jump to navigation

«Espresso» è un modo informale per segnalare risorse interessanti, selezionate tra la mole di informazioni che sfoglio ogni giorno e che altrimenti non troverebbero posto qui.

Come per ogni buon espresso, non sempre ciò che segnalo è addolcito ;)



Incredibile: una nuova Debian ogni due anni?!

Il 3/08/09 @ 17:18, 8 commenti

Shared by felipe
Clamorosa decisione dal progetto Debian, che giunge dopo anni di incertezza sulla possibilità di rilasci a scadenza fissa. A partire da Etch e Lenny, lo sviluppo di Debian verrà organizzato in cicli di “freeze” biennali.
A Dicembre di ogni due anni ci sarà il termine per introdurre novità e passare alla fase di “ripulitura” per il rilascio, che dovrebbe così avvenire entro la primavera di ogni due anni.
Termini non strettamente fissati dunque, ma questa piccola rivoluzione prepara la strada per un modello di sviluppo totalmente inedito per Debian.
Due anni mi sembra un tempo ragionevole. Io approvo in pieno!

The Debian project has sent out a surprise notice that it has decided to
move to a time-based release (or, at least, “release freeze”) model. “Freezes
will from now on happen in the December of every odd year, which means
that releases will from now on happen sometime in the first half of every
even year. To that effect the next freeze will happen in December 2009,
with a release expected in spring 2010. The project chose December as a
suitable freeze date since spring releases proved successful for the
releases of Debian GNU/Linux 4.0 (codenamed ‘Etch’) and Debian GNU/Linux
5.0 (’Lenny’).
” Evidently this decision was made at DebConf, but
quite a few in the Debian community still appear to be surprised by the
announcement.

 

Un miliardo di volte Firefox!

Il 3/08/09 @ 17:03, 3 commenti

Shared by felipe

Superato il fatidico numero 1.000.000.000 di scaricamenti di Firefox. Cosa comporta ciò? Assolutamente nulla, ma fa sempre comodo una scusa in più per brindare :)

Billion Downloads header
As our download counter shows, we’re getting close to the 1 billionth download of Firefox. That’s a huge milestone. And a reason to celebrate.

 

KDE come desktop predefinito per OpenSUSE?

Il 3/08/09 @ 16:58, 8 commenti

Shared by felipe

Da sempre SuSE->OpenSUSE è la distribuzione di riferimento per utenti e sviluppatori KDE, nonostante sia insidiata da Kubuntu che cerca di scrollarsi la fama di "sorellastra di Ubuntu" e nonostante Novell SLED (la versione "seria" di OpenSUSE) sia basata su GNOME e non su KDE.

Insomma, l’utenza di OpenSUSE preferisce KDE a GNOME (~70% contro ~30%) e allo stesso modo utenti e sviluppatori KDE preferiscono in larga parte OpenSUSE… Perché allora non andare fino in fondo e rendere nuovamente KDE il desktop predefinito della distribuzione?

Nel monotono panorama di distro GNOME, secondo me sarebbe una mossa azzeccata.

Recently, the discussion whether to make KDE the default desktop on openSUSE has been raised. The situation bears some historical meaning, and has also brought up some misconceptions. Let me try to give a bit of an overview of it, and put things into context.

 

Opera dovete stare solo zitti (o al gioco)

Il 27/07/09 @ 16:02, 38 commenti

Shared by felipe

Adesso che Microsoft è stata costretta dalla UE a permettere la scelta del browser (non più solo IE) in fase di installazione, Opera se ne sono usciti con l’idiozia che pure Ubuntu e Apple dovrebbero fare lo stesso.

Di Apple non mi frega una mazza sottaceto, ma l’ipotesi prevista da Opera per Ubuntu è una idiozia grossolana. Opera: rilasciate i sorgenti, fate un browser che non abbia un’attrattiva prossima allo zero e poi ne parliamo.

Forse non avreste nemmeno bisogno di queste farneticazioni.

Last week, the European Commission announced that Microsoft is willing to implement a browser ballot screen in Windows so that users can select a browser to install when installing Windows or when setting up their OEM computer. While this makes Opera very happy, Opera would like to see Ubuntu and Apple offer such a ballot screen too.

 

Registrare un sito web: carcere se vìola un marchio

Il 24/07/09 @ 14:02, 7 commenti

Shared by felipe

Cominciare a fare gli sbirri prima ancora che esistano le regole è semplicemente ignoranza e bullismo.

__
PS: Repubblica.it ma che stracazzo ci vuole ad usare la punteggiatura e le maiuscole?

LEGGE E WEB
Attenti a registrare un sito web è carcere se vìola un marchio
Secondo alcuni giuristi sarà questa una delle conseguenze del Decreto Sviluppo appena approvato: rallenterà l’attività internet delle aziende e scoraggerà gli utenti

 

Firefox 3.7 avrà Ubiquity (e nuovi temi per Windows)

Il 24/07/09 @ 12:30, 5 commenti

Shared by felipe

Con la prossima versione di Firefox ci saranno alcune novità. Ecco ad esempio qualche bozza di come potrebbe essere il tema per Windows …cosa che non potrebbe lasciarmi più indifferente.

Tra le novità di Firefox 3.7 (ed è il motivo per cui segnalo il link) leggo però che è prevista l’integrazione di Mozilla Ubiquity, progetto molto interessante di cui ho scritto in passato: https://pollycoke.net/2008/10/05/mozilla-ubiquity-re-connect-the-web/

Want to take a very early peek at themes for Mozilla’s Firefox 3.7 browser? Initial Windows theme mockups for it are now available for viewing via Mozilla Wiki. The mockups come very early in the Firefox 3.7 development cycle and aren’t final, but they provide glimpses of the kinds of interface implementations that Mozilla will probably pursue. Version 3.7 is slated to arrive next spring, and here are some of the things Mozilla is working on.

 

Video editor LiVES 1.0.0 [deb]

Il 23/07/09 @ 14:43, 2 commenti

Shared by felipe

Non ho mai apprezzato LiVES: è un editor video con un’interfaccia legnosa e funzionalità di VJ a cui non sono interessato.

In ogni caso so che in molti lo apprezzano, dunque ho piacere a segnalare la versione 1.0 tonda, che “è solo un numero e non vuol dire niente”, ma rende l’idea che il team sia contento dei risultati raggiunti.

LiVES mixes real-time video performance and non-linear editing in one
application. It will let you start editing and making video right away,
without having to worry about formats, frame sizes, or frame rates. It is a
very flexible tool which can be used by both VJ’s and video editors – mix
and switch clips from the keyboard, trim and edit your clips, and bring
them together using the multi-track time line. You can even record your
performance in real time, and then edit it further or render it straight
away as a new clip !

 

Adobe rilascia Open Source Media Framework per Flash

Il 23/07/09 @ 14:02, 3 commenti

Shared by felipe

Adobe ha paura di HTML5? Se è così reagisce bene (non benissimo, ma bene) e rilascia questo Open Source Media Framework che dovrebbe invogliare sviluppatori a non abbandonare Flash in favore di tag video (tra l’altro non ancora standardizzati a dovere).

Adobe fa sul serio con il suo impegno nel codice aperto? Lo vedremo, ma al momento sembra solo un continuo tastare il terreno. In attesa di avere Air, Shockwave e altro, OSMF dovrebbe andare a beneficio di openvideoplayer.com

Adobe has released an Open Source Media Framework (OSMF) that can be used to build Flash-based streaming video players. The framework emerged from Adobe’s Strobe initiative and is part of a broader collaborative effort called the Open Video Player project that has brought together Microsoft, Adobe, Akamai, and other key players with the aim of simplifying real-world video delivery on the Internet.

 

Red Hat tra le prime 500 aziende al NASDAQ

Il 21/07/09 @ 19:40, 5 commenti

Shared by felipe

Red Hat è stata inclusa da Standard & Poors nella top 500 delle aziende quotate al NASDAQ.

Concordo con l’analisi e insieme ai tantissimi altri segnali considero questo avvenitmento, storico per l’azienda, uno dei tanti segnali che Linux non è più una nicchia.

Vai Red Hat: truth happens!

When Red Hat had its IPO in 1999, many saw it as the real coming of age of Linux. While there is little doubt that IPO was a big event for Red Hat and Linux, perhaps an even more important one from a milestone point of view will officially occur this Friday. As of Friday July 24, Red Hat will join the S&P 500 index.

 

David Siegel: One Hundred Paper Cuts Round 3 Progress Report

Il 21/07/09 @ 19:33, 2 commenti

Shared by felipe

Terza tornata per Ubuntu Hundred Paper Cuts[1], continua il perfezionamento di tanti piccoli dettagli che, dieci alla volta, stanno portando una silenziosa rivoluzione in Ubuntu (e da qui si spera un po’ a tutto l’ecosistema).

Tra i paper cuts meglio riusciti non mancano già superstar, come la ri-sistemazione (ancora in corso) delle barre degli strumenti di Nautilus[2]


[1] https://pollycoke.net/2009/06/12/hundred-paper-cuts-cento-cerotti-per-ubuntu/
[2] https://pollycoke.net/2009/07/21/ottimizzare-le-barre-di-nautilus-ppa/

The third milestone in the One Hundred Paper Cuts project:

Default folders in user’s home directory (e.g. Music, Photos) should have special icons
Dim files in Nautilus that have been cut for later pasting
Ubuntu’s LiveCD “Install” desktop icon is confusing
Turn scrolling on window list to switch windows off by default
Date & time applet should have tooltips on (ellipsised) calendar events
Emblems get cut off when Nautilus zoomed to 150%
System beep is overused and way too loud
Timezone picker map during install is unnecessarily small
“System > About Ubuntu” should display Ubuntu’s version number more prominently
File type labels can make file chooser dialog wider than your screen
KDE menu button should have a Kubuntu logo

If you can help close any of these, please do! Cleaning up patches and notifying upstreams (patiently and kindly) that reviews are needed is a great way to help. Otherwise, you can take a look at this week’s milestone.