jump to navigation

Aggiornamento manuale di Ubuntu, consigliato.

In Facili, o quasi :), Guide il 28/04/08 @ 11:21 trackback

Questa volta non mi andava di maltrattare sadicamente il sistema di aggiornamento (cfr “Gutsy Gibbon: proviamo a sputtanare l’aggiornamento“), così per evitare tentazioni ho deciso di fare tutto alla vecchia maniera…


Stavolta niente automatismi…


Se qualcuno fosse in ritardo con l’aggiornamento di Ubuntu e volesse sapere qualcosa in più su come l’intero aggiornamento funzioni internamente… beh ecco qui alcune semplici dritte.

Invece di invocare il solito “update-manager” che si sbriga tutti i punti automaticamente, possiamo fare tutto noi, controlli e pulizia compresa. Chi è utente Debian di vecchia data non troverà niente di nuovo in questa procedura, visto che è la stessa che si usa da anni per compiere l’aggironamento in maniera manuale, chi è abituato alle meraviglie di Ubuntu potrebbe sempre trovare interessante saperne di più.

Per questo motivo scelgo di seguire la tabella di marcia che vedete raffigurata nella figura in apertura. Avrete bisogno solo di una shell e un po’ di tempo a disposizione ;)

1) Preparazione all’avanzamento di versione

Procurate un genere di conforto quale cioccolata o bevande e riponetelo a giusta distanza dalla tastiera, vi servirà più tardi. Disdicete l’appuntamento galante. Staccate il telefono… Insomma le solite cose.

2) Modifica dei canali software

Cominciamo ad entrare nel vivo dell’aggiornamento. Questo punto consente di modificare l’istruzione fondamentale che indica ad APT, il gestore dei pacchetti, dove e come reperire il software da installare in Ubuntu. Possiamo modificare quel file solo se possediamo diritti di amministrazione, e andrà bene un qualsiasi editor di testo. In questo esempio usiamo GEdit:

$: gksudo gedit /etc/apt/sources.list

Verrà visualizzata la lista di indirizzi corrispondenti ai repository attivi. Potrebbe essere stata più o meno pesantemente modificata nel corso dell’utilizzo, con aggiunte o modifiche manuali e cose del genere… ma poco importa: il nostro scopo è eliminare tutto il superfluo e specificare che da questo momento vogliamo usare ad esempio la versione di Ubuntu denominata hardy al posto di gutsy.

Per fare questo bisogna disabilitare ogni riga/indirizzo che si riferisca a repository di terze parti, quelli che magari avete aggiunto seguendo una guida per installare quel software bellissimo e utilissimo… tanto ci sono buone probabilità che adesso sia stato inglobato nei repository ufficiali di Ubuntu ;) La domanda quindi è: come distinguere le righe buone da quelle cattive? Beh ecco un esempio di lista contenente solo repository ufficiali:

deb http://archive.ubuntu.com/ubuntu/ hardy main restricted universe multiverse
deb-src http://archive.ubuntu.com/ubuntu/ hardy main restricted universe multiverse 

## Major bug fix updates produced after the final release of the distribution.
deb http://archive.ubuntu.com/ubuntu/ hardy-updates main restricted universe multiverse
deb http://security.ubuntu.com/ubuntu/ hardy-security main restricted universe multiverse
deb http://archive.ubuntu.com/ubuntu/ hardy-proposed restricted main multiverse universe
deb http://archive.ubuntu.com/ubuntu/ hardy-backports restricted main multiverse universe
## Esempio di riga commentata:
# deb http://vattelappesc.net/unofficial ./

Indizio segretissimo: notate che contengono tutti “ubuntu.com” ;) Ovviamente al posto di hardy avrete ancora gutsy, cambiate tutte le occorrenze di gutsy in hardy e salvate il file. Non vi venga in mente di fare copia/incolla da questa pagina, potreste esporvi a piccoli problemi inutili. Limitatevi a sostituire la parola magica e disabilitate tutte le righe contenenti fonti non ufficiali, semplicemente anteponendo un “#” come da esempio qui sopra.

Questo punto è ancora reversibile. Se doveste venire interrotti dal telefono che squilla potreste sempre tornare indietro riportando il file allo stato originario e non ci sarebbe alcun problema. Ma non vi avevo detto di spegnerlo il telefono?

3) Recupero nuovi pacchetti

Dopo aver effettuato e salvato le modifiche, potrete compiere il primo passo: aggiornare il database di APT, che indicherà al sistema quali cambi sono stati effettuati:

$: sudo aptitude update

Nota per i più smaliziati: va bene anche usare direttamente apt-get al posto di aptitude. Questo comando agirà in pochi secondi e se non avete combinato pasticci nella fase due non dovrebbe restituire alcun errore. Del resto, se siete riusciti a combinare pasticci nella semplice fase due forse è meglio che usiate l’aggiornatore automatico ;)

Giusto per cronaca: sareste ancora in tempo per tornare indietro, basterebbe ripristinare le vecchie informazioni modificate nel punto due e ri-aggiornare con il comando dato qui sopra. Se invece siete convinti di continuare, basta dare il comando successivo, senza ulteriore indugio:

$: sudo aptitude safe-upgrade

Dopo qualche breve istante questo comando ci restituirà una corposa lista di software che deve essere rimosso, installato o aggiornato per passare alla versione desiderata, ossia in questo caso la 8.04 Hardy Heron. Possiamo dire con qualche approssimazione che aptitude non ne sbaglia una, e quindi tutto quello che vi resta da fare è premere [Invio] per confermare che condividete le scelte proposte.

A questo punto ci vorrà un po’ di tempo, in base alla velocità della connessione, per scaricare tutti i pacchetti. Mettete pure mano alle vivande.

4) Installazione dei pacchetti

Questa quarta fase è quasi del tutto automatizzata, non vi resterà altro da fare che aspettare pazientemente. Ogni tanto però verrà richiesto il vostro intervento per sistemare qualche discrepanza con i file di configurazione aggiornati. Il sistema potrebbe chiedervi come comportarsi quando un nuovo file di configurazione (tipicamente bash.bashrc, gdm.conf e cose del genere) contiene aggiornamenti che vanno in conflitto con vostre eventuali modifiche manuali.

Anche qui, se mai dovesse succedervi, nella maggior parte dei casi basta rispondere “Y” (Sì) e premere [Invio] per accettare la sovrascrittura e la conseguente perdita delle modifiche manuali. Qualcuno potrebbe voler ispezionare prima di decidere (premere “D”) oppure rifiutare l’aggiornamento del file (premere “N”), ma solo se si è certi di quello che si sta facendo.

Anche questa fase prende relativamente molto tempo, in base alla potenza del PC sul quale si sta eseguendo l’aggiornamento.

5) Pulizia

Non ci dovrebbero essere pacchetti da eliminare espressamente, invece il singolo comando che elimina tutti i pacchetti temporaneamente scaricati, liberando centinaia di MB di spazio è:

$: sudo aptitude clean

Gettate inoltre gli involti delle merendine tossiche che avete consumato durante i punti 3 e 4, fate lo stesso con i contenitori delle bevande.

6) Riavvio del sistema

Ostentate sicurezza e determinazione e riavviate il PC fischiettando “Cappuccetto Rosso”.

Considerazioni finali

Utilizzare questo metodo manuale può presentare un certo livello di difficoltà in più, ma a ben guardare è solo l’idea di avere a che fare con il terminale che spaventa l’utente alle prime armi. In realtà stiamo parlando di semplici comandi infilati uno dopo l’altro, per fare esattamente le stesse operazioni compite dal metodo automatizzato. Perché allora lo consiglio? La differenza e il vantaggio principale nell’uso di questo metodo sono evidenti solo dopo.

Aggiornando manualmente, ci siamo evitati l’installazione di un notevole numero di pacchetti-spazzatura! Chi segue il normale aggiornamento automatizzato sa che ogni volta dovrà sistematicamente disinstallare parecchio software, che viene installato per assicurarsi la massima compatibilità e fruibilità di Ubuntu a costo di appesantire il sistema. Per avere un’idea, consultate la guida : “Mettiamola a dieta! (Ubuntu, non la biondina)“; anzi ne approfitto per consigliarla a chi ha già aggiornato con il metodo automatico: mettetela in pratica e vedrete quanto spazio libererete!

Conseguenza naturale: con questo metodo verranno rispettate tutte le scelte di ottimizzazione operate nell’arco del tempo passato a personalizzare la propria Ubuntu: se avete disinstallato pacchetti inutili non ve li ritroverete di nuovo installati come per magia. Per avere un esempio consultate “Niente fottutissimi .exe nella mia box!“, io stavolta ad esempio non mi sono ritrovato Mono nuovamente re-installato senza che lo chiedessi ;)

Concludo dicendo che il pollyrepo non ha dato alcun fastidio e per il resto qui è filato quasi tutto liscio (a parte il fatto che ho dovuto esplicitamente installare e abilitare i driver NVIDIA dal gestore dei driver con restrizioni). Ovviamente chiunque potrebbe avere qualche piccola rogna sparsa con l’aggiornamento, ma visto che “la sfiga ci vede benissimo” questo è normale, che si usi il metodo manuale o automatico.

Pagine forse correlate:


Commenti »

1. iraiscoming223 - 28/04/08 @ 11:35

Grazie, ho alcuni amici con problemi! :) Già inviate e-mail linkate al tuo post! :D

P.s. (PRIMO!)

2. luckyland - 28/04/08 @ 11:41

Mah, a ’sto giro l’upgrade non è andato liscio liscio…
Non riesco più ad abilitare i driver accelerati per la mia Nvidia 7900, che in Gutsy funzionava alla perfezione, né usando il Gestore Driver con Restrizione né usando EnvyNG; non sono comunque il solo, a giudicare dai post sui forum ufficiali.
Se tento di utilizzare i driver "nvidia" il sistema parte tutte le volte in safemode; xorg dice che c’è un’incongruenza tra la versione del modulo del kernel, la 71.qualcosa) e quella dei driver (che sono – giustamente direi – alla 169).

3. Yami - 28/04/08 @ 11:50

E’ proprio quello il problema, luckyland. ;)

4. Kame - 28/04/08 @ 12:06

Hardy è un filo buggato.

1) Samba/mount/mount.cifs è buggato: allo spegnimento si blocca non riuscendo a smontare le periferiche di rete
2) Compiz non è compatibile con i precedenti file di settings
3) Il modulo asus-laptop è buggato, in particolare il modulo relativo al sensore di luminosità setta a 0 la luminosità. Manca il link in hotkey-setup per la regolazione di luminosità dello schermo.
4) Envy-ng mi aspettavo avesse i catalyst 8.4 e noto con estremo dispiacere che siamo ancora a 8.3…

Per il resto l’aggiornamento è stato indolore… nel senso che per fortuna so dove mettere mani altrimenti ora mi troverei con un pc con monitor nero…

5. motumboe - 28/04/08 @ 12:10

d’accordissimo con questa modalità di installazione. Sul mio sito consiglio qualche passetto di più ma sono cose da esauriti:
http://www.motumboe.net/wordpress/aggiornare-da-ubuntu-feisty-fawn-a-ubuntu-gutsy-gibbon/

unico appunto, quando mi trova le discrepanza nei file di config, mi piacerebbe fare un edit a mano avendo sotto mano le due versioni, così al volo, invece attualmente mi tocca annotare qualche appunto sulla questione per poi affrontarlo dopo.

6. Cesare - 28/04/08 @ 12:31

Per quanto riguarda i problemi con i drivers Nvidia, ci ho perso parecchie notti per poi RINGRAZIARE Alberto Milone e la sua utility Envy, che mi ha letteralmente messo a posto il problema.

Avevo Hardy beta da un mese e mezzo, in cui non riuscivo piu’ a far funzionare la mia GeForce 6200.

Poi con Envy in 2 minuti ho ripristinato il funzionamento corretto della scheda e dei drivers (versione 169). Per inciso, nella voce "Restricted Drivers" ora risulta che sulla mia macchina NON e’ installato alcun driver proprietario :)

7. finferflu - 28/04/08 @ 13:22

Non so perche’, ma gli aggiornamenti di Ubuntu mi mettono tristezza :(

8. doctorzoidberg - 28/04/08 @ 13:43

Ieri ho eseguito l’upgrade ma pare che Hardy e i suoi effetti grafici non siano compatibili con la mia Radeon 9700….ho provato a intopare un po ma non ho ottenuto buoni risultati…Morale: ho reistallato Gutsy (sulla quale funziona tutto da dio…)

9. lobothom - 28/04/08 @ 14:05

Stavolta l’upgrade automatico ha fatto cilecca:
- driver Nvidia aggiornato alla cacchio -> X.org a puttane, ripristinato manualmente
- il mouse non funzionava + al riavvio -> ripristinato manualmente
- mi sono ritrovato la tastiera US anzichè IT sono riuscito ad averla stabile dopo 3 riavvii
- sistema lento e vari processi randomicamente appesi al 100% ad ogni riavvio …
- spazzato vai tutto!!!

Reinstallato ex novo con backup della home:
- Prestazioni ottime
- Sensazione di freschezza, come quando ci si infila in un letto con lenzuola nuove e profumate
- La solita schifezza di network manager che mi ha fatto dannare più del solito con il wifi, sostituito con WICD
- Firefox 3 … perchè?!? Non è stabile e la metà degli addon non sono compatibili, tra cui Foxmarks! :(

10. Anonimo - 28/04/08 @ 14:15

LoooooooooooooooL … gran parte degli utenti di ubuntu sono tutti automi di puro stampo winzozziano :D

11. lorentz - 28/04/08 @ 14:21

Aggiornato tutto alla perfezione, driver nvidia installati in seguito.
Concordo su Firefox beta 3, Foxmarks non è ancora disponibile. :/

12. [email protected] - 28/04/08 @ 14:23

Seguita la tua guida, gnome mi da problemi.

Non vedo il desktop, nautilus si avvia e si termina ciclicamente in automatico, i contorni delle finestre non si vedono…

Solo sfiga?

Vabbè, adesso sto scaricando miriadi di aggiornamenti, speriamo in bene…

13. NeXTWay - 28/04/08 @ 14:32

Versione 64 bit:
Lentezza allucinante
Drivers per il mio portatile quasi introvabili
Instabilità: freeze, riavvii continui ed a volte "cubettizzazione" dello schermo

Versione 32 bit:
Network manager mi ha funzionato al primo colpo
Idem per la scheda audio (niente più ricompilazioni alèèè)
Tastiera settata US: dopo 2 riavvii, una lattina di coca cola ed una crisi di nervi risettata ad ITA… ora sto nel limbo: spesso ritorna a US ma per fortuna adesso con un paio di click torna IT
Compiz funzionava, dopo 2 riavii (quelli necessari per la tastiera) non funziona più, reinstallato: ora è tutto lento xD
Idem (ovviamente) per AWN
Ottimo synaptic
Hanno messo emesene nei repo :D

Però con la 7.10 andava tutto alla grande.
Adesso sto scaricando debian etch :)

14. elcamilo - 28/04/08 @ 14:36

@felipe

mi ricordo infatti che quando aggiornai da feisty a gutsy, il sistema reinstallò tutte le applicazioni mono che sono incluse in Ubuntu, dipendenze del pacchetto ubuntu-desktop, mi pare, che a suo tempo, per pulire, avevo tolto: cosa piuttosto fastidiosa. Poi la Gutsy la ho reinstallata de capo, avevo fatto qualche casino; gli ho fatto la cura ‘biondina’, senza però rimuovere ubuntu-desktop.

Ti volevo solo far sapere che aggiornando da Gutsy ad Hardy Ubuntu NON reinstalla le applicazioni mono. Non solo: poi si può rimuovere anche libbeagle, che rimaneva in gutsy nonostante purge-remove-mono-addio.exe ciao

15. elcamilo - 28/04/08 @ 14:40

scusate, ho scritto una boiata: in Hardy da libbeagle1 dipende addirittura Brasero….

16. Don - 28/04/08 @ 14:56

Saranno solo casi dovuti alla relativa gioventù di questa nuova versione ma per essere una LTS mi aspettavo parecchio di meglio… forse ho frainteso il senso di questa sigla, mentre alla canonical intendevano qualcosa del tipo "ce la prendiamo comoda stile microsoft".
Di certo per adesso non mi sposto dalla 7.10 neanche con un’installazione ex-novo

17. motumboe - 28/04/08 @ 14:58

boh, a me è andato tutto straliscio…
buon per me :-)

18. Luca - 28/04/08 @ 15:03

io ho usato dist-upgrade.. che differenza c’è con safe-upgrade?

19. Stefano - 28/04/08 @ 15:19

Io ho 12 client e 2 server…fatto l’upgrade dall’update manager ed è andato tutto bene. Sono molto soddisfatto per ora… Speriamo bene!

20. loolee - 28/04/08 @ 15:29

io ho problemi con brasero…. :(

21. Alberto Milone - 28/04/08 @ 15:34

@tutti gli utenti di EnvyNG
A causa di un malinteso, EnvyNG è stato incluso in Ubuntu Hardy senza i suoi pacchetti con i driver modificati da me.

Ovviamente mi sono messo subito al lavoro e, grazie all’appoggio di Martin Pitt, i nuovi pacchetti (con il nuovo driver ATI e altri miglioramenti) e una nuova versione di EnvyNG arriveranno quanto prima in Hardy. Stiamo testando il tutto.

Farò un annuncio ufficiale sul mio blog quando sarà tutto pronto.

22. matty - 28/04/08 @ 16:00

Qualcosa mi dice che aspetterò un momento ad aggiornare…
Grazie agli ardimentosi che stanno provando e,naturalmente,ad Alberto Milone!

23. lucac81 - 28/04/08 @ 16:21

My experience
Per la prima volta è filato tutto liscio senza troppi danni, driver nvidia compresi…incredibile
tutto ciò che ho fatto è stato un bel

sed s/gutsy/hardy/g /etc/apt/sources.list > /etc/apt/sources.list.hardy
idem sul file di medibuntu in /etc/apt/conf.d , e ovviamente sostituiti i file originali con quelli modificati, da notare che invece l’update grafico si limita a disabilitare i repo esterni

un bel

apt-get update && apt-get dist-upgrade
e 4 ore di download dopo tutto liscio :-)

L’unica cosa che ho notato non funzionare è vmware-server, ma semplicemente perchè non mi ha aggiornato i moduli del kernel, appena ho tempo ci do un’occhio (ma magari non erano ancora disponibili)
Inoltre noto con piacere che finalmente le periferiche per xbox360 in mio possesso (pad e webcam) funzionano out of the box, che fa sempre piacere

24. Gian - 28/04/08 @ 16:27

@ #8
Io ho eseguito l’aggiornamento automatico su un portatile con una Radeon Mobility 9700. Anche a me dava gli stessi problemi, senza contare lo schermo bianco quando provavo ad abilitare gli effetti grafici. Ho risolto quando ho notato che il driver free preso in considerazione da xorg.conf era il "vesa". Ho quindi modificato il file dicendo di usare il driver "ati" e tutto ora funziona bene.

Chiedo a Felipe: riscontrato qualche problema con compiz? I driver proprietari li hai abilitati dal tool di Ubuntu o con Envy?

25. luk - 28/04/08 @ 16:38

Ho aggiornato Giovedì e a parte qualche problemino con il NetworkManager (ho dovuto eliminare la vecchia configurazione e crearne una nuova per l’accesso alla mia wlan… roba di 10 sec.) e con OpenOffice (la 2.4 mi sballa le formule matematiche che ho scritto con la 2.3 di Gutsy) tutto sembra andare piuttosto bene.

26. lolloso - 28/04/08 @ 17:29

tutte le volte ogni 6 mesi chilometri di pagine su chilometri di blog di come si aggiorna ubuntu ad ubuntu.
che 2 sfere
cancella pure il commento, non resistevo a dirlo !

27. macro182 - 28/04/08 @ 17:36

E pensare che ero resistito all’aggiornamento fino adesso…

Mannaggia a questa guida, speriamo bene!

28. koalalorenzo - 28/04/08 @ 17:54

@lolloso: Hai perfettamente ragione… io ho cambiato il pacchetto base-files e così non ho problemi per aggiorare! (non si aggiorna, ma i pacchetti si) :D

29. Skumpic - 28/04/08 @ 18:22

Grazie per il post, peccato solo abbia gia piallato tutto :P (tra fare l’upgrade e poi dover rimettere mano "alle personalizzazioni" e fare tutto da zero ho sempre preferito la seconda via). Sperimento i tuoi consigli tra 6 mesi :)

30. macro182 - 28/04/08 @ 18:27

ma è successo solo a me che non ha aggiornato kernel e simili?
all’avvio mi sono ritrovato il vecchio gutsy, funzionante in parte, ho provato a fare un aggiornamento via "Gestore Aggiornamenti", ma mi veniva detto che "non è possibile eseguire un avanzamento da hardy a gutsy" (spero ben!)

Adesso con un dist-upgrade forzato si sta scaricando altri 530 Mb di pacchetti… incrocio le dita!

31. ultimategrayfox - 28/04/08 @ 18:30

ho fatto l’update normale… tutto liscio a parte l’aggiornamento del kernell… infatti con quello nuovo daàschermo nero, usando il vecchio ho avuto tutto aggiornato e usabile, poteva andar peggio

32. lolloso - 28/04/08 @ 18:55

@ultimategrayfox #31: bug "quasi" noto con quel 2.6.24-16, potresti tentare con un live-cd e poi da chroot depmod -aq
a molti ha risolto (me compreso)

33. Hayabusa - 28/04/08 @ 18:59

Mi va di segnalare un simpatico "easter egg" (se si può chiamare così) di questa Hardy .
Se si prova a cambiare wallpaper da gnome, si trovano solo i 4 wallpaper canonici di Ubuntu, tra cui quello nuovo dell’airone stilizzato.

Ma se si apre la cartella /usr/share/backgrounds si trovano altre 5 foto molto carine a tema spaziale firmate Mark Shuttleworth…

34. White-Shadow - 28/04/08 @ 20:49

Salve a tutti, è la prima volta che posto qui…
Avevo la mia bella Ubuntu 7.10 installata e funzionante, con compiz e tutto il resto. Purtroppo in fase di aggiornamento, scatta il problema sulla modifica canali software. Allora ho masterizzato la nuova hardy e l’ho installata. Va tutto alla perfezione, tranne una piccola cosa: una volta installati i driver nvidia, alla schermata di login la risoluzione schermo va da sola a 1280×1024 (mentre normalmente dovrebbe essere 1024×768); in più, il layout della tastiera è inglese, o americano (e il problema non si è risolto eliminando qualsiasi pacchetto o layout di altre lingue presenti nel sistema). Una volta loggati nel sistema, tutto torna regolare. Potreste farmi sapere come mai succede così?

35. drox - 28/04/08 @ 20:50

Salve ma io sono l’uncoa cui l’aggiornametno automatico è andato a buon fine senza nessun problemi? Sia con samba che con i driver Nvidia per la mia 7300gt? Ciao

36. Gianbi - 28/04/08 @ 20:55

Considerando com’è andata l’ultima volta mi ritengo abbastanza soddisfatto dal momento che tutto mi funziona benissimo e anche meglio come la web che finalmente parte…

Per quel che riguarda Firefox mmm… forse era meglio aspettare ancora un pò per la v 3…

37. fm - 28/04/08 @ 21:08

Salve, non so se è il posto giusto ma dato che ti leggo spesso vorrei sottoporti un problema avuto ieri con ubuntu gutsy. Ho cancellato dei gruppi e dopo il riavvio mi diceva che mancava il gruppo gdm e quindi non si avviava in modalità grafica.
In modalità testo con startx parte la modalità grafica ma una volta entrato da l’errore "failed to initialized hal", non monta i driver cd, usb e non mi da la connessione internet. Come faccio a ripristinare gdm senza connessione?

Saluti e grazie

38. Kame - 28/04/08 @ 23:08

Grazie Alberto per la bella notizia.

Envy è una droga… riduce gli sbattimenti di un buon 99%.

39. r_u - 29/04/08 @ 1:03

Io aggiornai tempo fa con apt-get dist-upgrade alla versione beta5 di hardy, non ho avuto grossi problemi ed è passato da solo alla LST con gli aggiornamenti successivi, non ho ancora controllato se ci sono pacchetti orfani in giro.. onestamente non ne ho il tempo, ringrazio Alberto Milone per il sio EnvyNG ma ho installato i driver invidia killando gmd ed installando i driver 173.08 con l’installer di NVIDIA.. certo questo lega il modulo nvidia.ko ad un solo kernel, ma è andato tutto liscio.. riguardo al kernel 2.6.24-16 nonostante andasse bene in prestazioni dava però strani messaggi nei log e piantava il sistema ongi 10 minuti per 2 secondi.. inresistibile è stata quella di tornare al 2.6.22-14

40. zalayeta - 29/04/08 @ 1:11

io una piallata ogni sei mesi gliela do volentieri previa tortura finale (bello il paragone con le lenzuola pulite ;) )
stavolta pero non sono molto soddisfatto, speravo di trovare qualcosa di praticamente pronto per l’uso ma qualche limatina bisogna ancora dargliela a mano

41. milo - 29/04/08 @ 4:05

Firefox3 perchè Hardy deve star su tre anni, così supporterà in pieno il nuovo browser nella sua lenta crescita (quando, tipo, arriverà alla 3.0.0.20, se non di più). Anche perchè ricordate l’errore che fecero in Dapper di tenere Firefox1.5? Dopo un pò con l’esplosione di Firefox2 non sapevano più che fare!

42. jack - 29/04/08 @ 8:16

@r_u
guarda che con l’opzione -K puoi installarli anche su 4 milioni di kernel i driver nvidia…

43. sleeper - 29/04/08 @ 8:21

oggettivamente questa procedura semestrale di inculamento aggiornamento comincia a scocciare. O rimango per qualche anno con questa LTS o cambio distro finchè non risolveranno i problemi

44. condor_85 - 29/04/08 @ 9:17

Salve mi dice come installare kubuntu 8.04 sul mio Pc, costituito da un controller raid Promise fast track Tx 2300; con 2 hard disk da 320 gb l’uno serial ata 2 in raid 0.
Grazie

45. MarcoZ - 29/04/08 @ 9:21

Io uso arch e con la rolling release non ho di questi problemi, ghghgh :D

46. skalka - 29/04/08 @ 11:24

Io sono sempre dell’opinione che ogni tanto una formattatine con sistema nuovo nuovo non faccia male, sono contrario per abitudine agli aggiornamenti. Io ho messo hardy da zero e tutto è filato liscissimo, trovo il sistema stabile e performante.

47. NickM - 29/04/08 @ 11:27

Mah, forse avrò fatto pasticci io, ma con Hardy le funzioni Suspend e Hibernate mi piantano il pc (fisso). Prima dell’upgrade funzionavano, anche se la loro utilità era limitata. Adesso ho preferito disattivarle con l’editor di configurazione e tenermi solo "arresta" o "riavvia"…

48. ronin - 29/04/08 @ 12:09

Il metodo automatico è andato via benone… come sempre fino ad ora. Anzi, alcune cose riguardanti la compilazione non erano presenti (se qualcuno ha reinstallato vmware server sa di cosa parlo! :) )

49. FedeVecna - 29/04/08 @ 12:30

Bè…da quando ho iniziato con Edgy ho sempre fatto un formattone per installare da zero…questa volta ho provato a usare il gestore aggiornamenti…non è andata poi così male :\
Almeno mi sono evitato le solite beghe su language pakc, tastiera e risoluzione dello schermo xD

50. White-Shadow - 29/04/08 @ 13:51

Allora raga nessuno saprebbe darmi una mano? :(

51. Andrew - 29/04/08 @ 14:58

Ma reinstallarla da zero per una volta?!

52. NickM - 29/04/08 @ 15:16

@White-Shadow

Hai provato a modificare manualmente il file usplash.conf?

Oppure puoi provare installando "startupmanager", che mi sembra consenta di impostare la risoluzione iniziale ed anche la profondità di colore.

53. White-Shadow - 29/04/08 @ 15:20

@Andrew
Io l’ho infatti reinstallata da zero, il problema è sorto installando successivamente i driver nvidia

@NickM
Adesso provo, poi ti faccio sapere. Grazie.

54. NickM - 29/04/08 @ 15:26

@White-Shadow (bis)

Un’altra cosa… proverei a controllare xorg.conf, eliminando ogni risoluzione superiore a 1024×768

55. White-Shadow - 29/04/08 @ 15:32

@NickM

La risoluzione è stata impostata alla perfezione. Purtroppo rimane ancora il problema del layout tastiera…

56. White-Shadow - 29/04/08 @ 15:36

Rettifico: nemmeno la risoluzione va. Infatti modificando il file usplash.conf si modifica la risoluzione della barra d’avanzamento del sistema in fase d’avvio. Provo a vedere xorg.conf…

57. shady - 29/04/08 @ 15:42

@21
Grazie Alberto, appena dai il via Upgrado anche io (con relativa sicurezza che se la mia Nvidietta non riparte mi aiuterà Envy!)

58. Dom93 - 29/04/08 @ 15:46

tolto la 7.04 e messo la 8.04,tutto ok, solo per gli effetti grafici he trovato un pò di problemi con la mia hd2900pro ma installati i driver 8.3 tutto apposto funziona tutto e alla grande.
i tempi di boot mi sembrano simili alla gusty, per l’installazione è stata abbastanza veloce, tutta installata in poco più di 10 minuti :)

59. markpersy - 29/04/08 @ 17:02

A me totem non vede più gli .avi/mpg/wmv .. sono rassegnato con mplayer (vlc non funziona da parecchio ormai) ~ Ubuntu Gutsy –> Hardy (64bit)

60. Anonimo - 29/04/08 @ 17:20

Ciao a tutti,
ACER EXTENSA 5629Z con Intel X3100 come acceleratore grafico… aggiornamento fallito, problemi sparsi a caso qui e li, niente nautilus, apertura applicazioni quando gli pareva a lui e lentezza esasperante.
Spianato tutto e reinstallato 8.04 ex novo, funziona tutto, e quando dico tutto intendo tutto, anche la stramaledetta scheda wireless Broadcom B43, bello e velocissimo, sembra un altro computer rispetto a Gutsy (che comunque funzionava bene).
Ciao
Lince10

61. Anonimo - 29/04/08 @ 17:23

Opss..
ACER EXTENSA 5620Z
Riciao
Lince10

62. Perché avete così paura dell’airone? « Il blog di olympicmew - 29/04/08 @ 18:09

[...] Per evitare queste “catastrofi”, basta avere una semplice accortezza: tenere /home in una partizione separata e installare tutto da zero, mantenendo le vostre belle configurazioni. E magari prima salvatevi una lista dei pacchetti installati da dare in pasto a Synaptic. Oppure fate come dice Felipe. [...]

63. I did it! « Pythoon Boots - 29/04/08 @ 18:11

[...] Cd non ne voleva proprio sapere, ma è bastato attendere qualche giorno e seguire la guida Pollycokica per far andare tutto liscio. Poche ore di tempo, un riavvio ed ecco la mia Hardy Heron nuova [...]

64. White-Shadow - 29/04/08 @ 19:29

Raga sono disperato…. possibile che non si trovi una soluzione?

65. G72 - 29/04/08 @ 20:10

Ok ragazzi…comunque lo dicevo che dalla 6.04 notavo un peggioramento e questa 8.04 ne è la riprova…che paciugooooooo!!! Questa smania di release intermedie come si vede non sta producendo dei bei risultati. Ma non doveva essere una lts? Io direi che si dovrebbe chiamare STH (ShortTimeHelpme!)
Scusatemi tanto lo sfogo ma è la prima distro che mi trovo tra le mani che al posto che risolvere i problemi con il cambio di release ne crea di nuovi :-) Decisamente una brutta caduta di stile.
Torno alle classiche che mi sa che è meglio.

66. G72 - 29/04/08 @ 20:12

ps. tanto per flammare un po quoto in pieno ‘ 10. Anonymous ‘

:-) LOL :-)

67. elcamilo - 29/04/08 @ 23:58

https://pollycoke.net/2008/04/28/aggiornamento-cazzuto-di-ubuntu/

questo è perché negli url non puoi mettere le parentesi?

68. Maza - 30/04/08 @ 1:30

ciao felipe, avrei bisogno di un aiutino….
Ho appena aggiornato la mia kubuntu seguendo questa guida ma non riesco piu’ a regolare il volume dell’audio, in pratica kmix nn lavora… Forse perche’ tenta di regolare il volume con alsa? grazie! :(

69. Daniele - 30/04/08 @ 13:15

Se ti avessi letto prima, forse non avrei dovuto formattare. Infatti la procedura automatica di upgrade mi aveva dato una serie interminabile di errori, per poi rendere il sistema inutilizzabile. Ovviamente con un po’ di pazienza si poteva recuperare tutto, però avevo solo intenzione di provare Hardy prima di ripartire da zero, quindi tanto valeva formattare subito. A parte quindi la procedura di aggiornamento, per il resto Hardy mi sembra un’ottima LTS, ne sono molto soddisfatto!

70. marcobbi - 1/05/08 @ 3:03

io sono uno di quei barbari che pialla e reinstalla.
in mezz’ora va tutto.

71. goodcat - 4/05/08 @ 17:22

Porca l’oca…. nautilus non si avvia più… e nemmeno la scheda di rete, riconosciuta e supportata dai driver broadcom, mo che faccio??????

chi si prende la briga di darmi una mano???

72. AlexT - 5/05/08 @ 14:07

Salve a tutti,
la scorsa settimana ho provato a fare l’aggiornamento dalla 7.10 alla 8.04 e la prima cosa che ho notato è che inspiegabilmente mi è partito synaptic anzichè gestore aggiornamenti.
in secondo luogo è stato effettuato un aggiornamento parziale che però mi ha sput….to la vecchia versione tanto che da un certo punto in poi non mi ha più "visto" il dvd di installazione.
Ora la cosa stupefacente è che se inserisco una periferica esterna(CD/DVD/Pennine HW), questa non viene mostrata sul desktop, se però la esploro via menù, voce: "computer", al primo click sopra la visualizza, la posso esplorare, ci posso navigare dentro, ma …. non viene montata e se tento di farlo mi risponde"cannot mount …".
che caspita può essere successo??????
ho come l’impressione che dovrò reistallare il tutto…..

73. dinozer - 24/06/08 @ 3:22

io ho provato ad aggiornare, ma adesso ubuntu nn mi parte più.
esce una brutta schermata con scritto tipo acpci 0, tipo terminale e si ferma li..
aiuto..
devo far partire tutto in recovery mode..
come si fa?