jump to navigation

Convertire CD in MP3 con GNOME

In Facili, o quasi :), Felipizza la tua distro, Guide il 17/10/06 @ 14:26 21 commenti

di felipe

Prima di tutto vi avviso che il formato Mp3 non è libero e che è preferibile il formato OGG sotto ogni punto di vista: qualità, etica e coerenza con la scelta di usare un sistema operativo Libero. Detto questo, continuate a vostra discrezione.

Per la serie “Rendere operativa una Ubuntu secondo felipe“, stavolta vediamo come abilitare il supporto MP3 in GStreamer, ossia in tutto GNOME, utile ad esempio per poter creare Mp3 a partire da un CD Audio :-)

Installare i pacchetti necessari:

Leggi il resto

 

Comodamente shell: la Bash completion

In Facili, o quasi :), Felipizza la tua distro, Guide il 17/10/06 @ 1:25 20 commenti

di felipe

Per la serie “Rendere operativa una Ubuntu secondo felipe“, volevo da tempo scrivere di questa fantastica caratteristica della Bash che si chiama “programmable bash completion” (da adesso in poi: BC) o “autocompletamento programmabile della bash” :-)

Sono d’accordo: in italiano suona un po’ una merda, ma adesso vi spiego cosa è, come si attiva e come non potrete più farne a meno.

Leggi il resto

 

Il sito richiede Flash9? Ingannalo! :)

In Facili, o quasi :), Guide, Troiate del giorno il 13/10/06 @ 15:43 14 commenti

Aggiornamento: Flash9 per Linux è uscito in versione beta, come segnalato da ~Alessandro~ in un paio di commenti :D (vedere qui sotto)

Questo è un trucchetto veramente veramente basso e amorale. Quindi vi piacerà.

Avete presente i siti che richiedono una versione di Flash superiore a quella attualmente “concessa” da Macromedia a noi pinguini? A volte forniscono una scappatoia tipo “guarda il sito senza Flash” oppure consentono di saltare il controllo versione di Flash… Altre volte invece siamo meno fortunati e ci sono siti che non possono essere visitati a causa di uno stupido controllo di versione, anche quando non ci sarebbero motivi per richiedere una versione particolare.

Beh ecco il trucchetto, segnalato da Linux: aprite con un text editor qualsiasi il file:

~/.mozilla/firefox/pluginreg.dat

individuate la stringa

Shockwave Flash 7.0 r63:$

e cambiatela in

Shockwave Flash 9.0 r63:$

Riavviate firefox e godetevi il godibile. Magari appena se ne rendono conto i tipi di Macromedia si spicciano a rilasciare il player per Linux di cui tanto parlano

 

Rendere operativa una Ubuntu secondo felipe

In Facili, o quasi :), Felipizza la tua distro, Guide il 12/10/06 @ 16:43 14 commenti

Premessa

Pensavo di compilare questa raccolta da troppissimo tempo, finalmente oggi mi è tornata la voglia di completarla.

In questo post, che cercherò di tenere sempre aggiornato, ho raccolto tutti i passi che di solito effettuo personalmente per rendere una distro la mia distro. Gran parte degli argomenti sono stati in precedenza da me trattati con piccoli post che adesso sono sperduti e semi-dimenticati negli archivi pur essendo sempre attuali. Spero che questa sistemazione li renda più facilmente raggiungibili/visibili e quindi più utili, penso che lo meritino :)

Hardware

Non ho esigenze particolari qui. Il kernel di Ubuntu finora ha rilevato qualsiasi porcata abbia appiccicato al PC: telefoni, fotocamere, lettori mp3… Quindi faccio le solite cose che penso servano a tutti:

Leggi il resto

 

Se proprio devo usare wine…

In Estetica, Facili, o quasi :), Guide, Troiate del giorno il 12/10/06 @ 11:14 20 commenti

…almeno che abbia colori decenti!

Con questi semplici passi avremo uno schema di colori per wine che non sia vomitevole :)

Ho aggiornato in base al consiglio di Cimi, che trovate più in basso tra i commenti. Il problema è che esiste un tema Clearlooks per winzoz installabile e usabile anche con wine, ma installandolo wine diventa mostruosamente lento perché cerca di caricare le pixmap comprese nel tema… la soluzione è:

  1. Scaricare Clearlooks per winzoz da qui
  2. Installare il tema su wine come indicato nella doc di wine-project alla pagina indicata nel commento di Cimi, OPPURE installare il tema direttamente da dentro “winecfg” (funziona? non ho provato).
  3. Eliminare la directory in cui è stato installato il tema! In questo modo resterà attivo solo lo schema di colori, mentre tutta la grafica che appesantisce un casino wine non potrà essere più caricata :)
    La dir è: .wine/drive_c/windows/Resources/themes/clearlooks/

Grazie Cimi!

—– segue il vecchio post —–

Con questo piccolo trucchetto finalmente possiamo dire addio a quel grigetto smorto che fa tanto winzoz a tutte le app che girano con wine!

wine-industrial-thu.jpg
Qui potete ammirare eMule con i nuovi colori.

A proposito, lo schema di colori proposto nella pagina del trucchetto va bene per il tema “Industrial” di GNOME, che a mio parere è un po’ troppo freddo… Non è che qualcuno di voi un po’ più versato con la grafica sarebbe in grado di sistemare due o tre valori per avere uno schema di colori tipo Clearlooks?

Se qualcuno vuole provarci diventa il mio eroe :)

 

Shell: alcune interessanti combinazioni di tasti

In Facili, o quasi :), Guide il 4/10/06 @ 14:29 12 commenti

di felipe

Beh visto che ci sono, dopo “Shell: usare /etc/inputrc per alcuni trucchetti” metto per iscritto anche alcune combinazioni di tasti che dovrebbero funzionare con tutte le versioni recenti della Bash. Alcune sono molto utili e altre sono *indispensabili* :)

Si parte:

Poi ci sono delle combinazioni un po’ più strambe che voglio descrivere separatamente:

sdt.gif

Uhm… se me ne vengono in mente altri li aggiungo, oppure meglio: facciamo la gara a chi ne sa di più? :)

 

Shell: usare /etc/inputrc per alcuni trucchetti

In Ergonomia, Facili, o quasi :), Felipizza la tua distro, Guide il 4/10/06 @ 11:30 26 commenti

di felipe

11/11/06: aggiunto il punto 4, wow finalmente!

Mi decido a scrivere questo MicroHowto dopo tanto tempo, non è niente di spettacolare ma è una di quelle cose che possono fare la differenza, e vi assicuro che una volta abituati a queste piccole comodità non si torna indietro! :)

Non molti sanno che readline, la libreria che legge gli input, può essere in qualche modo configurata, e questo generalmente significa la possibilità di risparmiarci i polpastrelli :D

Generalmente /etc/inputrc esiste già in molte distro, in alcuni casi è già configurato per la massima comodità, ma per la maggior parte c’è un bel po’ da migliorare. Ecco le righe che io ritengo indispensabili, potete fare copia/incolla nel vostro inputrc:

# 1) Tasti Home/End per
# spostarsi all'inizio/fine della riga
"\e[1~": beginning-of-line
"\e[4~": end-of-line
# 2) PgUp e PgDn per
# l'autocompletamento in base alla history
"\e[5~": history-search-backward
"\e[6~": history-search-forward
# 3) Ctrl + frecce destra/sinistra per
# spostarsi da una parola all'altra
"\e[1;5C": forward-word
"\e[1;5D": backward-word
"\e[5C": forward-word
"\e[5D": backward-word
"\e\e[C": forward-word
"\e\e[D": backward-word
# 4) Alt + Canc per
# eliminare intere parole davanti al cursore
"\e[3;3~": kill-word

NB: Davanti alla “e” va sempre un backslash (es: “\e[1~”), purtroppo wordpress mi odia e le elimina -.- (grazie tkk!).

So già che volete spiegazioni sul secondo punto :) eccole:

C’è qualche comando noioso che eseguite “spesso ma non troppo”, oppure comandi kilometrici abbastanza simili che volete ricordare? Bene, basta scrivere le prime lettere del comando e successivamente premere su Pag.Su per scorrere nella history. La shell vi mostrerà solo i comandi simili :) Guardate questo screencast:

inputrc.gif

Per approfondimenti: il manuale readline(3readline) e`info rluserman’