jump to navigation

Attenzione:
Questa guida non viene più aggiornata!

Niente fottutissimi .exe nella mia box!

Questa guida ha un duplice scopo, contiene da una parte le istruzioni per eliminare Mono dalle nostre Linux box, dall’altra una lista di applicazioni non-Mono alternative (più leggere e molto spesso anche migliori), da poter usare in un sistema libero dal Male (cit). Siete tutti incoraggiati a contribuire suggerendo nuove applicazioni :)

Prima di tutto una semplice liberatoria, d’obbligo quando si tratta questo doloroso argomento: questa è una guida e non un articolo politico. Se volete approfondirle, trovate tutte le informazioni sui motivi che spingono molta gente a diffidare da Mono negli articoli che trattano di Mono (e non saltate l’introduzione!). Tra quella gente figurano esperti di giurisprudenza, tutti i capi storici del progetto GNU e figure indiscusse dei movimenti dietro al software libero e all’open source.

Bene, una volta tolto questo pensiero, procediamo!

[toc]

1. Come eliminare ogni traccia di Mono dalle nostre box

In Fedora:

Questo comando chilometrico:

#: yum remove beagle-evolution gnome-sharp mono-data-sqlite beagle-gui mono-data 
mono-core gmime-sharp tomboyevolution-sharpgtk-sharp2 beagle gsf-sharp mono-web 
libgdiplus evolution-sharp gtk-sharp2 tomboy

Oppure questo:

#: yum -y remove mono*

Come segnalato in un vecchio commento (grazie fede!)

In Debian/Ubuntu:

Un’unica libreria da cui dipende tutto il resto:

$: sudo apt-get --purge remove libmono0

In Ubuntu questo eliminerà anche il pacchetto ubuntu-desktop. Tranquilli: è solo un metapacchetto per l’installer e poco altro e potete rimuoverlo senza problemi.

In Debian Sid bisogna aggiungere “mono-gac” alla lista di pacchetti da eliminare (grazie leogrange!)

In Gentoo

Mettete “-mono” tra le USE in /etc/make.conf e poi:

#: emerge -C mono beagle tomboy f-spot
#: emerge --depclean
#: revdep-rebuild

Ricordo bene? ^^ Grazie anche al commento di Tom

In Arch Linux

Questo comando secondo w0rm:

#: pacman -Rs mono xsp monodoc gtk-sharp gtk-sharp-2 boo monodevelop mod_mono 
mono-tools gecko-sharp mono-tools gecko-sharp-2.0 gtksourceview-sharp-2.0

O questo, molto più corto segnalato tra i commenti:

#: pacman -Rcs mono

Sperando che basti anche per le dipendenze…

Altre distribuzioni?

…segnalatemi voi il comando per la vostra distro :)

2. Lista di applicazioni per sostituire quelle Mono

Ricerca desktop

Ovvero l’equivalente di GNOME per Spotlight di Apple, l’applicazione Mono si chiama(va) Beagle, ma è stata raggiunta e superata da un’alternativa diventata molto più famosa, fino ad essere stata integrata in Ubuntu e nelle altre principali distribuzioni: Tracker


Gestione delle fotografie

Dallo scaricamento da una fotocamera all’applicazione di etichette, semplici modifiche, ricerca e gestione di varia natura. L’applicazione Mono si chiama F-Spot, non è ancora stata sviluppata una degna controparte ma le alternative esistono.

Se vi accontentate di un’altra applicazione chiusa (ognuno ha i suoi gusti) c’è l’ottimo Picasa anche per Linux, solo che però si basa su Wine e teoricamente è ancora più incasinatopo. Se invece esigete qualcosa di libero potreste sperimentare con jBrout (ma è un progetto decisamente minore), oppure… AGGIORNAMENTO 04/07/09: il neonato e già molto promettete Solang:

Solang - Pollycoke :)

Ho scritto alcune note su come “Installare Solang su Ubuntu“, vi invito a tenere d’occhio il progetto.

Gestione delle note

Non esattamente l’attività più importante che svolgiamo col PC eppure Tomboy, questo il nome dell’app Mono da battere, è stata la scusa per inserire Mono in GNOME. Per fortuna esiste un progetto per portare le funzionalità di Tomboy in C++, si chiama GNote:

GNote - Pollycoke :)

Gestione e riproduzione di brani musicali

Non basta più XMMS/Winamp, adesso un buon lettore musicale deve essere in grado di gestire collezioni, scaricare copertine e testi da internet, applicare effetti, visualizzare incubi indotti dall’LSD e altre cosucce. L’app Mono da battere si chiama Banshee, ma esiste da sempre un software che svolge il suo lavoro più che bene ed è fornito di default con GNOME, si chiama Rhythmbox:

rbox.png
Altre preferenze suggerite dai lettori sono: Quod Libet, Exaile, Listen o Amarok (che però è un’app KDE)

Lanciatore applicazioni

GNOME Do è un lanciatore basato su Mono molto modulare e popolare che a mio parere non è ancora eguagliato da alcun software non-Mono. AGGIORNAMENTO 04/07/09: Esiste però un progetto appena lanciato e anche se non con tutte le funzionalità di Do, è già utilizzabile e molto promettente anche perché facilmente estendibile, si tratta di Kupfer:

kupfer

Ecco le istruzioni per “Installare Kupfer“. Anche questo un progetto da tenere d’occhio!

Altro?

Non ci sono moltre altre applicazioni Mono degne di nota o altrettanto “infiltrate”, ma se avete altre alternative non esitate a segnalarle! Il contributo di tutti è più che benvenuto e cercherò di tenere sempre aggiornata questa lista, per poter offrire e segnalare alternative concrete.