jump to navigation

Agave: creare schemi di colori con un tocco in più

In Estetica, Troiate del giorno il 9/11/06 @ 0:14 6 commenti

Nel recente post “GNOME Color Chooser: ultra-personalizzare GNOME via gtkrc!” ho indicato una piccola app utile per modificare molti aspetti delle app GTK, soprattutto i colori, e con Agave potete benissimo trovare i fantastici colori che cercavate da tempo! Questo post vi servirà:

  1. Se non sapete cosa abbinare alla nuova t-shirt “there’s no place like 127.0.0.1” perché vi è arrivata nell’unico colore disponibile: “fucsia bordello”
  2. Se volete tinteggiare la vostra stanza in modo da intonarla perfettamente al nuovo wallpaper di GNOME ma non sapete che colore scegliere
  3. Se vi hanno commissionato un graffito minimalista sul Colosseo e volete puntare molto su dei colori rilassanti per non farvi fucilare in caso vi prendano…

O magari perché volete provare l’ennesima “troiata del giorno” :-)

agave-thu.png
Mai più abbinamenti di colore sbagliati! Solo del sano, scientifico, pessimo gusto! :D

Agave serve a creare combinazioni di colori piacevoli in modo ultrasemplice: basta scegliere un colore, magari aiutandosi usando la palette di Tango, e generandone altri in base a metodi che potete scegliere voi di volta in volta: Complementari, Analoghi, Monocromatico… I risultati sono sempre bellissimi!

Mi aspetto un coro di alleluia da parte di webmaster e affini :-)

 

Compiz vs Beryl: #2 questione di buon gusto

In *Flame*, Ergonomia, Estetica, News il 5/11/06 @ 14:28 66 commenti

Prima di tutto le “buone” notizie…

La settimana scorsa ho esposto la mia opinione dal punto di vista della “qualità”, nei post “Compiz vs Beryl: #1 questione di qualità” e nel seguito “corleonese” “Ubuntu e Beryl, cominciate a capire l’antifona, ah?“. Ho letto alcuni commenti interessanti a quei post: un membro della comunità Beryl (mordredP) ha confermato che le mie invettive – seppure particolarmente forti – sono prese in considerazione e le mie critiche sono valutate :-)

Disclaimer al contrario: quanto segue non sono mie opinioni personali, ma fatti oggettivi e inconfutabili per chiunque dotato di buon gusto (e grazie a Madre Natura siamo in numero abbastanza alto qui dentro)

Questo non può che farmi piacere e – tanto per ripetermi ogni volta – torno a dire che le mie “invettive” hanno l’unico scopo di sensibilizzare utenti e sviluppatori sulla necessità di tenere uno standard “alto”, e se si vuole essere paragonati a Compiz mi rendo conto che non è facile… ma ripeto che la mia intenzione non è ridicolizzare Beryl, per quello basta guardare l’effetto lampada di aladino… -.-

Leggi il resto…

 

Compiz vs Beryl: #1 questione di qualità

In *Flame*, Ergonomia, Estetica, News il 28/10/06 @ 17:40 58 commenti

Inauguro questa piccola serie per rispondere a chi mi ha recentemente accusato di aver iniziato una guerra santa contro Beryl, su punto-informatico.it

Prima di tutto voglio dissentire sul termine “guerra santa“: è una cosa che lascio volentieri ai pigliainculo (come direbbe Leonardo Sciascia) di ogni paese e ogni religione. Se si guarda tra gli archivi si può benissimo notare come all’inizio ho apprezzato i cambiamenti apportati da Quinnstorm e soci…

Disclaimer al contrario: quanto segue non sono mie opinioni personali, ma fatti oggettivi e inconfutabili per chiunque dotato di buon gusto (e grazie a Madre Natura siamo in numero abbastanza alto qui dentro)

Bene, chiarito questo veniamo al dunque: in questo post voglio parlare esclusivamente di un aspetto…

Leggi il resto…

 

Migliorare la leggibilità dei font su Ubuntu Edgy

In Ergonomia, Estetica, Facili, o quasi :), Felipizza la tua distro, Guide il 26/10/06 @ 18:01 115 commenti

17/04/07: aggiornati i repository (grazie ai commenti!)
14/11/06:
aggiunto un suggerimento tratto dai commenti (grazie Andrea!)

Questo è un aggiornamento ad un vecchio post che secondo me è importante: “troiata del giorno: migliorare la leggibilità dei font“.

Non nascondo che la bellezza della resa dei caratteri sulla mia Dapper era uno dei motivi per cui sono indeciso se aggiornare da Dapper ad Edgy. Qualcuno paragona questi miglioramenti a quelli che si hanno con la tecnologia Cleartype in winzoz. Io non saprei ma non mi sembra che winzoz renda i caratteri bene come la mia Ubuntu!

Giusto per fare un paragone veloce tra una Edgy originale e una modificata con le istruzioni di questo post:

font-prima.png font-dopo.png
Prima e dopo “la cura” descritta più avanti

Leggi il resto…

 

Blubuntu! Perché il blu è bello

In Estetica, News il 12/10/06 @ 13:18 8 commenti

Se come me siete puntualmente schifati dal color “cacca che fugge” tipico di Ubuntu, e ad ogni nuova installazione correte a cambiare il tema, oltre che a ripulire e alleggerire Ubuntu… sarete contenti di sapere che in Edgy sono entrati alcuni nuovi temi, giusto per variare un po’.

Tra questi nuovi temi c’è ovviamente Blubuntu, come da titolo. Si può facilmente intuire che il colore dominante di Blubuntu è il blu? Giusto per darvi un’idea, ecco una schermata di come appare sul mio Desktop :)

blubuntu-thu.jpg

Io dico che si presenta molto bene, voi che ne pensate? Ok il blu non sarà il massimo dell’originalità, ma visto che non abbiamo così tanti colori nell’arcobaleno …per quello forse aspetteremo un fottutissimo desktop fucsia :D

Per la cronaca… ci sono altri due temi: Tropical, che è arancione praticamente uguale all’attuale Human di Dapper; Peace, marrone e usa un altro engine, veramente brutto, e che probabilmente sarà spacciato come Tema per PC meno potenti

 

Se proprio devo usare wine…

In Estetica, Facili, o quasi :), Guide, Troiate del giorno il 12/10/06 @ 11:14 20 commenti

…almeno che abbia colori decenti!

Con questi semplici passi avremo uno schema di colori per wine che non sia vomitevole :)

Ho aggiornato in base al consiglio di Cimi, che trovate più in basso tra i commenti. Il problema è che esiste un tema Clearlooks per winzoz installabile e usabile anche con wine, ma installandolo wine diventa mostruosamente lento perché cerca di caricare le pixmap comprese nel tema… la soluzione è:

  1. Scaricare Clearlooks per winzoz da qui
  2. Installare il tema su wine come indicato nella doc di wine-project alla pagina indicata nel commento di Cimi, OPPURE installare il tema direttamente da dentro “winecfg” (funziona? non ho provato).
  3. Eliminare la directory in cui è stato installato il tema! In questo modo resterà attivo solo lo schema di colori, mentre tutta la grafica che appesantisce un casino wine non potrà essere più caricata :)
    La dir è: .wine/drive_c/windows/Resources/themes/clearlooks/

Grazie Cimi!

—– segue il vecchio post —–

Con questo piccolo trucchetto finalmente possiamo dire addio a quel grigetto smorto che fa tanto winzoz a tutte le app che girano con wine!

wine-industrial-thu.jpg
Qui potete ammirare eMule con i nuovi colori.

A proposito, lo schema di colori proposto nella pagina del trucchetto va bene per il tema “Industrial” di GNOME, che a mio parere è un po’ troppo freddo… Non è che qualcuno di voi un po’ più versato con la grafica sarebbe in grado di sistemare due o tre valori per avere uno schema di colori tipo Clearlooks?

Se qualcuno vuole provarci diventa il mio eroe :)

 

OpenGL compositing integrato in Kwin :)

In Estetica, News il 11/10/06 @ 12:27 5 commenti

Ho più volte espresso la convinzione che prima o poi sarebbe successo che kwin, piuttosto che adottare Compiz, includesse un compositor direttamente dentro Kwin. Il WM di KDE secondo me è troppo avanzato perché gli sviluppatori si mettano ad utilizzare direttamente compiz o peggio ancora gnome-window-decorator.

Beh sembra che avessi ragione :)
Ci sono piani per supportare Compiz, mi sembra ragionevole, ma ci sono anche sviluppatori come Lubos Lunak che ne giro di poco tempo, prendendo spunto dai sorgenti del defunto glcompmgr, integrano questo genere di effetti direttamente dentro kwin:

Non è carino tutto ciò? Ovviamente si tratta di un inizio, non è per niente funzionale o paragonabile a Compiz, ma come sempre la velocità e l’efficienza con cui viene pensata->pianificata->sviluppata un idea in KDE mi sorprende.

Il codice è già ufficialmente entrato nella branca kwin_composite dell’svn di KDE!