jump to navigation

Caratteri “da leccare” su Ubuntu Intrepid

In Articoli, Guide e HowTo, Facili, o quasi :), Felipizza la tua distro il 19/12/08 @ 2:00 trackback

Non potevo sottrarmi dallo scrivere una nuova versione di un classico di pollycoke: i caratteri leccosi1 adesso anche su Ubuntu 8.10 “Intrepid Ibex”. Oltre ai soliti comandi per imitare Cleartype di Windows, stavolta però ho aggiunto una configurazione simile a quella di MacOSX2.

Polizìa

Spostiamo allegramente le eventuali configurazioni preesistenti e vuotiamo la cache di font-config:

$: mv ~/.fonts.conf .fonts.leccosi-vecchi
$: rm -rf ~/.fontconfig

Segnatevi fin da ora anche l’esatto contenuto della directory in cui è custodita la vostra attuale configurazione di sistema:

$: ls /etc/fonts/conf.d/ > ~/Fonts_Conf-d

E ora che abbiamo polìto e schedato i sospetti, passiamo oltre.

Come Windows

Ecco i comandi che fanno somigliare i caratteri della vostra Ubuntu a quelli di Windows, questi configurano tutto il sistema in una volta sola per tutti gli utenti:

$: sudo ln -sf /etc/fonts/conf.avail/10-autohint.conf /etc/fonts/conf.d/
$: sudo ln -sf /etc/fonts/conf.avail/10-sub-pixel-rgb.conf /etc/fonts/conf.d/
$: sudo rm /etc/fonts/conf.d/10-hinting-medium.conf
$: sudo ln -sf /etc/fonts/conf.avail/10-hinting-full.conf /etc/fonts/conf.d/

Le stesse impostazioni sono accessibili su base utente, usando la capplet Aspetto di GNOME o System Settings per KDE:

KDE Fonts as Windows - Pollycoke :)
In questa schermata al posto di “Medio” doveva esserci “Pieno”

Dopo aver fatto questo, riavviate il PC (in realtà basta riavviare X), sorridete alla nuova piccola meraviglia e opzionalmente lasciate una bella scia ultra-lumacosa sul vostro bel monitor ultra-wide.

Se non notate la differenza provate ugualmente a tenere attive le modifiche per qualche giorno: all’inizio potreste non percepire il cambiamento. Se anche trascorso qualche giorno non notate alcuna differenza tornate alle vecchie impostazioni. Comunque non è vero che gli occhiali rendono meno sexy, anzi.

Come MacOSX

Ogni volta che ho scritto una guida leccosa, tra i commenti non è mancato chi mi ha suggerito di eliminare del tutto lo hinting. Ecco dunque come scimmiottare (no dico, “Trasformare GNOME o KDE in MacOSX Leopard…“) l’altro sistema operativo in questione:

$: sudo rm /etc/fonts/conf.d/10-autohint.conf
$: sudo rm /etc/fonts/conf.d/10-sub-pixel-rgb.conf
$: sudo ln -sf /etc/fonts/conf.avail/10-unhinted.conf /etc/fonts/conf.d/

Anche qui, le stesse impostazioni sono disponibili nelle configurazioni utente di KDE e GNOME:

GNOME Fonts as MacOSX - Pollycoke :)
No, non è colpa dell’autoerotismo, sono davvero sfocati

RITORNELLO: Dopo aver fatto questo, riavviate il PC (in realtà basta riavviare X), sorridete alla nuova piccola meraviglia e opzionalmente lasciate una bella scia ultra-lumacosa sul vostro bel monitor ultra-wide.

Ripeto: usate un po’ il sistema prima di decidere se vi piace o meno, ma vi avverto che le sfumature più accentuate di questa impostazione possono portare ad emicranie, cattiva disposizione verso il prossimo, istinti omicidi e acquisti compulsivi.

In tal caso, tornate alle vecchie impostazioni.

Ripristino della configurazione precedente

Nella sciagurata e maleodorante ipotesi che le nuove impostazioni non vi piacciano e vogliate tornare a leccare altro, per ripristinare il tutto bastano i comandi:

$: mv ~/.fonts.leccosi-vecchi ~/.fonts.conf
$: sudo rm /etc/fonts/conf.avail/10-autohint.conf
$: sudo rm /etc/fonts/conf.avail/10-sub-pixel-rgb.conf
$: sudo rm /etc/fonts/conf.avail/10-unhinted.conf

Non tutti potrebbero andare a buon segno, perché coprono i comandi per annullare la configurazione sia per MacOSX che per Windows, ma voi sorridete lo stesso.

Come tu mi vuoi (cit)

Vorrei chiarire che quando dico che i caratteri sono resi in maniera simile a Windows o a MacOS faccio una grossolana approssimazione, in quanto quello che facciamo è sostanzialmente modificare l’intensità con cui agisce lo hinting sui caratteri. Oltre a quello concorrono molteplici altri fattori i cui effetti non possono di certo essere replicati da un paio di comandi.

Detto questo, sappiate che ci sono diverse sfumature su cui potete sperimentare, aggiustando quei valori e approfondendo la questione come si può (sono molte le parti del sistema coinvolte nel processo). Vale ancora una volta il consiglio che do sempre di “Migliorare la qualita’ della resa dei caratteri con DisplaySize“.

E scambiatevi un segno di pace.

Note all'articolo:

  1. Attenzione, dedicare attenzioni particolari e financo morbose ai vostri elettrodomestici, specie se collegati alla corrente elettrica, può portare a conseguenze pericolose e imprevedibili, come shock elettrici e perfino il conseguente rischio di rinsavimento. Alla larga []
  2. Tutti sanno che amo profondamente MacOS, no? []

Condividi questo articolo:

  • FriendFeed 
  • TwitThis 
  • Facebook 
  • Badzu 
  • LinkedIn 
  • Google 
  • del.icio.us 
  • Wikio IT 
  • DiggIta 
  • Technotizie 
  • OKNotizie 

Pagine forse correlate:


Commenti »

1. quessinami - 19/12/08 @ 2:47

che rumore fa una lingua sul monitor?!

2. Midnight - 19/12/08 @ 2:47

e buona leccata a tutti.
se c’è una cosa tra le altre 3 che faccio subito dopo aver installato una distro, è sistemare i fonts.
…E tu hai una tua top ten dei fonts prediletti per il sistema?

3. Daniele87 - 19/12/08 @ 8:37

yeah!
anche un + per la tipettina tutto-pepe con il piercing alla lingua!

@quessinami: io non l’ho mai fatto ma penso possa fare

shhhhhhhhhhU(con i due puntini sopra) -> su lcd
shhhhhhhhhhU oppure igneeeeeeeeee (come quando passi il dito sul piatto super lavato) -> su crt a seconda se hai la lingua più o meno insalivata…

XD Ciao!

Ps. ma Felipe non ho ancora capito..Alla fine kde lo usi come DE predefinito giusto? CIAO!

4. Pappice - 19/12/08 @ 8:43

Se la tipa lecca con quella lingua, mi sa che mi rovina il monitor…
NONONO, non se ne parla proprio!! :-D

5. net - 19/12/08 @ 9:32

I caratteri sfocati sono fastidiosissimi IMHO!
Ma veramente sul Mac sono così? :|

Cmq io in genere imposto:
- Font: serie Bitstream o Dejavu (ps: ma sono gli stessi?)
- Subpixel LCD attivo
- Hinting leggero
- Subpixel hinting: RGB

6. michele - 19/12/08 @ 9:38

cccp
la citazione dico…
ok l’ho fatto! il mio proimi commento su polly :)

7. NickM - 19/12/08 @ 10:08

Autoerotismo… “auto” non è condizione necessaria per vederli sfocati :-)

Ci sono poi altri vari metodi per avere i caratteri leccati, per esempio lo storico

http://raincitystory.com/flash/screenclean.swf

8. GeekLife » Blog Archive » Caratteri “da leccare” su Ubuntu Intrepid - 19/12/08 @ 11:26

[...] Vai all’ articolo… [...]

9. Reload - 19/12/08 @ 11:46

Io una volta ero un fan dei caratteri mac :| Peccato che poi su schermi non mac si vedano na merda, tutti sfocati!
Da qualche release a questa parte di ubuntu, ossia da quando hanno aggiunto le famose patch per l’aa dei caratteri li trovo favolosi con hinting full senza alcuna modifica, però il bello di gnulinux è anche questo: ti caratterizzi come piu ti piace :F

10. Xander - 19/12/08 @ 12:56

Un più anche da parte mia per la biondina bucherellata.

Ed uno anche per Felipe che ha integrato l’altra “opzione”..

11. linuxiana.blogspot.com/ - 19/12/08 @ 15:58

Però che palle! Ma il primo africano nello spazio non potrebbe fare qualcosa perché non sia necessaria nessuna manovra ulteriore per avere una resa dei caratteri decente?

12. gondsman - 19/12/08 @ 17:50

Ma perché questa guida sarebbe “per Ubuntu Intrepid”? Sulla mia Arch funziona tutto nello stesso modo…

13. TeoLinuX - 20/12/08 @ 19:57

Per gli intenditori che ancora usano il CRT: Non fate il degauss mentre sbarliccate il monitor

14. marco - 21/12/08 @ 12:29

Per qualche strano motivo a me alcuni link, come quello dell’autohint, risultano interrotti ed infatti la resa dei caratteri è abbastanza indecente.

Qualcuno mi può dire come sistemare?

grazie, ciao!

15. marco - 23/12/08 @ 15:36

magari torna utile a qualcun’altro…

ho recuperato i file mancanti da un’altra installazione ’sana’ di Ubuntu (/etc/font/conf.avail) e ho rifatto i collegamenti.

Ora tutto ok!

16. Meme del 2008 « Open World - 2/01 @ 15:54

[...] Post. Donne in cerca di guai è il più simpatico. L’opposto non è il più brutto, ma il più leccoso¹ [...]

17. letsjump - 15/01 @ 10:44

Per me la qualità è ottima… però con schermo LCD ho il problema che in alcune applicazioni (Open Office) non vedo più i caratteri dei menu. Cosa risolvibile selezionando “sfumatura subpixel LCD”. A questo punto, tutto funzia, ma scompaiono i caratteri dei menu di Quanta+, unico programma insostituibile (a mio avviso, forse perchè ne sono abituato) per lo sviluppo…
Che fare???

(commentando accetti implicitamente le Regole di pollycoke, leggile!)