jump to navigation

Estensioni (in stile Firefox) per il Pannello di GNOME

In Ergonomia, Troiate del giorno il 20/07/06 @ 13:57 2 commenti

Avete presente quanto è facile e quasi divertente (siete dei veri nerd!) installare estensioni per Firefox? un click quà, uno Yes là, un riavvio di FF e il gioco è fatto…

Bene potrebbe esserci qualcosa simile anche per GNOME! Come annunciato in questo post dell’autore, Travis Vachon, è già stato lanciato il sito panelextensions ed è già disponibile la versione 0.2 del codice! (qui c’è il cvs). Anche questo progetto rientra nel programma Google Summer of Code, ci aspettiamo di vedere qualcosa di tangibile…

Al momento non esistono ancora estensioni da scaricare ma se il progetto decolla ne prevedo spuntare come funghi. Le estensioni non dovranno essere compilate o installate nel vero senso della parola, ma semplicemente “scelte” dalla finestra di dialogo “Aggiungi al pannello”.

In generale mi sembra una ottima idea applicata a un pezzo di GNOME che però sta lentamente morendo: ci sono veramente molti tentativi di rimpiazzare il pannello, e questo significa solo che quelle due striscie grigie mangiaspazio non stanno simpatiche a tanta gente. Staremo a vedere se qualcuno riuscirà a riciclare gnome-panel in qualcosa di più al passo con i tempi, o se soccomberà a gnome-dock, per dirne uno… e se allora le estensioni spunteranno pure per quello :)

 

Piccole app per gestire Xgl e Compiz (non solo) su Ubuntu

In Troiate del giorno il 19/07/06 @ 13:28 3 commenti

NOTA: Le info riportate in questo articolo sono ormai obsolete, inserisco questa nota perché le statistiche del blog indicano che siete in tanti a leggerlo… consiglio di tenere sempre come riferimento la guida “Ubuntu Dapper + XGL + Compiz

Visto l’enorme successo che sta avendo la nostra guida Ubuntu Dapper + XGL + Compiz, avevo intenzione di rendere tutti partecipi di quelle due o tre cose in più che conosco ma che ingolferebbero inutilmente la guida, al massimo aggiungerò un link a questo post. Bene, vado con la lista:

Per far partire Compiz

compiz-start-screenshot.png

Il metodo descritto nella guida ufficiale è il migliore, ma c’è ad esempio chi ha l’esigenza di passare temporaneamente a metacity per poi magari rilanciare compiz, oppure chi preferisce semplicemente fare le cose in modo diverso.

Per questi è stato creato compiz-start, un piccolo script python che va aggiunto alla sessione di GNOME e che se ne sta nell’area di notifica pronto a lanciare vari tool di configurazione che spiego di seguito. Qui sopra potete vedere una schermata di compiz-start in azione. Vorrei sottolineare che io non lo uso cmq.
Per configurare Compiz

Ci sono diverse app che si occupano di cambiare le impostazioni di compiz e dei vari plugin. Io uso direttamente gconf-editor per tutto tranne che per cambiare/modificare i temi.

Continuerò ad aggiornare questa lista, come le altre guide :>

 

Mathusalem: monitorare processi a lunga scadenza in GNOME

In Ergonomia, Troiate del giorno il 19/07/06 @ 1:43 5 commenti

Fate conto di aver cominciato a scaricare ad esempio questo video da google, e nel frattempo state masterizzando un DVD con le foto e i video della vostra gita ad Amsterdam, e nel frattempo state scaricando la posta con attachment paurosamente grandi, e nel frattempo state scaricando un torrent di un paio di GB, e nel frattempo… cacchio possiamo fare una lista infinita di attività a lunga scadenza contemporaneamente in esecuzione sui nostri desktop, non abbiamo mica winzoz! :-P

Ok, state facendo conto? :) Avrete sicuramente visualizzato una decina di app con altrettante finestre che stanno letteralmente affollando il desktop mentre noi ad esempio vogliamo leggere tranquillamente repubblica.it o che ne so… nastynews.org

No, la risposta non è: “vado in un altro desktop virtuale”. La riposta è questa immagine che vedete qui sotto:

taskman-mockup.png

Interessante eh? Per adesso l’interfaccia grafica è solo un’idea da realizzare, ma il codice che sta alla base è già pronto ed è stato appena rilasciato. Mathusalem 0.1 serve appunto a raccogliere le info di tutti i processi “a lunga durata” e riassumerli in un’unica interfaccia che potrebbe benissimo presentarsi come una semplice applet simile all’immagine qui sopra.

Ovviamente non parliamo di tutti i processi a lunga scadenza… altrimenti la cosa sarebbe un po’ ingestibile (e anche inutile), Mathusalem raccoglierà le info da parte delle app che ne conoscono l’esistenza e cioè, com’è facile intuire, delle app “ufficiali” GNOME, tipo ad esempio il browser Epiphany che scarica un file, il file manager Nautilus, il gestore di posta Evolution… insomma le solite app “prime della classe”. Dalla stessa interfaccia è previsto poter effettuare alcune semplici operazioni sui singoli processi, tipo mettere in pausa un download, per dirne una.

Una cosa interessante è che questo progetto è tra quelli finanziati da Google! Qui c’è il post in cui si celebra l’accettazione nel programma “Google Summer of Code” 2006.

Stavolta non vi linko pacchetti deb o istruzioni su come compilare, dal momento che questa versione è espressamente pensata per sviluppatori e non per utenti comuni, ma sappiate che tengo un occhio vigile su questo progetto che ci interessa particolarmente ;-)

 

Dopo Beagle e Strigi, ecco “Tracker”

In Troiate del giorno il 18/07/06 @ 1:14 13 commenti

Chiunque legga queste pagine anche saltuariamente si sarà accorto dell’attenzione che viene dedicata ai software che si occupano della nuova mania nei desktop del nuovo millennio: l’indicizzazione e la ricerca dei file presenti sui nostri PC.

Abbiamo più volte trattato di Beagle e di Strigi, sottolineando l’immaturità del secondo e lo spreco di risorse del primo. Oggi è la volta di Tracker, un software che stavolta è – come viene definito – “desktop neutral”. Ciò significa che idealmente non dovrebbe dipendere da GNOME o KDE, almeno questo vale per quanto riguarda il server che indicizza e cataloga silenziosamente i nostri dischi, mentre per adesso, a livello client è disponibile soltanto l’integrazione con Nautilus, ossia GNOME.

tracker.png

L’autore di Tracker ci segnala in questo post che la sua creatura comincia a ricevere l’attenzione di cui ha bisogno, e che ad esempio in questo post su ubuntuforums.org si è accesa un discussione a riguardo. Invece in questo articolo vengono resi disponibili dei pacchetti deb per debian / ubuntu di Tracker e di Nautilus modificato per interagire con Tracker!

Come potete vedere nello shot qui sopra… funziona! E anche bene :)

E’ velocissimo nell’indicizzare e nel ritrovare i file, una volta installati i pacchetti è bastato lanciare il server con (l’opzionale) percorso da indicizzare:

$: trackerd /usr/local/Dati

Aspettare qualche minuto, riavviare nautilus, premere Ctrl-F sul desktop e cercare una parola chiave a caso. Adesso credo che per un po’ userò Tracker per vedere come si comporta a lungo andare, e se continua a funzionare bene ed esiste un modo per fare collaborare Tracker e Deskbar elimino Beagle una buona volta :-P

Aggiornamento! Ecco già un plugin (handler) per fare comunicare Deskbar e Tracker, wow! Eccolo qui: http://mail.gnome.org/archives/track…/msg00000.html Non funziona ancora benissimo ma continuo a stupirmi della reattività del popolo OSS!

 

Il nuovo menu GNOME di Suse adesso anche per Dapper!

In Troiate del giorno il 10/07/06 @ 19:38 16 commenti

Non so se vi è capitato di vedere il nuovo menu di GNOME, sviluppato dai dev di SUSE… eccovelo:

gnomemainmenu.png

A me sembra molto interessante… sì? Bene, gioite! Se avete Dapper adesso potete installare questo menu sperimentale anche sulla vostra box!

Scaricate questi due pacchetti:

Spacchettate ed installate il primo, spacchettate il secondo e poi date il comando:

gconftool --install-schema-file=slab.schemas

E adesso potete aggiungere al pannello l’applet “Main Menu”, che trovate nella sezione “Varie” …e sorridere :) Il pacchetto installa anche un centro di controllo accessibile dal menu. Se invece volete installare dai sorci come ho fatto io potete seguire queste info.

E se volete strafare…

slabucc.pngIn questo post è disponibile una versione modificata del centro di controllo, pensato espressamente per ubuntu, basta scaricare e installare il deb, funziona a meraviglia! Per far sì che il nuovo Menu richiami il nuovo Ubuntu Control Center bisogna lanciare gconf-editor modificare la chiave /desktop/gnome/applications/main-menu/system-area/control_center_item e impostarla a /usr/share/applications/ubuntu-control-center.desktop magari riavviare il pannello e il gioco è fatto :)

A sinistra potete ammirare uno shot del mio Desktop dopo aver installato il tutto, cariiiiino!

 

TinyMail: “It’s Evolution Baby!”

In Troiate del giorno il 10/07/06 @ 12:49 5 commenti

(cit. Eddie Vedder)

Tutti sanno che Evolution è una brutta bestia. L’unico motivo per cui lo uso è che in teoria dovrebbe essere il client ufficiale di GNOME, dico in teoria perché è talmente incasinato che non segue nemmeno la HIG di GNOME.

Beh, sto seguendo con grande interesse – ormai da qualche tempo – lo sviluppo di una piccola app chiamata TinyMail, che tradotto in italiano significa “MinuscoloMail” ma che l’autore dice essere un omaggio al nome della sua ragazza e che quindi si pronuncia “tinnemail” e non significa praticamente niente :D

TinyMail è molto interessante perché è un progetto nato con il preciso scopo di essere minimalista, funzionale, veloce, leggero, sexy ecc ecc in pratica tutto quello che vorreste dalla vostra app preferita. Oppure dalla vostra fidanzata preferita :F

TinyMail

La notizia che mi ha spinto a scrivere di tinymail però l’ho letta in questo post, in cui si gettano le basi per un’app che davvero potrebbe soppiantare Evolution! Nello shot potete vedere non solo il componente principale, ossia la Gestione Email, ma anche – integrati – Contatti e Calendario! wow non vedo l’ora di provarlo

 

Compiz Themer, finalmente i temi per compiz

In Troiate del giorno, pollycoke :) il 5/07/06 @ 11:20 17 commenti

NOTA: Le info riportate in questo articolo sono ormai obsolete, inserisco questa nota perché le statistiche del blog indicano che siete in tanti a leggerlo… consiglio di tenere sempre come riferimento la guida “Ubuntu Dapper + XGL + Compiz

24/07/06: aggiornato il tema, adesso supporta cgwd!
19/07/06
: aggiornato il tema, per supportare pulsanti grafici, adesso che compiz li supporta! bisogna installare anche gcompizthemer-themes! (è nei repo) :>
10/07/06: aggiornato e migliorato il tema, compatibile con le nuove versioni di gcompizthemer ;-)

Con riferimento ad “Attesissima chicca per Compiz! Decorazioni personalizzabili“, ecco che spunta la prima app che sfrutta il codice per impostare i temi di Compiz, si chiama gcompizthemer, o più semplicemente “Compiz Themer” e la potete scaricare da questo sito, oppure se avete ubuntu e avete seguito la mia guida per installare XGL su Ubuntu Dapper, direttamente con apt-get :)

gcompizthemer.png
Voglio segnalarvi questo post sul forum di compiz, in cui potete vedere diversi temi “al lavoro”, e qui eccovi il tema da me creato – il primo in quella pagina e lo stesso che vedete nell’immagine qui sopra. Per utilizzarlo basta copia/incollare questo testo:

[theme]
shadow_radius=26
shadow_opacity=0.59999999999999998
shadow_offset_x=0
shadow_offset_y=4
active_outer_alpha=0.80000000000000004
inactive_outer_alpha=0.39999997615814209
active_inner_alpha=1
inactive_inner_alpha=1
active_button_alpha=0.75
inactive_button_alpha=0.29999999999999999
use_active_colors=false
draw_separator_line=false
active_outer=#dddddd
active_inner=#ede9e3
inactive_outer=#dddddd
inactive_inner=#ede9e3
active_text=#444444
active_text_halo=#ede9e3
inactive_text=#444444
inactive_text_halo=#ede9e3
active_button=#444444
active_button_halo=#ede9e3
inactive_button=#444444
inactive_button_halo=#ede9e3
window_frame_halo=#aaaaaa
shadow_color=#000000
active_button_halo_alpha=0.25
inactive_button_halo_alpha=0.20000000000000001
active_text_alpha=1
active_text_halo_alpha=0.25
inactive_text_alpha=0.29999999999999999
inactive_text_halo_alpha=0.20000000000000001
active_window_halo_alpha=0.80000000000000004
inactive_window_halo_alpha=0.40000000000000002
active_window_highlight_alpha=0.80000000000000004
inactive_window_highlight_alpha=0.40000000000000002
active_window_shadow_alpha=0.80000000000000004
inactive_window_shadow_alpha=0.40000000000000002
active_separator_line_alpha=0
inactive_separator_line_alpha=0
enable_tooltips=false
active_window_halo=#aaaaaa
inactive_window_halo=#aaaaaa
active_window_highlight=#ffffff
inactive_window_highlight=#ffffff
active_window_shadow=#ede9e3
inactive_window_shadow=#ede9e3
active_separator_line=#000000
inactive_separator_line=#000000
creator=felipe
description=
titlebar_font=Bitstream Vera Sans Bold 11.5
suggested=Clearlooks Cairo
theme_version=0.2
use_pixmap_buttons=true
buttons_pixmap=/usr/share/compiz/themes/NDT.buttons.png
inactive_title_inner_alpha=1
inactive_title_inner=#ede9e3
inactive_title_outer_alpha=0.59999999999999998
inactive_title_outer=#d0d0d0
active_title_inner_alpha=1
active_title_inner=#ede9e3
active_title_outer_alpha=0.80000000000000004
active_title_outer=#d0d0d0
version=0.19
title_object_layout=I:T:HNXC:Normal Layout
[corners]
radius=7
round_bottom_right=false
round_bottom_left=false
round_top_right=true
round_top_left=true
[buttons]
menu=
min=/usr/share/compiz/themes/NDT.min.png
max=/usr/share/compiz/themes/NDT.max.png
shade=
help=
restore=/usr/share/compiz/themes/NDT.restore.png
close=/usr/share/compiz/themes/NDT.close.png

e salvarlo come /home/nomeutente/.compiz/themes/PollyCoke.cgwdtheme

NB: attenzione, il tema richiede l’installazione di gcompizthemer-themes per far funzionare correttamente i pulsanti grafici ;-)