. Vedi tuttora con la paura fatta dilagare per le licenze, dopo l’accordo con novell. È agire scorrettamente, è questo che non mi piace di ms, come se il tuo panettiere dice che tutti gli altri sono dei ladri invece di sfornare ogni giorno il pane più buono.
per il #37 è una scelta del produttore dopo accordi con ms: imponiamo la vendita incondizionata, e poi dividiamo. Quanti si filerebbero il win sull scaffale mentre acquistano un computer senza os? Non penso lo stesso numero di persone

40. Io amo Microsoft « www.ubuntista.it - 15/08/07 @ 15:05

[...] 15th, 2007 Lo spunto mi è venuto da un articolo di Pollycoke, che tratta di una riflessione di un suo lettore, Alioth. Molto in sintesi (spero di non omettere [...]

41. unaltroluca - 15/08/07 @ 15:15

Odio, non tollero, non mi sollazza Ms per il semplice motivo che ha tutte le possibilità di rendere i propri os “decenti”, senza grossi sforzi, ma, ahimè, NON ha alcuna VOGLIA di farlo..

Se sistemando due cretinate un utente riesce a non beccarsi virus, zozzerie varie e rendere win “mediamente” performante, viene da sè che ms non ha a cuore l’utenza.

Poi cmq linux è si fa pubblicità da solo, basta provarlo!

42. Letze Teil - 15/08/07 @ 15:46

Amo la libertà.
Amo imparare.
Amo studiare.
Amo scegliere.
Amo migliorare.
E’ per uesto che amo Linux.
Mi dà tutte queste possibilità.
Non odio Microsoft, non odio Windows. è un’alternativa. E, grazie a Microsoft, Linux è migliorato. Grazie MacOX, Linux è migliorato. Grazie a Linux, Windows e MacOx si (r)innovano. è biodiversità.
Non amo le politiche di Microsoft, non amo avere software craccati per poter lavorare.
Se mi chiedono “perchè odi M$ ?” Io rispondo “Baciami, stupido!”

43. silvano() - 15/08/07 @ 16:07

Oh, Intendiamoci, io sono contro la pirateria perché essa AVVANTAGGIA i software chiusi, lungi dal danneggiarne i produttori. Non sono certo un “santerellino”…

certo, certo, e quindi i ladri aiutano l’economia perché ti obbligano a ricomprare lo stereo in macchina quando te lo rubano.
Io mi chiedo se ogni tanto si pensa prima di scrivere.

Non vi piace Microsoft: potete smettere di utilizzare i suoi prodotti, e prendersela non con Microsoft che ha formati chiusi, ma con chi non sa usare l’esporta in rtf, pdf, html o quant’altro.

Sono gli utenti ad aver dato il monopolio a Microsoft, non se l’è preso da solo, e vorrei vedere quanta di questa gente che ora sputa contro 10 anni fa, quando le alternative esistevano, non usava Office copiato e Windows altrettanto copiato invece di usare la suite di Corel oppure StarOffice, all’epoca sempre chiuso ma costava un decimo.

Chi è colpa del suo male, pianga se stesso.

44. seby - 15/08/07 @ 16:25

@luca#38

non credo che i competitor siano stati schiacciati in maniera scorretta, a parte qualche piccola effrazione di m$ ( vedi multe antitrust), è il mercato che ha decretato il successo.
Perchè IBM ha lasciato morire OS2? perchè nessuno si è messo dietro BEOS? forse sono stati errori commerciali, forse a qualcuno le cose stavano bene anche così. Riguardo l’ accordo con novell, ovviamente gli accordi si fanno in due, se novell avesse fatto come redhat ( cioè mandarli a quel paese) il problema dei brevetti non ci sarebbe stato e il fronte linux sarebbe stato + forte, ma , ti ripeto, si accusa m$.. ma novell dov’era?

@silvano(): ti straquoto!

45. njkjta - 15/08/07 @ 16:34

Un lunghissimo ma interessante articolo (in inglese) scritto dall’autore per motivare l’odio nei confronti di Microsoft:
http://www.vanwensveen.nl/rants/microsoft/IhateMS.htmll
Devo ancora finire di leggerlo ma sembra uno spasso.

46. randolph - 15/08/07 @ 17:09

Per me Microsoft è come la trippa: non mi piace, perché non la digerisco.
Non la digerisco perché gioca sporco, fregandosene delle leggi, degli standard e, quel che è più importante, dei suoi utenti.
Se ne frega delle leggi, perché è stata condannata due volte in via definitiva per violazione di copyright (e adesso accusa GNU/Linux dello stesso reato, un pò come se Jack lo Squartatore ti denunciasse perché gli hai pestato l’alluce), e più volte multata per violazioni gravi delle regole del libero mercato dall’autorità antitrust europea e da quella americana.
Se ne frega degli standard modificando quelli già esistenti e imponendoli con la forza del suo monopolio, e creandone di nuovi ed assolutamente incompatibili con altri SO.
Se ne frega dei suoi utenti, costringendoli a comprare macchine sempre più potenti per eseguire SO sempre più mostruosamente pesanti, e sempre inspiegabilmente incompatibili con i precedenti (vedi il caso dei driver per Vista).

Microsoft ha anche dei meriti (anche la trippa, d’altronde!), primo tra tutti quello di aver diffuso universalmente l’informatica. E’ per questo che oggi è una multinazionale e praticamente monopolista nel settore dei SO desktop. Ma questo non la pone al di sopra della legge, né delle ferree regole del mercato: accetti di confrontarsi alla pari con i suoi concorrenti (come la stragrande maggioranza delle aziende fa ogni giorno) e non avrò più nulla contro di lei.

47. Trinità - 15/08/07 @ 17:55

@Seby

Il tuo ragionamento non fa una piega..tant’è vero che c’è un’altro esempio: Ubuntu
Questa distro inizia ad avere successo,e cosa succede? Che molta gente comincia col dargli addosso…
E’ sempre così…

Per quanto mi riguarda uso Gnu/Linux per tanti motivi,ma sicuramente non perchè odio Microsoft

48. Anonimo - 15/08/07 @ 18:29

“chi mi toglie libertà non merita nulla, sprattutto supporto o simpatia…”

@bigshot: Quindi odi la gpl3, se sei coerente

49. allanon - 15/08/07 @ 18:31

Io non odio microsoft, io dico che microsoft e’ un azienda a scopo di lucro e che deve cercare di lucrare sempre e comunque.

io odio quelle testine che pur dopo esser venute a conoscenza della verita’ e delle alternative e della filosofia alla base di queste alternative, continuano a scegliere di non cambiare, per inerzia.
Odio profondamente questa persone perche’ pur potendo, rimangono numero a favore di microfost e di conseguenza spingono altre aziende a produrre driver solo per microsoft.

Li odio perche’ sono dei perfetti idioti, che potrebbero tutti insieme cambiare il mondo semplicemente smettendo di essere sfruttati.
Nella maggior parte di essi loro sanno di essere sfruttati, e che il movimento gnu e’ migliore, ma all’atto pratico sono come le cozze, immobili e ancorati allo scoglio.
A loro modo vorrebbero essere furbi: io pirato, mica pago, io li frego…

50. unaltroluca - 15/08/07 @ 18:37

Sto ancora ringraziando MS e IBM per aver creato i pc compatibili…
“Da allora, l’hardware è diventato il servo del sistema operativo.” Con Kolivas
Forse starei usando ancora il mio fido Amiga :-)
Non si vive purtroppo di ricordi… rinnovati microsoft!

51. franganghi - 15/08/07 @ 19:41

@Seby

A posto così. Non sono d’accordo con te, nel senso che penso che Microsoft abbia adottato pratiche poco lecite, cosa che il panettiere sotto casa mia non fa. Rispetto però la tua posizione.

Il mio panettiere fa del buon pane, ma io mi servo a S. Giovanni – alla parallela di via Etruria – perché il pane è più buono e la pizza bianca è da sogno. Inoltre fanno ottimi dolci! Io vado li dalla mia zona (Piramide) perché i prodotti sono migliori, ma il panettiere di S. Giovanni non ha comprato tutti i panettieri di Piramide per fargli realizzare prodotti inutili o peggiori, non ha denunciato tutti quelli che usano l’olio d’oliva per condire la pizza. Semplicemente fa bene il suo mestiere ed a me basta.

Se fosse così anche per MS rispetterei l’azienda, il prodotto e chi la porta avanti, senza lamentarmi ma usando comunque un prodotto alternativo che reputo migliore e che ha come unici prerequisiti per l’autonomia quelli di non essere luser e di conoscere la lingua inglese.

Un saluto.
Joe

52. dirac3000 - 15/08/07 @ 20:10

Boh, gia’ che ci siamo dico la mia…
Io non odio la Microsoft. Anzi riconosco che ha fatto e continua a fare alcuni programmi molto bene. Posso non amare la tecnica di marketing, la scelta del software chiuso e proprietario, ma non e’ quello che mi da fastidio. Quello che invece non sopporto e’ l’imposizione del formato, del programma, dello standard, che porta alla dipendenza da una grossa azienda, insomma, il monopolio. Non posso dire “Windows e Office fanno schifo”, ma posso dire che mi rompe le scatole dover usare Outlook per collegarmi a un server Exchange, usare Word per vedere correttamente alcuni documenti, e dover avere Internet Explorer per sviluppare siti che siano visibili correttamente dalla maggioranza degli utenti.
Quindi non odio Microsoft, non sopporto il monopolio e faccio tutto il possibile per scegliere le alternative funzionanti, quando e’ possibile. Che sia Linux, Mac o qualunque altra cosa.

53. Antharas - 15/08/07 @ 20:32

Lo so che mi odierete adesso, ma io ho un’altra paura…. MAC. lo so, apple è bella microsoft è butta, Steve è buono bill è cattivo, ma le politiche delle società sono identiche solo che una viene vista come l’alternativa e invece è la stessa identica cosa, anzi peggio oltre al sistema operativo ti impone anche l’hardware!!! Forse sarò diventato paranoico, ma non mi fido!!!

54. Raideiin - 15/08/07 @ 21:18

È brutto odiare qualcuno o qualcosa ma con microsoft non è che ci sia molta scelta, soprattutto quando riesci a slegarti dai suoi vincoli e ti accorgi in quale meccanismo ti risucchia. Prima di tutto non ho niente contro microsoft, xp in quanto azienda o prodotto, ma ho molto da ridire sul modo in cui microsoft conduce i suoi affari, tentando di rendere gli utenti dipendenti dal suo ecosistema, mostrando in definitiva di non avere per nulla a cuore coloro che di fatto alla fine aprono il portafoglio. Microsoft ha costruito un impero costruito a puntino per “risucchiare” ogni nuovo utente di computer e renderlo dipendente. Questo avviene imponendo all’utente di comprare il proprio sistema operativo quando compra un nuovo computer, ostacolando l’uso di formati aperti, incoraggiando il DRM e il Trusted Computing, lavorando quindi con forti lobby dell’industria alle spalle degli utenti che vengono abilmente pasturizzati con software spesso scadente ma ormai necessario per il lavoro.
Quel che mi da più fastidio di Microsoft è la sua riluttanza a combattere “ad armi pari” con la concorrenza, concentrandosi dunque sulla creazione di buon software invece di muoversi sul versante politico e investire in politiche che sopprimono la libertà di scelta dei consumatori. Tutto qui. Oggi questo “nemico” è microsoft, e devo dire che Ballmer sta facendo davvero di tutto per farsi odiare, ma non è detto che si tratterà sempre della grande M. Domani un monopolista del genere potrebbe diventarlo Apple o Novell, non lo so… di fatto io non mi schiero contro microsoft ma contro chi si comporta come sta facendo lei. Quindi il giorno che Microsoft rivedrà le sue politiche sarò ben contento di smettere di sputare su quel che viene detto da Ballmer. Per il momento Microsoft è il nemico numero 1, sta a loro cercare di riscattare la loro immagine!

55. seby - 15/08/07 @ 22:55

@franganghi#50
Premetto che non difendo m$, non sono pagato da m$ e uso linux a casa e in ufficio.

rifletti un attimo su questo punto: chi da il potere ed il monopolio a m$? sono i giochi sporchi di ballmer, l’ attività “poco pulita” condotta, O SONO TUTTI GLI UTENTI CHE A CASA HANNO WINDOWS E OFFICE CRAKKATO?
E’ un pò come lametarsi che i politici sono ladri… ma chi li vota? i marziani o il popolo che poi si lamenta? e invece di lamentarsi perchè non si vota altra gente? .. sono 40 anni che in parlamento ci sono sempre le stesse facce!
Guarda il monopolio e l’ arroganza danno fastidio anche a me, ma mi da fastidio anche lo scaricare sempre sugli altri le proprie responsabilità. Siamo noi ad aver dato il potere a m$.
Tu pensi che il tuo panettiere di S. Giovanni se avesse la possibilità economica non comprerebbe tutte le panetterie di Catania e creerebbe una sua catena di distribuzione? Oppure da miliardario continuerebbe a fare il pane alle 3 di mattina nella sua “putia” ?
E’ la regola del mercato, e non ci vedo niente di scandaloso in questo, non è una colpa avere il monopolio e cercare di tenerlo magari con qualche sparata stupida…

@Raidelin @tutti

“Questo avviene imponendo all’utente di comprare il proprio sistema operativo quando compra un nuovo computer”

Ma perchè allora non ve la prendete con Hp, Acer, DELL, Fujitsu-siemens, IBM, Asus .. in quanto sono loro che impongono l’ acquisto di licenze windows su ogni PC. Che c’entra m$?

56. MarGNU - 15/08/07 @ 23:33

Ecco cosa rispondo io di solito a questa domanda:
“Q: Ho bisogno di odiare e combattere Microsoft?

A: No, non devi. Non che Microsoft non sia detestabile, ma esisteva una cultura hacker molto prima di Microsoft e ne esisterà ancora una molto dopo che Microsoft diventerà un ricordo.”
(Eric S.Raymond, How to become an hacker”)

ESR non è fra i miei preferiti, è abbastanza controverso per un puriStallman (talebano se vuoi) come me, ma l’affermazione è squisita..!

57. Xan - 16/08/07 @ 0:21

ogni giorno billi si sveglia la mattina e sa che deve programmare meglio della comunita open source

ogni giorno la comunita open si sveglia la mattina e sa che deve programmare meglio di billi

non importa se fai parte della comunita open o di una closed l’importante e fare una buona azione di marketing e/o corruzione…

58. Xan - 16/08/07 @ 0:23

se fossi nel medioevo odieresti il tuo signorotto che ti schiavizza, ti tice cose fare quando farlo, come farlo, si sbatte le tue figlie fino alla morte e poi passa a tua moglie e quando ha finito passa a te??

no probabilmente no…

59. MetalSho - 16/08/07 @ 2:00

Odio M$ e, secondo me, chiunque abbia studiato un minimo la storia dell’ informatica dovrebbe provare lo stesso sentimento.

Il suo impero è stato costruito sulle spalle della concorrenza grazie a un buon marketing e ad azioni illegali riuscendo quasi sempre a passarla liscia grazie ai suoi avvocati e ai suoi “amici di amici”.

Per causa sua molte aziende meritevoli sono scomparse e altre hanno rischiato il fallimento.

Non ha mai innovato, aspettando sempre di “prendere” l’idea degli altri, e quello che di buono ha fatto, l’ha sempre comprato da altre aziende trovandosi “la pappa pronta”.

Se vi date una ripassata alla storia degli OS vedrete che M$ ha trascinato l’informatica 10 anni indietro a quella che poteva essere.

Pensate possa bastare?

60. Alioth - 16/08/07 @ 3:05

causa ferragosto commento solo ora (e speriamo di aver conservato abbastanza lucidità per farlo :) )
Grazie felipe, troppo onore :)
Volevo aggiungere solo una cosa. Come qualcuno ha già fatto notare, non si può odiare un’azienda, dato che il suo obiettivo è il puro profitto e che per raggiungerlo può e deve utilizzare qualsiasi mezzo a sua disposizione. Credo però che la Micro$oft sia diversa. La M$ non cerca di incrementare gli acquirenti. Se la confrontiamo, per esempio, con i gestori di telefonia vediamo che, anche se applicano tariffe con costi nascosti, obbligano a comprare le schede con i cellulari e, in breve, non sono esempi di aziende che operano in modo corretto, cercano in ogni caso di guadagnare utenti offrendo un servizio in apparenza migliore. Al contrario, la M$ non cerca di far passare me da GNU\Linux a Windows ma anzi, con il suo comportamento mi allontana sempre di più. Questa è una anomalia anche nei casi di quasi totale monopolio.
Per concludere, vorrei precisare che la parola “odio” è uscita per la prima volta dalla bocca del mio interlocutore (causata probabilmente dalla reazione alla richiesta del mio contatto msn). Io probabilmente non l’avrei usata, perchè il mio rifiuto per il comportamento della M$ non è più ormai da tempo una risposta emotiva ma il frutto di una scelta razionale: la scelta di usare free software e formati aperti. Alla fin fine, neanch’io credo di odiare M$. Semplicemente ho capito come opera e la evito.

61. seby - 16/08/07 @ 7:41

@MetalSho#58
e con questo post chiudo, perchè mi pare di ripetere sempre la stessa cosa …

io non ho studiato la storia dell’ informatica, l’ ho provata sulla mia pelle dato che ho cominciato nel 1986 con un C64.
Mi elenchi quali sono state le azioni illegali e gli “amici degli amici” che le hanno permesso di distruggere le aziende meritevoli, e quali sarebbero le aziende meritevoli?

Sicuro che non sia stato il fisiologico andamento del mercato e della concorrenza a fare fuori le aziende da te citate?

“Se vi date una ripassata alla storia degli OS vedrete che M$ ha trascinato l’informatica 10 anni indietro a quella che poteva essere.”

bhoo.. sinceramente questo discorso non lo capisco. Come ho già ripetuto qualche post fa, ti prendo l’ esempio di OS2 warp:

Quando ancora c’era il windows 3.1, che era a 16 bit e si basava sul dos ( prima partiva il dos, poi scrivevi “win” e partiva il windows.. a mò di applicazione) IBM presentò oS2 Warp, che era un SO “autonomo”, non girava sotto dos ed era interamente a 32 bit. Dopo una prima ondata pubblicitaria IBM abbandonò il sistema .. per motivi a me sconosciuti. Ora mi chiedo:

E’ colpa di m$ se OS2 non ha sfondato o è colpa di chi non ha capito le potenzialità tecniche e ha snobbato quel sistema? o magari è colpa di IBM che non ha avuto una strategia di marketing all’ altezza?
Te lo ricordi BEOS? la sua morte è colpa di m$ ?

L’ informatica indietro di 10 anni l’ hanno portata gli utenti che non si scollavano da “campo minato” ….

62. antoniolatrippa - 16/08/07 @ 9:35

Ciao a tutti. Come informatico odio la microsoft perché, pur impegnandomi, non sono riuscito ad utilizzare in modo proficuo e piacevole i suoi “sistemi operativi” (e relativi software derivati),
tanto al lavoro quanto a casa.
Con Linux (ma in generale con unix) usare il computer diventa un’attività divertente e produttiva oltre che intellettualmente stimolante. Unix è nato con una filosofia di fondo, ha un approccio di utilizzo ben preciso. Windows no, perché deve anzitutto rispondere a regole e leggi di mercato. Questo è in estrema sintesi il mio punto di vista che, ripeto, è puramente informatico.

63. Fabrizio - 16/08/07 @ 9:44

Io non odio nessuno.
Semplicemente *scelgo* il software che ha il rapporto costi/benefici più vantaggioso.
Se a molta gente va bene la coppia Win+Office (che vuol dire un sacco si euri), ok; per quanto mi riguarda Ubuntu+Openoffice soddisfa tutte le mie esigenze, inoltre mi sono stufato di virus, *blue screen of death* e similari.
Microsoft fa la sua politica, se all’utente tale politica non va bene ha la grande opportunità di scegliere tra le alternative disponibili.
Trovo che al giorno d’oggi manca una cosa importantissima in tutti i settori: il caro e vecchio _buonsenso_
Ci sono tantissime altre cose da “odiare” e decisamente più importanti della Microsoft, per cui non facciamo i talebani e promuoviamo in maniera giusta e corretta il Free Software senza *sputtanare* gli altri, evidenziando agli utenti tutti i Pro e i Contro, saranno loro a decidere.
Buona Giornata a tutti!!

64. NickM - 16/08/07 @ 10:24

Perfettamente d’accordo con #62…

Non “odio”, scelgo: ed in questo momento Linux soddisfa meglio di Windows le mie necessità. Non mi sento di escludere, magari tra 10 anni, di ritornare ad un prodotto chiuso di Microsoft o di Google o chissa’… se lo riterrò migliore.

Però – nel mio caso – Linux oggi è meglio: il mio hardware non diventa obsoleto dopo sei mesi, non devo preoccuparmi di installare protezioni e barriere, non vengo “verificato” ogni due giorni (e l’ho comprato, ’sto XP !), e soprattutto MI DIVERTO. Ho, reale o illusoria che sia, la sensazione di avere più controllo sul mio computer.

Tanti anni fa , 1999 credo, ho iniziato a cercare alternative… StarOffice 5.2 chi se lo ricorda, con il desktop integrato? L’ho usato per la tesi, l’ho portato al lavoro (con scarsi risultati, in verità – era troppo lento sul nostro hw). Da lì è iniziata una “crescita” che mi ha condotto, in modo lento ma costante, ad abbandonare definitivamente Microsoft. Non era solo una ricerca del “gratuito”, ma del “migliore”. In questo non ho maturato odio verso Microsoft o altre aziende, semplicemente ho scelto…

Probabilmente, chi ha posto la domanda “perchè odi Microsoft?” ha interpretato come odio la delusione per la scarsa qualità dei loro prodotti, tanto più scarsa se rapportata alle risorse a loro disposizione…

Ciao a tutti

65. NickM - 16/08/07 @ 10:29

PS: senza contare la soddisfazione di mostrare ad amici e conoscenti, legati a Windows, che esiste la possibilità di scelta! Poi sta a loro decidere, ma intanto spero di risvegliare in loro la curiosità. Tutto nasce da lì…

66. Massimiliano Tessaris - 16/08/07 @ 10:29

Perchè odio la M$??? Semplice: Bill Gates è pieno di soldi, ed io no…. =0)))))

67. Massimiliano Tessaris - 16/08/07 @ 10:33

Scherzi a parte, trovo che la filosofia etica e scientifica della FSF, sia da ammirare. Se tutti gli scienziati della storia della scienza si fossero comportati come la M$, ora vivremmo quasi tutti in caverne, malnutriti e pieni di malattie. Una scoperta DEVE essere divulgata in tutte le sue parti! Non dico che non ci sia del buono nella M$, ma quello che c’è o è a pagamento o non è divulgato…
Viva Stallman!!!!!

68. prade - 16/08/07 @ 10:39

Ognuno ha il sistema operativo che si merita.

Se un inesperto fa questa domanda non è facile rispondere e probabilmente windows è la scelta migliore visto che sicuramente ritiene normale pagare un tecnico ogni 2 mesi per sistemare le sue porcherie. Con un pubblico così non c’è risposta che tenga, con un pubblico di tipo pollycoke invece oltre a quanto ampiamente detto direi che con windows ci si trova ad usare software mediocri spacciati per fichi e pagati troppo mentre nella nostra comunità ci sono software veramente fatti bene e gratuiti. Poi per chi può capire aggiungerei la libertà nell’uso del sistema che con windows non riesco in nessun modo ad eguagliare.
Quando parlo di libertà mi sento dire che non ha senso essere libero di *dover* scrivere “sudo aptitude update” ma visto che nella vita reale la libertà comporta responsabilità e che ognuno ha l’os che si merita io scrivo da linea di comando e altri si fanno guidare ciecamente da un sistema che non si sa cosa faccia e come.. Scelte di vita in un certo senso.

PS: una risposta possibile è far pagare la licenza di windows a questa gente invece di darglielo gratis e poi fargli pagare anche quando ci richiamano per eseguire spybot e altre porcherie anti porcherie.

69. GNAM - 16/08/07 @ 11:13

#66 Scherzi a parte, trovo che la filosofia etica e scientifica della FSF, sia da ammirare

Gia’, come la campagna BADVISTA.
http://badvista.fsf.org/

Non ho mai visto nulla di piu’ idiota.

E’ come in politica: quando non si riesce ad avere un programma convincente, si critica quello dell’ avversario.

70. Federico Tabbò - 16/08/07 @ 11:30

Beh, dopo soli 7 mesi e 2 giorni ho acceso windows (prima usavo linux) per installare iTunes e Safari. Non c’è che dire… 350000 nuovi virus, dopo solo 2 ore di utilizzo crash improvviso e reset del sistema (mai successo in Linux)…
W UNIX! W LINUX! W MACINTOSH (il kernel è Darwin, opensource, e dentro a Macintosh ci sono un sacco di programmi open source come cups, apache, e la cosa + importante è che si possono installare i programmi di Linux con il Terminale di Unix!)

71. bassgey - 16/08/07 @ 11:37

Io non odio Microsoft, semplicemente voglio poter scegliere e questo fino a qualche tempo fa non era possibile.

Microsoft ha fatto si che moltissime persone si interessassero all’informatica, quanti di noi hanno non hanno smanettato con il dos ?

Ora Microsoft sta un pò esagerando, sopratutto come si diceva qui con i finti standard aperti e tutto il resto.
Non sono un fanatico dell’open source, nel senso che non condivido alcuni aspetti della GPL v3 ma credo che il software open sia una manna e cerco di contribuirne più che posso.
Non credo nemmeno che Novell sia il cattivo, può essere discutibile finchè si vuole il loro modo di operare, di trattare i dipendenti etc etc ma dal punto di vista aziendale credo che sia una delle poche che dà un’alternativa aziendale tramite l’utilizzo di linux; dalla mia esperienza red hat purtroppo non ha una offerta completa e competitiva rispetto ai concorrenti.

Si a ben chiaro io uno linux più che posso anche per attività lavorative e sto riducendo sempre più la prensenza di winzozz (sopratutto ora con vista che ho provato e non mi piace per niente), ma finchè si parla dell’utente che usa il pc per hobby e magari non ha mai comprato una versione di windows originale è un discorso ma quando si parla di introdurre linux nelle aziende è un altro paio di maniche.

Questa diatriba di open source contro microsoft & co. è una buffonata, fa male a linux più che alle aziende e proprio in questo contesto la gpl v3 ha fatto una boiata inserendo clause specifiche “contro” altre aziende…che vuol dire ? cosa mi rappresenta sta cosa ? Do pienamente ragione a Linus Torvald sulle motivazioni per cui a lui non piace la gpl v3. L’estremo fanatismo (mi sembra che siamo arrivati a questo punto) non va mai bene.

Amo linux e ritengo che l’open source sia vincente ma rispetto il lavoro e le scelte degli “altri”.

72. aNoNiMo - 16/08/07 @ 12:15

@GNAM
mai sentito parlare della campagna “get the fact”? vedi che qualcosa di più idiota esiste? ihih

comunque non odio microsoft, ma penso che allo stato attuale è un enorme freno per lo sviluppo dell’intera informatica. non c’è libertà e questo compromette molto il mercato (e anche il mio futuro visto che devo lavorare in questo mercato)

73. Gionark - 16/08/07 @ 12:28

@Randolph: non mi paragonare Microsoft alla trippa!!! E’ troppo buona e chi non la mangia non sa cosa si perde! :)

74. MetalSho - 16/08/07 @ 12:55

@seby

La concorrenza sleale ti permette di mettere i bastoni fra le ruote agli avversari e spesso di vendere il tuo prodotto a prezzi più vantaggiosi tramite accordi più o meno leciti.

La massa è spesso attratta dai prezzi bassi e convoglia a chi glieli offre tutti i suoi soldi. Quindi sono andati all’azienda meno meritevole di tali introiti, che non ha neanche mai voluto impegnarsi per sfruttare questa sua “fortuna” per investire su qualcosa di buono per l’informatica.

Quando parlo di 10 anni di arretratezza per l’informatica, lo dico guardando anche a questo:

http://toastytech.com/guis/guitimeline.html

Sistemi operativi evoluti che non hanno trovato il giusto finanziamento a causa della concorrenza simil bancarella cinese della M$.

ti consiglio anche di leggerti questo articolo.

http://www.roughlydrafted.com/RD/RDM.Tech.Q2.07/2152AFA3-DE5C-4A92-BE17-672C7858E854.html

Qui poi c’è una sintesi di una piccola parte della storia che ha permesso alla M$ di diventare quello che è

http://www.italysoft.com/curios/bill-gates-2-it.html

Poi vorrei ricordarti che di porcate ne hanno fatte tante, come per esempio il caso Direct X -Open GL.

Esiste un libro che parla degli “amici di amici” di Bill ma purtroppo adesso non mi ricordo il nome… cmq quello che ti ho postato dovrebbe bastarti.

75. MarGNU - 16/08/07 @ 13:32

@GNAM e @tutti i buonisti che non odiano
Lascia perdere che MS di angherie e schifezze ne ha fatte tante, in ambito informatico ed economico. Mai sentito parlare di FUD e di Halloween documents? Qui non si tratta di odiare, si tratta di difendersi! Magari non li odio, ma mi stanno un bel po sulle balle.
Pensa a quello che dici, GNAM: parli di criticare l’avversario. Magari MS fosse un avversario, come dice Molok, ma è proprio un nemico perchè non vuole avversari vuole tutto lui, è un’isteria del potere, e chi si mette in mezzo viene comprato.
Ma ecco quando William Henry Gates III – si è firmato così nella famosa lettera agli hobbisti – a cominciato ad avere paura, incertezza dubbio: il Free Software, GNU ecc non si possono comprare perchè sono di tutti. Scacco matto!
@

76. Anonimo - 16/08/07 @ 13:58

Scusate, non so se sono io che vivo fuori dal mondo ma francamente quando leggo persone che consigliano a gente inesperta di passare a Linux perché con Windows ogni sei mesi bisogna riformattare non so se mettermi a ridere o a piangere.

Mettiamoci bene in testa che all’utente medio della filosofia open source e della libertà che essa comporta, non può fregar di meno … è un dato di fatto che la maggioranza delle persone usa il proprio PC per quello che è: un elettrodomestico.

E come tale, si aspettano che funzioni subito e nel modo più semplice possibile (per quanto questi due assunti assumano connotati abbastanza discutibili in ambito informatico).

Io, come penso tanti di voi, ho la passione per l’informatica e l’idea di avere un maggiore controllo sul mio computer è di grande conforto. Tuttavia, quando ad esempio salgo in auto la mattina, mi aspetto che questa si metta in moto e non mi lasci a piedi. Non me ne frega assolutamente niente di sapere come funziona un motore, e nel malaugurato caso che rimanessi in panne, di certo non stramaledirei la casa automobilistica perché di fatto oggi i motori sono blindati ed è impossibile metterci mano autonomamente senza un kit di diagnostica “proprietario” … quanti di voi si pongo il problema a riguardo?

Per la stragrande maggioranza delle persone è la stessa identica cosa per il computer e onestamente non mi sento di biasimare nessuno per questo. I cosiddetti niubbi magari mi danno la paga in altri 10 settori della vita semplicemente perché hanno deciso di dedicare il loro tempo ad altro piuttosto che armeggiare con compilazioni, script ed installazioni …

Io che credo di aver maturato una certa competenza in ambito informatico, quando sono passato a Linux ho passato più tempo a formattare, installare e disinstallare che a lavorare. Questo perché Linux è un’alternativa a Windows ed in quanto tale fa più o meno le stesse cose ma in maniera diversa … quindi occorre avere: pazienza, interesse, curiosità e voglia di studiare qualcosa di nuovo prima di passare a Linux (come a qualsiasi altro OS).

Altrimenti lo installi e dopo una settimana maledici in diverse lingue il coglione di turno che te lo ha tanto consigliato come la soluzione migliore (ma migliore per chi?) e rimetti su Windows.

Parlare di odio per un azienda commerciale mi sembra semplicemente ridicolo e il fatto di non saper riconoscere in ogni prodotto i punti i di forza ed i limiti mi sembra quanto di più superficiale ed immaturo che si possa fare.

Di estremisti e fanatici ce ne sono già abbastanza al mondo, credo.

77. Fabio - 16/08/07 @ 14:01

Io non odio nessuno, neppure il nano pelato, figurarsi un’azienda… E’ che per l’uso del pc che faccio io:
1) Win è caro: mi è toccato di pagarlo (sì, giù in cantina da qualche parte devo avere ancora la scatolina di WindowsXP Pro con cd e licenza originali), linux x ora no;
2) Win è terribilmente insicuro: mi sono rotto di dover aggiornare e/o fare scansioni periodiche e/o preoccuparmi di virus spyware dialer, ecc.ecc. ogni volta che navigo su internet o apro un’e-mail;
3) Win è complicato: visto che sono ormai abituato a non navigare nell’oro ma sono onesto non ho mai usato programmi craccati ma opensource o freeware anche su Win, e mi toccava di andarli a cercare su internet, scaricarli ed installarli, mentre con apt-get install vattelapesca fa tutto lui ed in men che non si dica mi ritrovo vattelapesca pronto all’uso, poi nell’uso normale qualunque programma va imparato ad usare, sia su Win che su linux;
4) ultimo ma non ultimo ’sto monopolio mi sta un po’ sulle balle: ma insomma, è possibile che nessuno sappia cosa fa esattamente il s.o. + venduto al mondo ma ci si debba fidare di quello che dice un’azienda? Cosa succederebbe se veramente su Win e quindi quasi su ogni pc al mondo ci fosse una backdoor “di default”? Visto che anche quasi tutte le aziende/enti/privati lo usano qualcuno potrebbe tranquillamente venire in possesso di nome cognome data di nascita residenza ubicazione in tempo reale stato di salute con eventuali patologie e terapie passate presenti numero di c/c (magari mi farebbero pure un obolo) gusti politici filosofici religiosi sessuali musicali stile di vita amici ecchecca**o altro di chiunque… troppo potere per uno stato, figuriamoci per un’azienda o una persona, si chiamasse pure Linus Torvalds o Richard Stalmann.

78. storm - 16/08/07 @ 14:51

Veramente quando ho letto il post avevo capito che la domanda “perchè odi la microsoft” fosse venuta all’interlocutore come viene a me quando leggo i vari messaggi dei linuxiani radicali che la maggior parte delle parole le “sprecano” appunto a denigrare MS invece che tessere le lodi di linux, e l’ispiratore dell’articolo me lo ha confermato (commento #69) (preciso anche che Alioth non mi sembra fare parte della fazione talebana dei sostenitori di linux…).
Con questo voglio dire che una domanda del genere viene a chi non ha un background culturale tale da poter capire come mai una persona che parla di software libero sia praticamente costretta a fare esempi relativi a microsoft in negativo.
Per quanto mi riguarda la penso esattamente come seby.
Infine volevo dire a franganghi che ha un modo di esporre le cose per cui ho avuto la stessa reazione iniziale di seby (oltre a quella di ignorare un commento di quel genere), mi è comunque piaciuto il paragone iron / tiziano ferro, anche se anche in questo caso ognuno ha i suoi gusti…
Ciao a tutti e complimenti ancora a Felipe per il suo blog.

79. Steno - 16/08/07 @ 15:06

@seby #60
“Quando ancora c’era il windows 3.1, che era a 16 bit e si basava sul dos ( prima partiva il dos, poi scrivevi “win” e partiva il windows.. a mò di applicazione) IBM presentò oS2 Warp, che era un SO “autonomo”, non girava sotto dos ed era interamente a 32 bit. Dopo una prima ondata pubblicitaria IBM abbandonò il sistema .. per motivi a me sconosciuti.”

Nessun motivo sconosciuto. Non ha “sfondato” e IBM è una società che deve portare profitti ai suoi azionisti.
Ho usato/installato OS/2 per anni, sia su desktop (in cui spesso si usavano applicazioni DOS e win 3.1 in emulazione) sia (specialmente) su server e il suo difetto (su desktop) era di essere inadeguato all’hardware dell’epoca. Lento. Voglio ricordare che OS/2 è nato nei laboratori di Microsoft e che quest’ultima poi ha capito che i tempi non erano maturi, molto meglio monetizzare con win 3.1 e poi con win 95 in attesa di piattaforme economiche adeguate. Appena questo è successo è apparso Windows NT 3.5 installato su hardware di fascia alta. IBM si è incaponita, ha proseguito autonomamente lo sviluppo di OS/2 e ha perso. Non ha capito il mercato.
Cmq OS/2 non era un prodotto migliore di WinNT (e successori) dal lato architettura, nato in un epoca in cui internet e le reti non erano la struttura portante dell’informatica oggi avrebbe probabilmente gli stessi difetti/problemi dei SO MS. Amen.

Per non essere totalmente OT dico anche la mia in topic: non odio microsoft, ma non sopporto che mi imponga dei formati proprietari sui file. Win NT (e successori che devono mantenre la compatibilità) non sono stati concepiti per la rete e per la sicurezza (virus e menate varie) ma per dare agli utenti quello che volevano, un prodotto facile da usare che però ha causato la nascita degli ingegneri del doppio click: gente che “tira su” una rete aziendale senza nemmeno sapere cosa sia il TCP/IP…

Ultima considerazione su Windows Vista: secondo me qui MS ha sbagliato approccio. Togliere Win XP di mezzo è stato uno sbaglio che ha fatto sorcere il naso a tutti, Vista tenta (…) di essere un sistema più sicuro (vedi ad esempio quella specie di “sudo” che usa per togliere giustamente “administrator” di mezzo), ma per mantenere il più possibile la compatibilità con XP e per non “innervosire” gli utenti ha finito per fallire lo scopo. Molto meglio un atto di coraggio con una linea di prodotti nuova (Vista), magari con qualche incompatibilità (o con applicazioni XP in emulazione come faceva OS/2 con quelle DOS o NT con la linea 9x) in attesa di nuovo software ad hoc per la nuova piattaforma, e lasciare XP proseguire per la sua strada per qualche anno ancora.

80. Anonimo - 16/08/07 @ 15:06

non capisco tutto questo accanimento contro il termine “odio”, va bene che generalmente è associabile a violenza e a comportamenti non civili, ma dire che non vi piace, non vi aggrada eccetera è pressochè la stessa cosa.. spesso in campo informatico tendo (e credo di non essere l’unico) ad umanizzare la tecnologia, forse per renderla meno noiosa…
mi viene da ridere leggendo:
..io non odio, ma mi fa schifo per questo, questo e quest’altro.. se vi fa sentire più maturi buon per voi.

81. Steno - 16/08/07 @ 15:07

Opss. scusate per il post abnorme …

82. Steno - 16/08/07 @ 15:26

Perchè usare o provare GNU/linux ? Io rispondo più o meno così.

Oltre che ad essere gratuito e aperto, Linux non deve far quadrare i bilanci, il suo sviluppo si muove in una direzione totalmente diversa da Windows che deve portare (giustamente) profitto ai suoi padroni. Quindi potremmo avere (o abbiamo) un SO fatto a regola d’arte secondo quanto logica detta per far funzionare un computer e non per secondi fini. L’unico fine è un sistema funzionante in armonia con le tecnologie disponibili. Stop.

83. blax - 16/08/07 @ 15:38

io odio M$ perchè fà una bordata di soldi:
non li fa perche se li merita ma per pure questioni commerciali (che ci obbligano de facto a comprare un computer+winzozz anche se nessuno ce lo ha chiesto), con questi $oldi poi comprano posizioni di vantaggio come la ECDL-(presumo io)–> tanti piccoli rimbambiti che sanno usare SOLO M$Office!!
non hanno creato un monopolio, hanno creato un ciclo produttivo, SFRUTTANDO L’IGNORANZA della gente in materia di informatica!!!

Visto che tutti oramai hanno a che fare col computer, e che molti sono autodidatti sin da tenera età, penso che nel ciclo di conoscenze sia piu propedeutico imparare un solo concetto di software opensource che 10 di closed.
poi uno sceglie, ma almeno ha degli strumenti in mano per scegliere

vedi 9.gasolino
“Mi ricorda quell’aforisma: “puoi indicare ad un uomo la via, ma non lo puoi condurre alla verità”. Sante parole…

M$ mette il paraocchi e porta per la sua strada e molta gente pensa che sia l’UNICA strada!!!!è lì il dramma!!!

84. GNAM - 16/08/07 @ 15:51

#80 M$ mette il paraocchi e porta per la sua strada e molta gente pensa che sia l’UNICA strada!!!!è lì il dramma!!!

Anche la FSF sostiene che il free software sia l’unica strada

85. Enzo Paradiso - 16/08/07 @ 16:39

“Perchè è la più grande e potente azienda del mondo
perchè è sleale e monopolista
è perchè io sono comunista!”

P.S.: Mi è uscita adesso, giuro :)

86. Anonimo - 16/08/07 @ 17:22

@74 Fabio

“Cosa succederebbe se veramente su Win e quindi quasi su ogni pc al mondo ci fosse una backdoor “di default”? ”

http://exploit.blogosfere.it/2007/07/salve-sono-dell-nsaprego-entri.html

In rete si trova anche un(o pseudo) test con dieci domande proposte da M$ per permettere ad un ipotetico “genitore” di capire se il proprio figlio ha il profilo di un h4c**r :
una domanda è : “Tuo figlio è ossessionato da linux ????? ”
un ‘ altra è : ” Tuo figlio gioca a Quake3 ????? ”

Cmq per tornare IT , non odio M$ ma non la amo come azienda : non credo abbia molto da insegnare in fatto di etica ; gioca sporco là dove può e non se ne fa problemi ; sembra addirittura prenderci gusto delle volte. Ovvio pensare che una simile politica non sia affatto osteggiata dai governi , che anzi ci guadagnano 2 volte : la prima in fatto di soldi elargiti alle “parti”, la seconda la lascio alle vs. riflessioni.

Ciò che invece mi da veramente fastidio non è tanto la pletora di pedissequi che cerca di ingraziarsela , ma tutta quella schiera di altrettanti pedissequi che cerca di usare le stesse tecniche per aggiudicarsi fette di business. In questo senso le campagne della FSF *contro* Vista non mi piacciono. Ancora meno quelle di Ubuntu ( infatti non la uso e non la voglio usare )

Sulla questione del monopolio, anche qui non darei *oggi* troppa importanza a questo status quo : tutti i monopoli sono destinati a cadere facendo un gran tonfo.

87. Anonimo - 16/08/07 @ 17:29

Riporto la massima di Hillel che uso’ RMS quando decise di intraprendere il progetto GNU.

Se non sono per me stesso, chi sarà per me?
E se sono solo per me stesso, che cosa sono?
E se non ora, quando?

88. Domenico - 16/08/07 @ 20:53

Ricordo che chiesi ad un gruppo di utenti Linux che difendevano a spada tratta la validità dei prodotti opensource una valida alternativa alla suite office.

Non volevo provocare, cercavo delle soluzioni, badate che era l’epoca della redhat 7.

Mi è stato risposto openoffice! al che replicai, scusate e access? che è quello che poi mi serve e la gestione delle macro?

Mi risposero beh c’è mysql, e le macro ci sono anche in open office…

Ora le cose sono cambiate, non c’è che dire, ora il passaggio è perfettamente fattibile, ma allora era impensabile.

Però in quell’occasione capii una cosa fondamentale, M$ ha fatto (e direi che ora se ne può parlare al passato) delle cose fondamentali ed è sciocco dimenticarle.

Office’97 rappresenta un punto di arrivo, compiuto di cosa dovrebbe avere un insieme di tool da ufficio e per ufficio (le versioni successive sono state peggiorative, se escludiamo Access), certo si può migliore l’usabilità, ma le funzionalità sono tutte lì.

IE4 è stato lo standard del web fino all’avvento di Mozilla e famiglia.

All’utente base non gliene può fregare di meno della filosofia (in generale e figuriamoci una articolata e specifica come GNU!), vuole che le cose funzionino e funzionino semplicemente.

Allora non si odia M$, come non si odia IE (per esempio), si preferiscono soluzioni, più efficienti, che prevedono tempi di risposta alle problematiche in minor tempo, che seguono visioni comunitarie di più ampio respiro (vedi IE e FF e w3c, che non è proprio una comunità).

Soluzioni scalabili che ti permettono in poco tempo (come singolo o come amministratore di rete) di impostare policy di sicurezza, di accedere in assistenza più agilmente, in una parola soluzioni realmente più efficaci ed efficienti!

ciao

89. unaltroluca - 16/08/07 @ 21:05

>>IE4 è stato lo standard del web fino all’avvento di Mozilla e famiglia.
Hai mai sentito parlare (o meglio usato) di Mosaic?? Progenitore di Netscape e quindi di Mozilla..
IE è uno standard solo per microsoft!

90. Domenico - 16/08/07 @ 21:41

@unaltroluca: Mosaic è preistoria :-)
All’epoca delle versioni 3 fu data carta bianca a tutti di sviluppare soluzioni, tag e quant’altro per il web, all’atto della scelta tra netscape e Ie4 (i più importanti) furono preferite le scelte operate da M$, vedi div vs layer

Da allora è stato invece il w3c (di cui tanto Netscape quanto M$ fanno parte) ha stabilire gli standard.

La ricezioni di questi da parte di M$ però stata è subordinata solo dalla perdita di mercato dovuto all’avvento di Mozilla prima e FF dopo.

Però tanto per essere chiari, nei draft dei css3 sembrano essere presenti i filtri alpha per ora prerogativa solo di IE.

91. unaltroluca - 16/08/07 @ 22:30

@Domenico
A naso mi è piaciuta la tua rettifica..anche se…quando penso alla preistoria dei browsers mi viene in mente Lynx, che tra l’altro ho usato di recente al posto di IE.. :-P

92. Domenico - 16/08/07 @ 23:13

@unaltroluca: Lynx bello! purtroppo (o forse no) Lynx non è preistoria, ma attualissimo… Legge stanca: i siti della PA devono essere accessibili anche con quello o altro browser testuale… ! altro che ajax, css e contenuti multimediali!

P.S.
“però stata è subordinata” è tardi ma iniziare a parlare come Maestro Yoda è troppo!

93. mak - 17/08/07 @ 8:20

secondo me la risposta giusta è, molto semplicemente, : “perché odio tutto quello che crea problemi”.

94. seby - 17/08/07 @ 9:11

@mak

“perché odio tutto quello che crea problemi”

La vita.

:-)

95. mak - 17/08/07 @ 9:19

@seby

d’accordo, ma un conto è se le cose ti capitano, un altro se te le vai a cercare.

96. GNAM - 17/08/07 @ 10:30

Comunque, attenzione a non confondere il free software con Linux.

La gente a volte si dimentica che installare Vista non significa rinunciare a OpenOffice, Firefox, Thunderbird, MySql etc…

Con Vista si ha semplicemente una libertà di scelta maggiore:
infatti puoi scegliere di usare software microsoft o software free.

97. arwenh - 17/08/07 @ 12:36

anche sul blog di ubuntista c’era questa discussione.

dire “odio MS”, “odio il monopolio”.. boh trovo tutto questo fonte di discussioni sterili. non capisco perche’ accanirsi contro MS, c’e’ sempre la possibilita’ di comprare un pc verginello e mettercisi su quello che si vuole. forse non si puo’ fare coi portatili, ma esiste sempre il formattone per chi non vuole nulla preinstallato. l’utente medio, il giovane che vuole vedersi i film e scaricare musica, l’impiegato di ufficio, la commessa… a loro cosa gliene frega si smanettare?? gli interessa avere uno strumento (il pc) funzionante, che gli permetta di fare quello che vogliono o quello (il lavoro) per il quale son pagati. fine, finche’ ci sara’ MS che fa SO a prova di stupido, semplici, dove tutto si fa con un clic, con GUI piu’ che curate, e con strumenti di sviluppo dedicati stra-facili da usare, non ci sara’ spazio per altri.
anche linux e l’open source hanno un mercato, mercato che rimarra’ loro, e non mi sembra che MS abbia fatto molto per invaderlo.

poi mi spiegate perche’ MS e’ il demonio ma Apple no??????????????????????????????

98. MarGNU - 17/08/07 @ 19:57

@GNAM
per la cronaca anche su un sistema GNU/linux puoi installare software proprietario come Nero, Doom3, alcuni codec ecc. ecc.
riguardo alla FSF ritiene che l’unica strada sia il libero mercato, vedi CyGNUs ecc ecc non è che siano degli anarcoidi anacronistici! (ragazzi ma state parlando con cognizione di causa??)

@arwenh
MS non è semplice, sembra tale, ma giusto oggi sono salito su un autobus con un monitor di informazioni recante la tristemente nota BSOD

@85. Domenico
IE4 sarebbe stato lo standard? sicuro?? Inoltre il WWW chi lo ha inventato? Hacker!

@distratti
per quelli che nei commenti hanno usato la parola hacker in vece di cracker, rileggetevi le differenze fra i termini

@82. Enzo Paradiso
Enzo grazie davvero ma che zzo c’entra? Non è una questione di comunismo, capitalismo, la cosa è su un altro livello. Perchè mettere bollini sui miei valori come MS fa sui miei computer???

@MarGNU
beviti meno caffè! ;)

99. Marcus - 18/08/07 @ 0:17

@arwehn
onestamente non trovo windows facile e aggiungo: nemmeno sicuro. Se fosse il contrario non ci sarebbero tecnici a sistemare i problemi software e non ci sarebbero nemmeno corsi di windows e/o office.
L’utente alle prime armi però pensa che windows sia il top solamente per la (non)cultura tecnologica che ci troviamo in italia.
Inoltre i software sviluppati ad hoc per le imprese o enti sono al 99% sviluppati per windows.
Nelle scuole (tranne alcuni casi nelle università) c’è windows.
Per i giochi(tante persone si avvicinano ai pc per i giochi), oltre alle console, c’è praticamente solo windows.

Questi fattori purtroppo obbligano l’utente a non mollare mai windows impedendo, di fatto, la possibilità di scelta.
Il non poter usufruire di alternative più o meno valide genera normalmente scontenti più o meno diffusi. Inoltre, anche per i sostenitori del pinguino mi pare mooolto diffusa la doppia intallazione GNU/linux – XP.
In definitiva windows ce lo portiamo dietro come una palla al piede. Non vuol dire che l’os faccia così schifo ma limita di molto le nostre scelte.

Apple inc. a differenza di ms vende pc in un mercato di non monopolio (6% del mercato totale). Di fatto non impone standard(i suoi programmi esportano sempre negli standard del mercato) e non ti impedisce di cambiare os nelle sue macchine. Spendi quello che spendi (ma se fai i confronti, nemmeno tanto in più), hai un design più ricercato, ma alla fine puoi farci quello che vuoi senza restrizioni.

100. Grunch - 18/08/07 @ 0:44

seby – 16 Agosto 2007 @ 7:41

@MetalSho#58
e con questo post chiudo, perchè mi pare di ripetere sempre la stessa cosa …

io non ho studiato la storia dell’ informatica, l’ ho provata sulla mia pelle dato che ho cominciato nel 1986 con un C64.
“Mi elenchi quali sono state le azioni illegali e gli “amici degli amici” che le hanno permesso di distruggere le aziende meritevoli, e quali sarebbero le aziende meritevoli?”
Quando tentavo di installare WordPerfect (per esenpio) su DOS 6.2 mi dava sempre il messaggio
“memoria insufficiente” – installando word 1.1 invece tutto funzionava a meraviglia.
Quando abbracciò il formato DBIII prima e IV rendendolo poi leggermente incompatibile rispetto allo standard, al punto che ancora oggi quando esporto i nominativi da Outlook in DBIV non riesco a leggerli con nessun programma, tipo Lotus Organizer tanto per capirci.
Su BEos M$ è stata costretta a pagare decine di milioni di dollari per concorrenza sleale ma lo ha fatto volentieri, orma BeOs non esiste più….
Potrei proseguire con numerosi altri esempi a cominciare da Borland Office 1.0 che si stava ritagliando un suo spazio o a Netware di Novell che era un vera bomba di velocità su Pentium I e 16MB di Ram.
…………………………

“Te lo ricordi BEOS? la sua morte è colpa di m$ ?”
Si, è stata processata e condannata per questo.

@Domenico – 16 Agosto 2007 @ 20:53

“Office’97 rappresenta un punto di arrivo, compiuto di cosa dovrebbe avere un insieme di tool da ufficio e per ufficio (le versioni successive sono state peggiorative, se escludiamo Access), certo si può migliore l’usabilità, ma le funzionalità sono tutte lì.”
Scusa ma erano presenti da prima sulla Lotus SmartSuite.
Immagina che WordPro permetteva di condividere un file in un gruppo si lavoro già nel 1995
Wordperfect poteva, negli stessi anni, spedire un file per posta elettronica.
Cose che oggi tentano di propinarci come invenzioni M$.

Grunch

101. seby - 18/08/07 @ 8:45

@Grunch

** Quando tentavo di installare WordPerfect (per esenpio) su DOS 6.2 mi dava sempre il messaggio
“memoria insufficiente” – installando word 1.1 invece tutto funzionava a meraviglia. **

Con questo che vuoi dire? che m$ con la sfera di cristallo lo faceva andare in out-of-memory o che forse wordperfect aveva qualche problema? Se un prog. va male è colpa del sistema operativo che lo “sabota” ?

** Quando abbracciò il formato DBIII prima e IV rendendolo poi leggermente incompatibile rispetto allo standard, al punto che ancora oggi quando esporto i nominativi da Outlook in DBIV non riesco a leggerli con nessun programma, tipo Lotus Organizer tanto per capirci. **

Si dovrebbe verificare se il file DBIV esportato è conforme allo standard, o se il problema è nell ‘importazione, sinceramente non ti so dire, ma mi sembra strano che dichiarino in formato DBIV un file che non lo è

** Su BEos M$ è stata costretta a pagare decine di milioni di dollari per concorrenza sleale ma lo ha fatto volentieri, orma BeOs non esiste più…. **

Concorrenza sleale riguardo a cosa? per la storia di explorer? hai qualche link? io non ho trovato niente
Quello che so io è che beos è morto per carenza di sviluppatori, carenza di utenti e carenza di fondi.

Borland è un esempio di azienda che ha resistito al gigante grazie alla qualità dei suoi prodotti, prima turboC e turboPascal erano i compilatori incontrastati, poi con l’ avvento di visualstudio le cose sono cambiate, ma borland sopravvive perchè la qualità dei suoi prodotti è indiscussa, e per fortuna c’è ancora qualcuno che non si fa infinocchiare dalla massa.

Ciao.

102. Odio, rancore, felicità « i caviglieri di pony a pecora - 18/08/07 @ 8:59

[...] e proprio dagli spunti di vari blog vorrei esprimere la mia sull’argomento lanciato da pollycoke (tramite lettore) e successivamente rimbalzato su [...]

103. GNAM - 18/08/07 @ 9:20

@MarGNU
Ma dai, esiste il software proprietario su Linux? Che scoperta, e chissa’ come mai
avevo scritto “microsoft” e non “proprietario”, guarda caso.

Inutile agitarsi, con Windows la libertà di scelta è maggiore, poichè
a) maggiore è la quantità di software proprietario
b) molto maggiore è la quantità di software proprietario targato Microsoft
c) tutti i principali software free ci sono anche per Windows.

Ed è proprio il punto c) l’errore CLAMOROSO che il free software ha compiuto:
quello di supportare Windows. Che senso ha la campagna “boicottiamo vista”,
se i principali free software lo supportano?
La campagna “boicottiamo vista” doveva essere indirizzata
AI PROGRAMMATORI DI SOFTWARE FREE, e non all’utente finale.

Mi sembra tutto questo OVVIO.

104. MarGNU - 18/08/07 @ 16:51

@GNAM
Dal momento che scrivi “software libero o software microsoft” perdonami se ingenuamente immagino che la tua sia una sineddoche.
Andando avanti e rispondendoti:
a)che significa che la quantità di SW è maggiore? Quello che interessa è che minore è il numero di persone che possono permettersi un ‘bene intellettuale’. Tralasciando che IMHO la ”proprietà intellettuale” è una cosa un po ’strana’, diciamo, non avendo il codice sorgente non lo si può adattare se uno ha un computer senza MS. (vedi problema dei driver)
b)quantità non è qualità!
c)questo mostra che il free software non ha nulla contro al fatto che MS esista, ma contro al modo in cui agisce, il trusted computing (www.no1984.org) ecc (tra l’altro la campagna è per Vista, non per Microsoft in generale e credo si riferisca in partiucolare proprio alle questioni del Digital Right Manegement ecc)

Infine GNAM, se proprio vogliamo parlare di quantità, è maggiore quella di sw libero che quella di sw proprietario

PS-per curiosità, tu che sitema operativo usi? e perchè?

105. GNAM - 18/08/07 @ 19:31

@MarGNU
La risposta a) non nega il punto a); la risposta b) non nega il punto b); la risposta c) concorda col punto c)

Secondo me sei d’accordo su tutto, d’altronde sono cose abbastanza ovvie, posso capire la difficoltà di ammetterlo.

Non credo serva aggiungere altro, neanche che uso OPENSUSE, la migliore distribuzione linux.
.

106. MarGNU - 18/08/07 @ 19:58

@GNAM
Senti, dal fatto che non capisci le mie risposte e dal s.o. che usi mi sembra di carpire che non ”acchiappi” il discorso etico che ti propongo.
Comunque siamo di idee diverse gnam, non è un problema, solo gentilmente non esibire le tue idee come ovvie, e non inerpicarti su psicologia inversa su ciò che mi riesce difficile ammettere. Non è il caso di battibeccarci, solo io non nego a) b) e c), nego la premessa di questi punti ovvero che la libertà di scelta in windows è maggiore. Infatti se consideri l’insieme A (sw proprietario) che contine l’insieme B (sw microsoft) e l’insieme C (sw libero) che contiene l’insieme D(sw libero compatibile ms), è vero che A+B+Dquella del Free Sw è un’etica, non un programma!
2)”Anche la FSF sostiene che il free software sia l’unica strada”>non sono d’accordo, loro propongono, non impongono, loro…
3)tutti i principali software free ci sono anche per Windows>non è vero ma anche se fosse sarebbe solo riprova della loro diciamo ”democraticità”

107. Anonimo - 19/08/07 @ 12:20

tr

108. Anonimo - 19/08/07 @ 12:37

x MarGNU

Il problema della quantità/qualità del software proprietario o no e soprattutto in ambito microsoft è questa:

perchè qualcuno dovrebbe sviluppare software?

ci sono 2 possibili risposte a questo quesito.

A) per suo buon cuore e/o perchè l’effettiva richiesta di quel software è soprattutto utile a se stesso.
B) per poterlo rivendere e così guadagnarci.

è ovvio che molte case produttrici allora creino software a pagamento, poichè hanno dipendenti, stipendi, ci devono guadagnare, ecc… insomma fare business

detto questo è normale che la scelta di software free e/o open sia minore
ed è anche logico che spesso(non sempre) la qualità del cosiddetto software “chiuso” sia migliore prendi ad esempio vmware xen da un lato e qemu dall’altro, questo perchè in un libero mercato è c’è chi punta al prezzo (gratis per qemu) chi alla qualià (vmware, xen), di solito a prevalere è chi ha il miglior rapporto qualità/prezzo.

Questo non significa che creare software free ed open sia sbagliato(anzi), ma io credo che la strada anche per linux sia quella del software a pagamento, vedi SUSE e OpenSUSE, ho detto a pagamento non con sorgenti chiusi, secondo me anche quelli andrebbero venduti insieme al programma, per poterlo analizzare e capire, ciò incoraggerebbe la comunità a proporre miglioramenti alla casa produttrice dello stesso, che contemporaneamente modellerebbe il software sulla richiesta del mercato

109. Trinket - 19/08/07 @ 13:13

Ho letto tutti i commenti fino a qui e pur trovandomi parzialmente d’accordo con la maggior parte delle questioni sollevate, nessuno IMHO ha centrato il problema posto da Alloth, nemmeno Felipe.
Come spesso succede in questi casi, con persone lontane dal “problema”, spesso un paragone, un luogo comune o una frase fatta è efficace per centrare il problema.
Io risponderei che sostanzialmente odio M$ perché non vende assolutamente nulla, né prodotti (a parte qualche pezzo di hardware) né tecnologia, ma ti concede di usare a pagamento (licenza) un prodotto software, per la quale non ti da nessuna garanzia di funzionamento e comunque se anche facesse al caso tuo e funzionasse, può decidere in qualsiasi momento quando deve smettere di funzionare e come deve essere sostituita da qualcos’altro, decide arbitrariamente con cosa e come funzionerà ed ha atteggiamenti ostili nei confronti di chi non è “in sintonia” con loro.
L’esempio calzante è proprio quello del settore automobilistico, non considerate in questo caso i singoli pezzi dell’automobile, ma vedetela nel suo insieme… l’automobile viene venduta e garantita per determinati standard d’uso e di sicurezza, è vostra ed in teoria ci potete fare ciò che vi pare, o meglio ci potete andare, rispettando la legge, dove vi pare, mettendo il carburante dove vi pare ed usando le gomme che vi pare ecc. ecc. (non entriamo in altri dettagli o si devia da concetto… anche le case automobilistiche hanno le sue pecche ed alcune le odio…) Microsoft non venderebbe Auto, ma ve le concederebbe in uso, a prezzo abbastanza alto, obbligandovi ad andare dove dice lei, quando dice lei e con il carburante che loro impongono, con pneumatici che loro impongono e che solo loro possono usare, un bel giorno vi dicono che la macchina va sostituita (a pagamento) ed alle vostre rimostranze sul fatto che si vabbé, ogni tanto rimango a piedi, ma a me andava bene così… loro vi risponderanno che comunque l’auto DEVE essere sostituita e nel periodo che sta in mezzo, vi capiteranno tanti di quei guai che vi convincerete a sostituirla… forse per la fretta avrò scritto non proprio bene, ma il concetto dovrebbe essere chiaro no? :)

110. Alessandro - 19/08/07 @ 15:23

micro$oft deve solo ringraziare la apple che ha inventato il pc come lo conosciamo ora: mouse ed icone. Quest’ultima che, se pur è un sistema chiuso a differenza di linux, almeno sforna prodotti originali e soprattuto FUNZIONALI. Winzozz non è assolutamente il sistema più funzionale. e’ solo più conosciuto. Spero tanto che aarrivi l’era che se compro un pc dentro non ci sia nessun sistema operativo e, come la apple, se micro$oft vorrà tanto vendere il suo winzozz faccia anche essa i pc.

saluti

111. Alioth - 19/08/07 @ 22:04

@Alessandro, 107
Apple non ha inventato mouse e icone. Ringrazia la Xerox per averli inventati, la Apple per averli comprati (se ricordo bene) e la Microsoft per averli copiati :)

112. ughetto ghetto etto - 19/08/07 @ 23:54

“perchè odi M$”??
non la odio..
odio solo le persone che dicono che linux fa cagare e che non puo competere con win senza neanche sapere di cosa stiano parlando…aka..95% di italiani…i rimenenti…..hanno postato in questo blog (me compreso)..lol

113. ibart - 20/08/07 @ 1:39

io “odio” la m$ per quello che rappresenta, per quello che ha fatto alla apple, perché odio gli oligopoli.

114. sito - 20/08/07 @ 19:01

Io odio Microsoft perchè:
1-Non è in grado di fare un sistema operativo che ti dia la sicurezza di poter usare internet senza la paura di prendere qualche schifezza e dunque ti obbliga ainstallare programmi e programmini che ti proteggono da questo quello e quell’altro.
2-Spesso ti costringe a fare scelte forzate senza addurre alcuna spiegazione sul perchè.
3-Mi ero stufato di cercare periodicamente un nuovo crack valido per poter fare gli update.
E voglio dire che io windows l’avevo originale solo che quando il pc mi è arrivato a casa l’ho acceso e per qualche strana ragione mi si chiedeva il codice che una volta inserito non risultava + valido dunque niente da fare.

115. TinyFox - 21/08/07 @ 1:38

Ma perché ci sono così tante persone che odiano l’azienda che produce il software che mi mostra sempre spassosi messaggi di errore?? Non potrei vivere senza! :D

linux è pratico, leggero, non richiede hardware di ultima generazione per girare, ha un supporto hardware vastissimo, è compilato per moltissime architetture, è tradotto in moltissime lingue, è libero e gratis…

(non vorrei pensare ai sorgenti di windows… mi viene la pelle d’oca…)

116. Savvatore - 21/08/07 @ 15:24

vorrei aggiungere la mia anche io come voi sono utente linux e da molto molto tempo
ho visto evolvere linux in modo esponenziale fino ad arrivare a distribuzioni user friendly.
io lavoro per una grande azienda di telecomunicazioni di cui non faccio il nome per non fare pubblicità, e microsoft è un modello di azienda veramente impeccabile dal punto di vista imprenditoriale anche se non “corretta” se mi chiedono perchè odio microsoft io ti rispondo non lo odio, ma semplicemente non ne condivido le scelte . un po come se mi chiedono se sei di destra o sinistra il rispetto va dato a tutti come la libertà di espressione e di parola. se MS ha avuto il monopolio
non è solo colpa sua. in un rapporto in questo caso azienda-utente la colpa non è mai al 100% di nessuno. tanto per rendere l’ idea linux è un ottima soluzione software ma siamo sicuri che sia in grado di soppiantare Winzozz? magari per quello che la maggior parte di noi frequentatori di blog su linux e affini la risposta è si. ma se il padre deve comprare il pc al figlio perchè vuole giocare a fifa 2007 è lo stesso? e per chi è costretto per lavoro ad utilizzare software come macromedia studio o i vari prodotti siebel come si fa? la realtà è che le distribuzioni sono troppe e nessuna si concentra su uno sviluppo di altissimo livello tanto da contringere case produttrici di software e hardware a creare supporto vero prendendone una la ati
linux potrà competere con winzozz quando comincerà a ragionare come apple perchè l’ informatica deve essere per tutti e non per quelli che come la maggior parte dei scriventi conosce il comando sudo apt-get install.
tolto lo sfogo forza linux che non manco mai di ripetere pure quando dormo

117. Chicco - 22/08/07 @ 9:16

Caspita quanti post…. è difficile avere la dovuta pazienza per apprezzarli tutti, ed è un peccato! Ma, dopo un bel po’ che leggo il blog, l’argomento mi stuzzica per dire la mia, ed è quindi giunto il mio primo commento. Non sono un utente chissà che esperto di Linux, l’ho installato solo da un paio di mesi (Kubuntu) al posto di XP e l’ho fatto per un motivo semplicissimo:

Lo ritengo un ottimo software, alla pari di Xp per i tipi di applicativi che uso, ed è GRATUITO! E’ un problema che non si pongono in molti, visto che la frase ricorrente è “te lo procuro io un xp gratuito”, ma io uso Kubuntu e non rubo nulla!

Questo per me spiega perché preferire Linux!

Poi non odio Microsoft… ho un certo rigetto per Windows, tutto qui! E trovo profondamente ingiuste alcune mosse commerciali (in primis mi fa vomitare la “Patente Europea dell’Informatica”)! Ma la cosa che mi fa più rabbia non è il comportamento di M$, che come tutte le aziende vuole fare soldi, ma le istituzioni che la appoggiano in queste manovre, diffondendo una “cultura M$” al posto di una “cultura informatica”. Avete mai provato a spiegare cos’è un foglio di calcolo elettronico a qualcuno? Quante volte avete dovuto usare la parola Excel? Questo spiega perché chiunque abbia un po’ di cultura informatica trovi avvilente la situazione e si dia da fare per promuovere un po’ di apertura… non di codice ma mentale! Cosa che M$ non ha nessun interesse a fare e che trovo scandaloso non sia preso in considerazione dalle istituzioni!

Poi per i discorsi tecnici non entro nel merito… dipende da cosa uno pretende dal pc e da come lo usa! Per un utente medio non ci saranno mai tutte ste differenze, a parte il fatto che dovrà fare un minimo di sforzo in più per trovare il nome del programma che gli serve e per far girare il gioco che tanto gli piace.

118. Blax - 22/08/07 @ 12:56

Blax n°80 @ Gnam n°81

mmmmmmmmmmmmmm…… ma ti sembra???a me sembra che la FSF se e dico SE impone degli standard, dà in mano a tutti il sistema per leggere e/o modificare tale standard file

Peccato che M$ si tenga ben stretto il suo monopolio grazie alla chiusura degli standard…..strano!!!
pongo ad esempio i .doc di M$: sono diventanti lo standard mondiale, pregevole forse, leggibile da tutti…no….vedi open office che ci riesce ma quanto bene??? se due persone con M$ e Linux devono lavorare insieme allo stesso proggetto non se ne va fuori!! se usassero lo standard opendocument si , con diverse piattaforme e/o Software…..non mi sembrano imposizioni queste!!!!
Dopo per me non cambia un cazzo che uno usi linux perche gratis e va o un altro usi Wizozz xke vuole giocare a UT….chissene!! sono scelte del mondo libero e del libero mercato -_-

@Savvatore 113

giusto…..infatti mi sembra che ubuntu stia raccogliendo i favori del pubblico proprio grazie a questa filosofia……..e concordo pure con l’ultima riga…..i tempi sono maturi e M$ ha messo il piede in fallo con sVista (ma avete visto che con tutte le strafigherie pesa 900 mb sulla ram?!!?!?!ma è mai possibile?!?!? mah….)

119. Anonimo - 22/08/07 @ 21:17

io odio la Microsoft perché il primo giorno in cui ho provato ad organizzarmi per gestire un computer (ai tempi di windows98), ho scoperto in dieci minuti come rubare la password utente.

ero completamente nubbio e non era il 1918.
se hanno fatto questo lo hanno fatto apposta.
se lo hanno fatto apposta li odierò per sempre.

perché fanno i soldi facendo male le cose.

120. marco c - 22/08/07 @ 21:19

io odio la Microsoft perché il primo giorno in cui ho provato ad organizzarmi per gestire un computer (ai tempi di windows98), ho scoperto in dieci minuti come rubare la password utente.

ero completamente nubbio e non era il 1918.
se hanno fatto questo lo hanno fatto apposta.
se lo hanno fatto apposta li odierò per sempre.

perché fanno i soldi facendo male le cose.

121. Grunch - 22/08/07 @ 21:34

@seby

Scusa il ritardo con il quale ti rispondo.

“Con questo che vuoi dire? che m$ con la sfera di cristallo lo faceva andare in out-of-memory o che forse wordperfect aveva qualche problema? Se un prog. va male è colpa del sistema operativo che lo “sabota” ?
Cosa facesse non lo so so solamente che WordPerfect girava a meraviglia sotto DR Dos e che non si riusciva ad installarlo sotto Ms Dos

“Si dovrebbe verificare se il file DBIV esportato è conforme allo standard, o se il problema è nell ‘importazione, sinceramente non ti so dire, ma mi sembra strano che dichiarino in formato DBIV un file che non lo è”
Se non lo sai e’ una caratteristica di M$ quella di rendere leggermente incompatibili i formati standard.
Se vuoi esportare un file di testo con la certezza di leggerlo ovunque puoi usare solamente il formato TXT, già con il RTF possono sorgere dei problemi.

“Concorrenza sleale riguardo a cosa? per la storia di explorer? hai qualche link? io non ho trovato niente
Quello che so io è che beos è morto per carenza di sviluppatori, carenza di utenti e carenza di fondi.”
La cifra pagata da M$ e’ intorno ai 23 milioni di dollari.
Per conoscere la storia completa puoi leggere un interessante articolo al seguente collegamento;
[b]http://www.iltuosistema.it/articolo1.html[/b]

“Borland è un esempio di azienda che ha resistito al gigante grazie alla qualità dei suoi prodotti, prima turboC e turboPascal erano i compilatori incontrastati, poi con l’ avvento di visualstudio le cose sono cambiate, ma borland sopravvive perchè la qualità dei suoi prodotti è indiscussa, e per fortuna c’è ancora qualcuno che non si fa infinocchiare dalla massa.”
Strano, mi ricordo il suo BorlandOffice 1.0 che funzionava da dio, ancora ce l’ho installato su un vecchio computer con Win98SE.
Aveva una agenda che, anni prima, faceva le cose che la KillerApplicatio Outlook avrebbe fatto anni dopo.
Il programma è misteriosamente scomparso nella release successiva e poi con il passaggio a Corel non se ne è più parlato.

Credimi, non parlo per partito preso ma per aver conosciuto e provato, sulla mia pelle, certi sistemi di boicottaggio.

Grunch

Ciao.

122. felipe - 23/08/07 @ 14:19

@tutti:
Beh vedo che le nostre idee sono tutte più o meno condivise… sarebbe bello se si capisse finalmente che da parte nostra non c’è il talebanismo e l’odio che invece viene ripetutamente riversato contro di noi da Microsoft.

Spesso le nostre risposte alle affermazioni fuori luogo di Microsoft (”Linux è un cancro”, “Linux è Comunismo” cit) sono state a tono, invece adesso stiamo capendo che l’unica via è la consapevolezza. Sappiamo di poter fare meglio, e lo facciamo.

Vorrei ringraziare tutti per aver tenuto un atteggiamento civilissimo, nonostante come al solito, io non abbia applicato alcun tipo di moderazione :)

123. Fausto - 23/08/07 @ 17:24

ciao a tutti,
Non é bello fomentare guerre di religione, la parola *odio* dovrebbe essere bandita da tutti i dizionari, io uso Linux semplicemente perché lo reputo migliore , e nella fase di ‘conversione’ credo che bisognerebbe esaltare i vantaggi di Linux piuttosto che parlarne come un S.O. alternativo… non é alternativo a niente, é semplicemente un prodotto migliore.

124. max - 23/08/07 @ 20:31

eccone uno.. di motivo:

http://oceanidigitali.it/drupal/microsoft_sw_cop

125. Anonimo - 24/08/07 @ 18:46

Il punto di partenza e’: tu vieni da me perche ti fidi e io ti prendo per il collo proprio perche’ ti fidi….perche’ non dovrei farlo visto che tu sei contento cosi’????
quanti continuano a fare cosi’ anche con la musica?
Ogniuno per i sistemi operativi e la musica ha la sua fiducia….se la tenga !
simpatizzante Linux

126. Niente più “fatti” da Microsoft, si cambia gioco « pollycoke :) - 25/08/07 @ 14:14

[...] e altre Sciccherie, Politica, Microsoft. trackback Di recente rispondevamo alla domanda “perché odi M$?“… e beh, abbiamo in qualche modo risolto a stragrande maggioranza che noi non odiamo [...]

127. DonnieDarko - 25/08/07 @ 17:33

Arrivo un po’ in ritardo, ed ho appena letto tutti i vostri commenti :-)
Forse a molti di voi è sfuggito il commento #60 di Alioth che dava ulteriori informazioni sulla parola “odio” e sul fattore scatenante…

Per concludere, vorrei precisare che la parola “odio” è uscita per la prima volta dalla bocca del mio interlocutore (causata probabilmente dalla reazione alla richiesta del mio contatto msn).

Mi sono trovato molto spesso nella tua situazione:

Mi dai il tuo contatto MSN?
Non ce l’ho
E fattelo che aspetti… è gratis!
Non ci penso neanche!
Perché?
Perché non mi piace il profilo Passport (o come si chiama ora)
Perché?
L’hai mai lette le condizioni di utilizzo?
No.
E come hai fatto ad accettarle?!?! Leggile e poi ne riparliamo!

Lo stesso sistema si può applicare anche per il S.O. io non demonizzo mai windows, perchè sono convinto che ognuno deve utilizzare il S.O. che piu’ gli piace… e naturalmente le scelte che ho fatto io non le posso imporre (per fortuna) a nessuno.

Credo che la maggior parte delle persone che utilizza windows (regolarmente comprato) non abbia mai letto la sua famosa EULA… perché, in caso contrario, se accettano tutti quei limiti che detta, quando ci sono a disposizione S.O. più aperti e permissivi, li farebbe rientrare nelle persone più masochiste che io conosca.

Quando uno ha molte possibilità di scelta, sia un software, un S.O. o qualsiasi altra cosa… il primo fattore “scremante” è la licenza di utilizzo che va rispettata… se non ti piace la scarti.

A me non piace la EULA di Windows? Utilizzo un altro S.O.!
A Linus non piace la GPLv3? Non la utilizzerà!

A te che mi chiedi perché non utilizzo windows, senza entrare in discorsi troppo filosofici, dico semplicemente perché non mi piace la sua licenza di utilizzo!
Perché?
L’hai mai letta?
No.
E come hai fatto ad accettarla?!?!?

128. Sotto l’ombra degli olmi » Blog Archive » Perchè Microsoft non mi piace - 26/08/07 @ 0:42

[...] Qualche tempo fa in uno dei blog che io leggo giornalmente ci si poneva questa domanda: Perchè odi Microsoft? [...]

129. remo - 29/08/07 @ 7:54

Ciao, a tutti personalmente non ho niente, anzi, contro il software libero ma io che sono un utente medio, faccio pure siti, non ho avuto grossi problemi con microsoft da qaundo ho preso un computer con software originale e programmi originali non cracckati. Nessuno ci obbliga ad utilizzare i programmi microsoft che oltretutto costano cari, ma dietro questo c’è il lavoro di gente come noi che deve essere pagata. Se qualuno fa software libero e gratuito ben venga, non sono cieco da non cambiare. Quando accendo la tv e vedo rete 4 alle 19 immediatamente cambio canale per non stare male quindi anche quelli a cui non piave la microsoft facciano altrettanto. Ciao a tutti

130. Wallpaper e sfondi per desktop in Vista » Blublog - 5/09/07 @ 20:33

[...] mi sono dedicato alla ricerca dello sfondo perfetto per Windows Vista (nonostante numerosi blog non ne parlano proprio bene). Ho trovato trovati alcuni wallpaper di veramente molto belli grazie a [...]