jump to navigation

Importante fusione per la ricerca desktop su Linux

In News il 30/04 @ 11:47 trackback

Questo è un annuncio che probabilmente altrove passerà inosservato, ma mi sembra molto indicativo di una tendenza sana che accomuna i migliori progetti (cfr “Zeitgeist e Mayanna uniti per GNOME 3“): il rifiuto della politica del fork a oltranza, in favore dell’unione.

Si tratta di due tecnologie alla base della ricerca desktop su Linux1: Xesam ontology e Nepomuk Information Elements si sono fusi per diventare un unico progetto. Tecnicamente la parte rilevante di Xesam è stata assimilata dalla controparte Nepomuk, ma politicamente si tratta pur sempre di una fusione.

Sia Strigi/KDE che Tracker/GNOME (cfr “Tracker: nei piani futuri c’è… NEPOMUK!“) supportano Nepomuk Information Elements, adesso si tratta solo di evitare la duplicazione di codice. Complimenti a tutti gli individui coinvolti. Non amate anche voi quando invece di disperdele, si uniscono le forze?


Note all'articolo:

  1. E potenzialmente tutti i sistemi operativi liberi, a dire il vero []

Pagine forse correlate:

Etichette: , , , , ,

Commenti »

1. Aldo Pinga - 30/04 @ 10:51

era ora!

2. Anonymous - 30/04 @ 10:51

con la speranza che porti a qualcosa di tangibile nei nostri desktop e non all'ennesimo fork del fork senza via d'uscita o alla solita bella promessa mai mantenuta …

3. Daniele87 - 30/04 @ 11:16

esattamente felipe sono della stessa idea!
Dio non tolga i fork perchè comunque è giusto così e aiuta la bit-diversità, però sono convinto che se si vuole concretizzare REALMENTE qualcosa c'è bisogno di unione..
Prendi per esempio i tool grafici.. se ci fosse stata unione avremmo già una suite grafica per linux, stessa cosa per Audio e Video.. (intendo per definita con una specie di “standard”)

Effettivamente non capisco, io l'opensource lo vedo come una GRHANDE FAMIGGGHIA e allora perchè non unire le forze?

CIAO!

4. Barra - 30/04 @ 11:17

Segnale che il mondo del software libero si sta popolando di sviluppatori che oltre ad essere ottimi coder sanno anche comunicare e capire i limiti dei loro progetti.

Bene benissimo, ora ci vorrebbe una bella fusione tra i vari progetti: Stigi, beagle, tracker ecc. farne uno solo, modulare e studiato per una semplice integrazione in tutti gli ambienti, magari creando api semplici ed efficaci che consentano l'integrazione ad esempio in openoffice, koffice, ff per condividere più informazioni possibili.

5. Andrea - 30/04 @ 11:25

e certo…. è sempre una grande cosa… pote dire quello che volete, ma le 100000000000 di distro che esistono, per me, non fanno altro che disperdere le forze e le capacità dei programmatori

6. Stefano Spadaro - 30/04 @ 11:29

Fantastico: quasi un orgasmo mentre leggevo!!!

7. Cobra78 - 30/04 @ 11:34

Assolutamente Thumbs Up!

8. Nicola - 30/04 @ 11:39

Ottimo. Di questo passo arriveremo presto alla DISTRO FINALE.
Augh.

9. Dangerous - 30/04 @ 12:17

IMHO Nepomuk va TOTALMENTE IGNORATO finché non si arriva a qualcosa di concreto e utile.

Si continua a parlarne troppo. Io lascerei lavorare in pace gli sviluppatori, e inizierei a prenderlo in considerazione solo a prodotto “completo”.

Condividerete anche voi che, con una probabilità piccola, piccolissima, MA MAGGIORE DI ZERO, Nepomuk potrebbe sputtanare tutte le applicazioni che ne fanno uso. A mio parere non si può correre questo rischio.

10. io - 30/04 @ 12:29

” Non amate anche voi quando invece di disperdele, si uniscono le forze?”
….disperdeRle

11. jk - 30/04 @ 13:17

alto, bello, intelligente

12. raf - 30/04 @ 13:19

sono anche io contento quando leggo di progetti che uniscono le forze! ce ne fossero di più…!

mi chiedevo, leggendo anche i commenti, a che punto sia l'avanzamento di nepomuk e l'integrazione negli ambienti desktop. Io sono ancora utente di kde3 ma presto passero a kde4 e volevo sapere se esiste già qualcosa di implementato e funzionante!

ho visto in dolphin features per aggiungere tag e “stelline” ai file. sono informazioni usate da nepomuk o fine a se stesse??
e l'integrazione con altri sw, come dice barra, a che punto è?

grazie mille a chiunque voglia farmi il punto della situazione

13. Marco Di Fresco - 30/04 @ 16:00

La possibilita' di fork puo' essere una forza del mondo OpenSource (vedi il caso di MySQL nell'eventualita' che Oracle non gli dia il dovuto supporto), ma credo che ad un certo punto sia contro producente in quanto gli sforzi e le potenzialita' a disposizione vengono spalmate su troppi progetti simili.

Quindi sono contentissimo di questa fusione.

14. dawlin70 - 30/04 @ 18:40

Ma che centrano i rogrammatori dei vari programmi, con i mantenitri delle distro?
Son convinto che avere centinaia di programmi che facciano le stesse cose non servono, ma fare una distro è tutta un altra cosa, pensa che teccnicamente potrei farme una pure io, che di programmazione sono dabula rasa. Poi ti dirò, di distro vere, alla fine ce me sono moto meno di quelle che pensi.

15. Bob - 1/05 @ 0:36

Molto spiacente di dover placare gli entusiasmi, ma non esiste alcuna collaborazione esplicita tra Nepomuk e Xesam. E' vero che, dopo il rilascio di Xesam 1.0 (che avverra' a giorni) si passera' alla discussione di Xesam 2.0, in cui si prevede di partire da una versione revisionata dell'ontologia Nepomuk, ma finche' si continua a mettere il bastone tra le ruote non si va da nessuna parte.
Nel post sopra linkato dal blog di Trueg viene ad esempio espressa l'iniziativa di aprire il processo di revisione della suddetta ontologia Nepomuk (sinora rimasta chiusa agli addetti) e di gestire in modo strutturato gli aggiornamenti, iniziativa che era gia' stata posta (giorni fa', in mailing list) come prima pietra del nuovo ciclo di specificazione Xesam. Cio' sfociera' in una ulteriore divergenza tra i due progetti, che si troveranno a gestire anche questo aspetto del sistema in modo analogo ma diverso.
Il mio avviso e' quello di iniziare a dedicarsi esclusivamente a Xesam, che certamente offre una interfaccia meno ricca e granulare ma almeno garantisce compatibilita' sia su Gnome (con l'appoggio di Beagle e Tracker) che su KDE (su Strigi) che su una quantita' di piattaforme minori (Pinot).

16. felipe - 2/05 @ 10:01

Sì, Dolphin usa già Nepomuk. Anche se ad un livello ancora embrionale

17. felipe - 2/05 @ 10:03

Non so se esistono polemiche interne su cui Trueg abbia elegantemente glissato.
Fatto sta che nel radar di Tracker e Strigi c'è già Nepomuk cmq.

18. Colpo di Stato « MadBob - 18/06 @ 15:34

[...] grande fama e notorieta’, tanto che il dato fallace ha in breve fatto il giro della Rete (qui un esempio nella giurisdizione italica) e nessuno si e’ curato di verificarne [...]