jump to navigation

Audio Professionale con Linux (III parte)

In Avanzate, per Guru!, Guide il 17/11/04 @ 15:16 18 commenti

La prima “killer application” - Ardour

Gli americani hanno questo modo di chiamare una applicazione che nel suo campo “uccide” la concorrenza per la sua eccellenza in un determinato segmento, tanto da convincere un utente al passaggio ad una piattaforma differente pur di usare quel software, ad esempio.

Ardour EditorSe mai questo concetto possa essere applicato ad una applicazione linux in un ambito diverso da quello server o di sviluppo, Ardour sarebbe sicuramente la prima “killer application”. Ha tutte le carte in regola per esserlo: nonostante sia in stato di beta e’ abbastanza stabile, supporta tutti gli standard che col tempo si sono affermati nell’audio digitale, e’ sempre piu’ semplice ed efficace da usare, segue uno sviluppo aperto e sulle ML ogni critica o consiglio da parte dei beta testers e’ sempre ben accetto ed ascoltato. Non vorrei essere troppo scontato, ma ardour e’ ovviamente software libero, quindi gratis, quindi GPL, quindi liberamente estensibilie e modificabile da chiunque. Leggi il resto…

 

Audio Professionale con Linux (II parte)

In Avanzate, per Guru!, Guide il 17/11/04 @ 15:03 18 commenti

IL server audio professionale per linux - Jack

Abbiamo dunque accennato al fatto che la modalita’ “full duplex”, cioe’ la capacita’ di registrare ed ascoltare allo stesso tempo utilizzando una sola scheda audio, fosse in realta’ una cosa possibile anche utilizzando i vecchi OSS, grazie ad alcuni software chiamati “sound servers”. Un sound server e’ quel software che cerca di sopperire alle mancanze in kernel space, cercando di gestire in user space l’uso e l’accesso a dispositivi audio. Vediamo quali sono i principali sound servers e in cosa Jack si differenzia dagli altri, e perche’ e’ definito sound server professionale. Leggi il resto…

 

Audio Professionale con Linux (I parte)

In Avanzate, per Guru!, Guide il 17/11/04 @ 14:32 13 commenti

E’ da tanto che ho voglia di scrivere qualcosa sull’enorme progresso che ha compiuto, e che sta tuttora compiendo il nostro sistema operativo preferito come piattaforma Audio. Con l’inclusione dell’Advanced Linux Sound Architecture (ALSA) nel kernel 2.6, credo che sia finalmente arrivato il momento di mettermi all’opera e farvi partecipi delle mie esperienze.

Scrivo di getto, come mio solito, e un po’ per chiarirmi le idee, un po’ per ordine, voglio esporre di cosa intendo trattare, chiarendo subito che non sto scrivendo un aiuto all’installazione o alla configurazione di software o hardware, e che non e’ assolutamente una lista completa, ne’ rappresentativa dell’intero e vasto panorama Audio su Linux: Leggi il resto…

 

Compilare con Debian (e Ubuntu)

In Facili, o quasi :), Guide il 17/11/04 @ 14:27 4 commenti

La Debian è una delle più solide e affidabili distribuzioni linux, l’unica sviluppata interamente su Internet, l’unica che non fa capo ad una azienda a scopo di lucro, quella che per prima ha cercato di promuovere l’adesione a tutti gli standard riconosciuti dalla comunità, la prima in assoluto a sviluppare un gestore di pacchetti, tuttora insuperato, e l’unica ad essere stata sponsorizzata dalla Free Software Foundation. Per questi motivi è considerata da molti “la” distribuzione linux. Per questi motivi ci sono decine di migliaia di pacchetti debian sulla rete (circa 10.000 soltanto nel mirror ufficiale…). I sorgenti di software di grande successo come MPlayer o anche l’intero progetto KDE, per citarne due, sono “debianizzati”, cioè pronti per essere compilati su una debian con il semplice comando:

$: dpkg-buildpackage

Leggi il resto…

 

Compilare sorgenti

In Facili, o quasi :), Guide il 17/11/04 @ 14:01 6 commenti

di felipe

Le varie distribuzioni di Linux stanno diventando sempre più “facili”, la configurazione e il riconoscimento dell’hardware sono sempre più automatizzati all’installazione e quasi sempre una “ventina” di minuti dopo aver fatto il boot da CD-ROM l’utente si trova con un sistema già funzionante (anche se non sempre ottimizzato). In molti casi la stessa facilità di configurazione si riscontra anche dopo aver installato il tutto, grazie a diverse procedure più o meno “user friendly”. Questo vale anche per le applicazioni, facilmente installabili con una linea di comando o con un semplice click che in realtà mettono in moto sofisticati meccanismi di pacchettizzazione e gestione di eventuali dipendenze. Leggi il resto…

 

Recensione Fluxbox 0.1.13

In Facili, o quasi :), Guide, News il 17/11/04 @ 13:13 7 commenti

di felipe

Intro

AGGIORNAMENTO: Come previsto, la versione 0.1.14 è uscita pochi giorni dopo la stesura di questo articolo. Tuttora la 0.1.14 è l’ultima versione stabile di fluxbox, ed è quella che uso io insieme a molti fanatici di fluxbox. Le nuove versioni di sviluppo a mio parere hanno un po’ tradito le aspettative di un window manager veloce e libero da “innovazioni” inutili.

Fluxbox (http://fluxbox.org), per qualche sciagurato che non lo sapesse, è uno dei migliori window managers attualmente in circolazione. Nato come fork del codice di Blackbox 0.61.1 (dopo un lungo periodo di inattività se si escludono le varie
patches), si avvia a diventare uno strumento sempre più completo e flessibile. Il team di sviluppo sta facendo un ottimo lavoro e ciò è evidente a giudicare dalle nuove funzioni e ripuliture del codice da una versione all’altra. Leggi il resto…

 
This site uses a Hackadelic PlugIn, Hackadelic SEO Table Of Contents 1.6.0.