jump to navigation

FAQ: l’accordo Novell/M$ e il futuro di Compiz

In *Flame*, News, Politica il 11/11/06 @ 12:20 42 commenti

Intanto vorrei riportare la risposta secca e inequivocabile che David Reveman, autore e project leader di Compiz, ha dato alla domanda “l’accordo con M$ cambierà lo sviluppo di Xgl/Compiz in qualche modo?“.

It doesn’t change a thing

Non cambia niente (T.d.felipe)

Ma noi che non siamo pecorelle… analizziamo bene la situazione. Già qualcuno ha cominciato a travisare tutto e a scrivere a sproposito, invece basta controllare un po’ per notare che non può cambiare niente riguardo a Compiz. Non potrebbe cambiare niente nemmeno se Novell – o qualsiasi altra azienda – volesse fare qualche giochetto strano. Vediamo perché.

gnu-head.jpg

Visto che mi dicono che sono bravo a compilare liste di FAQ, ne preparo una che andrò aggiornando con le vostre domande, se volete. Le risposte non sono inventate da me: dove posso cito le fonti e i riferimenti e sono pronto a ricevere correzioni e osservazioni sensate e solo se basate su altrettante fonti e/o riferimenti attendibili:

Leggi il resto…

 

ATi e nVidia su Linux: eccellenti novità

In News, Politica il 11/11/06 @ 2:12 18 commenti

Queste novità sarebbero state idealmente parte del precedente post “xorg.conf sarà presto un (brutto) ricordo del passato“, visto che la fonte è la stessa.

Ultimamente però c’è stato un gran parlare di software proprietario vs opensource, di talebanismi, di licenze a rischio… e visto che queste novità stanno nel sottile confine tra software (hardware in questo caso) chiuso e aperto… mi sembrava opportuno creare un post a sé stante.

Lo spunto nasce dalla “necessità” di avere Desktop 3D su ogni distro, installato in maniera predefinita e automaticamente funzionante grazie all’autoconfigurazione di cui scrivevo nel post precedente, se la scheda video 3D è supportata. Questo pone il problema di includere driver proprietari nell’installazione predefinita, oppure…

Leggi il resto…

 

Già, facciamo anche noi un bel contratto: Niente più Novell/SUSE :-P

In *Flame*, News, Politica il 9/11/06 @ 12:45 43 commenti

Visto che ultimamente vanno di moda i contratti prende la parola Linux Journal, e dice:

Novell is jeopardizing the future of Linux for its own short-term rewards. If you want to see Linux flourish, let alone survive after Novell’s five year deal with Microsoft expires, I suggest we make an alternative five year deal with Microsoft. In this case, our part of the deal is to spend the next five minutes, months, or years migrating away from every shred of Novell/SUSE software in our home, office, or enterprise.

Novell sta mettendo a rischio il futuro di Linux per il proprio guadagno a breve termine. Se volete vedere Linux fiorire, o addirittura sopravvivere dopo che sarà scaduto il termine del contratto di cinque anni con M$, suggerisco che facciamo un contratto alternativo con M$. In questo caso da parte nostra ci impegnamo a trascorrere i prossimi cinque minuti, mesi, o anni migrando via da ogni pezzettino di software Novell/SUSE nelle nostre case, uffici, o aziende (T.d.felipe)

Beh non si può dire che non sia una visione chiara delle cose… Io preferisco non sbilanciarmi così tanto, anche perché non ho mai avuto Novell/SUSE e non credo proprio che comincierò ad installarla adesso… ma ovviamente ribadisco la mia teoria che può essere facilmente riassunta nella domanda retoria:

Ma tra tutti… cacchio proprio micro$oft?

Nel frattempo Novell cerca di stare un po’ con tutti: ormai non si distingue più il confine tra i comunicati dell’ufficio legale e quelli del reparto marketing… Assicurazioni, giuramenti, FAQ sparse “ad arte” un po’ dapper-tutto, alleanze con sofwarefreedom.org

Ma può bastare? Nel mio caso NO. Ho sempre guardato con sospetto il fatto che Novell spingesse per far entrare Mono nella comunità, adesso si alleano con la concorrenza a discapito di tutti noi che non compriamo SUSE Linux Enterprise… Ha ragione chi chiama Novell semplicemente “VENDUTI” (Groklaw)? Ha ragione chi li chiama già adesso “La nuova SCO” (Bruce Perens)?

Ognuno tragga le sue conclusioni, le mie credo siano abbastanza chiare.

 

Adobe “regala” a Mozilla il suo Action Script (Flash, Director…)

In News, Politica il 8/11/06 @ 9:29 9 commenti

Da quando Macromedia® è stata rilevata da Adobe® sembra che le cose si siano mettendo in meglio per noi pinguini, prima il tanto atteso Flash® 9 per Linux®, e adesso ecco Action Script®.

Per chi non lo sapesse, Action Script® è il motore che sta alla base di Flash®, Generator®, Shockwave® e simili, ed è essenzialmente un misto di Javascript® e altri standard per creare applicazioni web come quelle che vediamo in così tanti siti. Qualche volta anche non proprio necessarie e nemmeno di ottimo gusto, sicuramente un modo per rendere più “movimentata” una pagina HTML.

Bene, ieri è stato annunciato che Adobe® ha deciso di “regalare” Action Script® a Mozilla®, per diffondere il proprio motore di scripting e magari per creare insieme qualcosa di nuovo che si proponga come standard con una solida community alle spalle. Il nuovo progetto si chiama tamarin® e dovrebbe venir integrato in Firefox®

Tutto. Molto. Bello. Ma sono sicuro che avrete notato la mia Inquietitudine®.
La domanda che scaturisce dalla mia inquietitudine è: “come mai non si è scelto di “regalare” il tutto direttamente alla comunità?” Non so se avete presente i recenti casini con l’uso del nome Firefox®… Spero che qualcuno mi possa illuminare sul tipo di licenza scelta, non mi sembra la GPL

 

Ubuntu Libre, anzi Gnubuntu, anzi no: “Gnewsense”

In News, Politica il 3/11/06 @ 13:58 30 commenti

Probabilmente ne avrete già sentito parlare. Gnewsense sembra essere il nome definitivo del progetto, sponsorizzatto dalla FSF, che si pone come obiettivo quello di creare una distro GNU/Linux completamente libera, usando Ubuntu come base ma eliminando ogni traccia di codice proprietario :-)

Gnewsense Login Screen
GDM e il tema un po’ africano, reminiscenze di Ubuntu? Cliccate sulla zanna di quello a sinistra per andare alla homepage di gnewsense

La notizia importante è che è stata rilasciata la versione 1.0! La segnalazione ci arriva direttamente da Jonathan Carter, hacker GNOME e membro della Free Software Foundation

 

Non ho parole… anzi sì! ~:/

In *Flame*, News, Politica il 3/11/06 @ 13:04 63 commenti

Normalmente non riporto notizie che tutti conoscete e che rimbalzano da un sito di news all’altro… ma siamo di fronte a quella che potrebbe essere la Notizia dell’anno per noi pinguini. Nel bene …e forse (soprattutto?) nel male:


Fanno quasi tenerezza (foto: desktoplinux.com)

Non voglio nemmeno ripetere il titolo che trovate dapper-tutto, basta leggere a caso un qualsiasi sito di news come questi (leggete oltre per il mio commento…):

Leggi il resto…

 

nVidia e l’OpenSource: amici?

In News, Politica il 21/10/06 @ 13:12 15 commenti

Ovvero: si può essere amici solo a certe condizioni?

La recente notizia che mi fa pensare a questo genere di cose è che nVidia ha rilasciato una preziosa suite di applicazioni per fare il debug/profiling di app 3D, nonché un mezzo per fare benchmark. Ovviamente il tutto anche per il nostro pinguino :-)

La domanda è: ma nVidia è un’azienda che possiamo definire “nostra amica”? Se guardo indietro nella storia del rapporto tra la casa produttrice di hardware e il pinguino una situazione solo apparentemente controversa. Molte critiche ma anche molti apprezzamenti sono venuti da parte della nostra comunità e tuttora non esiste una opinione “comune” a riguardo.

Tutto iniziò, qualche anno fa, con una incomprensione: nVidia rilasciò dei driver proprietari che contenevano codice GPL preso direttamente dal kernel di Linux. La gaffe fu subito chiarita e le cose sistemate da nVidia, che accettarono le richieste dell’autore originale del codice GPL.

Da allora abbiamo visto crescere il rapporto tra nVidia e la nostra comunità, non siamo mai stati lasciati soli a noi stessi e abbiamo beneficiato di driver in rilasci abbastanza frequenti, anche se non proprio facilissimi da installare. Siamo addirittura arrivati ad una situazione in cui quando ci viene chiesto che scheda video comprare per Linux la risposta unanime è nVidia.

Considero molto importanti anche i recenti sviluppi legati alla “mania” del Desktop 3D su Linux. nVidia è stata l’unica azienda a rispondere, e lo ha fatto anche tempestivamente, rilasciando (per ora sono solo beta) driver che supportano una funzione richiesta esplicitamente per fare funzionare AIGLX. Allo stesso modo gli sviluppatori di nVidia hanno chiesto di poter seguire lo sviluppo di Plasma di KDE4, per essere in grado di supportare eventuali nuove richieste hardware…

Insomma sembrerebbe tutto rose e fiori… e se non lo fosse? Finora abbiamo avuto tutto il supporto che speravamo, ma se un domani in una fatidica riunione i “capoccia” di nVidia decidessero che il settore Linux non rende poi così tanto?

Non vi sentite vittima di un ricatto? Io sì, e come dicevo tempo fa, nel post “Chi batte chi? Open Source vs Software Proprietario“, l’unico modo che ha la comunità opensource per stare al passo con gli OS proprietari dal punto di vista delle interfacce grafiche… è sottostare a questo piccolo ricatto.

Non ho ancora deciso come vivermi questa situazione, si capisce? :-)