jump to navigation

Celeste Paul sulla coerenza di KNewStuff

In Espresso il 15/07/09 @ 10:21 trackback

Shared by felipe

KNewStuff è quel sistema che permette alle applicazioni KDE di scaricare dalla rete componenti aggiuntive (sfondi, icone, modelli…) e in teoria sarebbe uno dei punti di forza dell’ambiente.

Celeste Paul, che adesso è anche un pezzo grosso di KDE e.V., presenta questo studio sull’incorerenza delle varie implementazioni di KNewStuff e propone uno standard da adottare. Il tutto cercando di intrufolarsi negli “Hundred Paper Cuts” di Ubuntu.

Ottimo lavoro, sfogliate il PDF.

As I previously mentioned, Kubuntu is participating in the 100 Papercuts project for Karmic. One of the “papercuts” I would really like to see fixed in KDE (regardless if it makes it in time for Karmic or not) is to make KNewStuff (KNS) buttons more consistent. KNewStuff Button Review (PDF 431KB)


Pagine forse correlate:


Commenti »

1. Anonimo Codardo - 15/07/09 @ 13:14

L'etichetta di un bottone mi sembra una cosa che si può correggere in tempo zero, semplicemente mandando un'email sulla ML di KDE per informare gli sviluppatori. OK per uno standard comune, ma non mi sembra un progetto così ambizioso…

2. gp - 15/07/09 @ 15:30

Il progetto ambizioso non è cambiare l'etichetta ad un bottone ma rendere coerente, pulito ed usabile KDE 4.

Questo è il progetto ambizioso che gli è stato affidato a Celeste.

L'etichetta è uno dei tanti steps…e ti assicuro che molte migliorie in tal senso viste su KDE in queste ultime release sono state sue idee.

giuseppe