jump to navigation

Ubuntu Hardy Heron alpha 5 ha “Wubi”. Pupa preparati :D

In News, Vita Reale il 25/02/08 @ 19:45 trackback

Ubuntu Wubi Windows Installer - Pollycoke :)Nella mia lista di cose da fare nella “vita reale” c’è sempre una voce con priorità abbastanza alta: rispondere alle curiosità della pupa sull’uso di Linux nella vita di tutti i giorni (e nel pupabookA proposito, avete segnalazioni da fare riguardo al pupabook e Ubuntu? Stato del supporto hardware in testa…).

Adesso che sta rimbalzando la notizia del rilascio di Ubuntu Hardy Heron Alpha 5 (scaricatelo da qui) apprendo da Tombuntu, uno dei tanti siti che riporta la notizia, che questa versione integra Wubi, l’utilità che permette agli utenti Windows di installare Ubuntu all’interno di un unico file immagine, senza quindi toccare assolutamente niente della configurazione dell’HD.

Ok, è una sistemazione totalmente precaria e io non mi azzarderei ad usare niente del genere, ma credo che servirà benissimo allo scopo con cui è stato progettato. Pupa preparati!


Pagine forse correlate:

Etichette: , , , ,

Commenti »

1. skizz87 - 25/02/08 @ 20:00

E’ utilissimo per chi vuole avvicinarsi a Linux senza azzardarsi sulle partizioni.
Penso che come primo passo per provare Ubuntu sia un’ottima utility.

2. Argonauta - 25/02/08 @ 20:20

Ma Wubi non è ancora in fase beta ?

3. ioubuntu - 25/02/08 @ 20:30

Mmm…perchè non le hai messo direttamente Ubuntu (o altra distro)?? Non hai perso più tempo a spiegarle a cosa serve un antivirus che a farle usare Linux??
Te lo chiedo perchè fra poco la mia ragazza dovrà prendere un pc, e non ne ha mai avuto uno…e pensavo di fare così…

4. simo_magic - 25/02/08 @ 20:31

a me wubi non piace e non piacerà mai
1 fa sembrare ubuntu un semplice programma per windows
2 fa un sacco di casini con le partizioni e li vedo tutti i giorni i problemi che crea
3 usare l’installer classico non è affatto difficile, non vedo il bisogno di un exe(ti ricorda qualcosa il fatto che tu non vuoi gli exe nemmeno in ubuntu)
4 necessita di windows, e se io volessi solo linux?
5 frammentazione del disco visto che gira dentro ad una partizione ntfs
corollario della 5 più lento dell’ubuntu classico

5. Kappe - 25/02/08 @ 20:33

mha… figo è figo, ma ho paura che sia un passo indietro per il mondo Linux, un motivo in + per non abbandonare windows… mha! non so… vedremo

6. NeXTWay - 25/02/08 @ 20:38

@ Simo magic
2) Un’ interfaccia simile a Windows durante l’ installazione aiuta molto chi è ancora restio perchè ha paura di un ambiente nuovo ;)
2)A me non ha fatto partizioni… mi ha creato un file immagine e mi ha installato GRUB. Fine ;)
3)No, ma ripeto che così può essere utile ai neofiti.
4)Se vuoi solo linux lo installi sul serio… non ricorri a Wubi
5)Tanto lo deframmenteresti lo stesso da Windows, no?
Almeno una volta al mese….

Comunque io la trovo un’ ottima cosa per chi vuole avvicinarsi al mondo linux nel modo meno "traumatico" possibile.

7. Dzamir - 25/02/08 @ 20:38

Secondo me invece è un modo per fare provare Linux a chi non l’avrebbe MAI provato perché non ha voglia di mettersi a giocare con le partizioni (ma prima deve sapere che cosa è una partizione, e per un utente di questo livello è difficile che lo sappia). Magari dopo averci fatto "un giro" potrebbe decidere di installarlo per bene :)

8. NeXTWay - 25/02/08 @ 20:39

Mi ha saltato il punto primo… dicevo che se l’ installer assomiglia a Windows è una cosa buona per chi è ancora restio a passare a Linux per paura di trovarsi spiazzato.

9. suoko - 25/02/08 @ 20:42

io ho provato wubi feisty sul pc di un amico, ma l’ho tolto subito perché non consentiva l’aggiornamento a gutsy. Ora dice di usare gutsy per l’80%.
Ripiega su win per una stampante canon (maledetta lei ma si sta adeguando) e il mic che ancora non fungono, più la necessità di un editor pdf degno.

10. Andrea - 25/02/08 @ 21:23

‘a felipe, la mia di pupa e la sua famiglia sono su linux da un pezzo, datti una mossa!

11. NickM - 25/02/08 @ 21:34

Pure mia moglie, mia madre ed il cognato…

Felipe, imponi la saggezza dell’uomo !

12. reia2k - 25/02/08 @ 21:54

Secondo me invece è un modo per fare provare Linux a chi non l’avrebbe MAI provato…
Quoto. Ciononostante, è come rinchiudere un’aquila in una gabbia :-(

13. alessio - 25/02/08 @ 23:23

wubi secondo me è solo un male.

Non è detto che *tutti* debbano *per forza* avvicinarsi a GNU/Linux. Non si deve essere certamente dei guru dell’informatica, io per primo non lo sono… ma cazzo, quel minimo di curiosità la si deve avere.

L’utente che non vuole sapere nemmeno cosa sia una partizione, preso dalla improvvisa voglia di GNU/Linux magari perché ha visto un cubo che gira, è il primo che scappa e va in giro a dire peste e corna alla minima difficoltà.

Insomma, per capirci, non è un utente sporadico in più che installa Ubuntu con wubi e scappa dopo 5 minuti perché deve capire come usare Synaptic (perché poi qualcosa di diverso lo devi pur affrontare) che fa alzare l’attenzione dei famosi produttori harware e software nei confronti dell’open source, motivo per il quale molti sostengono che è utile essere in tanti.
In tanti sì, sono d’accordo, ma con un minimo di filtro che certamente che non taglia fuori chi abbia quel minimo (ma veramente minimo…) di voglia indispensabile per diventare un utente GNU/Linux.

14. Valentina - 25/02/08 @ 23:45

Ciao! Il mio ragazzo ha gentilmente formattato Vista e mi ha messo il Gibbone……..mi trovo stra-bene! Non so come sia sto Wubi, ma gutsy gibbon, da linux- ignorante (purtroppo) quale sono, non lo trovo affatto difficile

15. Kappe - 26/02/08 @ 0:00

@alessio ti quoto in tutto

16. Skumpic - 26/02/08 @ 0:58

Effettivamente non c’entra molto con il post però può servire a far capire come ragiona la gente (ovvero pigrizia).
Nell’hotel (medie dimensioni) in cui lavoro part-time abbiamo un pc dedicato alla navigazione dei clienti. Originariamente girava win98 che poi ho deciso di cestinare per sostituire con una xubuntu.
All’inizio era una tragedia: ogni 5 min mi chiamavano i clienti perchè non capivano dove era i.e. e dove stava il menu Start.
Allora mi sono deciso: ho sostituito icone e nomi dei programmi (firefox e diventato i.e. ooowriter ->word ….), sfondo e barre. Non ci crederete ma da allora mi ha rotto le "p===e" solo un cliente che voleva a tutti i costi installare un programma che non andava con l’emulazione wine.

La gente e cosi per paura di cambiare non prova nemmeno qualcosa di diverso.Se può servire ben venga anche sto wubi (anche se effettivamente anche la mia donna ha su ubuntu da un bel pò, per non parlare di mia sorella che ha preso 5 in laboratorio di informatica perchè non si ritrovava proprio sull’ xp della scuola)

ciao
Skumpic

17. JPS - 26/02/08 @ 1:18

@ Simo magic
"3 usare l’installer classico non è affatto difficile,…"
Invece è dificilissimo perche bisogna ridimensionare la partizione del Windows. E moltissima gente non sa nemmeno cosa sia una partizione.

"1 fa sembrare ubuntu un semplice programma per windows"
Invece di risaltare il nostro status di "macho alfa". Questo sí che è un problema ;)

18. bLax - 26/02/08 @ 1:54

SPERO almeno che abbiano la decenza di spiegare che è una sistemazione provvisoria, una demo diciamo, agli utenti.
magari un bannerino che ogni tot accensioni di ubuntu chiede se si vuole sfruttare meglio l’OS e di rivolgersi ad un amico un po più esperto di installare in maniera completa dopo aver fatto il classico backup……

1- altrimenti può diventare controproducente, la gente si tiene dentro il computer questo ibrido per usarlo 3 volte
2- comunque parizionare un hd con dati separati da OS è SEMPRE buona cosa.

@reia2k:Ciononostante, è come rinchiudere un’aquila in una gabbia :-(…….parole sante!!

19. lolloso - 26/02/08 @ 7:31

quoto simo_magic e confermo per esperienza fatta che lo stesso giochino (con debian) ha prodotto soltanto casini in 2 diverse occasioni.
Vuoi GNU/Linux …. mmm …. installare :-)
Ma per fare questo gli installer devono essere semplificati e *soprattutto* gparted (o chi per esso) deve funzionare (e non distruggere come aihme’ capita per i motivi più disparati) cosi’ come grub-installer (o chi per esso) non deve lasciarmi per strada le altre installazioni di linux o windows.
Comunque, il software in questione è ancora giovane e "funziona" maluccio direi, secondo mè inserirlo in ubuntu è male. Come del resto è male tutta l’impostazione che si sta dando alla distribuzione, naturalmente IMHO :-)

20. Berserker79 - 26/02/08 @ 7:58

mah, interessante. cmq bisogna prendersi di coraggio e passare a linux, tanto piano piano lo si impara ad usare e non rimpiangi win. io ho fatto passare mio fratello a ubuntu dopo aver formattato per tre volte il pc con win che si era preso la qualsiasi schifezza….. gli ho detto: ti metto linux e non rompere, mica posso formattare ogni paio di mesi….. e devo dire che è contento pure lui.

21. nonsai - 26/02/08 @ 8:24

ragazzi il problema di installare linux agli utonti non e’ la pigrizia di questi ma la mancanza di supporto. Agli inizi e ancora adesso gli utonti si rivolgono all’amico smanettone (tutti ne hanno uno) per risolvere i problemi di windows. Quanti hanno un amico linaro? ben pochi credo. Poi gia’ sanno usare male windows, figuriamoci dover imparare un nuovo sistema operativo da capo (non che abbiano mai imparato windows, eh?).
Ancora, una volta installato tutto e funzionante, chi glielo spiega che no, non puoi installare msn, ti devi accontentare di pidgin/emesene. No, non puoi mettere lo sfondo personale (a msn-clone) o inviare le animazioni flash. E le web cam funzionano maluccio. E quegli allegati word/excel che ti inviano gli amici si potrebbero vedere male. E le web cam ti devi sbattere per farle funzionare. E qualche filmato potrebbe non vedersi. E qualche pezzo di hw potrebbe non funzionare.
La migrazione a linux non e’ impossibile ma e’ difficile, e gli utonti non hanno bisogno di ulteriori sbattimenti, si tengono un virus in piu’ ma almeno hanno la sensazione di saper piu’ o meno usare il computer.
Purtroppo windows e’ lo standard, e loro seguono quello perche’ tutti gli altri seguono quello. Secondo me un dual boot, magari con wubi, e’ un ottimo inizio. Poi magari si assuefanno a linux e iniziano a usare quasi solo quello :-)

22. Marcello Cannarsa - 26/02/08 @ 8:45

Ubuntu migliora sempre in meglio…

23. Inte73 - 26/02/08 @ 9:54

Proviamo a pensare a un casus nel quale una macchina non ha nè connettività wan nè cdrom. Ok, net install. Ma qual’e’ la differenza in tempo impiegato e expertise necessario, se si vuol solo fare magari un install temporaneo? Una via di mezzo fra un Live-CD e un install definitivo.
My 2 cents.

24. orchideo - 26/02/08 @ 11:16

@ polly
wubi esiste già sia sia per feisty che per gutsy, anche se non è incluso nei cd
io stesso ho installato gutsy con wubi ad un amico che non poteva partizionare l’hardisk, ed è andato tutto benissimo

25. Feyrtris - 26/02/08 @ 12:05

@puristiLinux
Vi dò ragione sul fatto che un utente (utonto?) abbia difficoltà ad usare un ambiente nuovo, ma per quel che ricordo:
quando iniziai ad usare Windows [notte dei tempi] non sapevo una emerita mazza di informatica, eppure era facile da installare [in realtà era già installato sui computer!]. Il resto l’ho imparato "dal di dentro". Se avessi dovuto leggermi manuali su manuali su come si installa un sistema operativo non ci avrei sprecato dieci minuti [all'epoca].

Credo quindi che il percorso più facile all’approccio verso Linux non va contro il principio di apprendimento e curiosità, anche perchè quella nasce "dopo". In parole povere, date ad un utente una installazione linux facile, anche una che non sia "pulita" come wubi. Con tutta probabilità l’utente imparerà ad apprezzare il S.O. e ad usarlo sempre con più coscienza, fino magari a scegliersi la sua distro e quindi a fare a meno di installer semplici. Per curiosità o necessità, diventerà sempre più smaliziato.

E ve lo dice uno che ha preferito perdere meno tempo con l’installazione di Linux [Ubuntu] per studiare meglio il sistema da dentro. [per carità, è una scelta la mia, non la strada definitiva] :)

26. gabrus - 26/02/08 @ 12:52

@ orchideo

wubi è già nel cd di installazione (almeno di gutsty)

27. gabrus - 26/02/08 @ 12:53

http://img297.imageshack.us/my.php?image=wubixg7.png

ecco la prova

28. Elendil - 26/02/08 @ 13:01

Io credo che ora ubuntu stia esagerando.

29. Shadow - 26/02/08 @ 14:05

Sono dell’ìdea che se si vuole provare veramente un sistema e rendersi conto se va bene per le proprie esigenze bisogna installarlo sul pc e lavorarci degnamente.. non dico che bisogna essere dei geni.. ma per installare ubuntu basta saper leggere, non è che ci voglia molto.. se uno poi si annoia anche a far questo si tenga il carrozzone microsoft e buona notte ai suonatori

30. simo_magic - 26/02/08 @ 16:00

@JPS
mai visto vero l’opzione che ti fa solo spostare lo slide con cui impostare la nuova dimensione di windows vero?
non parliamo per partito preso ma per fatti reali grazie
http://wiki.ubuntu-it.org/WikiCache?action=AttachFile&do=get&target=3b2008c3dc0edd2a5eb0a47a6a0936e0-900.png

@elendil forse, per certi versi, è vero ma ognuno esagera in qualche modo no? ;)

31. zdnko - 26/02/08 @ 16:14

Se è solo per farle provare linux allora è meglio se le installi virtualbox (tanto col pupabook dovrebbe andare alla grande).

Poi, se le piace, una bella partizione (o una piallata a win).

bye

32. orchideo - 26/02/08 @ 16:37

@ gabrus
no controlla meglio, l’eseguibile presente in gutsy non è proprio wubi, ma solo un programma che evita all’utente di dover cambiare il bios per far partire il cd all’avvio della macchina, per il resto installa la distro normalmente
wubi invece installa ubuntu senza partizionare l’hardisk

33. roberto - 26/02/08 @ 20:21

La mia pupa sapeva usare solo xp..
poi si e’ comprata un notebook nuovo.. con vista. Prima di usarlo me l’ha affidato.. e si e’ ritrovata con vista ed ubuntu…
a distanza di 3 mesi usa solo ubuntu.. dice che con vista non si trova.. ha deciso tutto lei…

34. margot - 27/02/08 @ 0:23

Mi auguro che Hardy sia anche solo l’ 1% migliore di Gutsy, che è stato un disastro che ha infangato il nome di Ubuntu in nome della logica di mercato e del rilascio semestrale "dovuto".

35. bft - 28/02/08 @ 17:35

ma questa funzione non c’era già 8 anni fa in demolinux?

36. neXus - 2/03/08 @ 0:22

A coloro che dicono che Wubi è pericolosa, dannosa e quant’altro dedico questo screen appena preso dal mio portatile(hp6720s celeron 540) su cui utilizzo wubi:
http://i26.tinypic.com/2ziy72a.png

Prestazioni?
Sicurezza e stabilità del file system?

Se volete posso integrare con altri screens ed anche qualche filmato… anche di KDE4 per la gioia di Felipe :P
Ovviamente ammetto di non essere un utente inesperto, trovo davvero assurdo, però, denigrare questo progetto, davvero ottimo e che da una dimostrazione "di forza" di Linux e di una delle sue migliori attuali "distro" .
Love and Peace.

Piccolo Edit.. Felipe grazie al tuo repo mi è "saltato in aria" Gimp ^^

37. Treviño - 21/03/08 @ 0:10

Felipe, con la pupa secondo me hai toppato: dovevi mettergli da subito (cioè prima ancora che lei lo toccasse) il gibbone senza dual boot ed obbligandola all’uso senza "maniere dolci" che funzionano poco. :D
Con mia sorella (profondamente ignorante in ambito informatico) l’ho fatto e vive più che bene sapendo usare più Ubuntu ed Openoffice che Winows ed Office :P

Bye

PS: Anzi, a lei le misi il gibbone quando ancora mancava un mesetto al rilascio :D