jump to navigation

In KDE si discute ancora su KHTML e WebKit

In News il 1/07/09 @ 16:44 trackback

konquerorSu Planet KDE si torna a discutere (tanto) sulla questione “KHTML e WebKit“, senza che si arrivi ad un accenno di conclusione, e anzi con un crescente astio.

Tutto è iniziato quando il motore di resa HTML storico di KDE venne espanso e migliorato da Apple per creare WebKit. Dopo il comprensibile attrito dovuto alla cattiva gestione del fork1, finalmente le Qt sembravano suggerire una soluzione integrando nelle versioni 4.* una copia di WebKit, adottato frattanto da Android, Nokia, GNOME e altri, in quanto libero, oggettivamente superiore e meglio supportato.

Il fatto che le librerie alla base di KDE includano WebKit, un progetto basato su tecnologia KDE, non impedisce che di fatto proprio KDE resti con un browser KHTML ormai marginale. Un paradosso?


Note all'articolo:

  1. Non per giustificare Apple, ma in qualche modo il fork è stato necessario per integrare tutte le funzionalità richieste []

Pagine forse correlate:

Etichette: , , ,

Commenti »

1. patton73 - 1/07/09 @ 16:14

Purtroppo in certi casi sarebbe meglio mollare e passare a miglior tecnologia.
Evidentemente non e' il caso degli sviluppatori di khtml.
In questi momenti mi chiedo veramente se mai vedremo delle cose ben fatte e definitive sotto linux……

2. tox - 1/07/09 @ 16:22

da sviluppatore, posso capire (e condividerne le ragioni) quanto possa rodere agli sviluppatori di khtml questa situazione

ma da utilizzatore spero che alla fine, seppur a malincuore, cedano il passo a webkit…

http://vtokarev.wordpress.com/2009/07/01/being-...

3. jk - 1/07/09 @ 16:23

su ARCH con KDE 4.3 RC1 Konqueror mi è più più veloce di Arora…
comunque, khtml sarà il motore dello 0,03% di utenti internet. può esser supportato al meglio? dai.. facciamoci del male!

4. anonimo - 1/07/09 @ 16:27

in Linux si litiga mentre Mac prende il volo …
ci vuole un “leader” che prenda in mano le redini, altrimenti Linux lato desktop sarà stato solo un bel sogno….

5. Eccoli - 1/07/09 @ 16:40

IMHO abbiamo già ottimi “leader”
- Torvalds (sviluppo parte invisibile)
- Seigo (sviluppo parte visibile)
- Stallman (sezione legale)
- Felipe (relazioni con il pubblico)
- De Icaza (relazioni con le aziende)
- Shuttleworth (mette la grana)

6. anonimo - 1/07/09 @ 16:49

Si, ma ci vuole Torvalds && Seigo && Stallman
e non Torvalds != Seigo != Stallman ….

7. Dragomouse - 1/07/09 @ 16:55

No, per carità, De Icaza meglio di no :-)

8. varyar - 1/07/09 @ 17:15

Cos'è, la lista dei partecipanti a un Royal Rumble? =:^[

9. nulll - 1/07/09 @ 17:26

io non so bene tutto quello che c'è dietro a sta cosa, ma da utente finale credo che mantenere konqueror-khtml come default oltre ad essere paradossale è masochistico… con konqueror-khtml non gira nullla, questa è la verità…
VOGLIO UN BROWSER DECENTE IN KDEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!!!!!!!!!!!

10. Marco - 1/07/09 @ 17:47

Tu vuoi un browser decente in KDE e io invece spero di vedere meno python e più vala in GNOME…
Inizio a pensare che siamo 2 sognatori….

11. wesbluemarine - 1/07/09 @ 17:50

il bello è che gnome migra a webkit lol

12. mattia - 1/07/09 @ 17:59

da KDE cosa ci si può aspettare ……
rispetto a GNOME , kde a ancora giovane e fa ancora qualche stupidaggina

13. charon - 1/07/09 @ 18:25

A compendio della nota (1) vorrei aggiungere che nonostante il fork si dia per indispensabile bisogna anche dire che la Apple ha fornito le patch con alcune funzionalità che sono state poi integrate in khtlm peccato che le patch erano di grandi dimensioni per cui era difficile capire cosa andassero a modificare e come. Per cui è naturale che alcune/molte patch siano state lasciate andare.

Per quanto riguarda il motore io metterei sia khtml che webkit, quello che vince (detiene il maggior numero di utenti su kde.org) viene usato e l'altro lasciato andare. Si fissa adesso una data abbastanza lontana, almeno un anno, e allo scadere di tale data si verificano le visite di un sito statisticamente significativo nel rappresentare la popolazione degli utenti kde.
Mi sembrerebbe il modo migliore per sapere quale dei due motori funziona meglio.

Mi starebbe anche bene che i due motori di rendering rimanessero sempre disponibili perché non credo che sia molto lavoro in più rispetto a quello fatto ora con il solo khtml

14. drake762001 - 1/07/09 @ 18:27

I punti portati all'attenzione di felipe mi sembrano interessanti e se vogliamo l'integrazione, si dovrebbe far pace e decidere per uno dei due.
Da utilizzatore kde, posso dire che konqueror con khtml non mi ha mai fatto rimpiangere webkit o gecko, per cui questo astio verso khtml non lo capisco. Se vogliamo integrare allora sono d'accordo che webkit sia la soluzione più semplice. Che sia tecnicamente la migliore non ne sono convinto.

15. Barra - 1/07/09 @ 18:30

tanti pensano che python sia il futuro. Lo pensa shuttleworth ad esempio che lo ritiene la soluzione migliore per creare interfacce utente.

L'attuale problema causato dalla lentezza di questo linguaggio di scripting sarà risolta in un futuro ormai prossimo, so che google sta lavorando per questo.

16. Barra - 1/07/09 @ 18:34

khtml è giusto che vada in pensione, è una fetta troppo piccola degli utenti perchè possa avere il supporto da parte degli sviluppatori web (nei siti di molte banche quando provi ad accedere da konqueror ti viene segnalato di aggiornare il browser).

Piuttosto che continuare così se proprio c'è la volontà di avere un prodotto sviluppato internamente potrebbero forkare webkit e ripartire con quello come base, magari chiamandolo khtml2.

Che hanno poi gli sviluppatori KDE contro il resto del mondo non l'ho mai capito…

17. rief - 1/07/09 @ 19:06

Probabilmente gli da fastidio, come dice un commento sopra, dover abbandonare un loro amatissimo progetto per un altro che lo ha forcato e potenziato. Comunque webkit è talmente universale che dovrebbe essere adottato da tutti. Kde potrebbe in alternativa provare a lasciare all'utente la scelta di quale motore usare ma in tal caso tutti gli utenti userebbero solo webkit per ovvie ragioni di compatibilità.

18. rief - 1/07/09 @ 20:10

Ma perchè mai mettere da parte uno per l'altro? Servono a due cose differenti. Vala compila codice di altissimo livello in codice C ed è perfetto per fare applicazioni che hanno bisogno di essere estremamente efficienti, Python è perfetto per tutte le altre applicazioni. Concordo con quello che dice barra, la lentezza di Python sarà risolta in futuro e comunque sottolineo che Python convive felicemente con il C++ e quindi molti problemi del Python possono essere risolti con un'attenta fase di progettazione del software.

19. NicolaDN - 1/07/09 @ 20:52

Per me non ci dovrebbe essere proprio un browser in KDE ed in qualunque desktop environment.
Che si lavori ad una migliore integrazione con Firefox e ci si concentri su cose più importanti.
E per ultimo che si usi WebKit dalle QT quando occore un visualizzatore HTML embedded (per esempio email HTML, vero KMail?)

20. Neff - 1/07/09 @ 22:26

Con miguelone alle relazioni con le aziende la concorrenza non ha scampo: tutti a letto con la MONOnucleosi :D

21. Neff - 1/07/09 @ 22:29

Secondo me continuare con KHTML è solo una perdita di tempo. Un browser deve servire a navigare e se il motore più sviluppato e “standard” è WebKit non ha senso perdere tempo con KHTML. Certo, si può mantenere in vita come motore, lo si può espandere, ma dato che KDE necessita di un browser decente OGGI e non fra cent'anni, io penserei piuttosto a creare il migliore browser su webkit e qt, in modo da poter non usare firefox dato che si integra meglio con le GTK

22. Enrico Ros - 1/07/09 @ 23:31

– Invito —
Fate sentire la vostra opinione sui vari blog aggregati in planetKDE..
dite la vostra e ditela forte, che questa forse è la volta che riusciamo a cambiare qualcosa in meglio! Commentate e postate!

Avanti RAGA!!

23. Enrico Ros - 1/07/09 @ 23:33

no dai, ultimamente ci sono un sacco di cose interessanti, eccitanti, e che vanno per il verso giusto. — ed ora mettiamo apposto anche la questione del browser ;-)

dai, fatti sentire dai “piani alti”, scrivi i tuoi commenti nei vari blog che stanno spuntando sul http://www.planetkde.org !!

24. bLax - 2/07/09 @ 0:23

ma sto webkit è intermente open? si ono?
se si che cavolo rompono le balle? che mettano in piedi un konqueror con la scelta del motore da usare e se proprio non viene usato da nessuno o quasi, che si gettino a lavorare x migliorare webkit…fine,che problemi hanno per la testa?
cazzo! l'unico esempio di tecnologia open(o no?) che è stata presa sotto le ali da una grossa azienda e migliorata, perchè sputarci sopra

se invece le patch di apple sono closed, pace all'anima loro e come non detto…

25. skarn86 - 2/07/09 @ 0:50

Giusto per mettere un po' d'ordine:

Webkit non è entrato nelle QT che dalla versione 4.4.
Questo ha fatto si che non fosse possibile pensare per kde4 che a khtml.
Che in realtà funziona benone, è il javascript che non va giù bene a Konqueror.
Webkit è arrivato nelle QT ad applicazioni pronte, cosa dovevano fare smontare e rimontare Konqueror, KMail e tutto il resto?

Ed ora Khtml è in KDE e non può essere eliminato prima di KDE 5.0 per ragioni di compatibilità: non è pensabile levare funzioni dalle librerie da sotto i piedi degli sviluppatori che le usano. E quindi khtml andrebbe mantenuto, anche se non venisse usato da konqueror

Detto questo anche io spero in una progressiva adozione di WebKit (in realtà visto quanto va bene Konqueror con html puro, basterebbe adottare suirrelfish, il motore JS), per quanto essa aprirebbe una categoria di problemi del tutto nuova.

Molti sviluppatori lamentano che Apple ha una gestione poco aperta e poco pubblica del progetto WebKit, che adottando roba prodotta da altri ci si sottomette alla direzione che altri vogliono dare allo sviluppo, e ci si troverebbe a dover conciliare le release semestrali di KDE con lo sviluppo di WebKit che al momento fa capo a Safari.

Se si volesse introdurre una nuova feature bisognerebbe sperare che venga accettata da Apple in WebKit, oppure creare un set di patch specifiche per KDE da applicare a WebKit ogni volta che di va a prelevare il codice in sviluppo in vista di una nuova release.

E gli sviluppatori di Khtml dicono che preferiscono, e trovano molto più divertente e gratificante, lavorare sulla loro creatura piuttosto che cassare il lavoro di anni per mettersi a fare gli addomesticatori per il codice di Apple.

E nessuno di noi è nella posizione di avere pretese e di insultare un manipolo di valorosi che si fa il culo per farci avere un'alternativa.

Se non ci va bene siamo liberi di metterci a lavorare sulla Kpart di WebKit per Konqueror, che pare manchi di manodopera dato che sono tutti troppo impegnati a spargere letame su chi invece programma davvero per farci dono del suo lavoro. Io non sono capace e quindi ringrazio per quel gran browser che Konqueror è già.

Scritto con Konqueror 4.3 RC1

26. waka_jawaka - 2/07/09 @ 1:37

Amen ;)

27. felipe - 2/07/09 @ 10:19

Che c'entra Felipe Massa alle relazioni con il pubblico? XD

28. Enrico - 2/07/09 @ 10:29

@skarn86
grazie per l'analisi puntuale e non semplicistica

Io mi sento un po' fuori dal coro.
Va bene un confronto tecnico anche acceso tra i vari progetti, ma questa ossessiva richiesta di unificazione da parte degli utilizzatori mi infastidisce.
Vedo un bene nella presenza di tanti progetti anche se fanno la stessa cosa. Il software libero deve essere così: anarchico e selvaggio e sarà una “selezione darwiniana” a determinare chi si ferma e chi va avanti.

@barra
Quando un sito ti dice che devi aggiornare il browser significa che quel sito è stato fatto da un cane.
Sono gli standard che devono dire l'ultima parola. Siti e browser devono aderire ad essi e ha torto chi non lo fa. La presenza di browser diversi è utilissima per definire, verificare e migliorare tali standard.

29. Pepello - 2/07/09 @ 10:29

Si, ho letto anche io che trovano molto più divertente lavorare su KHTML: e quindi? Alla faccia della professionalità! “Sai, mi serve un browser che mi faccia navigare correttamente su TUTTE le pagine che visito, puoi fare qualcosa?”, “Scusami, sono impegnato con questo progetto che ho visto nascere, crescere e mi diverte tanto. Di cosa parlavi?”. O_o
E poi la vogliamo finire con sta stronzata del “fatelo voi?”. Io NON HO capacità programmatorie, così come la maggior parte della gente, ma questo non vuol dire che i programmatori possano fare quello che gli pare e sorvoloare sulle critiche. La mia parte la faccio dicendo che non sono contento di avere limitazioni nella navigazione, poi sono loro che sanno dove andare a mettere mano. Quello che mi fa rabbia, però, per il caso Konqueror, è il tono dei post che si stanno susseguendo: da una parte il resto del mondo che vorrebbe delle migliorie perché così non si può continuare, dall'altra i programmatori KHTML che rispondono cose non-sense come “uso Konqueror per qualsiasi pagina, non è vero che non funziona; tranne per Facebook et similia, per le quali tengo aperto anche Firefox”. Ma che risposta è??? 'Sta discussione sta assumendo toni grotteschi! E si, non insulto i programmatori, ma le pretese le ho: si stanno facendo il culo per che cosa? Per un motore di resa che non “rende”?
Ad ogni modo, la questione, come dici tu, è ben più complessa del “perché non integrate 'sto stramaledetto WebKit?”, visto che Konqueror è così KHTML-centrico, che bisognerebbe riscrivere buona parte di Konqueror per poterne permettere l'integrazione.
La cosa che mi stupisce, comunque – e finisco qui – è la poca professionalità degli sviluppatori KHTML che finora si sono espressi: la loro è stata solo una presa di posizione nel discorso WebKit vs KHTML (con risposte del tipo citato prima) ma NESSUNO, non c'è stato uno che abbia fatto un'analisi della situazione del tipo “WebKit non si può integrare facilmente, ma potremmo provare in questo modo, con quest'altra tecnologia”; no, al massimo un “WebKit non si integra facilmente, quindi tenetevi KHTML (perché funziona benissimo (:p)” O_o

30. Marco - 2/07/09 @ 13:17

io uso GNOME e non KDE, ma stando a detta di quello che m'ha detto un compagno di corso che usa KDE4 da parecchio tempo, forse ha iniziato nello stesso periodo del buon felipe se non un paio di settimane prima, e riporto la frase (non credo che sia quella esatta ma il succo èlo stesso) “il python in KDE si vede solo per poca roba, plasma a parte”.

Quello che invece non riesco a capire è come mai in Gnome qualsiasi cosa è fatta in python…
E' lo stesso discorso di KHTML e Webkit, molti sviluppatori sono dei nostalgici e non vogliono cambiare. Certo anche a me girerebbero i 5 minuti, se avessi sviluppato Khtml, a buttare via tutto per il passaggio a webkit ma oramai come è stato detto KHTML non lo si usa quasi +.

Dovrebbero lasciare le librerie per compatibilità ma marchiarlo come deprecato e fornire solo le eventuali correzioni di sicurezza.
Che si voglia o no Webkit ha ridefinito gli standard nel rendering HTML e vedendo come sui benchmark ha inizialmente bastonato Gecko credo che il passaggio permetterà a KDE di garantire la compatibilità con il web senza dover far impazzire gli sviluppatori.

Ovviametne tutto IMHO

31. rief - 2/07/09 @ 13:24

Ma scusami Marco dovresti provare una volta a scrivere un'applicazione in C e poi provare a portarla in Python. Ogni sviluppatore con buon senso si rende facilmente conto di quanto più semplice e veloce sia lo sviluppo in Python. E tra il C e Python c'è un abisso.

Sono perfettamente daccordo invece su KHTML.

32. ciao - 2/07/09 @ 13:32

e' verissimo. penso che anche Linus & c dovrebbero convertirsi :-)

33. palmito04 - 2/07/09 @ 13:50

ahahahahahahahahahahahahahahah professionalità. E la vogliamo finire con “non so programmare, ma quelli che lo fanno devono farlo come dico io perchè io so cose che loro non osano nemmeno immaginare?” Quanto hai versato nelle tasche dei dev kde? Ma perchè non vai a crakkare win 7, facci il piacere. Da non programmatore hai anche l'arroganza di sapere cosa devono fare i programmatori, se usare khtml o webkit, tutto perchè pretendi di avere un browser che faccia quello che dici tu. khtml ha dei limiti, webkit li risolve al patto di stare ai comodi di apple, a questo punto riscriviamo konqueror in mono e inglobiamo i driver proprietari nvidia/ati nel kernel, così linux avrà tutto quello che vi serve. Gente, del software libero non avete capito un bel nulla.

34. rief - 2/07/09 @ 13:59

Ho già scritto sopra che scrivere programmi efficienti è l'unico campo in cui C e C++ hanno spazio. Comunque Linus ha un'esperienza decennale con il C, pensi che tutti gli sviluppatori abbiano le stesse capacità di Linus? Facciamo così, per quelli che vantano l'esperienza di aver scritto un proprio kernel in C il Python potrebbe non essere la scelta giusta, contento?

35. patton73 - 2/07/09 @ 14:09

Non mi sembra che il tuo sia un atteggiamento costruttivo.
Alla fine il software libero e' ovviamente un grande bene ma l0anarchia totale non lo e' e mai lo sara'.

Molto spesso i programmatori fanno a gara a chi ce lo ha piu' lungo scordando che tutto sommato il software venga usato dall'utente finale.
La questione tecnica di Konqueror e' molto chiara (bada che io sono programmatore ed anche molto esperto), la scelta politica secondo me non e' quella giusta.
Dovrebbero continuare con khtml fino a che non sia possibile passare a webkit. E' la scelta piu' logica da fare. Alla fin fine konqueror non ha uno share di mercato.
Io stesso preferisco mille volte firefox.
Non ha senso continuare a sprecare del tempo su un browser che funziona male e che e' poco usato a maggior ragione adesso che esiste dolphin e che quindi decade l'altra main feautre di konqueror.

Ripeto che secondo me e' una scleta politica sbagliata.

36. Pepello - 2/07/09 @ 14:13

Ah si, tu invece hai capito tutto, a quanto vedo. Innanzitutto, è la tua risposta ad essere arrogante: io ho cercato di esprimere il mio punto di vista e tu mi ridi in faccia. Complimentoni.
Secondo: i programmatori sono dei santi uomini perché è grazie a loro che posso usare un pc con i programmi che mi servono. Ma sbaglio o il feedback da parte degli utenti è importante tanto quanto la capacità di programmare? E siccome non so programmare, fornisco un feedback. E non ho mai detto che debbano usare WebKit: visto che non sono programmatore, non entro nel merito (esattamente come ho detto già prima). Da utente, ripeto, mi fa rabbia che si stia girando intorno al problema senza affrontarlo, esattamente come dice la chiusa del mio intervento precedente. Ma tu hai letto le newsletter? Hai letto i punti di vista di entrambe gli schieramenti (perché di questo si tratta)? Cosa ci trovi di costruttivo? Non me ne frega niente sul motore che utilizzeranno: vorrei che uscissero dall'impasse, però, ed è esattamente quello che ho scritto nel post di prima. Madonna mi vengono i nervi perché sto pure qui a risponderti, quando è chiaro che del mio intervento non hai capito un cazzo. Ah si, ultima cosa: già, pretendo un browser che faccia quello che dico io, ovvero farmi navigare senza problemi. Che cosa strana, ma come mi vengono certe idee? Sono proprio irrecuperabile, guarda.

37. Marco - 2/07/09 @ 14:17

Alle superiori ho avuto il piacere/dispiacere di usare python e adesso in università il C++ (senza poter usare ahimè la stdlib… genialata del docente…).
Ovviamente la differenza abissale c'è, ma Vala è nato anche per sopperire a questo problema, e con la scusa che la sintassi è quasi quella di C# non è chissà quanto difficile impararlo e sviluppare con quello…

Ho tirato in ballo il python perchè “è” il KHTML di Gnome am soprattutto dell'openmoko*. ci si ostina ausarlo anche dove e quando non serve.
in KDE 4 inizialmente KHTML è stato incluso perchè le webkit non era legato a doppio filo con le qt, ma adesso basterebbe un bel @deprected in favore dei moduli webkit.
E comunque webkit esisteva ed era già open anche quando KDE 4 era agli albori. In quel periodo neppure webkit era maturo come ora ma potevano già iniziare a pensare alla possibilità di cambiare il motore di rendering o dare la possibiltà di cambiarlo senza troppi traumi..

* dico anche dell'openmoko perchè su di un disositivo con 400Mhz di clock avere solo il kernel ed il toolkit grafico in C/C++ ed il resto a parte qualche altra piccola cosa in altri linguaggi compilati il resto è python…

38. Marco - 2/07/09 @ 14:36

Io invece sono favorevolissimo all'unificazione e se fossi in un qualche project leader cercherei delle alleanze con altri project leader.
Il primo momento potrebbe essere traumatico perchè ovviamente tra più progetti ci sono approcci diversi al problema ma questa unificazione permettte di avere progetti con delle comunità di grandi dimensioni in cui si può organizzare il lavoro e distribuirlo in modo migliore con la “quasi garanzia” di avere uno sviluppo più veloce, un miglior testing e soprattutto una maggiore velocità nella correzione delle eventuali falle.

Fino a quando non si cercherà di unificare qualche progetto cardine linux non credo che arriverà con facilità sui desktop degli utenti di tutti i giorni ma resterà legato solamente a noi programmatori, smanettoni e nerd..

39. drake762001 - 2/07/09 @ 15:22

Concordo con Peppello, invece di dire che konqueror deve adottare webkit, da utilizzatore dovrei dire che lonqueror deve far aprire questa pagina o quest'altra o che su quest'altra ancora è troppo lento. Poi sta agli sviluppatori scegliere la strada migliore per sistemare il problema. Se è webkit sta a loro decidere, se invece è meglio aggiornare khtml va bene uguale, da utilizzatore non mi importa di cosa c'è dietro, basta che funzioni “il davanti”

40. drake762001 - 2/07/09 @ 15:25

Hai perfettamente ragione Enrico, altrimenti non avremmo neante firefox ma solo IE5. Se qualcuno ha memoria corta qulche tempo fa molti siti funzionavano solo con IE e Firefox lo usavano un manipolo di utenti. Forse firefox doveva abbandorare gecko e usare (ammesso fosse possibile) il motore di IE? Assurdo. E assurdo che si chieda ora qyesto a konqueror.

41. Pepello - 2/07/09 @ 15:32

Oh! :D

42. patton73 - 2/07/09 @ 16:19

Valutazioni fatte a caso.

Qui si parla di Innumerevoli motori di rendering open o free altro che IE di MS (che e' sempre stato chiuso e sempe lo sara'.
Mi pare proprio una considerazione fuori tema.

43. drake762001 - 2/07/09 @ 16:34

Fuori tema? non credo. Fatte a caso? non credo. Qui si suggeriva che konqueror lasci khtml e usi webkit perchè lo usano pochissimi e alcuni siti non riconoscono il browser e ti bloccano dicendo di cambiarlo. E' diverso da dire: il rendering di questa pagina è fatto male o il javascript di questo sito si blocca. E se si segue la filosofia prendiamo il motore più usato e quello più riconosciuto dai siti ed eleggiamo a “browser dell'anno” e adottiamo il suo motore tutti ….. bhe allora ribadisco che dovremmo usare tutti solo IE perchè lui aveva qualche anno fa queste caratteristiche!

Non capisco come si voglia buttare all'ortiche un progetto tanto buono come khtml solo perchè li altri motori “sono più di moda”. Gecko non lo usava nessuno e aveva nelle prime release gli stessi problemi di khtml ma sviluppandolo l'hanno portato ad essere ottimo. Perchè khtml non può? Non lo capisco proprio sinceramente. Io l;ho usato molto con kde 4.2 e oltretutto mi funzionava molto bene, vorrei capire che lo usa assiduamente quali problemi riscontra e se ha segnalato i relativi bug. Facciamo crescere ed evolviamo ciò che abbiamo.

P.S.
Non mi piacciono i flame ma sentirmi dire che scrivo a caso a casa mia è un insulto, e anche nei tuoi post precedenti vedo che scrivi con un po' troppa veemenza. Se vogliamo che la discussione sia costruttiva lasciamo stare gli attacchi personali e ragioniamo sull'argomento con serenità, tanto a me, e credo neanche a te, non cambi la vista se scelgono webkit o khtml, no?

44. waka_jawaka - 2/07/09 @ 17:07

Vuoi un browser che faccia tutto quello che vuoi tu ma non sai programmare? Paga degli sviluppatori che lo facciano per te. Versa Pretendere che gente che da il c**o a gratis, solo per passione, se ne freghi di quello che piace a loro per fare solo quello che piace a te mi pare un pò troppo pretenzioso. Versa qualche decina di migliaia di euro al team KDE e allora avrai il diritto dii fare la voce grossa. Alla fine il sofware libero non si aiuta solo “versando” codice, anche la vile pecunia va bene.
Ciao

45. Marco - 2/07/09 @ 17:37

Io l'unica cosa su cui poso discutere è questa. gecko fin dall'inizio è stato creato epr girare su linux, windows e successivamente mac. KHTML oltre a girare su linux su quali altri os gira?

Non è una provocazione ma solo una domanda visto che cerco di tenere sulla mia linuxbox solo app che usano GTK..

E per questo motivo che dico che SECONDO ME Khtml può (anzi deve) essere mantenuto per soli scopi di compatibilità fino alla prossima major release e poi se non verrà definito come deprecato provvedere ad aggiornarlo in caso contrario si dovrà migrare verso “pascoli più verdi”

46. Pepello - 2/07/09 @ 17:40

No, ora mi dovete spiegare da quando in qua non si può esprimere il proprio parere se non si ha le mani in pasta e gli sviluppatori hanno in mente il loro piacere e non l'utente (e anche da quando avete smesso di sapere discutere e sparate a zero e basta).
Ma sei impazzito? “Pretendere che gente che da il c**o a gratis, solo per passione, se ne freghi di quello che piace a loro per fare solo quello che piace a te mi pare un pò troppo pretenzioso.”, ma dove ho scritto che devono fare come dico io? Veramente, mi cadono le braccia. Ho ripetuto che voglio che escano dall'impasse, cosa che molti, fra l'altro, stanno sostenendo, ma no, sono quello che vuole piegare al proprio volere gli sviluppatori. Poi mi parlate di etica del sofware libero quando non sapete nemmeno “liberamente” discutere e conversare. Poi, non lo so, mi stai proponendo un fork? Alla faccia del non disperdiamo le risorse! C'è un progetto avviato, collaudato, con gente che lavora con passione e no, piuttosto che suggerire di posare le armi fra di loro e arrivare ad una conclusione, o devo pagare per esprimere il mio pensiero, oppure mi stipendio una squadra di sviluppatori: ma dov'è il nesso? E qual è il senso? Ma gli unici due commentatori stronzi per forza io li dovevo acchiappare? E che stracazzo! Accendete il cervello e poi leggete quello che ho scritto (ma non lo spegnete subito dopo, se no, non serve). E quello che mi consiglia di andare a crakkare windows 7, questo che mi consiglia di fare un fork, e certo! L'unica proposta sensata (basta guerra, facciamo un'analisi delle possibilità e agiamo) (che non è solo la mia, ripeto: basta avere un po' di cervello) è quella per voi meno plausibile.
Comunque basta, veramente: è l'ultima volta che rispondo ad una provocazione; sgolatevi, fate quello che cazzo volete, date solo prova di non sapere leggere e comprendere quello che leggete (tu e il compariello tuo).
Ciao.

47. palmito04 - 2/07/09 @ 17:44

Ecco, la tua è un'opinione sacrosanta. Magari non condivisibile, ma almeno non si tratta del solito piagnisteo… Io stesso non amo particolarmente konqueror visto i problemi che mi da con alcuni siti che frequento regolarmente. Ma non pretendo che loro buttino al vento la loro idea di base solo per fare i miei comodi. Io posso contribuire con codice, denaro, feedback, se non mi soddisfa il risultato uso altro. E in tutto questo non funzionare, sai cosa ti dico, sono contento che non abbandonino khtml per i motivi illustrati da skarn86.

48. Pepello - 2/07/09 @ 17:46

Anzi, visto che sono una persona seria, mi scuso con Skarn, il mio primo post non voleva essere un commento contro di lui; volevo solo esprimere le mie idee.

49. palmito04 - 2/07/09 @ 18:05

Ogni prodotto ha un team che si impegna al massimo per sfornare il miglior prodotto possibile con i fondi a disposizione. Se il risultato non ti soddisfa passo ad altro. Se i dev pensano solo al loro divertimento, al loro trastullarsi su progetti poco interessanti, passo ad altro. Se i dev passano del tempo a litigare che facciano pure, scaricano lo stress che accumulano mentre programmano. Se questo non ti piace, passa ad altro. Se tu pensi di aver avuto un'idea geniale e che nessuno riconosce il tuo genio passa ad altro. Se tu hai assunto una serie di dev e non ti hanno presentato il risultato per cui li hai pagati licenziali in tronco e poi passa ad altro. Credi che ti sto prendendo in giro? No, semplicemente quando il team leader si accorgerà che non c'è più un solo utente che usa il suo software esclamerà: “sono passati tutti ad altro, forse abbiamo sbagliato qualcosa”

50. skarn86 - 2/07/09 @ 19:45

su tutti…
Mai sentito parlare di KDE on Windows o di KDE on Mac Os ?
Naturalmente KDE è presente anche su diversi BSD e su openSolaris.

Evviva la scelta!

51. mazzjoe - 2/07/09 @ 19:52

un pulsante “maggiore integrazione” con khtml e un altro “maggiore compatibilità” con webkit nel frattempo di risolvere tutti i problemi con il primo è pura utopia?

52. skarn86 - 2/07/09 @ 20:41

Di valutazioni ne sono state fatte, e ripeto che khtml va benissimo.
È Kjs la fonte di tutti i vostri mali, dal momento che non è il rendering delle pagine ad essere impreciso (praticamente mai), è la componente interattiva di una pagina a non funzionare, quindi il javascript.
Che non è html (non sarai programmatore come non lo sono io ma assumo che tu conosca la differenza).

Konqueror non è khtml centrico, è poco più che un contenitore per KPart. Ok è molto di più, ma tant'è…

Le Kpart sono una tecnologia di KDE per integrare in un'applicazione un pezzo di un'altra.

Ad esempio quando apri un PDF su un sito lo vedi direttamente con Okular dentro Konqueror.

Quindi basterebbe scrivere una Kpart che usi Webkit per aggirare la questione.

La scrittura della Kpart è stata iniziata ma è ancora nella sezione “Playground” dei server di KDE, quella che ospita gli “abbozzi” di progetti, che non sono ancora nemmeno stati proposti per l'inclusione in KDE.
Questo perché è in effetti in uno stato indecente, non perché i dev di KDE siano cattivi, garantisco perchè ho provato: non carica i plugin ed è lentissima, tanto per cominciare.

Io credo sinceramente che un po' di contributo a quei poveri cristi che a mettere WebKit in Konqueror c'hanno provato davvero, non dispiacerebbe.
E invece non decolla e tutti continuano a fare urla scimmiesche all'indirizzo dei dev di Khtml perchè non fanno quello per cui nessuno li paga.

Trovo invece sterile un progetto come reKonq, che non fa niente che Arora non faccia, per quel che ne so.

53. skarn86 - 2/07/09 @ 20:48

Sono d'accordo con quello che dici nella maggior parte dei casi, ma il modo in cui hai risposto nel primo dei tuoi post a Pepello era da trollaggio del tipo peggiore.

Sembra che ci sia in giro tanta gente che non capisce che non possiamo avere pretese categoriche da gente che lavora per passione e perchè gli piace. Continueranno sempre e solo a far quello che gli piace, inutile aspettarsi altro. E va benissimo così.

Pretendere professionalità, ammesso che centri qualcosa, da chi non lo fa per professione, è un sciocchezza.

54. skarn86 - 2/07/09 @ 20:50

Aspettarsi di risolvere tutti i problemi è pura utopia.
Gli standard, così come il loro impiego, evolvono con velocità quasi allucinante.
Khtml è sviluppato da un ristretto team di valorosi.
L'impresa è improba.
Già ora Konqueror è più in forma che mai, immagina prima!

55. waka_jawaka - 2/07/09 @ 22:56

Bah, che c'era di provocatorio nel mio post non l'ho capito. Era solo una critica ai tuoi ragionamenti. Giusta o sbagliata lo lascio decidere a te, ma era scritta in tono educato e pacato. Cose non posso dire della tua replica che è stata sgarbata e maleducata.
E in ogni caso, leggi tutto bene anche tu i post altrui, ti ho “consigliato” di versare qualche decina di migliaia di euro (questo si… forse è un pò provocatorio) al team kde non di fare un fork .
In ogni caso riassumo qui il significato del mio intervento (nel caso che abbia scritto male io e non letto superficialmente tu): a gratis, chiedere qualcosa (qualunque cosa) è legittimo, pretenderlo lo è un pò meno (e se rileggi i tuoi post i pretendo si sprecano).
Detto questo anche per me ora la discussione è chiusa.
Ciao

56. Marco - 3/07/09 @ 10:41

intendevo nativo, cioè di firefox hai il tuo exe e ti installi solo firefox. non un altro layer e poi l'applicazione.
Per kde on win e Mac ne ho sentito parlare ma non li ho mai usati visto che con KDE mi sono trovato bene solo con la versione 2….

57. yuri - 3/07/09 @ 15:57

Non sto seguendo molto approfonditamente la diatriba, però a me la soluzione appare semplice:
- konqueror, che continui pure a usare khtml
- rekonq, che usa webkit, che venga sviluppato rapidamente!

così gli utenti potranno scegliere se usare uno o l'altro, senza polemiche.

58. RunAway - 4/07/09 @ 11:03

Non capisco perchè si parta dal presupposto che debba essere konqueror a rimanere e khtml ad andarsene in favore di WebKit.
Visto che konqueror è totalmente dipendente da khtml che andrebbe praticamente riscritto, non sarebbe molto più sensato e pragmatico eliminarli entrambi?

Arora cresce sempre di più, ormai ha tutte le feature essenziali e pare sia stabile, ha il codice più pulito fra le app kde attualmente esistenti e, cosa non da poco, è un progetto giovane.
Quindi che senso ha continuare a menarla ancora con konqueor quando basterebbe portare avanti Arora e aggiungere le feature che ancora mancano? (RSS per esempio).