jump to navigation

Gestione del BIOS con Linux: ci penserà CoreBoot

In Espresso il 6/05/09 @ 18:16 trackback

Shared by felipe

Di recente cga ci aveva parlato del suo progetto “dellBiosUpdate”[1] e ancor più di recente mi aveva chiesto di dare voce alla sua idea di chiedere a gran voce un sistema unificato per gestire BIOS con Linux[2].

Beh forse non ce ne sarà bisogno: qualcuno si è già messo in moto per sviluppare FlashROM[3], uno strumento universale, che ci renderà liberi dall’infame dischetto DOS :D

[1] https://pollycoke.net/2009/03/31/dell-bios-updatesh-e-forse-qtbiosupdate/
[2] http://cga.cx/2009/04/26/qtbiosupdate-a-useful-application-and-a-proposal-for-lobbying-about-a-new-standard/
[3] https://pollycoke.net/2007/07/16/flashrom-aggiornare-il-bios-alla-maniera-di-linux/

Motherboard manufacturers usually bundle proprietary software with their products that allow monitoring of hardware sensors, flashing of the motherboard BIOS, and overclocking all from within the Windows operating system. This is a grey area for Linux. Fortunately, however, the folks working on the CoreBoot project have developed a program that will near universally allow you to flash your motherboard’s BIOS from within the Linux desktop.


Pagine forse correlate:


Commenti »

1. cga - 6/05/09 @ 20:59

Ho letto di CoreBoot (lo conoscevo già da quando si chiamava LinuxBIOS ed è lui che cito nella mia folle proposta a proposito di uno standard quando dico “I don’t forget that we are still trying to get Free BIOS and didn’t succed yet.”) quando me lo ha segnalato l'unico lettore nell'unico commento :P .

sarebbe fantastico avere un BIOS libero e un unico tool per flasharlo ma questo differisce dalla mia idea per un semplice motivo:

- stanno scrivendo BIOS liberi e alternativi (lodevole e ineccepibile eticamente).

questo è fantastico ma ahimé è una mission impossible più della mia. se non di più. (pun intended).

io nella mia riflessione propongo uno standard che continui ad usare i BIOS proprietari sviluppati dai vari vendor ma che si arrivi (dall'alto) ad avere uno standard per Linux in modo da poter scrivere un applicazione unica capace di flashare questi stessi BIOS “tradotti in HDR” (che ancora devo capire di cosa si tratta).

in sostanza credo che per diletto “scratcherò il mio itch” e chissà cosa ne verrà fuori ma proverò anche a capire meglio CoreBoot per accertarmi che io non stiar einventando la ruota e che sono effettivamente due cose o due obbiettivi diversi.

tutto questo sperando che loro con il loro BIOS LIbero ce la facciano e finalmetne si arrivi alla liberazione dello stesso. Magari poi loro riusciranno a farlo accettare.

tuttavia ho i miei dubbi che le varie case lascino il BIOS in mano a CoreBoot, per questo ho proposto di far partire dall'alto una standardizzazione che accontenti (quasi) tutti; da un lato i vendor che continuerebbero a produrre un pezzo di software findamentale come il BIOS e ne abbiano il pieno controllo, dall'altra uno standard adottato da tutti per Linux.

fra le altre cose: SMBIOS è già uno standard ma non so ancora se serve solo a prendere informazioni o se si può utilizzare per flashare.

ps: come avrete notato QtBiosUpdate non è ancora salpato. mi sto ancora informando sulla fattibilità della cosa almeno per i Dell, in modo da poter iniziare da essi e vedere se il lobbying potrà partire da essa stessa visto che sviluppa in casa libsmbios e altri tool interessanti per Linux.


cga