jump to navigation

Tomboy in C++ …sarà mai rilasciato?

In News il 7/04/09 @ 1:46 trackback

Aggiornamento: È ora possibile installare GNote su Ubuntu grazie ad un comodo PPA :)

Per l’ennesima volta1, come quando scrissi di “Tomboy in gtkmm… ma sarà mai rilasciato?“, o come quando riportai la “citazione del giorno: Luis Villa su Mono” (<- lettura consigliatissima), qualcuno sta tentando di riscrivere in un altro linguaggio l’applicazione che ha portato Mono dentro GNOME.2.

Qui trovate i sorgenti e qui la homepage di GNote, questo il nome del progetto. L’autore è lo sviluppatore GNOME Hubert Figuiere3, che deve aver riflettuto molto sulla faccenda, perché sostenne e incoraggiò già quel primo tentativo due anni e mezzo fa. E come due anni e mezzo fa… anche io mi ritrovo a fare il tifo.


Note all'articolo:

  1. Tranquilli: se vi sembra di aver già letto questo titolo, non siete pazzi. O meglio, probabilmente lo siete ma Tomboy non c’entra ^^ []
  2. Esatto: per rimpiazzare l’innocua piccola applet «note» introdussero l’intero Mono nel desktop GNOME, poi non venite a dirmi che non era politica… []
  3. Piccola indiscrezione: è stato da poco licenziato da Novell []

Pagine forse correlate:

Etichette: , ,

Commenti »

1. Ottimista - 7/04/09 @ 8:25

Tutti hanno ormai capito che il C è da rimpiazzare.

Questo è un tentativo di imporre il c++,
ma ormai la direzione intrapresa dalla comunità GNOME
è quella di C#/GTK#,
e francamente la cosa mi sembra molto positiva,
e guardo gnome3 con maggior fiducia.

2. greenkey - 7/04/09 @ 8:43

Tomboy è la killer-application di Ubuntu!
Praticamente è il motivo per cui uso Ubuntu in ufficio invece di Windows…

3. diego - 7/04/09 @ 8:57

Attenzione a MONO! Il C non è vecchio, e non è da rimpiazzare. Sopratutto non da rampiazzare con i .exe in una distribuzione FreeSoftware/OpenSource.

4. DG - 7/04/09 @ 9:04

E via di riscritture, perdite di tempo e fanatismi… Eh, ma è l'anno di linux… bah…

5. jfk - 7/04/09 @ 9:06

io spero ne scrivano una versione in qt o, al limite, riproducano le stesse funzionalità in knotes o chi per esso

6. dalloliogm - 7/04/09 @ 9:17

Che senso ha?
Se l'applicazione esiste già e funziona bene (e ci sono pure alcune funzionalità che ancora devono essere implementate) perché riscriverlo?

Io ho una proposta alternativa a quella di boicottare tutti i programmi Mono su Linux: ovvero, pigliamocelo noi Mono, rendiamolo più importante di .net, innoviamolo più di quanto faccia la Microsoft, facciamolo diventare un veicolo per programmi open source. Tutto questo nel migliore spirito del software libero.

7. Aldo Pinga - 7/04/09 @ 9:39

ma la smettete di dire che c# porta ad .exe?
da quando in qua?
basta usare le librerie…
ovvero ben venga c# o tutti i linguaggi compreso finalmente objective-c, basta che funzionino e via le f**** windowsform…

8. Sergej - 7/04/09 @ 10:07

Viste le nuove news, io credo che i grossi progetti, come gnome, dovrebbero cercare di fare a meno di mono. E NON per motivi tecnici, ma per motivi etico/politici.
Detto ciò: tomboy è un ottimo programma, mi auguro che si riesca a riscriverlo..

9. Marcello Quarta - 7/04/09 @ 11:26

Vedremo… stà di fatto che non ho MAI avviato Tomboy in 3 anni che uso GNU/Linux….

10. felipe - 7/04/09 @ 11:41

@tutti:
Voglio chiarire, prima che partano voci «incongrue», che:

GNOME non è ovviamente il Male(tm) :)
Mono da solo non sarebbe il Male(tm)
Gli exe su cui ci piace insistere per caratterizzare non sarebbero il Male(tm)
Alla fin fine Microsoft non sarebbe nemmeno il Male(tm)

Ma provate a miscelare gli ingredienti e viene fuori una situazione potenzialmente pericolosa. Non lo dico (solo) io, ma un numero non indifferente di gente ai piani altissimi della nostra comunità.

Ok? Dunque, lasciamo perdere l'atteggiamento «Microsoft è il Male(tm a tutti i costi)» ma non esageriamo con l'opposto, altrimenti si finisce con l'incoraggiare l'uso di Mono fin dentro le budella di GNOME, cosa che a detta di *avvocati* e secondo voci influenti e molto addentro, è da evitare.

Tutto qua

11. FastAndFurious - 7/04/09 @ 12:13

Io chiarirei un altro punto.

Sono sicuro che una conversione da c#/gtk# a un qualsiasi linguaggio a oggetti/libreria di widget di un'applicazione tipo Tomboy la faccio in una settimana.

Non vorrei che la gente, dopo aver visto Amarok 2 (che comunque aggiunge funzionalità), sovrastimasse il tempo necessario a fare questo tipo di conversioni.

Credo di essere un programmatore di medio livello,
quindi mi aspetto che questo port sia praticamente già pronto,
inutile chiacchiare troppo prima di provarlo.

12. rief - 7/04/09 @ 12:54

Uhmmm però in C++ potrebbe essere un problema. Il C++ per sua natura nasce per applicazioni altamente personalizzate e sicuramente per un'applicazione come questa può risultare esagerato. Quando si sviluppa in C++ si deve tenere in conto che il tempo di sviluppo tra un'applicativo scritto in C++ e uno scritto in C# (o Java) è talmente ampio che moltissime aziende puntano sui secondi. Il C++ da solo non basterebbe, ci vorrebbe un framework come QT4 di supporto abbandonando di fatto quell'accozzaglia che è GTK++…Forse si dovrebbe pensare di passare ad un Python, sicuramente molto più indicato per tomboy. In fondo, se il punto debole di Python è la velocità, che cavolo di calcoli deve fare un gestore di note?!

13. Barra - 7/04/09 @ 13:13

Quoto in pieno, se la comunità linux iniziasse a spingere il distacco di mono da .net implementando nuove e potenti funzionalità ci vorrebbe poco a mettere .net in condizioni di dover rincorrere.

14. Barra - 7/04/09 @ 13:24

Come ha + volte detto da Cimi (e tanti altri) Mono+GTK# non minimamente a rischio legale, le questioni non sono legali, ma etiche, tanti dicono Mono è MS quindi è il male, assolutamente da non usare. Basti pensare le polemiche su Apache che è finanziata anche da Ms (e ho letto di gente che passava ad altri webserver a causa di questo).

Se poi si dovesse arrivare a una causa, io ci spererei quasi.

IMHO è necessaria una GROSSA causa tra GROSSE aziende per chiarire che i brevetti sono una porcata, MS contro linux (cioè contro IBM, SUN, Novell, RH e una valanga di banche, aziende che usano linux) sarebbe un bel modo di far saltare la bolla dei brevetti. IBM che tira fuori qualche milione di brevetti sull'utilizzo di mouse, tastiera, puntatori, icone, tostapane ecc. Potrebbe fermare il mondo ma non lo fa. Certamente potrebbe fermare MS, impedirle di usare 2/3 delle tecnologie alla base dei moderni pc.

15. Jepessen - 7/04/09 @ 13:31

Io ancora non mi capacito per tutta questa ossesione verso Mono e CSharp… All'inizio manco Java era Open, ma tutti ad idolatrarlo…
Mono non è legato contrattualmente a Microsoft… E' un progetto libero fondato su specifiche aperte, che si evolve grazie alla collaborazione fra chi paga gli sviluppatori e chi ha creato le specifiche… Ora, anche se lo fanno per i loro interessi (com'è giusto, sono aziende), cosa c'è di eticamente sbagliato nel suo utilizzo? Forse che se al posto di Microsoft ci fosse stata Sun le reazioni sarebbero state diverse? Probabile…

16. zakk - 7/04/09 @ 14:15

Il C da rimpiazzare?!?

17. luca - 7/04/09 @ 15:01

Il c è un linguaggio che continuerà a esistere per molto, molto tempo ancora. Ottimista, ti consiglio questa lettura, sempre che tu sappia di cosa si stia parlando.. http://yosefk.com/c++fqa/defective.html

18. Sergej - 7/04/09 @ 15:02

felipe, lo metti nel repository? ;)
Stasera se trovo due minuti me lo compilo

19. luca - 7/04/09 @ 15:02

esatto, ricordo che python è facilmente estendibile in c.. quindi per le parti che necessitano più calcolo possono essere scritte in c e importate in python. http://www.python.org/doc/2.5.2/ext/intro.html

20. SlowAndFurious - 7/04/09 @ 15:16

Se non fosse che Amarok 2 è stato riscritto da 0. Il tuo discorso non ha senso, nel tuo medio livello di programmazione penso che manchi una grossa parte sulla gestione della memoria che è completamente diversa tra C# e C++, per non parlare di tutte le funzionalità offerte dal framework di C# ovviamente non presenti in C++. Ma sei libero di provare a convertire Tomboy da C# a C++ in una settimana, in quel caso saresti un programmatore di ottimo livello

21. FastAndFurious - 7/04/09 @ 16:44

Ovviamente so già programmare in c, c++ e c#

Ok, diciamo che una settimana FORSE è poco,
ma DUE SETTIMANE?
Due settimane si sta senza dubbio belli larghi.
Condividi? Se non condividi, dimmi tu quanto ci metteresti.

22. Anonymous - 7/04/09 @ 16:58

ancora ?
Mono non è .net, Mono non è Microsoft, Mono non è … Ripetiamo tutti insieme.
Apparte questo, l'ennesimo Fork. Nulla di nuovo sotto il sole.

23. hamming - 7/04/09 @ 17:32

sì lo sappiamo il c++ fa cagare, ma questo non vuol dire che per applicazioni user space non sia da scegliere un linguaggio di più alto livello, come python, c# o perfino javascript

24. davide - 7/04/09 @ 17:35

notizia molto interessante a parte i commenti del cavolo.

25. luca - 7/04/09 @ 17:37

infatti, ormai python è usatissimo (lo uso pure io) con estensioni in c per le parti più critiche.

26. hamming - 7/04/09 @ 17:38

nota: Silverlight 3 rischia di diventare una killer application perché consentirà di portare con pochissimo sforzo applicazioni XNA (leggi: giochi).
fonte: http://arstechnica.com/microsoft/news/2009/03/x...
Cosa c'entra? A quanto pare la libreria che lo consente attinge a piene mani da librerie Mono
> A good amount of the code, especially things like Vector2 and math classes come from the Mono.Xna http://code.google.com/p/monoxna/ library.

27. hamming - 7/04/09 @ 17:45

Devi capire che nella commiuniti c'è anche gente che si interroga sulla liceità dell'esecuzione di JAVASCRIPT non-free nei nostri browser!!11! una violazione della nostra LIBERTÀ!!11!

LOL

28. Barra - 7/04/09 @ 17:54

Sarà ma da non programmatore vedo progetti basati su mono procedere a velocità della luce, altri basati su c o c++ sono lumache. Esempi? Amarok, raptor, i 1000 editor video.

di editor video ad esempio ne è uscito uno basato su mono, ottimizzato per fare sintesi di partite. Stabile e veloce, almeno per quel pò che ho potuto vedere. Sviluppato da 4 gatti (penso 2 persone). Proviamo a vedere pitivi, kino, kdenlive dove sono dopo anni di sviluppo.

Poi certamente qualcuno dirà che i programmatori non sono pagati per farlo e che lavorano nel tempo libero ecc però trovo strano che chi usa mono abbia sempre + tempo degli altri.

29. charon - 7/04/09 @ 18:17

Mono non è … ma lo sembra e questo potrebbe bastare per perdere una causa.

30. Sergej - 7/04/09 @ 18:18

L'ho appena compilato e installato su jaunty.
Che dire: è uguale a tomboy ;)
Ha una cosa positiva: non è un'applet, ma un'applicazione indipendente, che si piazza nella systray.. meglio di tomboy, quindi :)

Felipe, secondo me merita il pacchetto :-D
Io me lo sono fatto in modo casereccio con checkinstall..

31. Omon - 7/04/09 @ 19:14

Analisi corretta se non fosse che finchè confronti Tomboy con Amarok, che è una bestia, la differenza di tempo la mette la complessità del programma.

KDEnlive è il primo editor video ad essere vagamente usabile, ed è in C++. Non so di quel tuo editor video, ma non penso che abbia 1/100 delle feature di kdenlive se no mezza blogosfera ne starebbe già parlando.

Il punto è che di cose veramente grosse sviluppate in Mono non ce ne sono ancora (o se mi sbaglio io, mostratemelo). Forse Banshee, ma non penso sia in feature parity con amarok. Quindi al momento queste considerazioni sono un po' campate per aria.

32. Luca - 7/04/09 @ 20:10

Di che editor parli? Sono interessato.

33. Xander - 7/04/09 @ 22:18

Sarà che a me la diatriba Mono-non Mono mi fa tornare in mente l'appoggio di Gnumeric all'OOXML proprio per appoggiarne l'adozione come standard aperto..
E continuo a domandarmi se lo scopo è ottenere una piattaforma FLOSS funzionante su standard aperti e liberi oppure fare il verso a MS sfruttando l'idea che il FLOSS si porta appresso, ed ho il sentore che sia più la seconda, con buona pace di chi ci dedica anche il tempo, senza alcun guadagno.

34. skarn86 - 8/04/09 @ 2:03

Ma te sei libero di lollarti quanto ti pare, ma uno dei motivi per cui riduco cerco di non dipendere dal cloud computing in cui invece tutti sembrano gettarsi, è che io devo essere proprietario dei miei dati.
Non posso permettermi di dipendere da una singola azienda, mai!

Mettiamo (salvo che io scrivo in LaTeX) che io tenga tutti i miei documenti su Google Documenti, e come è già successo ad un altro povero cristo, per errore Google mi sospende l'account… Sorpresa! La relazione che stavo preparando è sparita!

Era una esempio banale, e non completamente calzante, ma spero di riuscire a far intendere dove voglio arrivare.
Il discorso sulla libertà non è aria fritta, e la nostra libertà dobbiamo sempre salvaguardarla, in ogni cosa, perché nel momento in cui il pc diventa una parte fondamentale delle nostre vite, anche solo professionali, noi non possiamo permetterci di far dipendere il nostro accesso all'informatica dai capricci di un'azienda, qualunque essa sia.

Se alla Canonical si giocassero la mia fiducia ci metterei non più di una settimana a scegliere la mia prossima distro.

Se non capisci questo genere di discorsi, tanto vale che invece di usare Linux ti compri un MAC

35. skarn86 - 8/04/09 @ 2:13

Ma wow! Ho cercato in giro e l'unico editor video in mono che ho trovato è Diva.
Lo screenshot che sono riuscito a veder era carino, ma ora il progetto è talmente attivo che si sono venduti persino il dominio…

O mi sono preso qualcosa?

36. Barra - 8/04/09 @ 7:28

Beh IMHO ma il confronto amarok banshee ci sta eccome. Ed è anzi Amarok (attualmente) ad uscirne sconfitto. X gli editor video kdenlive è (almeno a 2 mesi fa, l'ultima volta che l'ho usato) ben lontano da poter essere considerato usabile, così come pitivi, kino ecc. Su windows ci sono almeno 20 programmi tecnicamente migliori. A questo punto meglio avidemux (pur con i suoi limiti).

CMQ il programma di cui parlavo è questo: http://www.ylatuya.es/index.html
non ho modo di provarlo perchè ho il pc 'malato' a causa di miei esperimenti (che in realtà sono preparatori al salto in jaunty) e installarlo sull'EEE non mi sembra il caso.

Mi sembra comunque un bel pezzo di software per essere così giovane come progetto.

37. zakk - 8/04/09 @ 11:29

Io continuo a stupirmi di come (quasi) tutte le applicazioni che utilizzo abitualmente e che reputo ben fatte siano scriutte in C/C++

Forse perche' tiene lontano i bimbetti che programmano in Python/Ruby/Java, non so…

Disclaimer: non tutte le applicazioni C/C++ sono ottime, non tutti i programmi in Python/Ruby/Java sono scritti da bimbetti, ma la tendenza e' un po' questa….

38. hamming - 8/04/09 @ 17:59

…e i veri programmatori usano le farfalle.

39. hamming - 8/04/09 @ 18:04

cloud computing? ma a chi stai rispondendo?

40. aytin - 9/04/09 @ 0:03

Caruccio.
Però quando cancello una nota dalla lista di ricerca va in segmentation fault.

41. skarn86 - 9/04/09 @ 0:52

Tu non hai parlato di cloud computing, ma le applicazioni web con cosa sono costruite?

Quello del cloud computing è uno degli esempi che vengono solitamente citati per dire che Stallman è un esaltato, insieme appunto a quello del javascript…

Mano a mano che tutto si sposta nei browser, e appunto, nella nuvola, il javascript diventa sempre più fondamentale, in quanto, insieme a flash e java, la parte client-side dell'interazione tra il tuo pc e i server.

Se io non sono padrone nemmeno della mia metà del processo, non ho nuovamente il controllo dei miei dati, e non mi è dato sapere se la splendida interfaccia javascript del mio fornitore del servizio mail informi l'autore persino quando cambio tab o se copio una certa frase da una mail.

E io non accetto di lasciare spazi al profiling.

È tardi ed i miei discorsi tendono ad essere inconcludenti, lo so :)

Cerco solo di fare capire che abbassare la guardia da punto di vista della difesa della libertà sia sempre un grosso rischio, da accettare solo dopo attento calcolo.

Solo che essendo stanco i gli esempi che porto tendono ad essere incorrelati…

42. Nico - 9/04/09 @ 3:25

sono contentissimo che anche questa utile applicazione sia stata portata sulla “corretta via” (ammesso che fosse sulla strada sbagliata of course).

Ho imparato ad apprezzare tomboy come gestore di appunti veloci, da semplici copia-incolla di testi trovati su internet, a bozze di e-mail, stralci di codici e comandi da terminale da non dimenticare (eh, si, sono noob e umano, tanti comandi me li dimentico!!), indirizzi di tutti i tipi e chi piu ne ha piu ne metta.
Anticamente usavo creare sulla scrivania dei file di testo, soluzione bruttissima e inefficentissima…

Perchè vi sto annoiando con tutto questo racconto? Perchè non capisco chi non accetta la reale utilità di un gestore di appunti e note su un computer.
Sopratutto sui portatili che oramai sono diventati delle grosse agende.

Io personalmente una volta usato tomboy ho scoperto di non poterne piu fare a meno. Ma nonostante questo ho sempre rinnegato scimmiescamente (?) la parte oscura di questo progetto.

Venuto a conoscenza di questo progetto ho tentato di compilare Gnote, ovviamente non riuscendo (mai una volta che mi vada bene).

Quindi ho cercato in rete ed ho trovato questo repository da cui ho scaricato direttamente il pacchetto deb

http://ppa.launchpad.net/vperetokin/gnote/ubunt...

ho recuperato tutte le vecchie note e dopo una prima prova sembra andare tutto ok!

Un salutone
Nico

43. Nico - 9/04/09 @ 3:28

sono contentissimo che anche questa utile applicazione sia stata portata sulla “corretta via” (ammesso che fosse sulla strada sbagliata of course).

Ho imparato ad apprezzare tomboy come gestore di appunti veloci, da semplici copia-incolla di testi trovati su internet, a bozze di e-mail, stralci di codici e comandi da terminale da non dimenticare (eh, si, sono noob e umano, tanti comandi me li dimentico!!), indirizzi di tutti i tipi e chi piu ne ha piu ne metta.
Anticamente usavo creare sulla scrivania dei file di testo, soluzione bruttissima e inefficentissima…

Perchè vi sto annoiando con tutto questo racconto? Perchè non capisco chi non accetta la reale utilità di un gestore di appunti e note su un computer.
Sopratutto sui portatili che oramai sono diventati delle grosse agende.

Io personalmente una volta usato tomboy ho scoperto di non poterne piu fare a meno. Ma nonostante questo ho sempre rinnegato scimmiescamente (?) la parte oscura di questo progetto.

Venuto a conoscenza di questo progetto ho tentato di compilare Gnote, ovviamente non riuscendo (mai una volta che mi vada bene).

Quindi ho cercato in rete ed ho trovato questo repository da cui ho scaricato direttamente il pacchetto deb

http://ppa.launchpad.net/vperetokin/gnote/ubunt...

ho recuperato tutte le vecchie note e dopo una prima prova sembra andare tutto ok!

Un salutone
Nico

44. aytin - 9/04/09 @ 6:57

Scaricato, compilato (non so perché, ma il binario di launchpad non mi funziona) devo dire che è proprio un bel lavoro.
Quando si giocherella con le note può uscire un segmentation fault (che attesta la giovinezza del progetto). Quando usciranno release più stabili diventerà un ottimo gestore “gnomico” di note.

45. hamming - 9/04/09 @ 7:47

Le applicazioni web hanno TOS che tu devi accettare, che non hanno assolutamente nulla a che fare con il codice che eseguono sul tuo browser.

Il codice può essere Free-as-in-Speech quanto ti pare, ma questo non impedisce ai Termini del Servizio di incularti in altro modo; così come vale il viceversa, un JS con una licenza non chiara (sai quanto gliene frega all'utente finale :D) può lasciarti totale libertà sui contenuti.

È come dire che il GCC va bene perché ti lascia la proprietà di quello che compili, PERCHÉ è GPL: WTF?

No grazie, non mi interessa un browser con un nag “zOMG STAI ESEGUENDO JS SOTTO LICENZA SALCAZZO”; anche se Stallman browsa il web via email non significa che lo debba fare anch'io.

KTHXBAI

46. maat - 9/04/09 @ 11:53

Buona cosa, peccato però che anche installando questo, non potrò sfrattare mono dalla mia postazione, causa gnome-do.

47. Ottime notizie: Zeitgeist/Mayanna resta in Python! « pollycoke :) - 9/04/09 @ 20:09

[...] Battiston ha lasciato un intervento a “Tomboy in C++ …sarà mai rilasciato?” che merita una segnalazione in prima [...]

48. Pietro Battiston - 9/04/09 @ 18:22

a proposito di porting però…
http://seilo.geekyogre.com/2009/03/gnome-zeitge...