jump to navigation

Hai voluto la vita spericolata…

In Vita Reale, pollycoke :) il 1/12/07 @ 19:11 trackback

In questi giorni la system tray del mio aggiornatissimo KDE 4 funziona a singhiozzo, così non posso avviare programmi che ne fanno uso.

vitaspericolataaa.jpg
Esempio di vita spericoLAAAaaa…

Questo implica tra le altre cose che non leggo notizie e non aggiorno il mio diarietto e… beh, devo dire che non è poi così male: sto impiegando il tempo per ricerche personali o per fare tutt’altro.

…ecco, questo succede a chi sceglie una vita spericolata, ma continuerò ad aggiornare ;)


Pagine forse correlate:

Etichette: ,

Commenti »

1. rlz - 1/12/07 @ 19:28

Qualcuno ha provato il live cd di kubuntu con kde4 rc1?
http://kubuntu.org/announcements/kde4-rc1.php

2. khelidan - 1/12/07 @ 19:42

@montoya

Solo?:D Ma non era una release candidate??

3. Pedro - 1/12/07 @ 19:49

Credo che montoya aggiorni ogni tanto non che stia usando la RC1 ;)… io ho gli stessi problemi ma non ci si può aspettare di più :)

4. montoya - 1/12/07 @ 19:53

@Pedro
Esatto, aggiorno ogni giorno (notte per esattezza)

5. Pedro - 1/12/07 @ 20:07

Tutti impazienti curiosoni insomma :D

Mi piace vedere come cambia la situazione ogni volta che aggiorno. La tray le prime volte non mi funzionava per niente adesso almeno qualcosina si vede. Ci stanno lavorando veramente alacremente e anche solo notare quanti file si aggiornano, aggiungono e cancellano ad ogni update mi da un sottile gusto di soddisfazione :)

6. drpucico - 1/12/07 @ 21:17

altro aneddoto: poco fa inizio i miei 5 minuti di caxeggio in rete, leggo i miei soliti siti, poi su un noto sito di informazioni leggo:

felipe ha detto si’

avevo appena letto di istantanee e di vita spericolata (cfr questo post ed il precedente)…

avete pensato anche voi quel che ho pensato io???

poi ho letto la notizia, trattasi del ferrarista felipe massa.

conclusione: LOL!!!

buona serata a tutti, io riprendo con la guardia

7. nessunoHaStoNick - 1/12/07 @ 21:32

sbaglio, o praticamente il pc non ti serve più di tanto, visto che puoi permetterti di giochicchiare con i DE in corso di sviluppo senza avere un sistema alternativo utilizzabile?

8. Anonimo - 1/12/07 @ 22:54

“Nonostante tutte queste cose, che poi sono del tutto normali per una RC”
Non dite assurdità… una RC per definizione è candidata al rilascio, quindi deve praticametne funzionare al 100%. Sennò la chiamino alpha, visto che è quel che è.

9. AGM - 1/12/07 @ 23:53

Chi scommette che KDE4 esce dopo Natale ?

IO

:D

10. Riccardo Iaconelli - 2/12/07 @ 0:26

@16:
Eh, facile dirlo dopo che è uscito l’articolo sul dot :P

11. Ecas - 2/12/07 @ 1:34

@ Riccardo

Beh, quante volte l’ho detto?.. :P

12. Dcromato - 2/12/07 @ 5:14

Curiosità:
La 3.5.x fino a quanto verrà supportata?

13. Andrea "Cimi" Cimitan - 2/12/07 @ 13:40

@pinotree: gran parte.

14. __pablo__ - 2/12/07 @ 13:54

@pinotree: il mio non vuole essere un attaco a kde in quanto è un progetto che ho sempre apprezzato, ma a tutti quelli che in giro per la rete criticano le scelte del team di gnome, a cui viene attribuita la colpa di non parlare di uno gnome 3!
Voglio sottolineare il fatto che con una politica di sviluppo alla kde non ci si può lamentare con il team connesso se si hanno dei ritardi, in quanto è necessario il giusto tempo per incollare le varie parti ed avere un ambiente che soddisfi per prestazioni e stabilità, e quindi chi vuole un ambiente stabile deve usare la serie stabile 3.x.y
Diversamente in ambito gnome le cose stanno diverse si hanno delle migliorie graduali ma non stravolgenti! Quindi ognuno segue la propria stategia di sviluppo che in entrambi i casi ha dei pro e dei contro, ma di sicuro il fine dei due progetti è quello di ottenere un prodotto di qualità. Quindi è interessante vedere sulla lunga distanza quale dei due modi di procedere darà i frutti migliori, e non intendo dire quale dei due DE sarà migliore, parlo solo del processo di sviluppo e dei costi che comportano!

Ciao!!!

15. __pablo__ - 2/12/07 @ 14:35

@28. voglio Gnome 3 e intanto passo a kde!

Infatti non bisogna reinvetare le gtk ma aggiungere nuovi widget.
Bisogna realizzare un nuovo engine gtk che permetta di realizzare temi visivamente più appaganti (anche se io uso il clearlooks liscio che non mi stanca dopo ore).
Un esempio di sostituzione graduale è la gestione virtuale dei filesystem in gnome e di altre parti.

Comunque ti do ragione, bisogna aggiungere ma non stravolgere. Insomma una mano lava l’altra e tutte e due lavano la faccia!!! eheheh!!! Mica ci si deve per forza buttare in piscina!!!

Ciao

PS:: il bello del free/opensource è la possibilità di essere liberi nelle scelte, ognuno fa le sue giuste o sbagliate che siano, ma soprattutto la possibilità di studiare metodologie di sviluppo che in un ambiente chiuso non sarebbe possibile!!! Questa è SCIENZA!!! :-)

16. __pablo__ - 2/12/07 @ 14:52

Adesso vado OT ma spero di non essere spennato!!!

Voglio consigliare questa lettura a tutti:

http://www.cimitan.com/blog/2007/08/03/da-uno-sviluppatore-gnome-kde4/

Chiedo scusa a Felipe ma secondo me ci sta tutto per evitare inutili discussioni!!!

17. tosky - 2/12/07 @ 15:41

@__pablo__:
Le due cose sono un po’ diverse. Se confrontiamo i pacchetti presenti nella release di GNOME, e quelli dipendenti strettamente dal complesso di librerie di base (diciamo gnomelibs) sono aumentate nel tempo, ma solo in tempi relativamente recenti il numero di applicazioni disponibili ha raggiunto quello basato sulle kdelibs (vedi Totem, Evince, ORCA,…; per le dimensioni, si veda ad esempio scan.coverity.com, o ad esempio i rispettivi siti di internazionalizzazione per un confronto sul numero di stringhe nell’interfaccia). Questo cambia abbastanza la prospettiva di sviluppo.

Vedere poi in KDE 4.0 come aggiornamento dovuto unicamente alle Qt 4 è decisamente riduttivo. Si è approfittato dell’occasione per buttare a mare varie scelte progettuali fatte 8 anni fa (perché il passaggio KDE 2.x -> 3.x non è stato così traumatico), scelte che hanno coinvolto una base di codice veramente ampia… e di questo va tenuto conto.
A memoria mia non ricordo di uno progetto di rifattorizzazione di queste dimensioni. E il tempo lungo è solo fino al momento dell’uscita: dopo, i rilasci riprenderanno un ritmo regolare, come per la serie 3.x.

18. __pablo__ - 2/12/07 @ 16:21

@31. tosky

Ma infatti secondo me kde4 sarà rivoluzioinario, avrà alla base dei frameworks che faranno la gioia degli sviluppatori, ma ogni rivoluzione ha dei costi, in questo caso il tempo necessario ad una sua effettiva fruibilità!
E il fatto che ci sono andato un pochino pesante con discorso qt4 l’ho fatto solo per dare uno spunto di riflessione a tutti coloro che tendono a vedere il “diavolo” ovunque (tipo quando si parla di alcune scelte del team gnome [leggi mono&co.]) per dimostrargli come sia facile fare il “grillo parlante” portatore di verità e scopritore di sopprusi… ;-)
Ma a parte questo, io seguo i due progetti come “esperimenti”, per vedere se paga di più una scelta incrementale (ma forse troppo timorosa di cambiament)i come gnome o una scelta rivoluzionaria (ma forse troppo spregiudicata) come kde!
Inoltre sul pseudo-mercato sarebbe interessante vedere cosa comportano queste scelte.
Investiranno di più su un prodotto nuovo, originale, che fornisce una solida base per il futuro ma poco testato, o un prodotto poco portato alle novità ma con una base poco variabile e testato?
Questi secondo me sono degli interrogativi interessanti… anche se sarei curioso di sapere come sarebbero andate le cose con un passaggio rivoluzionario ma in più fasi ad una nuova base di codice, diciamo un kde 3/4, ovvero un kde di transizione, ma a che a passi avrebbe introdotto novità!
Certo di sicuro la nuova base di kde darà delle possibilità maggiori di crescita del progetto in un’ottica futura, in quando se i frameworks sono stati ben ingegnerizzati di sicuro un futuro cambio di release non comporterà di nuovo tutto questo lavoraccio a meno che non salti fuori un nuovo modo di intendere il desktop, tipo roba 3D o di cui ancora non nemmeno in grado di pensare, ma forse in quel caso si potrà aggiungere un nuovo framework senza buttare via tutto il resto!
Insomma il tempo ci darà le dovute risposte!!!

19. pinotree - 2/12/07 @ 16:37

@Zio Lupo:
> Pablo ha centrato la questione: siamo sicuri che gli amenicoli vari (plasma, et
> similia) non fossero implementabili usando il framework e le librerie di KDE3?

No.

Alcuni dei limiti di Qt3 che mi vengono in mente:
- non supportano i visual ARGB (quindi scordati trasparenze)
- offrono poca integrazione con l’ambiente su cui girano
- poco supporto per lingue non-Latin1 (se non erro SCIM è integrato da alcune distribuzioni in forma di patch dentro Qt3, che nativamente aiuta ben poco).
- API “sporca”, confusa e non esattamente buona (vedi le classi delle viste in Qt3 confrontate con il model/view/controller di Qt4)
- e altro…

> Viceversa le nuove QT avevano bisogno di un _GRANDE_ progetto, [...]
Trolltech ha già il suo mercato di clienti, e Qt4 non può aver fatto che aumentarne il numero.

> Diciamo che KDE4 è (sarà!) un ottimo spot pubblicitario per le QT 4.x

Così come ubuntu lo è per GNOME, del resto (però, fin quando è GNOME e ubuntu, è tutto a posto).

> Che dire… qualcuno si sta accorgendo che anche con licenze GPL (o simil GPL)
> si possono usare strategie di mercato “agressive” (o passivanti, ovvero che
> rendono passivo colui al quale sono rivolte rendendolo inconsapevole di
> quello che sta succedendo).

Come qualcuno sta già facendo mercato su librerie LGPL.
Uhm, e passivante come tutte le applicazioni closed scritte in GTK+?

@__pablo__:
> per dare uno spunto di riflessione a tutti coloro che tendono a vedere il “diavolo” ovunque

Già, tipo tutti i bravi utenti che commentano qui dal loro GNOME continuando a ripetere su KDE 4 “e non esce mai”, “vuoi vedere che ritarda”, ecc

Ancora con questo discorso delle “modifiche incrementali”…
KDE (e Qt) ha una politica abbastanza precisa sul mantenimento della compatibilità, sia a livello di sorgenti che di compilato.
Esempio: se compili un’applicazione KDE su KDE 3.0 e poi aggiorni solo le liberie a kdelibs 3.5 (ma senza ricompilazione l’applicazione), ciò che hai compilato continuerò a funzionare allo stesso modo, senza alcun problema.
Con GNOME lo stesso NON lo puoi fare, visto che le librerie tengono poco in considerazione questo aspetto.
Morale?
Qualsiasi cosa sviluppata per GNOME dovrà per forza essere aggiornata alle nuove librerie, mentre con KDE questo problema non c’è.
Questo è il motivo per cui vogliamo fornire librerie solide, con un’API decente e che possano essere migliorate e arricchite di nuove funzionalità senza dover stravolgere tutte le applicazioni che le usano (e sono davvero tante).

Nessuno si aspetta che KDE 4.0 venga adottata dal 100% degli utenti di KDE 3.5, così come lo è stato per KDE 3.0.
Tuttavia, avere un desktop rilasciato non in forma di “beta”, “release candidate” o simile *sicuramente* darà molto più risconto e segnalazioni da parte degli utenti “normali”.

Release early, release often” diceva Eric S. Raymond. Già siamo al di la’ dell’”often”, è tempo di andare avanti.

20. __pablo__ - 2/12/07 @ 16:52

@33. pinotree

>Già, tipo tutti i bravi utenti che commentano qui dal loro GNOME continuando a ripetere >su KDE 4 “e non esce mai”, “vuoi vedere che ritarda”, ecc

Penso che questa gente (chi commenta in quel modo si intende!) non vada presa in considerazione, anche perché le mamme degli stupidi sono sempre gravide!!! :-)

>Esempio: se compili un’applicazione KDE su KDE 3.0 e poi aggiorni solo le liberie a >kdelibs 3.5 (ma senza ricompilazione l’applicazione), ciò che hai compilato continuerò a >funzionare allo stesso modo, senza alcun problema.

Questo non lo sapevo e mi pare interessante

>Nessuno si aspetta che KDE 4.0 venga adottata dal 100% degli utenti di KDE 3.5, così >come lo è stato per KDE 3.0.

Non facevo riferimento proprio agli utenti ma alle aziende che investono o voglio investire nel mondo del free/opensource

Comunque, ragazzi buon lavoro!!! Mi raccomando datemi la possibilità da okular di modificare i pdf con note e sottolieature che su dei pdf ci devo studiare!!! eheheh!!! ;-)

21. voglio Gnome 3 e intanto passo a kde! - 2/12/07 @ 17:57

Il fatto che molti attendono dietro la porta per scagliarsi e sparare stronzate su kde 4, è riconducibile ha due cose:
1. La natura ristretta della comunità open source; una piccola parte ma molto rumorosa, degli utenti linux si rinchiude in una specie di fazione molto provincialista e volgare!I nuovi utenti che installano linux fanno generalmente tre cose , iniziano a criticare microsoft solo perchè si deve fare, si atteggiano per blog e forum ritenendosi esperti d’informatica, si scelgono una fazione all’interno della comunità cosi da poter criticare ad oltranza la fazione avversaria!
2.Il progetto kde 4 ha generato, per la sua consistenza, un clamore mai visto prima, è normale che ‘qualcuno’ sia infastidito; ecco uno dei vantaggi dello sviluppo rivoluzionario generare attesa e clamore ovvero tanta pubblicità. Avete mai sentito tutte ste storie per gnome 2.x?

…’Ma a parte questo, io seguo i due progetti come “esperimenti”, per vedere se paga di più una scelta incrementale (ma forse troppo timorosa di cambiament)i come gnome o una scelta rivoluzionaria (ma forse troppo spregiudicata) come kde!’….

perfetto , ma fino a che punto si può incrementare , un anno, due , tre e poi?..
la serie 2 di gnome è coetanea della serie 3 di kde, da un certo punto di vista sarebbe logico aspettarsi una risposta! Ma il progetto topaz è solo un miraggio molto lontano, quello che voglio far passare da utente gnome, è il fatto che gli sviluppatori dovrebbero iniziare a pensare a qualcosa di nuovo,!

22. Tanner - 2/12/07 @ 18:44

Io continuo ad aggiornare e compilare ma col cavolo che ci sto in “production mode”. Lo guardo solamente dalla “bacheca di vetro” in cui si trova per il momento.

23. Ecas - 2/12/07 @ 18:52

@ pinotree

Non sono contento, sono assolutamente tranquillo visto che la release schedule che *avete* stilato è semplicemente inadeguata ed è già la terza volta viene stravolta. Te ne parlai già da tempo ricordi ?

Insomma, va bene che viste le dimensioni del progetto alcuni ritardi sono leciti, ma qui si stratta proprio di aver sbagliato i tempi e i modi della release schedule. Tutto questo ovviamente IMHO, ma i risultati mi pare mi diano ragione..

@ __pablo__

Se ti riferisci a me, personalmente ho mai criticato il fatto che KDE 4 sia in ritardo, ho criticato la release schedule che è palesemente sbagliata..

Ma tantè, ormai potremo ammirare i risultati..

24. Tenero - 2/12/07 @ 19:07

Ho trovato il tappo con scritto “Hai Vinto!”
Che ho vinto? ;-)

PS Non è che era lì da una vita e lo vedo solo ora?????

25. __pablo__ - 2/12/07 @ 19:35

36. Ecas

Credimi non ti ho nemmeno pensato!!! :-)
Era solo un consiglio per pinotree!!!

Ciao

26. Ecas - 2/12/07 @ 19:42

@ __pablo__

Nessun problema, ti ho chiamato in causa perchè sono *certo* che lui si riferisse a me ;-)

27. Zio Lupo - 2/12/07 @ 22:24

@pinetree
Assolutamente d’accordo con te riguardo il binding ubuntu-gnome molto simile a quello trolltech-kde4

Viceversa per quello che sia è visto ora sono convinto che si fosse potuto fare in kde3.
Che poi farlo in kde3 fosse più difficile, più brutto, più sporco è un altro discorso.

Io ritengo che kde4 sarà davvero bello. Il modello me gusta (per quello che capisco io), e mi gustano anche altre cose. Ad esempio segue alcune linee guide della freedesktop.org. Già questo per me poteva valere una riscrittura.

Detto ed appurato ciò, rimane assolutamente evidente la strategia di marketing adottata e già esposta da Pablo e da me ribadita sopra.

Strano quindi vedere che si scaldi così tanta gente.

A meno che molti, tanti, troppi utenti dei mondi abitati da Tux non facciano ancora l’equazion marketing=satana o altre equazioni simili.

Altrimenti, ahimè, a Tux non andranno mai via i brufoli da adolescente in tempesta ormonale

28. nessunohastonick - 2/12/07 @ 22:46

@ecas:

scusa, ma a te che te ne cale dello slittare di una release?

perlomeno è una linea guida.. o è meglio la release schedule di firefox 3? (inesistente.. appunto -_-)

guarda che siamo tantissimi gli “utenti” che attendiamo, ma gli utenti sappiamo essere cattivi nel giudicare un prodotto se non funziona bene.. e allo stato attuale non è nulla di presentabile ad un “grande pubblico”..

..meglio l’attesa se questa porta buone nuove.

ps: simpatico il post sui sorgenti di Vista :-D

29. Ecas - 2/12/07 @ 23:06

@ nessunohastonick

Ovviamente dormo lostesso stanotte anche se KDE 4 è slittato, la mia criticha era dedicata alla release schedule che secondo me è stata pensata sbagliata sin dall’inizio dello sviluppo. Avrei preferito una maggiore maturità della release 4.0 che avrebbe sicuramente fatto molta più impressione al grande pubblico..

Infatti non mi lamento che l’uscita sia slittata ANZI io speravo in tempi di rilascio molto più lunghi ma si è deciso ancora una volta per il modello

1) Rilascia software in pre-Beta e pieno di bug come 4.0
2) Fai testare il software su larga scala
3) Correggi i bug, aggiungi features mancanti e rilascia 4.1

Che tutto sommato non è altro che la modalità di rilascio “alla Windows Vista” se ci pensate. Il paragone mi sembra più che mai azzeccato

Io mi auspicavo una modalità di rilascio differente, non mi stancherò mai di dirlo. Vi ricordo che c’è (o c’era?) molta attesa per questo KDE 4 e se dovesse essere troppo instabile a gennaio riceverà forti critiche da parte del pubblico..

PS: e pensa cosa succede a compilarli ;-)

30. nessunohastonick - 2/12/07 @ 23:44

scusami, ma i bug e le incompletezze li ha adesso che è in rc1, non penso (spero) che li avrà la release ufficiale, o perlomeno la 4.1. effettivamente non capisco le tappe e i nomi delle milestones.. mah.. ognuno.. e poi chi sono io per criticare?

Penso comunque dall’abisso della mia ignoranza che ogni tanto una riscrittura completa del codice non “nuocia gravemente alla salute” :D, anzi.. pare che sia più efficare per risolvere bug insidiosi e migliori sensibilmente la leggibilità del codice.

pare che sia prevista anche per il prossimo so made in redmond, codename Vienna… che sia la volta buona? -_- questo tanto per dire che non è una cosa cosi fuori dal mondo..

>>Che tutto sommato non è altro che la modalità di rilascio “alla Windows Vista” se ci pensate. Il >>paragone mi sembra più che mai azzeccato

personalmente non ho mai avuto sotto le mani un sistema operativo che non necessiti di bug-fix.

31. nessunohastonick - 2/12/07 @ 23:45

@mm:

che profondità d’animo e di pensiero..

32. nessunohastonick - 2/12/07 @ 23:48

@35

>>I nuovi utenti che installano linux fanno generalmente tre cose , iniziano a criticare microsoft solo >perchè si deve fare,

quant’ è vero… :( ci sono passato anch’io..

33. TheLeashedHare - 3/12/07 @ 0:10

Molto probabilmente la bambina si sfracellerà a terra lasciando pezzi di scatola cranica sparsi sul prato sottostante…. però che emozione mentre sei li che fai la discesa!! :-D

34. tosky - 3/12/07 @ 0:44

C’è una differenza fondamentale con Vista: il software libero si sviluppa con e per la comunità. Questo vuol dire che il feedback degli utenti per la qualità del software è fondamentale (ok, e tra l’altro anche MS se n’è accorta da tempo, con le beta pubbliche… ma in quel caso ovviamente il feedback dalla comunità è gestito diversamente, ovviamente, a causa del diverso modello di sviluppo).
Ma c’è un problema: la massa critica degli utenti – che fa arrivare le segnalazioni di bug – non arriva se non con le rc. E questo cosa c’entra, direte voi? Basta spostare le rc più avanti finché non sono stabili… ma si rischia di innescare il classico meccanismo del gatto (non quello mezzo morto e mezzo vivo, l’altro, quello che si rincorre la coda).
Quindi bisogna ad un certo punto fare la scelta (pur dolorosa) di _tracciare una linea_ e _rilasciare_, cercando un equilibrio tra la funzionalità e l’eccesso di ritardo che fa sì che si perda l’interesse totalmente (qualcuno ha citato e17? Speriamo che si smuovano, per il bene di tutta la comunità…). Anche perché una versione non è la fine del mondo: il software libero è un processo, non un prodotto.

Purtroppo il fatto che i ritardi maggiori siano proprio sul modulo più d’impatto per gli utenti (ovvero kdebase) non aiuta (avete provato gli altri? Molti sono decisamente di qualità rc).

Per il resto: che aziende sponsorizzino lo sviluppo del software libero è ovviamene un bene. Ovviamente devono giocare alle condizioni del tavolo ed è divertente vedere sviluppatori di ditte concorrenti (Mandriva e SuSE, ad esempio) lavorare fianco a fianco. Questa è la differenza di atteggiamento che contraddistingue lo sviluppo libero, ed anche chi fa il furbetto (qualcuno ha citato Apple?) deve tenerne conto (vedi il cambio di rotta nella gestione di webkit, notizia di questi giorni).

35. AGM - 3/12/07 @ 11:36

KDE4 uscirà l’11 gennaio ….. notizia da ossblog

CVD

36. Michele Renda - 3/12/07 @ 11:45

A proposito di E17. Ho sentito lo sviluppatore, ed mi ha detto che presto dovrebbe escire la nuova versione. Io aspetto :)

37. Marco - 3/12/07 @ 12:23

KDE 4.0 verra’ rilasciato ufficialmente l’11 gennaio… non predete impegni!!! <:-)

http://linux.slashdot.org/article.pl?sid=07/12/02/1731231

http://dot.kde.org/1196525703/

38. La system tray di Plasma e il problema con le GTK+ « pollycoke :) - 5/12/07 @ 15:17

[...] di Plasma non riuscivo più ad usare alcune app che risiedono nella system tray (cfr “Hai voluto la vita spericolata…“) ma non avevo pensato di segnalare la cosa, fiducioso in una sistemazione spontanea [...]

39. Migrare a KDE 4: da Liferea ad Akregator « pollycoke :) - 7/12/07 @ 21:25

[...] trackback Dopo aver appreso che il problema con la mia system tray e le app GTK+ (cfr “Hai voluto la vita spericolata…“) è abbastanza grave (cfr “La system tray di Plasma e il problema con le GTK+“) [...]

40. La system tray di Plasma e il problema con le GTK+ at pollycoke :) - 18/12/07 @ 19:06

[...] di Plasma non riuscivo più ad usare alcune app che risiedono nella system tray (cfr “Hai voluto la vita spericolata…“) ma non avevo pensato di segnalare la cosa, fiducioso in una sistemazione spontanea [...]

41. La parola “fine” al problema della system tray ARGB? at pollycoke :) - 18/12/07 @ 20:56

[...] è partito con qualche noia nell’esecuzione di applicazioni GTK+ in Plasma, notata anche da me e da ziabice che ne ha [...]

42. Aggirato il problema della system tray ARGB di Plasma e le applicazioni GTK+ at pollycoke :) - 7/01/08 @ 15:39

[...] col festival dei riferimenti: A partire dalla mia segnalazione confusa (cfr “Hai voluto la vita spericolata…“), alla descrizione nel bugzilla di KDE da parte di Luca “ziabice” Gambetta, fino [...]

43. Migrare a KDE 4: da Liferea ad Akregator « pollycoke :) - 7/02/08 @ 19:35

[...] aver appreso che il problema con la mia system tray e le app GTK+ (cfr “Hai voluto la vita spericolata…“) è abbastanza grave (cfr “La system tray di Plasma e il problema con le GTK+“) [...]