jump to navigation

Apri con… cosa?

In Ergonomia, News il 1/06/06 @ 21:14 2 commenti

Capita a tutti di confrontarsi con file in formati strambi e sconosciuti e non sapere cosa siano. A me tempo fa era successo con un 3gp, che poi era un video (adesso che ho uno schifosissimo 6630 lo so).

Capita però molto più spesso che un utente alle prime armi voglia ascoltare un famigerato mp3 o vedere un avi o cose del genere. A questi, e specialmente a questi utenti alle prime armi che usano Ubuntu, è dedicata Ubuntu Common Hooker, una piccola app che si insedia nella finestra di dialogo “Apri con…” di GNOME e, se selezionata, si occupa di scovare l’applicazione in grado di leggere il file ed eventualmente di installarla assieme ad eventuali codec!

Se vi ricorda un po’ il comportamento di “cerca plugin” di Firefox, la penso come voi, ed è un ottimo segno, visto che è una delle caratteristiche più apprezzate di FF, ad ogni modo nella homepage del progetto c’è qualche info in più, oltre al paccketto deb e qualche schermata.

 

Gimmie: some lovin’

In Ergonomia, Troiate del giorno il 22/05/06 @ 22:12 commenta

Avevo in mente di recensire questo interessante progetto da qualche tempo, e colgo l’occasione di uno screencast recentemente bloggato dal suo autore per descriverlo velocemente.

Gimmie si propone come sostituto dell’ormai vecchio vetusto gnome-panel: ossia di quelle due strisce in basso e in alto del vostro desktop GNOME che contengono menu, applet e area di notifica.

Come lo fa? Beh da quello che abbiamo visto le intenzioni sono davvero nobili, anche se ovviamente è presto per parlare di tutto ciò che non sia puro “proof of concept”. Gimmie è un pannello che consta di tre parti, al momento denominate: Applications, Documents, People. Le diverse funzioni di questi “moduli” mi sembrano abbastanza lineari: Applications si occupa appunto delle app, Documents tiene traccia dei documenti aperti, e infine People per tutto quello che riguarda i nostri contatti col mondo esterno.

Il concetto per la verità non è esattamente innovativissimo, in questo famoso mockup per KDE4 c’è una divisione ancora più razionale: Create Communicate Configure, che di fatto salta del tutto la distinzione tra Applicazione e Documento.

Tornando a Gimmie, quello che è interessante è che il codice è già esistente! L’autore ha dichiarato di usarlo correntemente su suo Desktop. Questo, oltre al fatto che è stato riposto grande impegno nell’integrazione con Leaftag, e quindi Deskbar… danno la misura di quanto interessante questo progetto possa diventare! Sul sito del progetto è possibile consultare la Roadmap e soprattutto dare una sbirciata ai vari video introduttivi… buona visione!

Certo, come dicevo per adesso l’aspetto grafico è veramente deprimente, e ci sono due o tre cose che andranno appianate, ma è interessantissimo vedere un primo candidato alla sostituzione del vecchio vetusto pannello, che mostra già adesso qualche ruga di troppo:)

 

troiata del giorno: migliorare la leggibilità dei font

In Ergonomia, Estetica, Felipizza la tua distro, Troiate del giorno il 18/05/06 @ 21:59 1 commento

Da questo sito è possibile scaricare due patch che applicate a libxft2 e libcairo2 rendono i font sul nostro sistema più leggibili e – secondo me – più belli.

Se avete Ubuntu Dapper ho preparato dei pacchetti che ho postato su ubuntuforums.org in questo post, vi basta installarli, oppure ci sono questi pacchetti semi-ufficiali, e riavviare X.

Il risultato non mi aveva convinto al 100% da subito, poi lavorandoci un po’ ho cominciato ad apprezzarne la leggibilità e alla fine ho deciso che tengo le modifiche :) Lo shot che vedete qui sopra non rende assolutamente giustizia, anche perché dovreste avere un minimo di riferimento col “prima”.

Buon divertimento!

NB: forse potebbero esserci dei problemi sulla assoluta legittimità nell’uso di alcuni criteri per rendere i font… criteri che sarebbero “importati” da cleartype di micro$oft.

 

troiata del giorno: Leaftag

In Ergonomia, Troiate del giorno il 22/02/06 @ 11:43 commenta

Tempo fa avevo accennato al progetto di integrare funzionalità di “tagging” per GNOME, sottolineando quanto fosse difficile far entrare novità all’interno della comunità di GNOME. Adesso sembra che le cose stiano prendendo definitivamente il verso giusto.

Il nome del progetto adesso è Leaftag, e il concetto resta lo stesso: gestire i metadata per i file del nostro desktop, in maniera razionale ed integrata. Questo significa ad esempio poter aggiungere una parola chiave ad uno o più file per poi poterli trovare con semplicità. C’è pure un piccolo video (500KB) che dimostra il funzionamento di Leaftag.

Se volete la mia personale opinione… è disegnato male! Capisco che non è per niente la versione finale ma ad esempio l’interfaccia è proprio bruttina, e poi hanno mancato quella che secondo me renderebbe Leaftag la naturale evoluzione dello stato attuale di GNOME: e cioè presentare Leaftag come “crescita” di Emblems e Annotazioni, già esistenti da tempo in GNOME, nella finestra delle proprietà per ogni file.

Immagino un’unica finestra in cui sia possibile assegnare emblemi, annotazioni e parole chiave (metadata) ad un file, con la possibilità di assegnare determinate parole chiave predefinite a determinati emblemi. Esempio: un punto esclamativo rosso assegnato come emblema per un file gli attribuirebbe anche il tag “urgente”… e via dicendo.

Tempo fa ho auspicato che una cosa del genere accada pure per KDE4, se volete leggere i dettagli – potete anche votare l’idea – eccovi il link: searchable KDE

 

troiata del giorno: Disabilitare le Aree di Lavoro

In Ergonomia, Facili, o quasi :), Felipizza la tua distro, Guide, Troiate del giorno il 19/12/05 @ 18:49 5 commenti

22/11/06: Con Compiz le aree di lavoro tornano ad avere un senso però :-)

Una delle caratteristiche principali di …probabilmente tutti i Desktop Liberi, è l’uso di molteplici Aree di Lavoro, usate per suddividere la quantità di finestre presenti su più “Desktop Virtuali” e quindi in teoria fare meno confusione.

Generalmente usando le impostazioni predefinite abbiamo a disposizione quattro scrivanie virtuali che condividono icone, comportamento e impostazioni (in KDE si possono personalizzare sfondi distinti per ogni area). Le diverse aree gestiscono invece (troppo) indipendentemente le finestre.

Immaginiamo di avere due aree di lavoro, chiamate “Internet” e “Ufficio”. Possiamo lanciare Firefox ed Evolution nella prima, e varie finestre di OpenOffice.org nella seconda. Suddividiamo così il lavoro in “aree tematiche”, per cui assegnamo idealmente ad ogni area un tipo di attività: navigo su internet nell’area 1 e leggo/scrivo documenti nell’area 2… Un po’ come nella realtà suddividiamo i nostri spazi in base a quello che dobbiamo farci. Leggi il resto…

 

troiata del giorno: galago

In Ergonomia, Troiate del giorno il 30/11/05 @ 16:00 commenta

inauguriamo con galago una nuova “serie”: “la troiata del giorno”.

per un po’ di tempo e’ stata una degli appuntamenti del topic del canale, ma forse ha piu’ senso mettere tutte ste troiate sul sito :D

[nomed^] felipe, potrebbe essere la stronzata del giorno ?
[nomed^] http://www.galago-project.org/about.php

in poche parole galago e’ un “framework” per la messaggistica integrata, per GNOME. significa che tutte le app hanno accesso alle informazioni relative ai nostri contatti. per esempio galago puo’ notificare a gaim, evolution (eccetera) che uno dei miei contatti, ad esempio nomed^, e’ entrato in IRC :)

 

Migliorare la qualita’ della resa dei caratteri con “DisplaySize”

In Ergonomia, Estetica, Facili, o quasi :), Felipizza la tua distro, Guide il 18/09/05 @ 16:48 37 commenti

di felipe

5/11/06: aggiunta riferimento al commento di nikk (grazie!)

I soliti problemi con i caratteri in X?

Questa guida vi servira’ se vi siete mai posti una delle seguenti domande:

  1. Perche’ se non uso l’antialiasing i caratteri fanno schifo e sono illeggibili?
  2. Perche’ se invece uso l’antialiasing vedo sempre “sbavature” (es. grassetto)?
  3. Perche’ i caratteri predefiniti delle app GTK o Qt sono troppo grandi?
  4. Perche’ i caratteri predefiniti delle app GTK o Qt sono troppo piccoli?
  5. Perche’ l’unico carattere che rende bene sul mio desktop e’ Bitstream Vera?

…e posso continuare all’infinito!

C’e’ da dire tutti i “problemi” trattati in questo piccolo articolo sono ben poca cosa rispetto ai problemi che avevamo coi caratteri soltanto un paio d’anni fa, quando i desktop “free” facevano abbastanza schifo dal punto di vista strettamente estetico. Eppure quel “poca cosa” puo’ fare la differenza, quindi armiamoci di shell e di 10 minuti di pazienza. Leggi il resto…