jump to navigation

Linus Torvalds: “Odiare Microsoft è un male”

In News il 24/07 @ 13:18 128 commenti

Linux Magazine intervista Linus Torvalds sul contributo di patch al kernel da Microsoft (non senza qualche retrogusto di tresca); il padre di Linux conferma che saranno probabilmente accettate e aggiunge:

I may make jokes about Microsoft at times, but at the same time, I think the Microsoft hatred is a disease. I believe in open development, and that very much involves not just making the source open, but also not shutting other people and companies out. There are ‘extremists’ in the free software world, but that’s one major reason why I don’t call what I do ‘free software’ any more. I don’t want to be associated with the people for whom it’s about exclusion and hatred.”1

Dissociarsi dagli estremisti? Non ho letto in giro alcun parere contrario all’inclusione dei driver di Microsoft2 , quindi o Linus sfonda un po’ una porta aperta… o dosa un pizzico di politica. Se fossi un cinico3 direi che questo messaggio ha un destinatario ben chiaro.

 

Planet GNOME un covo di scimmie urlatrici

In Opinioni il 12/07 @ 12:57 23 commenti

planet-gnomeLa lettura di Planet GNOME sta attentando al mio senso estetico e al mio patrimonio genetico in un colpo solo, con questa iniziativa idiota di alcuni che ripetono gli stessi due messaggi idioti: uno è “STOP SEXISM“, l’atro è “I’M NOT AFRAID OF PEOPLE WRITING CODE“. Mi sto vergognando in terza persona, per la loro meschinità.

Il primo messaggio è riferito a Stallman, che nella sua pantomima satirico-religiosa di sant’iGNUzio parla di “Vergini di Emacs1, con l’augurio che il padre del software libero non venga più invitato ad alcuna conferenza (!). Il secondo invece incita a non temere chi scrive codice: dovrebbe sostenere chi sviluppa in C# ma allo stesso tempo, per qualche strano motivo, condannare chi scrive codice tipo GNote…

Il lettore più accorto non mancherà di cogliere il nesso tra le due idiozie.

 

Nuovi assetti nella guerra a Mono [sondaggio!]

In News, Opinioni il 10/07 @ 13:42 166 commenti

mono-warRichard Stallman si è ufficialmente pronunciato (grazie varyar!) riguardo alla per me ottima notizia che Microsoft ha esteso la Community Promise agli standard ECMA 334 e 335, ossia C# e CLI, di fatto eliminando la principale remora nei confronti dell’adozione di Mono. Com’è intuibile però, la reazione di Stallman alla notizia è arrivata ed è stata negativa: la Communty Promise non lo soddisfa. E mi sta benissimo.

Probabilmente tra me e chi mi legge ci si raggruppa, rispetto a Mono, grosso modo in: sostenitori, avversatori, prudenti. Io sono sempre stato un avversatore, ma da poco convertito alla prudenza, per ciò (e per mia naturale inclinazione) in questo momento riesco a guardare tutto dall’alto: capisco le riserve di Stallman, ma allo stesso tempo mi immedesimo nelle aspirazioni di chi sostiene Mono. Il tutto mentre suggo un ghiacciolo alla menta.

Leggi il resto…

 

La GNOME Board pranza con Richard Stallman

In News il 5/07 @ 15:39 17 commenti

Vincent Untz ha pubblicato qualche aggiornamento non tecnico1 su come si sta svolgendo il GUADEC/Akademy a reti unificate in Gran Canaria. Eccone uno stralcio:

Stormy and the Board had a lunch with RMS where we talked about C# and free software. No big surprise, but was still interesting. 2

Grassetto mio. Fa un certo effetto leggere che la GNOME Foundation Board ha pranzato con Richard Stallman, discutendo amabilmente di C# e software libero. Prima di tutto perché Stallman poche ore prima ha fatto una presentazione abbastanza controversa su Mono (grazie barra!), e poi perché… non riesco a non pensare a come deve essere Stallman a tavola X|

 

FSF: Stallman contro Mono e le app C#

In News il 27/06 @ 20:26 86 commenti

stallmanRichard Stallman, il programmatore filosofo l’uomo che ha teorizzato il progetto GNU e che ha scritto la GPL (cfr “In difesa di Stallman, la Libertà e GNU/Linux“) si è nuovamente espresso contro Mono direttamente dal sito della Free Software Foundation, la fondazione che ha dato inizio al movimento per il software libero e che in passato ha finanziato il progetto Debian1. Grazie a Guiodic in MessageBox.

La posizione di Stallman è molto chiara: non c’entra la religione con C# “in quanto proveniente da Microsoft”2, ma c’è un rischio reale e innecessario nel dipendere da applicazioni basate su specifiche rilasciate con licenza mai del tutto chiarita3. Quando, come e dove4 tale rischio possa concretizzarsi non ci è dato saperlo, per questo motivo Stallman ribadisce che non dobbiamo dipendere da Mono, ma preferire applicazioni non Mono, ad esempio GNote al posto di Tomboy o Solang al posto di F-Spot. Ho aggiornato la pagina di Mono su Pollycoke.

 

KDE respinge OOXML, …e GNOME?

In News, Opinioni il 12/12/07 @ 16:19 15 commenti

Gli sviluppatori di Koffice hanno da tempo dimostrato di non voler contribuire alla diffusione di OOXML, il nuovo formato che Microsoft sta cercando di imporre come standard.

Lasciando stare alcune voci che invece definiscono OOXML come “superbo”, GNOME sembrerebbe invece confusamente incline a supportare il formato di Microsoft, anche se – e questo è strano – non è ancora neanche diffuso.

Leggi il resto…

 

“Se volete la libertà non seguite Torvalds”, parola di Stallman

In *Flame*, Estetica, Guide, News, Opinioni, Politica il 12/09/07 @ 11:55 57 commenti

Che non si cia eccessivo buon sangue tra Richard Stallman e Linus Torvalds, le due figure fondamentali della nostra comunità, è forse un po’ esemplificativo di molte cose

politica.png

Ad ogni modo, una recente dichiarazione di Stallman ha riportato la piccola diatriba alla ribalta e a noi dispiace un po’ vedere quante energie si sprechino nella politica, anche dentro la nostra strana “famiglia”

Leggi il resto…